Cerca

Alcione-Ponte San Pietro Under 17: gli orange trascinati da Federici e Mocchi calano il poker, blues beffati ma penalizzati dalle assenze

mocchi
Una mattinata all'insegna dello spettacolo in via Olivieri dove l'Alcione ha letteralmente travolto, in un'amichevole infuocata, gli avversari del Ponte San Pietro. La partita si era presentata fin da subito a senso unico con gli orange di Fontana, passati in vantaggio dopo appena dieci minuti grazie a Mocchi e bravissimi nel non permettere agli avversari di superare la propria metà campo. I Blues guidati da Mascaro, condizionati da quattro pesanti assenze, fan quel che possono nella prima frazione, mantenendo lo svantaggio al minimo possibile. Sono tuttavia i cambi a marcare nella ripresa a fare la differenza tra le due squadre. Le entrate di Montesano, Federici e Lanzi spaccano la partita e la trasformano in un match a senso unico. Davanti a uno spettacolo così avvincente cresce l'amarezza: dispiace non aver potuto ammirare in campionato due squadre che, nei rispettivi gironi, avrebbero potuto far faville. Alcione esuberante. La partita vede affrontarsi due grandi compagini che in campionato non si sarebbero incontrate poiché appartenenti a gironi diversi. Da un lato l'Alcione di Emilio Fontana, reduce da un pareggio in amichevole contro la Pro Patria, dall'altro invece il Ponte San Pietro, un gruppo che fino a Ottobre aveva abituato a partite impressionanti, come la vittoria per 8-2 contro il Manara o l'emozionante 3-1 ai danni della Tritium. L'arbitro fischia l'inizio e il match si fa da fin da subito interessante, con gli orange intenti ad attaccare a pieno organico. Nel 4-3-3 disegnato da Fontana, infatti, non solo i terzini spingono moltissimo, ma anche i difensori centrali partecipano attivamente alla fase offensiva. Non a caso le prime occasioni nascono proprio grazie alle sovrapposizioni di Dragone e Bacis e all'inventiva di Di Maggio. Il primo gol (10'), però, porta a sorpresa un'altra firma: quella del centrale Edoardo Mocchi, autore di una conclusione perfetta dalla distanza, imprendibile per Mangiapoco. Il vantaggio è meritato e conquistato grazie a una difesa tuttofare, ma gli attaccanti non sono da meno. Giambertone ci prova ripetutamente: prima in acrobazia, poi dalla distanza ma la fortuna non è dalla sua parte. Viscusi trova più volte gli spazi giusti ma si oppone davanti a sè un miracoloso Mangiapoco. Il Ponte San Pietro, pressato alto dagli avversari, perde troppi palloni in uscita, mancando della giusta calma e lucidità. I tentativi di riaprire il match sono vani: al 15' Brusamolino ci prova dalla distanza, ma il suo tiro si spegne di poco alla sinistra di Musitano. Arriva poi il turno di Capitanio, lanciato spesso verso la porta con delle interessanti verticalizzazioni, ma i giganti arancioni sono bravissimi a fermare la corsa del numero 9. Il primo tempo si chiude sull'1-0 con i padroni di casa che si ritirano negli spogliatoi con qualche piccolo rimpianto. Le occasioni per allargare, infatti, non sono mancate. Dominio totale. Se il primo tempo vede la squadra di Mascaro ancora in partita, la ripresa mette fin da subito la parola "fine" alle speranze dei Blues. Non è passato nemmeno un minuto quando, sugli sviluppi di un corner, Lanzi, servito da una sponda perfetta di Federici, insacca alle spalle del subentrato Rocca. L'Alcione capisce di potersi divertire e la velocità e la tecnica dei subentrati, sommata alla pressione dei terzini altissimi, mette in enorme difficoltà gli avversari incapaci di reagire. All' 8' Boeron incanta il pubblico sugli spalti con un passaggio di tacco senza guardare che innesca il solito Federici. Il numero 13, però, tira una bordata che fa tremare la traversa e, di conseguenza, anche le sicurezze degli avversari. Gli Orange sono stratosferici e non serve molto tempo per dimostrarlo. Al 20' infatti è ancora Federici a rendersi protagonista con un colpo di testa a sorprendere il portiere su un cross perfetto da calcio piazzato. I Blues sono in difficoltà, soprattutto sui calci da fermo, gli Orange invece, nonostante i cambi difensivi, mantengono la solita solidità. La beffa arriva al 35' quando Femminò, fino ad allora incapace di trovare la porta, costruisce una super azione e guadagna un calcio di rigore spiazzando Rocca con grande precisione. Il 4-0 è una doccia fredda per i ragazzi di Mascaro, ma la formazione non deve demordere. Oltre alla grande prestazione degli avversari infatti pesano moltissimo le assenze dei convocati in prima squadra. Nonostante il risultato netto l'impressione è di aver visto due squadre che in campionato avrebbero mostrato grandi cose.

IL TABELLINO

ALCIONE - PONTE SAN PIETRO 4-0 RETI: 10' Mocchi (A), 1' st Lanzi (A), 20' st Federici (A), 35' st Rig. Femminò (A). ALCIONE (4-3-3): Musitano 6 (1' st Dantes 6), Dragone 6.5 (1' st Federici 8), Bacis 6.5 (1' st Montesano 6.5), Artusa 6.5 (1' st Tucci 6.5), Mocchi 8 (18' st Tinelli 6.5), Di Maggio 7.5, Viscusi 6.5 (1' st Boeron 6.5), Castelli 7 (1' st Di Miceli 6.5), Giambertone 6.5 (1' st Lanzi 7.5), Femminò 7, Marrulli 6.5 (18' st Curridori 6.5). A disp. Dantes, Federici, Tivelli, Curridori, Tucci, Lanzi, Di Miceli, Boeron, Montesano. All. Fontana 7. PONTE SAN PIETRO (4-3-3): Mangiapoco 6.5 (1' st Rocca 6), Bonanomi 6 (5' st Rota A. 5.5), Rota N. 5.5, Brusamolino 6, Rota G. 6, Capizzi 6 (1'st Ferrari 6), Rodeschini 6 (10' st Rossetti 5.5), Mangili 6, Capitanio 6.5 (1' st Ghibellini 6), Gualdi 6, Roncalli 6. A disp. Rocca, Rota A., Rossetti, Ferrari, Ghibellini, Pezzotta. All. Mascaro 6. ARBITRO: Samuele Galimi di Milano 6. AMMONITO: Mocchi (A)

LE PAGELLE

ALCIONE Musitano 6 Gioca soltanto la prima frazione di gara e non è impegnato particolarmente dagli attaccanti avversari. Gestisce con ordine la linea difensiva comunicando a gran voce con i compagni. Quando c'è bisogno di lui c'è sempre. 1' st Dantes 6 Entra in una seconda frazione praticamente dominata dalla sua squadra, gli avversari raramente superano la metà campo e lui dunque non ha molte difficoltà. Quando la palla arriva dalle sue parti indovina il tempo delle uscite e si fa trovare sempre pronto. Dragone 6.5 Straripante sulla fascia destra, gioca un primo tempo da grande protagonista alternando alla perfezione le due fasi. Gualdi e Capizzi, sul suo lato del campo, faticano a passare e vengono annullati dai suoi ottimi interventi difensivi. 1' st Federici 8 Mostruoso. Entra in partita come terzino e porta a casa un gol e un assist. L'allenatore spinge per averlo sempre in avanti e lui non delude. Prima una sponda perfetta a servire Lanzi, poi un colpo di testa impeccabile a trafiggere Rocca. Dire che ha deciso la partita è riduttivo. Bacis 6.5 Decisivo in fase difensiva, fastidioso nella metà campo avversaria. Gioca un primo tempo super, con grande continuità. Le sue sovrapposizioni lasciano intuire quello che sarà l'andamento del match, caratterizzato per lo più da azioni costruite sulle fasce. 1' st Montesano 6.5 Entra per aiutare i compagni e lo fa benissimo. Torna spesso in difesa a raddoppiare le marcature, aiuta nelle ripartenze, ubriaca gli avversari con la sua velocità. Potrebbe anche trovare il gol su un'interessante azione individuale ma si allunga troppo la palla. Prestazione comunque più che sufficiente. Artusa 6.5 Nel primo tempo i suoi cambi di gioco dimostrano quanto sia pregiato il suo piede. Prende una brutta botta al ginocchio ma stringe i denti e lotta fino alla fine. Un gladiatore in mezzo al campo, non si arrende mai e porta la squadra a conquistare la maggior parte delle seconde palle.  1' st Tucci 6.5 Nessuna difficoltà per lui, gioca una seconda frazione in cui la sua squadra è padrona del gioco. Non viene impensierito in fase difensiva e amministra con grande diligenza e ordine. Mocchi 8 Pilastro difensivo ma anche castigatore dalla distanza. Si inventa un tiro che apre le marcature e orienta la gara verso il successo finale. Prova quasi perfetta per il numero cinque, arricchita da ottimi passaggi verticali per i compagni. Unica pecca, se proprio si vogliono mettere i puntini sulle i, un'ammonizione che poteva evitare.  18' st Tinelli 6.5 Entra in un momento in cui la sua squadra domina completamente il match. Sulla sua fascia c'è solo lui, tiene basso l'avversario e non concede nulla. Buonissima prova per il numero 14. Di Maggio 7.5 L'anima della squadra. Dietro non sbaglia niente, su ogni contrasto la palla è sua. Dona, da buon capitano, la giusta sicurezza al suo gruppo. Sui calci piazzati, se non fosse abbastanza, si fa sentire anche in fase offensiva, impensierendo più volte Mangiapoco. Viscusi 6.5 Forse poteva fare di più. Non che abbia giocato male, anzi, è uno dei più pericolosi tra i suoi, sempre pronto a cercare la porta. Può migliorare, però, nella concretezza e nella velocità una volta trovati gli spazi giusti. I suoi tiri non sono abbastanza forti da impensierire davvero Mangiapoco, impegnato ma non battuto. 1' st Boeron 6.5 Tecnica impressionante. Un suo passaggio di tacco sembra un assist perfetto impacchettato per Federici che però colpisce la traversa. Entra e aggiunge quel pizzico di follia necessario alla vittoria e allo spettacolo. Castelli 7 Un leone in campo. Impossibile non vedere la sua grinta, la sua voglia di lottare su ogni pallone. Attentissimo nel contenere gli avversari, fondamentale in fase di interdizione. Autore di una grandissima gara.  1' st Di Miceli 6.5 Prova a mettere la firma anche lui nell'elenco dei marcatori con un'ottima punizione ma il portiere gli dice di no. Mostra a tutti le sue qualità anche se oggi non riesce a essere decisivo come in altre occasioni. Giambertone 6.5 Indomabile. Continua a provarci in tutti i modi. Tenta un' acrobazia a sorpresa ma è sfortunato. Ci riprova più tardi ma trova sempre i guantoni di Mangiapoco. Importantissimo però il suo contributo, pressa altissimo, spesso anche sul portiere e costringe gli avversari a sbagliare.  1' st Lanzi 7.5 Entra e segna. Cosa si può chiedere di più? Dimostra di avere una tecnica superiore e di poter inventare conclusioni chirurgiche davanti alla porta. Giocatore da tenere sicuramente d'occhio. Femminò 7 Nel primo tempo sembra un po' spento, nella ripresa però si riaccende. Guadagna con un'azione personale un calcio di rigore e sigla il 4-0. La sua velocità e la sua tecnica sono micidiali. Marrulli 6.5 Altruista. Le sue verticalizzazioni e i suoi lanci sono sempre precisi e permettono ai suoi compagni di lanciarsi velocemente verso la porta avversaria. La mente di questa squadra, svolge un ruolo fondamentale.  18' st Curridori 6.5 Gioca pochi minuti ma dimostra fin da subito di muoversi con grande sicurezza e di non lasciare nulla al caso. Preciso nelle marcature, non concede mai niente. All. Fontana 7 La sua squadra oggi è perfetta, complice anche qualche demerito degli avversari. Nonostante sia un'amichevole sembra studiata nel minimo dettaglio. Un piacere guardare un gruppo dall'alto tasso tecnico che non rinuncia mai al bel gioco, ma lo coniuga con il risultato. PONTE SAN PIETRO Mangiapoco 6.5 Sull'unico gol subito non ha grandi colpe mentre molti sono i meriti sulle successive parate e uscite. Non è una partita facile per il numero 1, ma ne esce a testa alta senza mai mollare la presa.  1' st Rocca 6 Stravolto e messo duramente alla prova da avversari onnipresenti. Non può rifiatare un attimo che poco più tardi arriva un'altra conclusione verso la sua porta. Sui gol, tuttavia, può ben poco. Sul rigore intuisce l'angolo ma non riesce a toccare il pallone, sui tiri ravvicinati di Federici e Lanzi non è certo lui il colpevole.  Bonamoni 6 Schiacciato verso il basso da Femminò, non si fa vedere molto in fase offensiva. Deve avere più coraggio e tentare più spesso di puntare l'uomo e di accentrarsi. In difesa invece non ha particolari colpe ma, una volta in difficoltà, viene sostituito dal suo allenatore. 5' st Rota A. 5.5 Entra in un momento negativo e forse ne subisce troppo le conseguenze. Va in grande difficoltà contro gli avversari e non riesce a uscirne. Oggi è una giornata no, ma sappiamo che può fare molto di più. Rota N. 5.5 In un primo momento sembra contenere bene Federici, poi il numero 13 sfonda e detta legge. Un po' confusionaria la sua prestazione, ma probabilmente le difficoltà sono dovute alle grandi qualità dell'avversario, piuttosto che a demeriti personali. Brusamolino 6 Prova a tenere in vita la sua squadra fino all'ultimo. Tenta anche il tiro dalla distanza ma oggi non è proprio giornata. Nella linea difensiva, tuttavia, nonostante le enormi difficoltà, si dimostra il migliore tra i suoi.  Rota G. 6 Giambertone non è solo un cliente difficile, è quasi incontenibile. Il difensore dei blues, tuttavia, non si arrende e non regala al numero 9 la gioia del gol. Prestazione non priva di errori ma comunque sufficiente.  Capizzi 6 Si vede poco in mezzo al campo. Forse un po' troppo arrendevole, condizionato anche dalla difficoltà del match, che si gioca per lo più sulle fasce. Con un po' più di continuità può fare grandi cose.  1'st Ferrari 6 Gli avversari sono molto tecnici ma lui non si fa intimidire. Entra e lotta su ogni palla. Attento e aggressivo a centrocampo, recupera molti palloni e rallenta l'avanzata inevitabile degli avversari.  Rodeschini 6 Protagonista di alcuni interventi difensivi molto belli, tra cui uno bellissimo in scivolata. A centrocampo, però, fatica a dire la sua e a impostare con la giusta tranquillità le azioni della sua squadra. 10' st Rossetti 5.5 Entra e fatica moltissimo, forse anche a causa dei pochi minuti a disposizione per ambientarsi e dello strapotere avversario. Protagonista di un brutto fallo da dietro che poteva costargli un'ammonizione. Con la giusta calma e lucidità può fare sicuramente di meglio.  Mangili 6 Fatica a uscire palla al piede, spesso perché pressato dagli avversari. Perde delle palle molto pericolose per la fretta e la paura di sbagliare. Il suo allenatore lo invita a stare più calmo. Nonostante ciò è un tassello importante della sua squadra e gioca infatti per tutta la durata del match. Capitanio 6.5 Ce la mette tutta. Nel primo tempo lotta contro i giganti dell'Alcione e li mette in difficoltà. Ha la velocità e il dribbling di un grande giocatore ma non riesce a incidere sotto porta.   1' st Ghibellini 6 Sembra essere quasi l'unico a continuare a crederci. Porta avanti le speranze della squadra e cerca anche una difficile conclusione su assist di Roncalli. Purtroppo per lui, però, non basta.  Gualdi 6 Oggi non incide, messo in difficoltà da una difesa dalla grande fisicità. Contribuisce però alla manovra offensiva cercando preziosi passaggi per i compagni.  Roncalli 6 I suoi passaggi per Capitanio sono sempre precisi e lanciano il numero 9 verso la porta avversaria. Altruista, lotta su ogni palla ma non basta. All'attacco della sua squadra, in generale, manca un po' di concretezza. All. Mascaro 6 La sua squadra è penalizzata dalle assenze e schiacciata dal gioco degli avversari. Serve una reazione ma non arriva. Essendo una gara amichevole, però, può essere perdonato, considerando anche alcuni spunti positivi che non possono passare inosservati. ARBITRO Samuele Galimi 6 Amministra la gara con ordine. Poco severo forse in alcune occasioni, come una manata, probabilmente non vista, e un intervento di Rossetti forse abbastanza duro da essere sanzionato.

LE INTERVISTE

L'allenatore vincente Emilio Fontana mostra il suo entusiasmo ma anche l'amarezza: « Sinceramente questa partita mi fa arrabbiare. Sono amareggiato perché questa squadra aveva tutte le potenzialità per arrivare fino in fondo in campionato. I ragazzi si sono allenati benissimo e oggi lo abbiamo dimostrato. Avevamo davanti a noi un gruppo forte e gli abbiamo impedito, nel secondo tempo, anche solo di oltrepassare la metà campo». Sensazioni opposte invece per Luca Mascaro, non arrabbiato per la sconfitta, ma sconfortato dal non aver potuto giocare la partita con la rosa al completo: « I valori in campo erano differenti e lo abbiamo visto chiaramente. Abbiamo fatto bene nel primo tempo, poi purtroppo non siamo riusciti a contenerli. Pesano soprattutto le assenze: avevamo quattro ragazzi assenti e non abbiamo potuto fare i cambi necessari».
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c’è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400