Cerca

Under 17

Misani colpisce al momento giusto: 7.5; Moriggi tra i pali evita il tracollo: 7

A Di Cianno basta una sola frazione per pungere; molto bene anche i due terzini bianconeri

Misani colpisce al momento giusto: 7.5; Moriggi tra i pali evita i tracollo: 7

Lorenzo Di Cianno: entra dalla panchina e segna, da valutare le sue condizioni

Il Pozzuolo completa il calendario vincendo la dodicesima partita su altrettante gare disputate, 5-3 lo score ai danni dello Sporting Mazzola. Un punteggio che sembra quasi modesto per la mole di gioco e di occasioni avute dai bianconeri ma che cela al contempo il momentaneo pareggio conquistato dai granata in doppia rimonta. Cinque marcatori diversi per Semeraro, che perde Di Cianno per infortunio muscolare, mentre Mastrolembo rimpiange alcune scelte tattiche in difesa pur trovando risposte confortanti in attacco.

LE PAGELLE

POZZUOLO

Mazzone 6 Una prestazione da "sv" tolto lo spauracchio iniziale sul pressing avversario.
1' st Fasiello 6 Un po' sfortunato, in occasione del primo gol incassato, un po' colpevole come sulla rete di Imadi su cui valuta out la traiettoria del cross.
Rossi 7 Partita incoraggiante dell'esterno che si conferma stantuffo offensivo di peso, alternando efficacemente il fondo al cuore dell'area di rigore.
Magnifico 7 Così come Rossi. non si fa pregare nell'avanzata in attacco, coprendo puntualmente le avanscoperte del dirimpettaio sull'altra fascia.
1' st Castro 6 Avvio da incubo dove paga la valutazione errata sul secondo gol, venendo così bruciato dal rivale. Qualche sgroppata interessante nel finale.
Intemperante 7 Mette ordine in mediana giostrando con sicurezza le azioni sui due lati del campo. Nessuna occasione personale. (27' st Cecchetti sv).
Cesare 6
 A questo giro da centrale rispetto ad altre uscite è sostanzialmente inoperoso, anche se la gestione della costruzione non è al top.
Redaelli 6 Appare sempre un po' troppo frenetico nelle scelte, anche quando la pressione è minima. Sbaglia il posizionamento sul primo gol subìto.
Fumagalli 6.5 Dal punto di vista personale non brilla, se non per alcune giocate di tecnica (ma fini a se stesse). La sua qualità migliore è dare spazio alle sgroppate di Rossi.
9' st Di Cianno 6.5 Reduce dalle fatiche in quel di Dresano l'attaccante subentra e spacca la partita propiziando e sbagliando, prima di un infortunio muscolare da valutare.
Pinto 7 Match ad ampio respiro dove capisce che i pericoli difensivi sono minimi e non si fa pregare nel creare superiorità numerica, trovando anche gloria.
Tomeo 6.5 All'interno delle ammucchiate in area granata è sempre presente e il gol a freddo mette in discesa la contesa, ok i movimenti a ricevere.
9' st Necchi 6 A lui il compito di dare una scossa attraverso la sua freschezza, ci riesce in parte trovando anche il tempo di mangiarsi un paio di chance.
Dedaj 6.5 Abile a non pestarsi i piedi con Tomeo, aprendo i varchi sulle corsie laterali. Geniale e brillante l'intuizione e la finalizzazione del 2-0.
14' st Pasquariello 6 Porta un po' di muscoli una volta riacquisito il vantaggio, meno preciso in fase di impostazione dove fanno tutto gli attaccanti.
Misani 7.5 Ha l'occasione di partire dal primo minuto e la sfrutta con una prestazione di alta intensità, specialmente nella prima mezz'ora. (27' st Meglej sv).
All. Semeraro 6.5 Sempre difficile giudicare una squadra camaleontica e così densa da cambiare ogni giornata in base alle necessità. Rimangono ancora dei punti da limare.

Il messaggio di pace del Pozzuolo all'ingresso in campo

SPORTING MAZZOLA

Moriggi 7 Poteva essere una mattinata ricca di fantasmi, al contrario esalta i propri riflessi nella ripresa e ringrazia più volte i montanti amici.
Lascatti Busato 5.5
 Sia a destra, dove viene puntualmente bruciato da Misani, sia a sinistra, dove prende la targa a Rossi, non incide e paga con la sostituzione.
34' Imadi 6.5 Restituisce un assetto più offensivo alla squadra, mettendoci quella cattiveria che gli vale la soddisfazione individuale. Volitivo.
Marku 6 Viene spesso richiamato per la libertà di cui gode Rossi, in realtà non demerita anche se paga qualcosa in termini di velocità. Generoso.
Sarr 6 Il suo più grande difetto? Affidarsi solo all'istinto, pertanto alterna chiusure efficaci a errori difficilmente comprensibili ai compagni. Anche un assist per lui.
Solcia 5.5 Segue fin troppo fedelmente le impronte di Tomeo e Dedaj, al punto che successivamente si fa tagliare facilmente fuori e scoprendo così i suoi.
1' st Picone 6.5 Inserito da Mastrolembo per aumentare il peso offensivo passando a due punte, propizia il momentaneo 2-1 scattando con puntualità sul filo dell'offside.
Pagano 6 Agisce quasi da stopper, quinto centrale ma di fatto qualche metro più avanti. Qualche svarione ma niente di eccessivamente nocivo.
Tassano 6 Da esterno alto si danna in fase di pressione, da terzino soffre la falcata del rivale. In avanti trova un assist insperato, anche se sul 4-2 copre male il palo.
Casiraghi 6.5 Uno dei pochi a provarci per davvero, sebbene sia subito accerchiato da maglie bianche. Idee giuste, esecuzione in divenire. Bravo a seguire l'azione che porta al gol.
Mangala 7 La domanda iniziale è se possa buttare giù da solo il castello bianconero e la parziale risposta è quasi affermativa. Numeri nello stretto, occhio a non incaponirsi a testa bassa.
Montagna 6 Per quanta buona volontà ci metta non riesce a essere determinante né in una fase né nell'altra, correndo tanto e spesso a vuoto.
Cerri 5.5 Deludente per atteggiamento remissivo, oltre a non ripiegare quasi mai su Rossi per aiutare Marku. In avanti è totalmente impalpabile. (22' st Tresoldi sv).
All. Mastrolembo 6 Può essere la gara giusta per fare esperimenti, è però impensabile resistere a oltranza se non si ha una panchina profonda.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400