Cerca

Under 17

Cellatica-Verolese: episodi e finale incandescente portano tre punti in casa dei ragazzi di Ferrari con Belvedere e Treccani mattatori nel finale

Gli episodi determinano una gara sostanzialmente equilibrata che si conclude con una vittoria dei padroni di casa per 2-0

Un gol per tempo nei minuti conclusivi di Belvedere e Treccani  sanciscono la vittoria del Cellatica al termine di una gara nel complesso equilibrata, decisa da episodi e con un finale incandescente. La Verolese affronta la prima di campionato reduce da tre vittorie di blasone in Coppa contro Rigamonti, Pavoniana e Ghedi ma orfana di bomber Sampati fermo al palo per un grave infortunio al ginocchio. Coach Ferrari affronta la gara con una buona organizzazione di gioco ma si vede costretto a sostituire Andreoli dopo soli tre minuti per infortunio e a variare in corsa le strategie studiate a tavolino.

Inizio. Nella prima fase i ragazzi di Montagnini mettono sotto pressione i padroni di casa schiacciandoli nella propria metà campo e sfiorando la rete con Sacchi di testa ad impattare una palla scodellata dal calcio d’angolo e con Cattaneo che per ben due volte spara un soffio a lato. Il Cellatica tiene il campo proponendo una buona circolazione di palla con Rega e Bettaleni a cercare le incursioni di Belvedere e Macaluso e, dopo la sfuriata iniziale degli ospiti, inizia a macinare gioco vincendo parecchi duelli a centro campo sfiorando il gol con Fontana e colpendo la traversa dalla lunga distanza con Visini. Il gol dell’1-0 lo firma Belvedere, fino a quel momento mai pericoloso, freddo e lucido sotto porta a capitalizzare l’assist al bacio di Rega a completamento di una bella azione corale iniziata a centrocampo. Al rientro dagli spogliatoio gli equilibri non cambiamo così come l’incertezza del risultato finale ed al 3’ brivido per gli ospiti che a Brunelli battuto salvano sulla linea di porta grazie a Gelmini bravo ad intercettare la palla ed evitare il raddoppio. Inizia il valzer delle sostituzioni con Montagnini che getta nella mischia Gilberti e El Kalioubi con l’obiettivo di cambiare passo e riferimenti  Mentre Ferrari sostituisce uno spento Fontana con Treccani che ha il compito di tenere alta la squadra sfruttando fisico e tecnica. Ad un quarto d’ora dalla fine Montagnini toglie uno stremato Bettaleni a favore di Sossi posizionandolo alto a supportare Cattaneo e fa retrocedere De Rosa con licenza di scorribanda in avanti col risultato di alzare il baricentro e mettere sotto pressione i padroni di casa che si vedono costretti a gestire le sfuriate dell’avversario e giocare di ripartenza.

Finale incandescente. Le continue percussioni della Verolese costringono il Cellatica, in dieci per l’espulsione di Cattaneo, a difendersi con le unghie e con i denti, cercare di ricostruire con ordine per ripartire in velocità o all’occorrenza lanciando. Il primo episodio caldo si ha attorno al 40’ quando in uscita decisa in area il portiere Giallo Blu Galletti prende prima la palla e poi l’attaccante avversario e, qualche minuto dopo, Di Prinzio vince un contrasto a Cattaneo che cade in area piccola facendo contestare entrambe le volte ai Verolesi il fatto di non aver sancito il rigore. Nella successiva ripartenza il Cellatica si porta in attacco e Squassina, dopo una bella serpentina ubriacante, serve Giorgi nello stretto che nel girarsi viene atterrato dal difensore avversario che impatta sul pallone attaccato al piede del suo avversario atterrandolo e costringendo l’arbitro a fischiare il rigore che Treccani al 45’ trasforma con freddezza per il definitivo 2-0.

IL TABELLINO

CELLATICA-VEROLESE 2-0
RETI: 45' Belvedere (C), 42' st rig. Treccani J. (C).
CELLATICA (4-2-3-1): Galletti 7.5, Visini 6.5, Giorgi 7, Di Prinzio 8, Bernardelli 6.5, Rega 7 (25' st Pizzamiglio 6.5), Fontana 6.5 (10' st Treccani J. 7), Battaleni 7, Belvedere 7 (20' st Nappi 6.5), Squassina 6.5, Andreoli sv (3' Macaluso 7). A disp. Odajiu, Bighe, Talone. All. Ferrari 7.5. Dir. Frassine.
VEROLESE (3-5-2): Brunelli F. 6.5, Gelmini 6.5, Germanà 6.5 (4' st El Kalioubi 6.5), Ricca 7 (44' st Mombelli sv), El Haouari Anouar 6.5, Zaila 7, Cattaneo D. 7, Sacchi R. 7 (18' st Sossi 6.5), Bettoni 6.5 (4' st Gilberti 6.5), De Rosa 7.5, Cattaneo M. 7. A disp. Zanini, Spampatti. All. Montagnini 7.5.
ARBITRO: Sottile di Brescia 7.
ESPULSO: Macaluso (C).

 LE PAGELLE

CELLATICA
Galletti 7.5 Agile tra i pali, con buoni piedi che danno sicurezza quando chiamato in causa. Compie un paio di miracoli che contribuiscono a cementare i tre punti.
Visini 6.5 Copre gli spazi e spinge all’occorrenza.
Giorgi 7 Pro attivo quando serve andando furi dagli schemi e creando scompiglio nella metà campo avversaria.
Di Prinzio 8 Muro centrale invalicabile. E’ sempre al posto giusto al momento giusto intervenendo con tempo e metodo.
Bernardelli 6.5 Ha fatto la sua parte con grande applicazione.
Rega 7 Tecnico nello stretto propone aperture col contagiri sia in profondità che in ampiezza (25’ st Pizzamiglio 6.5).
Fontana 6.5 Andamento irregolare con qualche affondo nell’area avversaria che meritava maggior fortuna. Cala nel secondo tempo.
10’ st Treccani 7 Tiene alta la squadra e realizza il rigore del 2-0 con implacabile determinazione.
Bettaleni 7 Pulisce palle sporche e mette ordine alla fluidità della manovra in fase di costruzione.
Belvedere 7 Freddo e lucido sotto porta a capitalizzare l’assist di Rega (20’ st Nappi 6.5).
Squassina 6,5 E’ un valore aggiunto a centrocampo mentre è discontinuo in attacco ove alterna giocate lente ed inefficaci a percussioni pericolose come quella che ha costretto gli avversari al fallo da rigore.
Andreoli sv Sostituito per infortunio dopo soli 3’.
3’ Macaluso 7 Lotta continua alla ricerca dello spazio o dell’uno contro uno mostrando interessanti attitudini al ruolo di centravanti.
All. Ferrari 7.5 Gioco fluido e ben organizzato con la giusta alchimia tra pragmatismo e continuità nel giro palla.

VEROLESE
Brunelli 6.5 Sicuro e ben posizionato, carica e coordina i compagni con carisma. Non può nulla sul primo gol e nemmeno sul rigore.
Gelmini 6.5 Fa cose semplici fatte bene, senza tuttavia prendersi grandi responsabilità.
Germana 6.5 Pressa sulla fascia mantenendo una buona lettura tattica. Qualche imprecisione nelle palle filtranti
5’ st Gilberti 6.5 Subentra per dare freschezza alla manovra. Buono l’impatto con la partita.
Ricca 7 Bravo ad assorbire gli inserimenti degli attaccanti avversari (44’ st Mombelli sv).
El Haouari 6.5 Attento e ben posizionato. Va al piccolo trotto ma non cala mai di ritmo distribuendo palle con chirurgica precisione.
Zaila 7 Uomo d’ordine ed equilibrio.
Cattaneo 7 Fluido nella corsa e nella manovra, fatica a saltare l’uomo ma pennella palloni precisi per i colleghi in attacco.
Sacchi 7 Motore del centrocampo dal piede fino che non disdegna scorribande in attacco.
19’ st Sossi 6.5 Gioca diligentemente per dare man forte a Cattaneo in attacco.
Bettoni 6.5 Dispensa palle interessanti, bravo anche negli appoggi ma fatica in percussione.
5’ St El Kalioubi 6.5 Svolge con ordine il compito assegnato dall'allenatore.
De Rosa 7.5 Gladiatore che non tira mai in dietro la gamba adattandosi a giocare in diverse posizioni a servizio della squadra.
Cattaneo 7 Generoso a cercare palle a centrocampo, bravo a farsi trovare negli spazi. Manca dell’istinto del Killer.
All. Montagnini 7.5 Dodicesimo in campo carica i sui dispensando indicazioni tattiche e consigli tecnici per tutta la gara.

ARBITRO
Nicholas Sottile di Brescia 7 Atleticamente presente a tutto campo, sicuro nelle decisioni e non si lascia intimorire quando gli animi si scaldano in campo e sugli spalti. 

LE INTERVISTE

Lucido, Pirangelo Ferrari a fine partita nella lettura di una gara determinata da episodi riconoscendo il valore degli avversari: «Gli episodi hanno determinato la partita, episodi che fortunatamente questa volta sono stati a nostro favore. Devo dire che la Verolese è una bella Squadra equilibrata con un paio di personalità molto importanti in modo particolare Cattaneo giocatore di grande qualità. Ci hanno messo in difficoltà specialmente nelle ripartenze. Noi bravi a rimanere tranquilli ed equilibrati giocando, dopo l’espulsione, un 4-4-1 senza rischiare più di tanto in base alla situazione e al momento e a chiuderla col secondo gol. Complimenti alla Verolese che farà sicuramente parecchi punti in campionato e un applauso anche a noi che lavoriamo per salvarci ma anche per prenderci delle soddisfazioni».
Non completamente soddisfatto della prestazione dei suoi Davide Montagnini: «Io penso che la mia Squadra non abbia giocato una buonissima partita perché rispetto alle ultime tre apparizioni contro tre buone formazioni in Coppa oggi non hanno sviluppato quel gioco che avremmo dovuto proporre. Certo gli episodi hanno condizionato, a mio avviso, il risultato anche se non voglio recriminare niente un rigore mi sembrava piuttosto netto. Merito agli avversari, noi ricominciamo più forti di prima e sono convinto che faremo un buon campionato perché la mia Squadra può esprimersi molto meglio come dimostrato al Brescia Oggi. L’assenza della nostra punta principale ha un po’ penalizzato sull’aspetto del gioco perché non potendo proporre due punte in orizzontale giochiamo con una punta e un trequartista e dobbiamo ancora entrare in certi meccanismi. E’ la prima di campionato, non c’è nulla di compromesso sicuramente ci rifaremo ed i ragazzi sanno che con il lavoro si risolve tutto»

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400