Cerca

Lombardia Uno-Enotria Under 17: Ravera è sontuoso, a Wali non basta una straordinaria doppietta

Ravera, Enotria Under 17

Ravera, Enotria Under 17

L'Enotria esce vittoriosa dal campo del Lombardia Uno grazie a una prestazione coraggiosa e caparbia e resa spettacolare dalle reti di Merino, Ravera e Chiodi. Il 3-2 finale in favore dei ragazzi di Leccioli è il risultato di una prova di sacrificio che li ha visti andare in svantaggio all'ultimo secondo del primo tempo, ma la ricerca del gol e la voglia di vincere dimostrata nella ripresa ha portato i frutti sperati. Il Lombardia Uno esce dal campo a testa alta, forte di una prestazione convincente e a tratti sfortunata perché anche gli episodi hanno la loro importanza. Da sottolineare sicuramente la doppietta di Wali, che si è portato il peso dell’attacco con ottimi risultati riuscendo a impensierire e tenere sulle spine la difesa avversaria. La differenza l’ha fatta sicuramente la qualità delle giocate, più precise ed efficaci quelle dell'Enotria, con un Ravera in forma smagliante, più insicure quelle rossonere che non sempre hanno portato a conclusioni potenzialmente pericolose. L’attimo fuggente. La squadra di Leccioli prende il controllo delle operazioni sin dai primi minuti, provando con la difesa a tre a giocare il pallone subito sugli esterni di centrocampo per sfruttare le soluzioni in velocità e lo spunto di Chiodi e Ravera. I due infatti nei primi 20’ di gara sono grandi protagonisti delle azioni offensive rossoblù, sia con soluzioni da calcio piazzato sia nell’uno contro uno sulla fascia per poi optare per il cross al centro dell’area di rigore. Tante occasioni potenziali, soprattutto sfruttando le tante indecisioni in uscita di Gambarotto che però riesce a riscattarsi con grandi parate. L’opportunità per passare avanti però capita anche al Lombardia Uno che viene però fermata dalla grande reattività, e un po’ di fortuna, di Ruta: inserimento alle spalle della difesa di Wali che serve al centro dell’area Ramos, tocco di piatto per appoggiare il pallone in rete ma l’istinto di Ruta con la mano nega l’1-0. La grande chance c’è anche per l'Enotria, ma D'Erchie non capitalizza per ben due volte, la prima facendosi ipnotizzare da Gambarotto e la seconda, dopo aver vinto un rimpallo e aver eluso l’intervento dell’estremo difensore, calcia sull’esterno della rete a porta totalmente sguarnita. Al 40’ ci provano di nuovo i rossoneri e vanno di nuovo vicini al vantaggio con una grande punizione battuta da Dallocco ma Ruta ci mette ancora una pezza salvando in corner. Dagli sviluppi dell’angolo arriva l’1-0: Michelini serve al centro dell’area di rigore un pallone velenoso che viene mancato da tutti i difensori avversari, la palla arriva sul secondo palo dove Wali insacca con un tap-in vincente. Chiodi per la vittoria. La ripresa comincia con il ritmo leggermente più basso della prima frazione e il Lombardia Uno sembra aver trovato le misure per ostacolare la manovra e il possesso palla efficace dell'Enotria. La squadra di Tartaglia prende fiducia e prova a macinare azioni per trovare il gol del raddoppio ma gli esiti non sono quelli sperati, soprattutto Ramos e Wali restano gli uomini più pericolosi con i loro guizzi improvvisi. I ragazzi di Leccioli però non restano a guardare e confezionano un’azione da manuale: triangolo perfetto tra Vita e Perina, quest’ultimo da posizione ravvicinata tenta la conclusione ma Finardi risponde alla grande. A metà secondo tempo, il rientro in campo di Ravera coincide con il gol del pareggio degli ospiti. Il numero 10 batte l’ennesimo calcio piazzato alla perfezione trovando al centro dell’area Merino che si coordina alla grande e timbra l’1-1. È ancora Ravera il grande protagonista e dal suo magico piede destro nasce il gol del vantaggio. Una punizione splendida, a scavalcare la barriera che finisce sotto la traversa, un gesto tecnico perfetto che corona una prestazione ottima del fantasista dell’Enotria. I ragazzi di Leccioli però cantano vittoria troppo presto perché Wali è lesto a eludere la marcatura di Chiodi e si invola lungo l’out di sinistro, entra dentro l’area e da posizione defilata angola il tiro sul secondo palo e batte Labruna. Il Lombardia Uno ha l’occasione per firmare anche il 3-2 ma Ramos fallisce l’appuntamento con il pallone dopo l’assist prezioso di Loris Sutera. L’ultima emozione della partita è dell'Enotria: angolo di Vita che non trova nessuna deviazione rossonera dentro l’area, Chiodi risponde presente e segna il gol della vittoria, che sancisce il 3-2 definitivo in favore dei rossoblù.

Wali Ahmed Yasser, attaccante Lombardia Uno Under 17
Wali Ahmed Yasser, attaccante Lombardia Uno Under 17

IL TABELLINO

LOMBARDIA UNO-ENOTRIA 2-3 RETI: 40’ Wali (L), 22’ st Merino (E), 28’ st Ravera (E), 30’ st Wali (L), 34’ st Chiodi (E). LOMBARDIA UNO (4-3-3): Gambarotto 6.5 (1′ st Finardi 6.5), Pioggia 6.5 (12′ st Faella 6), Di Nardo 6.5, Sutera L. 6.5 (1′ st Lavana 6.5), Dallocco 6.5, Tocco 6, Abate 6 (13′ st Proli 6), Wali 7.5, Michelini 6.5, Ramos 6, Sutera K. 6 (1′ st D’Arcangelo 6.5). All. Tartaglia 6.5. ENOTRIA (3-4-3): Ruta 7 (1′ st Labruna 6.5), Maestri 7 (25′ Astolfi 6.5), Legarda 6.5, Ferrari 6.5, Cattaneo 7, Bianchini 6 (1′ st Virgilio 6), Chiodi 7 (1′ st Souto 6), Barzago 6.5 (1′ st Vita 6.5), D’Erchie 6 (1′ st Bonocore 6), Ravera 8 (1′ st Merino 7), Perina 6.5. All. Leccioli 7.

LE PAGELLE

LOMBARDIA UNO Gambarotto 6.5 Inizio di partita titubante con qualche errore in uscita, ma ha il tempo dalla sua parte e reagisce con un paio di parate strepitose. 1’ st Finardi 6.5 Ha qualche responsabilità sulla punizione di Ravera, forse non vedendo bene la partenza del pallone. Si destreggia tra i pali con estrema sicurezza e compie tre quattro interventi veramente in grande stile. Pioggia 6.5 In zona offensiva non lo si vede praticamente mai nei primi 40’, ma dà una grande mano alla retroguardia non soffrendo particolarmente le avanzate offensiva avversarie. Nella ripresa è più combattivo e gioca in posizione più avanzata e questo lo aiuta. 12’ st Faella 6 Ogni tanto va in difficoltà soprattutto quando la squadra perde il pallone nella propria metà campo. Prova a mettere una pezza, ma soffre la qualità e la fisicità degli attaccanti rossoblù. Di Nardo 6.5 Prestazione da centrocampista box to box, presente sia in fase offensiva che in quella di ripiegamento. Fondamentale nell’equilibrio della squadra. Sutera L. 6.5 Preciso e puntuale in ogni intervento. Non sbaglia praticamente nessun anticipo e anche in fase di costruzione ha la tecnica per servire i compagni offensivi. Nella ripresa viene schierato più avanzato e offre a Ramos un pallone delizioso che sarebbe valso il 3-2. 1’ st Lavana 6.5 Ottima prestazione da centrale di difesa. Sempre deciso in ogni intervento, dà sicurezza e lotta nell’uno contro uno senza timore. Dallocco 6.5 Grande prova da vero capitano. Guida la retroguardia in maniera impeccabile e si rende pericoloso anche da calcio piazzato quando a fine primo tempo scarica in porta un destro a giro pericoloso, sul quale Ruta deve fare un miracolo. Tocco 6 In difficoltà nel corso della prima frazione, non a suo agio nel ruolo di terzino sinistro. Soffre spesso la velocità e l’intraprendenza dell’esterno avversario che lo lascia sul posto più di qualche volta. Migliora la sua prestazione nella ripresa quando viene spostato nel tridente offensivo. Abate 6 Rendimento altalenante all’interno della partita. Parte bene ma poi cala alla distanza, complice anche la troppa fretta nel servire gli attaccanti che scattavano in profondità. Perde lucidità nel momento più importante ovvero quello in cui la manovra deve ripartire e si devono creare i presupposti per la costruzione dell’azione. 13’ st Proli 6 Prende il posto del capitano nella posizione di centrale di difesa. Non commette sbavature e anzi, fa vedere una buona intesa con il compagno di reparto Lavana. Wali 7.5 La quantità di scatti in profondità che ha fatto per tutta la partita è inquantificabile. È sempre nel posto giusto al momento giusto anche se la lotta con Cattaneo è molto avvincente. Il primo gol è da rapace d’area e il secondo è da fantasista, se ci mettiamo in mezzo anche le qualità che ha per servire i compagni troviamo il piatto di un attaccante completo. Michelini 6.5 Molto preciso soprattutto dai calci piazzati, ha il piede per pungere e lo si vede in occasione del vantaggio. Bravo a coprire entrambe le fasi, soprattutto quella difensiva aiutando la retroguardia con i mille palloni recuperati. Ramos 6 L’opportunità non sfruttata per siglare il 3-2 è stata fatale, ma questo non toglie comunque l’estrema generosità di una prestazione positiva. Molto efficace in fase di contenimento e di supporto alla manovra, meno in fase realizzativa. È anche sfortunato perché nel primo tempo aveva praticamente già segnato un gol fatto, ma Ruta ci ha messo la mano compiendo un autentico salvataggio. Sutera K. 6 Spesso non riesce a incidere come vuole, sulla corsia di destra gli spazi sono pochi e raramente riesce a prendere lo spunto per involarsi e saltare il diretto avversario. 1’ st D’Arcangelo 6.5 Si posiziona sulla sinistra nel ruolo di terzino e spinge dall’inizio alla fine del secondo tempo. Giocatore inesauribile che tenta spesso la sovrapposizione non disdegnando comunque di rientrare in difesa anche se i pericoli maggiori per il Lombardia Uno arrivano prevalentemente dalla corsia opposta. All. Tartaglia 6.5 La squadra colpisce nel momento giusto dopo aver lottato tutto il primo tempo, nella ripresa subisce tre gol tutti da calcio piazzato, c’è qualcosa da rivedere. ENOTRIA Ruta 7 Decisivo in due occasioni, prima dimostra grande reattività e salva quasi miracolosamente su Ramos. Poi si tuffa per togliere dal sette la punizione di Dallocco a fine primo tempo. Unico rimpianto è non essere uscito sul corner da cui nasce il gol. 1’ st Labruna 6.5 Si fa trovare sempre preparato in ogni occasione. Purtroppo in occasione della rete subita c’è più bravura dell’attaccante che non errore suo in uscita. Compie qualche intervento e parata importante dimostrando di essere sempre con la testa sulla partita. Maestri 7 Strepitoso in entrambi i ruoli che ricopre, sia da centrale di difesa nel terzetto davanti al portiere, sia da centrale di centrocampo. Duttile ed efficace. 25’ Astolfi 6.5 Entra a metà primo tempo per rimpiazzare uno dei tre centrali. Si diletta nel ruolo in maniera elegante ma soprattutto efficace non perdendo quasi mai un duello e facendo leva sulla sua fisicità per uscire dal traffico con la palla tra i piedi. Legarda 6.5 Ha la capacità di contenere senza soffrire gli attaccanti avversari, si prende la responsabilità di qualche lancio e accompagna, anche nella ripresa, l’azione offensiva anche salendo in area sui corner. Ferrari 6.5 Detta i tempi in mezzo al campo, protagonista di tanti uno due, si inserisce anche più di qualche volta ed è sempre al centro della manovra. Cattaneo 7 Cade solo in occasione del vantaggio rossonero, complice dell’indecisione dell’intera difesa. Per il resto è semplicemente perfetto, ordinato e attento per tutta la partita senza mai rischiare nulla. Stravince il duello uno contro uno con l’attaccante avversario. Bianchini 6 Si vede poco sulla fascia sinistra, infatti riesce ad andare al cross solo in un paio di casi. Dà supporto a Ravera nelle folate offensive che destano più di qualche preoccupazione alla difesa rossonera. 1’ st Virgilio 6 Come quinto di centrocampo forse poteva proporsi un po’ più volte. Lo fa soprattutto nei primi minuti di secondo tempo, sfruttando qualche uno due con l’attaccante a venire incontro. Il suo punto di forza è quello di dare sempre una possibilità di passaggio ai propri compagni. Chiodi 7 Grande prestazione sia da esterno che da centrale difensivo. Il meglio lo fa vedere nel primo tempo quando è una vera arma letale lungo la fascia destra. Segna la rete che regala una vittoria alla squadra riuscendo ad emergere dalla mischia di una situazione da calcio d’angolo con un colpo da biliardo. 1’ st Souto 6 Non crea grossi pericoli alla difesa avversaria, può incidere sicuramente di più sfruttando la posizione larga di campo che ricopre. È bravo a proporsi e ad arrivare sul fondo quando possibile cercando poi di servire il compagno meglio posizionato. Barzago 6.5 Sale in cattedra con il passare dei minuti rendendosi protagonista di scambi interessanti coi compagni. Ha in canna le qualità per colpire, ma quando arriva al limite dell’aria non sempre riesce ad essere concreto. 1’ st Vita 6.5 Scende in campo con la determinazione giusta, i suoi colpi tecnici fanno la differenza, sia negli scambi ravvicinati coi compagni sia sui calci piazzati, da cui poi nascono situazioni pericolose come in occasione del gol di Chiodi. D’Erchie 6 Non la sua miglior prestazione, si muove bene negli spazi ma in fase conclusiva è rimandato. Prova a sorprendere Gambarotto fuori dai pali con un tiro da 30 metri, poi si fa ipnotizzare sempre dal portiere un paio di minuti dopo. L’errore più grave però è quello a porta completamente libera, in cui calcia sull’esterno della rete. Non ci crede ancora neanche lui. 1’ st Bonocore 6 Viene subito inghiottito dalle maglie della difesa rossonera e fatica ad uscirne. Si rende utile in fase di costruzione dell’azione ma poi non riesce mai ad essere nel vivo e creare occasioni pericolose. Ravera 8 Con lui in campo l’Enotria è quasi un’altra squadra, soprattutto per il peso offensivo che il diez porta sulle spalle. Ogni calcio piazzato è un pericolo per l’intera difesa avversaria, portiere compreso e i primi 20’ di gara ne sono la prova. Nella ripresa serve l’assist del pareggio da corner e poi realizza un calcio di punizione che è una meraviglia sotto il cielo di Milano sud. 1’ st Merino 7 Segna un gran gol che riapre tutti i giochi sfruttando il calcio d’angolo battuto da Ravera. Prende spesso palla al piede dalla distanza per poi creare pericoli con progressioni palla al piede che impensieriscono più di qualche volta la retroguardia. Perina 6.5 Molto vivace e intraprendente, sempre con la giocata pronta da mettere in pratica. Nel primo tempo ci prova a giro ma trova una gran risposta del portiere, nel secondo tempo dopo un triangolo con Vita non riesce a pungere con decisione. All. Leccioli 7 La difesa a tre funziona alla meraviglia, ma il fattore Ravera toglie la squadra da pericoli in agguato e regala una vittoria quasi al fotofinish.
Questo articolo è gratis, non hai dovuto pagare nulla per leggerlo, questo perché c'è chi sostiene il giornale. Fallo anche tu, scopri come puoi contribuire andando a questo link

SCARICA LA NOSTRA APPLICAZIONE

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400