Cerca

Under 17

Area Calcio-Cheraschese: Campanella guida il blitz nerostellato contro gli albesi

I ragazzi di Ferrero, illuminati dal fantasista, calano il poker sull'Area, in partita fino all'inferiorità numerica nei minuti finali

Cheraschese Under 17

L'undici iniziale di Dario Ferrero

Vince e convince la Cheraschese di Dario Ferrero, che sul campo ostico di Mussotto d'Alba porta a casa tre punti meritati contro un Area Calcio determinata ma sfortunata negli episodi. I nerostellati, dopo un avvio equilibrato, crescono e progressivamente si impongono sui padroni di casa, con un uno-due tra primo e secondo tempo che spiana la strada e agevola il controllo del match; l'Area, desiderosa di riaprire la gara e lucida, prova il tutto per tutto con un 4-2-4 arrembante, e la missione, dopo il 2-1 di Kaceli, sembra sulla buona strada, ma il forfait di Binello a sostituzioni esaurite, unito alla qualità di Campanella e alla freschezza dei subentrati Rinaldi e Giachino, vanifica ogni speranza. Risultato giusto dunque, al di là degli errori arbitrali, che sulla bilancia sostanzialmente si annullano: un rigore generoso per la Cheraschese per un gol in fuorigioco (dubbia la posizione del 9 di casa).

Crescendo nerostellato. Ferrero e Bissolato si schierano quasi a specchio: l'Area propone un 4-3-1-2 ben definito con Bertello a agire alle spalle delle due punte Kaceli e Reverdito, mentre la Cheraschese, più fluida con Campanella a fare da pendolino tra trequarti e attacco, si dispone con un 4-3-3 molto mobile e offensivo, specialmente sulla catena di sinistra, occupata da Cavallero. Gli ospiti, dopo i primi minuti di studio, trovano le misure e all' 8' sfiorano il vantaggio: Giove, schierato da Bissolato tra i pali per via dell'assenza dell'acciaccato Tarasco, è subito chiamato a un intervento maiuscolo su Campanella, lanciato coi contagiri tra le linee da Colombano; sulla respinta ci prova ancora Cavallero, ma il suo destro finisce largo. Dall'altro lato, però, risponde l'Area, che al 13' sporca i guantoni anche al portiere avversario. Palla in profondità di Pavesio per Bertello, Calcopietro spizza ma non impedisce al diez di arpionare la sfera, che da posizione defilata non riesce però a trafiggere Panero, attento sul suo palo. Fino al 30' regna l'equilibrio, col brio di Reverdito, Bertello e Bongiovanni a fare da contraltare alle iniziative di Colombano, Matija e Campanella. Poi la Cheraschese si accende: l'Area subisce il piglio avversario, comincia a perdere troppi duelli e le occasioni cominciano a fioccare. Prima Matija si vede dire di no da Giove da due passi al termine di una pregevole triangolazione sulla fascia, poi, dopo una grande azione di Matija in percussione frenata dal provvidenziale intervento di Tarasco, Querce sbaglia un gol già fatto; nel frattempo l'Area avrebbe la chance per portarsi in vantaggio, ma il siluro di Musso dai 20 metri viene deviato in angolo da un buon intervento di Panero. Al 40', tuttavia, arriva l'episodio che svolta il match: Pavesio appoggia su Matija che si lascia cadere, Eandi non ha dubbi e indica il dischetto. Dagli undici metri Querce si fa perdonare l'errore commesso poco prima, spiazzando Giove e portando così avanti i suoi. Il vantaggio, pochi istanti dopo, potrebbe tramutarsi in raddoppio, se non fosse che Eandi, sugli sviluppi di un corner trasformato in rete dalla spizzata di Cavallero, fischia un fallo in attacco.

Campanella suona due volte. Finito il break, il copione si ripete: Bissolato inizialmente si copre di più sugli esterni con Reverdito più largo e indietreggiato sulla linea di centrocampo, ma i ragazzi di Ferrero la vogliono chiudere. Tarasco, in ritardo, si lascia scappare Mischiati, che crossa al centro ma non trova nessuno; Campanella recupera palla da posizione defilata, salta Lleshi e Alessandria e incrocia di sinistro non lasciando scampo a Giove. Pochi minuti e Querce potrebbe sferrare il ko, ma davanti alla porta, lanciato in velocità, sbaglia nuovamente allargando troppo il piattone. L'Area prova a reagire, ma la fretta di ripartire dopo aver recuperato palla e la poca lucidità nel sfruttare i larghi spazi che progressivamente vanno a formarsi gli impedisce di trovare la via per riaprire la partita. Così, Bissolato prova il tutto per tutto mettendo dentro Vozza (avanzato sulla linea degli attaccanti) e avanzando ulteriormente Bertello. La pressione aumenta, le chance arrivano: al 26' la traversa dice di no alla punizione di Bertello, la sfera capitola in area ma Cerrato non riesce a completare il tap-in. Con un po' di pazienza, tuttavia, il colpo che accorcia le distanze arriva. Kaceli (in sospetto offside), approfitta della difesa alta e s'invola in porta, mantenendo poi i nervi saldi di fronte a Panero e confezionando così il 2-1. Negli spazi l'Area, pur concedendo qualche buco di troppo dietro, si esalta, ma proprio nel momento più propizio Birello si stira ed è costretto a lasciare i suoi in 10 per via degli slot dei cambi esauriti. La Cheraschese ne approfitta: due giri d'orologio appena e Giachino si butta in una voragine lasciata a destra, servendo a Campanella il pallone del 3-1. L'Area non demorde e fino alla fine tenta di riacciuffare in qualche modo la partita: mischia in area e salvataggio sulla linea, ma il capovolgimento di fronte, a difesa ormai sguarnita, premia ancora gli ospiti, che calcano il poker col bel piazzato di Rinaldi. Triplice fischio e seconda vittoria consecutiva per Ferrero, che col Monregale è chiamato a riconfermarsi; bis di ko per Bissolato, chiamato al riscatto contro il Saluzzo.

IL TABELLINO

AREA CALCIO AR-CHERASCHESE 1-4
RETI (0-2, 1-2, 1-4): 42' rig. Querce (C), 4' st Campanella (C), 31' st Kaceli (A), 41' st Campanella (C), 47' st Rinaldi (C). AREA CALCIO AR (4-3-1-2): Giove 6.5, Tarasco 6.5 (16' st Vozza 6.5), Lleshi 6 (10' st Birello 5.5), Cerrato 6, Musso 6 (33' st Grimaldi 6), Pavesio 6 (25' st Maarouf 6), Bongiovanni 6 (1' st Alessandria 6), Alfieri 6 (16' st Arabia 6.5), Kaceli 6.5, Bertello 6, Reverdito 6.5. All. Bissolino 6.5. Dir. Bertello.
CHERASCHESE (4-3-3): Panero 6.5, Mollo 7, Cavallero 7, Calcopietro 6.5 (10' st Urbinati 6.5), Casetta 6.5 (6' st Carrero 6.5), Jovanov 6.5, Colombano 7, Matija 7 (18' st Rinaldi 7), Querce 6.5 (28' st Giachino 7), Campanella 8 (42' st Tarditi sv), Mischiati 6.5 (16' st Campolattano 6.5). A disp. Rossi, Calleri, Vacchetta. All. Ferrero 7. Dir. Rinaldi.
ARBITRO: Eandi di Bra 5.5.

LE PAGELLE

AREA CALCIO

Giove 6.5 Si esalta in un paio di interventi decisivi che impediscono al Cherasco prima di affondare e poi di prendere il largo. Incolpevole sui gol
Tarasco D. 6 Salva il risultato sullo 0-0 opponendosi a Colombano, suggellando così un primo tempo decisamente buono; non si ripete a quei livelli nella ripresa, subendo fin dalle prime mosse le accelerazioni di Mischiati.
16' st Vozza 6.5 Entra bene in gara dando brio all'attacco e creando spazi tra le linee.
Lleshi 6 Gara impegnativa in cui è chiamato a ricoprire prima il ruolo di terzino, subendo le incursioni del duo Cavallero- Colombano, e poi di centrale, dovendo così fronteggiare, con esiti altalenanti, le fiammate del fronte offensivo avversario. L'impegno, comunque, c'è.
10' st Birello 5.5 Gara in apnea, Rinaldi lo fa penare a più riprese. Ci si mette poi anche la sorte, che lo costringe, per un guaio fisico, a lasciare i suoi in inferiorità numerica.
Cerrato 6 Alcuni buoni recuperi alternati a qualche errore di posizionamento. Tiene tutto sommato bene fino alla fine della ripresa, quando la squadra si sbilancia e lo costringe a rattoppare come può.
Musso 6 Dispensa un paio di anticipi provvidenziali e sfiora pure il gol su punizione, poi cala progressivamente e, vista la necessità di forze fresche dietro dato il tutto per tutto in avanti, Bissolato gli fa tirare il fiato.
33' st Grimaldi 6 Poteva fare di più in occasione dei due gol, ma nell'uno contro uno con le individualità nerostellate lanciate a tutto campo c'è poco da fare.
Pavesio 5.5 Prova in chiaroscuro, scandita da una buona dose di lavoro sporco a metà campo, da qualche buona apertura ma anche dall'intervento che causa il rigore e da qualche imprecisione di troppo.
25' st Maarouf 6 Venti minuti ordinati, in cui da terzino tiene discretamente la posizione, compiendo un paio di buoni interventi. Da rivedere sui due gol nel finale.
Bongiovanni 6 Uno dei più ispirati in fase offensiva nel primo tempo, autore di qualche buona trovata tra le linee; approssimativo in copertura, infatti dalle sue parti Colombano fa il buono e il cattivo tempo.
1' st Alessandria 6 Entra discretamente negando un paio di sortite a Mollo, costretto agli straordinari nel finale di gara.
Alfieri 6 Comincia bene mostrando una buona intesa con Bertello, poi si perde nei meandri delle linee nerostellate.
16' st Arabia 6.5 Buon lavoro di copertura a metà campo, regge bene agli urti di Campolattano.
Kaceli 6.5 Parte in sordina, poi entra nei meccanismi della gara e dispensa un buon numero di sponde e di spunti per i compagni. Gol viziato da una posizione di offside, ma è bravo ad approfittare del posizionamento errato della difesa.
Bertello 6 Ispirato a inizio gara, dialoga bene con i compagni di reparto e dà un buona dose di qualità negli ultimi metri, ingaggiando un bel duello con Calcopietro. Spreca però diversi palloni e un paio di piazzati interessanti, poi ci si mette pure la sfortuna, con la traversa a negargli il gol.
Reverdito 6.5 Gara di sacrificio, di corsa e di spirito. Dall'inizio alla fine pressa e recupera tanti palloni, mancando tuttavia un po' troppo in fase offensiva.
Allenatore Bissolato 6 Prova a ribaltarla andando a pescare le carte giuste, vendendo però punito dalla sfortuna. Punteggio forse troppo ingeneroso, oggi difficilmente si poteva fare di più.

CHERASCHESE

Panero 6.5 Gara attenta segnata da un buon intervento in tuffo su Musso e da un paio di uscite coi tempi giusti.
Mollo 7 Entrambe le fasi interpretate egregiamente, dalle sue parti si fatica sempre a passare e la spinta, specialmente nel finale, è intelligente e mai spericolata.
Cavallero 7 Motorino sulla fascia, si propone spesso in avanti ma evita di lasciare varchi ripiegando sempre coi tempi giusti. Terzino moderno davvero difficile da contenere.
Calcopietro 6.5 Concede qualcosa in avvio di partita, poi cresce progressivamente concedendo poco o nulla a Bertello.
10' st Urbinati 6.5 Entra bene, argina le iniziative avversarie pur dovendo contrastare un vero e proprio assalto.
Casetta 6.5 Buona prova davanti alla difesa, fa circolare bene la palla e dà una mano ai centrai quando serve.
6' st Carrero 6.5 Si mette subito in mostra con una buona conclusione dalla distanza, confermando poi la buona impressione iniziale con una prova attenta.
Jovanov 6.5 Prende bene le misure a Kaceli, fronteggiandolo bene a livello fisico e lasciandogli pochi margini d'iniziativa.
Colombano 7 Partita giocata sempre su alti ritmi, con buon palleggio e intensità. Sfiora il vantaggio con un bel diagonale, dopo è un continuo crescendo in qualità e quantità.
Matija 7 Vẻro e proprio mattatore nel primo tempo, si inserisce spesso e volentieri e mostra a più riprese la qualità, risultando più volte pericoloso e guadagnandosi anche il rigore. Il calo nella ripresa è fisiologico, ma non sfigura neanche in tale frangente.
18' st Rinaldi 7 Compie a dovere il suo compito approfittando degli spazi lasciati dall'Area e facendosi trovare pronto per il gol che mette la parola fine alla gara.
Querce 6.5 Dal dischetto è glaciale, è il suo colpo mettere la gara in discesa. Quei due gol sbagliati, però, pesano come macigni sul giudizio finale. Per il resto comunque la prova è buona, fatta di sportellate e qualche buon appoggio.
28' st Giachino 7 Si rende protagonista di una grande azione a campo aperto da cui scaturisce il gol del definitivo ko, impatto superlativo.
Campanella 8 Tecnica sublime, tenacia e, nonostante la stazza nella norma, grande forza fisica. È il cervello e il motore dalla metacampo in su, quando si accende la squadra gira: il primo gol trovato con le unghie e coi denti, il secondo con intelligenza e corsa. Uomo partita.
42' st Tarditi sv
Mischiati 6.5 
Buona qualità e corsa, dal suo spunto nasce il gol del 2-0. A volte si intestardisce troppo palla al piede, ma nel complesso la prova è più che buona.
Allenatore Ferrero 7 I suoi ragazzi pungono quando devono pungere e soffrono il giusto quando devono soffrire. Tre punti importanti su un campo ostico.

LE INTERVISTE DI AREA CALCIO - CHERASCHESE UNDER 17

«Venire qua e fare la partita non è affatto semplice, sono soddisfatto - osserva Dario Ferrero, tecnico dell'Under 17 nerostellata - abbiamo sbagliato tanto nel primo tempo e nella ripresa abbiamo rischiato con quel gol preso una nostra disattenzione clamorosa. Abbiamo sicuramente sofferto, quando arrivavano dalle parti della nostra difesa i pericoli erano dietro l'angolo. Tutte le avversarie sono attrezzate, ogni domenica siamo chiamati a fare una partita importante».

Pierluigi Musso, vice allenatore dell'Under 17 dell'Area Calcio, commenta con amarezza nel finale di partita: «Il punteggio è un po' troppo rotondo, ci siamo resi pericolosi a più riprese ma purtroppo sia la sfortuna sia episodi arbitrali discutibili ci hanno penalizzato. La prossima giornata col Saluzzo possiamo fare meglio, ci proveremo fino alla fine».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400