Cerca

Real Leno - Ghedi Under 17: tra gol, spettacolo e cartellini, il derby della bassa prende la strada per Leno

Real Leno-Ghedi Under 17

Real Leno-Ghedi Under 17

Tanto agonismo e magnifiche giocate hanno segnato il sentitissimo derby della bassa bresciana nel quale, alla fine di una partita tiratissima giocata su un campo reso pesante dalla pioggia battente, i padroni di casa sono riusciti ad ottenere tre punti fondamentali grazie al 3 a 2 maturato contro un Ghedi, peraltro costretto a giocare l'ultimo quarto di gara in inferiorità numerica, capace di pareggiare due volte prima di dover soccombere sotto i colpi di un implacabile Elachiki, autentico mattatore di giornata con la sua doppietta. Primi dieci minuti di gioco nei quali la partita offre poche emozioni, con le due squadre ancora in fase di studio che si preoccupano maggiormente di difendere che di offendere. I segnali di una partita bloccata vengono però subito contraddetti al minuto 11 quando Matarazzo del Leno offre una splendida palla filtrante in area al compagno di reparto Elachiki che non ci pensa due volte e fulmina con un tiro rasoterra un incolpevole Marcellini. Ospiti intontiti che faticano a macinare gioco e riescono a scuotersi solo al 22'con una grande azione della prima punta Mesa che impegna un ottimo Pupillo il quale respinge un pallone che l'accorrente Isetti non riesce a ribadire in rete. Pallino del gioco che resta in mano ai padroni di casa i quali, una manciata di secondi dopo, sfiorano il raddoppio grazie al colpo di testa di Matarazzo che si avvita su un gran cross dalla destra di Moretti ma spedisce il pallone di poco a lato dalla porta avversaria. Quindi, prova a caricarsi sulle spalle la squadra il centravanti del Ghedi Mesa che al 25' si libera bene degli avversari e lascia partire un sinistro dal limite dell'area che si spegne vicino al palo. Da qui in poi gli ospiti cominciano a farsi più intraprendenti e sullo scadere della prima frazione si fanno vedere con maggiore continuità dalle parti di Pupillo: al 42' gran botta di Marinoni che però sorvola la traversa; due minuti più tardi altra pregevole azione di Mesa che apre sulla destra sempre per Marinoni il quale incrocia mancando di non molto il bersaglio grosso. Sono i preparativi per il pareggio che arriva in avvio di ripresa grazie ad una sassata di Hilmi da circa trenta metri che prima batte sotto la traversa e poi si deposita nella rete dei padroni di casa. Inizia quindi un vero ping-pong con le due squadre che si rispondono colpo su colpo in una partita dai ritmi serrati in cui nessuno dei due contendenti vuole finire al tappeto. Riporta avanti la compagine di casa un mobilissimo Matarazzo il quale, dopo essersi defilato sulla destra, lascia partire uno splendido diagonale sul quale Marcellini nulla può opporre. Lo stesso Marcellini prende la sua personale rivincita qualche minuto dopo quando è semplicemente miracoloso nell'alzare contro la traversa un tiro a giro proveniente questa volta dalla zona sinistra della sua difesa. Gli risponde al 19' il collega Pupillo con una gran parata su un velenoso calcio di punizione degli ospiti. Al 20' nuovo pareggio dei ragazzi di Orlandi seguito immediatamente dopo dall'episodio che condizionerà l'ultima parte di gara. Prima, su cross dalla destra, Mesa impatta di testa il pallone del 2 a 2. Nel corso dei festeggiamenti per il pareggio appena raggiunto, il compagno di squadra Gelmini vuole affrettare la ripresa del gioco andando a raccogliere il pallone in fondo al sacco, ma nasce un parapiglia sbrogliato dal direttore di gara che mostra il cartellino rosso allo stesso difensore del Ghedi. Gioia e amarezza nello spazio di pochi secondi per l'allenatore della squadra ospite a dir poco indispettito per l'ingenuità del suo calciatore. Passano solo tre minuti e il Leno mette nuovamente la freccia, questa volta in maniera definitiva, grazie alla doppietta personale del suo numero 10, Elachiki, che dopo un'azione insistita dei suoi è scaltro ad insaccare una palla rimasta fatalmente a ballare vicino all'area piccola. Ghedi che, nonostante il gol subito e l'inferiorità numerica, non si arrende e prova a riversarsi in avanti anche a costo di lasciare le difese sguarnite. Proprio su una di queste situazioni il Leno spreca il match ball con il subentrato Polo il quale sull'ottima imbeccata di Cantaboni fallisce a porta praticamente spalancata. Da segnalare, ancora, l'ennesimo tentativo di Elachiki che, al 35', lascia partire un tiro a giro che va fuori di un soffio. Ultimi minuti che trascorrono con il Ghedi che prova a scodellare palloni in area alla ricerca del gol del pareggio e i padroni di casa del Leno che sfruttano gli spazi lasciati inevitabilmente aperti dagli avversari e giocano col cronometro attendendo il triplice fischio del direttore di gara Cioccarelli che, dopo aver concesso quattro minuti di recupero, scrive la parola fine su un bellissimo derby giocato ad una intensità non così di frequente visibile su un campo di calcio. [caption id="attachment_233030" align="aligncenter" width="900"] Real Leno-Ghedi Under 17 Mesa del Ghedi[/caption]

IL TABELLINO

REAL LENO-GHEDI 3-2

RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-2): 11' Elachiki (L), 4' st Hilmi (G), 8' st Matarazzo (L), 20' st Mesa (G), 23' st Elachiki (L)

REAL LENO (4-3-3): Pupillo 6.5 (37' st Mondolo 6), Bignetti 6, Zubani 7, Ongarini 6.5, Martinelli 6.5, Lazzari 6.5, Moretti 7, Tomasevic 6.5 (35' Polo 6 dal 46' st Nwachukwu s.v), Cantaboni 7, Elachiki 8.5, Matarazzo 7.5 (28' st Pinelli 6). A disp: Viviani, Agosti. All. Bertoni 7.

GHEDI (4-3-3): Marcellini 6.5, Gelmini 5, Bontempi 6, Faccoli 6.5, Pasini 6 (25' st Corazzina 6), Boni 6, Hilmi 7, Plodari 6.5, Mesa 7.5, Marinoni 6 (28' st Timpone s.v), Isetti 6.5 (5' st Polesini 6.5). A disp. Piolini, Corrado, Cavallari, Cristini, Azizi. All. Orlandi 6.5.

ARBITRO: Cioccarelli di Brescia 6.5: a ragion veduta estrae dal taschino molti cartellini per mantenere sotto controllo una partita piuttosto maschia. Qualche dubbio su un possibile rigore non fischiato ai padroni di casa nel corso della ripresa ma sembra aver preso la decisione corretta.

AMMONITI: 38' Gelmini (G), 40' Hilmi (G), 10' st Cantaboni (L), 11' st Mesa (G), 19' st Bignetti (L), 26' st Plodari (G), 26' st Matarazzo (L), 35' st Polo (L).

ESPULSO: 20' st Gelmini (G).

LE PAGELLE

REAL LENO

Pupillo 6.5 Sicuro nelle uscite soprattutto nel secondo tempo quando il Ghedi aumenta il numero di palloni scodellati in area di rigore (37' st Mondolo 6 Sicuro nelle ultime concitate fasi della partita. Non era facile).

Bignetti 6 Partita ordinata e senza sbavature.

Zubani 7 Spinge con buona continuità e si fa sempre trovare pronto in fase difensiva.

Ongarini 6.5 Al centro della difesa dà sicurezza a tutto il reparto.

Martinelli 6.5 Partita preziosa e di grande sostanza.

Lazzari 6.5 Capitano dal sangue gelido. Quando la pressione del Ghedi aumenta lui non si scompone mai.

Moretti 7 Partita maiuscola sulla fascia destra. Piede delicato per far felici le punte.

Tomasevic 6.5 Prima di uscire per infortunio smista con sapienza una grande quantità di palloni in mezzo al campo (35' Polo 6 Partita onesta che non fa rimpiangere l'uscita del compagno. Peccato per non aver segnato il quarto gol nel finale a porta spalancata (46' st Nwachukwu s.v)).

Cantaboni 7 Partita di grande presenza dopo essere ritornato da un infortunio.

Elachiki 8.5 Devastante quando gioca fra le linee. Segna una doppietta e rischia di portarsi il pallone a casa con una prodezza nel finale fuori di pochissimo. Matarazzo 7.5 Con i suoi due colleghi di reparto rende la vita molto difficile alla difesa del Ghedi. Sua la segnatura da attaccante vero che porta sul 2 a 1 i padroni di casa ( 28' st Pinelli 6 Prezioso nell'ultimo quarto di gara). All. Bertoni 7 La sua squadra gioca a calcio, niente da aggiungere. GHEDI Marcellini 6.5 Incolpevole sui gol, regala una parata da applausi nella ripresa su un gran tiro da fuori. Gelmini 5 Bene fino all'ingenuità che gli costa il cartellino rosso. Senza la sua uscita prematura il risultato finale avrebbe potuto dire altro. Bontempi 6 Dalla sua parte ha un brutto cliente. Resta lucido e prende le misure. Faccoli 6.5 Buone chiusure in fase difensiva. Nel finale fa il capitano d'assalto e ruggisce in area avversaria per conquistare il pareggio.

Pasini 6 Soffre nel primo tempo poi si ricompone (25' st Corazzina 6 Dentro nelle fasi calde del match fa la sua onesta partita).

Boni 6 Un po' come tutta la squadra soffre l'avvio spumeggiante dei padroni di casa. Hilmi 7 Nel primo tempo sbaglia qualche giocata banale. Esce alla distanza come un diesel e regala il momentaneo pareggio ai suoi grazie ad una perla dalla distanza. Plodari 6.5 Tanta quantità in mezzo al campo dal primo all'ultimo minuto. Mesa 7.5 Gol da attaccante consumato e tante cose belle sparse per tutto il match. Marinoni 6 Non va oltre la sufficienza. ( 28' st Timpone s.v). Isetti 6.5 Agisce sulla destra creando più di un problema alla difesa avversaria ( 5' st Polesini 6.5 Buona prova nella quale fa vedere qualità e quantità). All. Orlandi 6.5 Per quanto visto nel secondo tempo la sua squadra non ha meritato di tornare a Ghedi a mani vuote. Rimane il doppio rammarico per un approccio alla partita non proprio gagliardo da parte dei suoi ragazzi e quell'espulsione che gli tarpa le ali appena qualche secondo dopo aver raggiunto un meritato 2 a 2. [caption id="attachment_233044" align="aligncenter" width="900"] Real Leno-Ghedi Under 17 Il tecnico Bertoni del Real Leno[/caption]

LE INTERVISTE

Bertoni (Real Leno): ''Abbiamo ottenuto una vittoria meritata soprattutto perché abbiamo giocato meglio degli avversari. La settimana scorsa non siamo riusciti a fare risultato ma sono soddisfatto per il percorso formativo intrapreso con i ragazzi. Certo, rimanere nella categoria è importante ma non è l'obiettivo principale. La cosa più importante è far crescere i ragazzi attraverso il gioco''. Orlandi (Ghedi): ''Nel primo tempo gli avversari sono stati superiori e c'è poco da dire. Nella seconda frazione, invece, con alcuni cambi e un miglior assetto di gioco abbiamo recuperato la partita con due bei gol e se fossimo rimasti in undici avremmo potuto dire la nostra perché nel secondo tempo la partita l'abbiamo fatta noi con la giusta mentalità. Il nervosismo porta a commettere errori di ingenuità e di questo parlerò ai ragazzi. Comunque, potevamo pareggiarla anche in dieci uomini e quantomeno il pareggio sarebbe stato meritato. Abbiamo una buona rosa e mi aspetto un campionato da protagonista anche se altre squadre sono ben attrezzate''.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400