Cerca

Villa-Scarioni Under 17: Massariello illude Albore, Ghebremariam la decide dal dischetto

Pici, Villa
Con ormai una discreta dose di amichevoli alle spalle, Villa e Franco Scarioni danno vita a un test match carico di intensità vinto dagli ospiti per 1-2. I bianconeri si prendono capo e coda dell'incontro, nei quali collezionano le palle gol più nitide, con Beccaria e Del Greco. La rete del provvisorio pari arriva però nel cuore della prima frazione ed è frutto di una perfetta applicazione tattica. Il sigillo di Massariello nasce infatti da uno schema da corner gestito molto bene dai ragazzi di Albore. Tocca alla Scarioni condurre i ritmi della contesa, cercando di tenere sempre alta l'aggressività. Le due marcature in questo caso arrivano da spunti individuali: sul vantaggio, Parapini scarica di sinistro un'errata respinta di Fantacci; il rigore del definitivo 1-2 di Ghebremariam prende invece vita da un'azione personale dello stesso "Eve", appena subentrato, che propizia il tocco di mano da parte di Pici. Centrocampo in difficoltà. Tra i reparti che più hanno sofferto in maglia Villa, il centrocampo vince nettamente questa antipatica lotteria. Il trio Chaix-Campaner-Gagliardi ha patito soprattutto nei primi minuti il pressing asfissiante della mediana orange, finendo così per abbassare il proprio baricentro. Emblema di tale difficoltà è stato il dialogo a distanza tra Campaner e il tecnico Albore, manifesto di insofferenza. L'ex mediano de La Spezia, campione provinciale dei Giovanissimi B nel 2018, ha tremendamente faticato a tenere alto il baricentro della squadra, lasciando sole le punte. Buoni segnali dal duo Massariello-Boissier, forti di un'intesa cementata allo Schuster, con quest'ultimo vera mina vagante dello scacchiere tattico. In generale tutte le pedine offensive dei bianconeri hanno convinto, non sarebbe eresia vedere all'occorrenza un modulo più sbilanciato in avanti. La nota più lieta della serata è stato certamente lo schema ben eseguito da corner per il momentaneo pari: semplice ma efficace. Automatismi che durano anni. L'abitudine batte la lontananza dai campi, certi meccanismi non li puoi spegnere. La Franco Scarioni è un gruppo consolidato ormai da anni, che ha finalmente ottenuto il riconoscimento di poter disputare i Regionali. Ed è pur scontato ma innegabile che la squadra di Facchinetti sembra non abbia mai smesso di giocare. Puoi cambiare anche qualche pedina (nel caso Spolaor per Vitali) ma la sostanza non cambia. Non c'è ruolo dove gli arancioneri non si siano dimostrati competitivi. Nota di merito per Zapelli, chiamato al ruolo di "falso nueve" prima e di trequartista poi in un 4-2-3-1 disegnato nella ripresa da Facchinetti. Ottime risposte arrivano anche dalla panchina, difficile anche fare un nome sugli altri. Sono passati mesi dall'interruzione dei campionati, eppure all'Ortica pare che il tempo non si sia mai fermato.

IL TABELLINO

VILLA-FRANCO SCARIONI 1-2 RETI (0-1;1-1;1-2): 22' Parapini (F), 27' Massariello (V), 33' rig. Ghebremariam (F). VILLA (4-3-3): Gervasi 6.5 (1' st Conte 6.5), Laino 6.5, Fantacci 6 (15' st Petrone 6), Campaner 7 (14' st Scalone 6), Capano 6.5 (1' st Del Sorbo 6.5), Pici 7, Chaix 6.5 (11' st D'Errico 6.5), Gagliardi 6 (1' st Mazzotta 6), Massariello 7 (1' st Marku 7), Boissier 7 (14' st Del Greco 6.5), Beccaria 6.5 (8' st Carvelli 7). All. Albore 6.5. Dir. Albore, Mazzotta, Squicciarini. FRANCO SCARIONI (4-1-4-1): Bilielli 6 (1' st Ciceri 7), Scarpa 7 (34' Vitali 7), Anania 7.5 (36' Moroni 7.5), Moscatiello 7, Aliotta 7.5, Zapelli 8, Parapini 8, Pindar 7.5, Rossi 6.5 (37' Guedes De Moraes 7), Giussani 7.5 (34' Premoli 7 (20' st Romeo 6.5)), Spolaor 7 (31' Ghebremariam 7.5). All. Facchinetti 7. Dir. Luksch, Zapelli, Anania.

LE PAGELLE

VILLA Gervasi 6.5 Due buone parate su Anania, sui gol non può nulla. 1' st Conte 6.5 Come per Gervasi doppia parata in un tempo di gioco. Laino 6.5 Cerca di combattere in corsia contro avversari rapidi in velocità e nell'uno-contro-uno. Fantacci 6 Serata impegnativa per l'ex-Bresso chiamato a fronteggiare la contraerea arancionera sulla destra. Campaner 7 Anche lui vede sbucare ovunque i mediani dell'Ortica ma è senza dubbio uno dei più positivi. Il tecnico punta molto su di lui. 14' st Scalone 6 Tenta di mettere ordine in mediana nei minuti conclusivi. Capano 6.5 Forma una coppia valida e consolidata insieme a Pici, sebbene sia più fallace. Così così da terzino. 1' st Del Sorbo 6.5 Non demerita rispetto ai centrali titolari. Pici 7 Paga con il penalty il tocco di mano ma per il resto dimostra autorità e sicurezza in una gara impegnativa. Chaix 6.5 Ci mette grande grinta e applicazione per fronteggiare avversari più fisici. Qualche lampo dei suoi nel finale. 11' st D'Errico 6.5 Compare nei pressi del triplice fischio sull'out mancino. Gagliardi 6 Particolarmente in difficoltà sia a sinistra che a destra, dove prende spesso la targa del mediano rivale. 1' st Mazzotta 6 Si vede perlopiù in fase di contenimento. Boissier 7 L'ex-Schuster svaria sul fronte offensivo alla ricerca della giusta collocazione piazzando un paio di guizzi. 14' st Del Greco 6.5 Sale di tono l'ex Dragon-Goal che ricalca i movimenti di Boissier. Si mangia due chance ben costruite. Beccaria 6.5 Non ha grandi aiuti dal binario sinistro, allora ci prova con un paio di azioni personali subito stoppate. 8' st Carvelli 7 Dove non arriva la statura subentra il piglio, determinato al cospetto di avversari piuttosto arcigni. 15' st Petrone 6 Subentra a Fantacci nella ripresa, gara tranquilla. Marku 7 Attaccante complementare a Massariello, nonostante si spartiscano un tempo. Fa sudare i centrali della Scarioni. 1' st Massariello 7 Il bomber bianconero si dimostra cinico sottoporta e discretamente abile nel far salire la squadra. All. Albore 6.5 L'undici schierato in partenza soffre probabilmente troppo, meglio nella ripresa con l'assetto offensivo. F.SCARIONI Bilielli 6 Poco impensierito, respinge troppo centrale sul tiro di Campaner da cui scaturisce la rete con deviazione di Massariello. 1' st Ciceri 7 Ci sono anche i demeriti di Del Greco ma è super sul finale. Scarpa 7 Agisce molto bene nelle due fasi, aiutato anche in copertura dall'ottimo lavoro dei compagni a centrocampo. 34' Vitali 7 Alcune giocate di buona fattura, per i compagni e in solitaria. Rossi 6.5 Parte carico a molla poi si sgonfia ma è in buona condizione. 37' Guedes De Moraes 7 Tiene alto il livello subentrando a Rossi. Anania 7.5 Mette in campo la solita imprevedibilità tattica per non dare punti di riferimento. Manca l'appuntamento con il gol. 36' Moroni 7.5 Piuttosto ispirato, performance di assoluta qualità. Moscatiello 7 Prestazione a tutto tondo, come per la controparte forma una solida coppia con Aliotta, che protegge nelle avanzate. Aliotta 7.5 Il capitano arancionero alza un muro al cospetto dei rivali, tuttavia cade in qualche piccolo eccesso palla al piede. Zapelli 8 Il migliore in campo insieme a Parapini. Giostra da finto attaccante e da mediano con una naturalezza incredibile. Parapini 8 Ha ancora margini di crescita, eppure rimane un giocatore fondamentale nello scacchiere tattico di Facchinetti. Pindar 7.5 Scherma le scorribande di Parapini aggredendo con ferocia il portatore di palla avversario. Lavoro invisibile. Giussani 7.5 Una piacevole sorpresa, merita la titolarità nell'occasione. 34' Premoli 7 Unica punta fisica della Scarioni, si destreggia bene. 20' st Romeo 6.5 Disputa qualche minuto galleggiando sulla trequarti. Spolaor 7 Moderata intraprendenza nel graffiare sulla corsia destra. Nella ripresa viene arretrato in difesa dove mostra qualche limite. Ghebremariam 7.5 Pedina importante da terzino ma anche da ala all'occorrenza, la sua corsa e il fisico sono asset fondamentali. All. Facchinetti 7 Prestazione che convince contro un avversario più quotato, risposte positive dal collettivo.

LE INTERVISTE

Albore, tecnico del Villa, ha commentato così la prestazione dei suoi ragazzi: « Probabilmente i ragazzi cominciano a soffrire l'accumularsi delle fatiche di queste prime amichevoli». Riguardo gli aspetti tattici ha dichiarato: « Rispetto al 2-2 contro la Varesina sono rimasto più ancorato al mio credo calcistico, che prevede lo scambio di posizioni. Non ho bisogno di esterni a tutta fascia ma di giocatori che siano pronti nella ripartenza. Ho cercato di lasciare liberi i giocatori, tenendo una squadra corta al cospetto di un gruppo con buoni elementi, non era così facile». Dall'altra parte Facchinetti, tecnico della Franco Scarioni, nel post gara ha dichiarato: " La pandemia ha solo arrestato il cammino di questi ragazzi ma, allo stato attuale, credo che la squadra abbia acquisito una parte importante dei principi di gioco che volevamo sviluppare in questo biennio. Rimangono ancora degli aspetti da migliorare, soprattutto nelle fasi di non possesso e delle transizioni negative, però credo che dall'esterno si noti una chiara identità, dichiaratamente offensiva e condivisa dai ragazzi».
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400