Cerca

Under 17

Gassino SR-Lascaris: Stocchino e Umilio coppia gol, Balice fa 7 su 7

I rossoblù giocano bene e non sfigurano, ma i bianconeri sono semplicemente più forti, e passano in via Diaz

Umilio e Stocchino

I mattatori di Balice contro il Gassino

Umilio e Stocchino piegano il Gassino. Altra autorevole prestazione dei ragazzi di Balice. Si prevedeva una gran bella partita, due squadre ai vertici di classifica, un bel calcio e tante individualità forti. E chi stamattina ha deciso di venire a Gassino Torinese, nel campo di via Diaz, si aspettava questo, e così è stato. Gassino e Lascaris sono due squadre molto forti, muovono bene la palla e hanno quegli automatismi che mostrano solo le grandi squadre che giocano insieme da tanto tempo. La formazione di casa parte bene, attacca e cerca di pungere in tutti i modi gli ospiti, senza mai realmente riuscirci. I ragazzi di Balice, primi imbattuti nel girone, dimostrano questo dato statistico. Dopo una partenza un po' in sordina, salgono in cattedra i due protagonisti di giornata, Umilio e Stocchino. Il primo stappa la partita al trentacinquesimo con un destro prelibato, il secondo batte per due volte Sandri e mette la parola fine ad un match comunque combattuto.

Gassino d'attacco, Lascaris cinico. Nonostante il primo tempo si sia concluso sul risultato di due a zero per gli ospiti, i primi trenta minuti di gara facevano presagire tutt’altro risultato. Infatti, la prima occasione della partita è di marca rossoblù. Daniele Adamo batte una rimessa laterale in zona offensiva, la appoggia a Meli, che la protegge e la tocca per Galla, che controlla e chiama al primo, e non ultimo, intervento preciso di Colamartino. Il Gassino spinge forte, conosce la forza dell’avversario e sa quanto sia importante sbloccare subito il match. È il 10’ quando Colamartino rilancia male e trova Galla, che dopo aver vinto un contrasto, duetta con Meli e prova un tiro che finisce largo. Il Lascaris sembra in confusione, tanti lanci lunghi alla ricerca della fisicità di Marotta, che però non riesce mai a trovare il giusto tempismo per andare incontro alla palla e perde molti contrasti con il suo dirimpettaio Tallia, nonostante l’importante differenza di statura. Il Gassino corre, e corre bene, Meli e Galla si lanciano alla grande in profondità e le due punte Runco e Moustafa si trovano con i tempi giusti, con il primo che lancia e il secondo che corre. Sono proprio loro due che al 15’ costruiscono un’azione potenzialmente molto pericolosa. Moustafa serve Runco che gliela ridà di tacco; l’11 in maglia rossoblù corre e dribbla Christian Adamo, che si trova per forza di cose a doverlo stendere. Per sua fortuna viene solo ammonito, anche se rischia qualcosina di più. Il Lascaris è una grande squadra, e ad una grande squadra non puoi lasciare un millimetro, perché se può, ti punisce. È esattamente quello che succede al 35’, quando Stocchino combatte al limite dell’area e recupera il pallone, vede capitan Umilio al limite e lo serve; quest’ultimo trova una traiettoria che beffa Sandri, non del tutto incolpevole, e porta in vantaggio la squadra bianconera. Questo gol sembra una mazzata sulle gambe dei ragazzi di mister Savio, che due minuti più tardi, su corner battuto da Umilio, si fanno trovare impreparati e Stocchino, attaccante vero, fa un gol da rapace buttandosi sul pallone. Bellissima l’esultanza con tutti i compagni, dirigenti e allenatore davanti alla panchina. In due minuti il Gassino si trova sotto di due reti pur giocando un’ottima prima frazione.

Dilagano i bianconeri. Il secondo tempo è un dominio dei ragazzi di Balice. La coppia centrale D’Alessandro-Germano è una garanzia. Il primo efficace in ogni intervento e qualche volta si concede addirittura il lusso di un coast-to-coast, ma se lo può permettere. Il secondo pulito su ogni pallone. La formazione di casa non pervenuta per quasi tutti i secondi quarantacinque, se non per una traversa incredibile di Moustafa su un bel cross di Penna, lanciato da Galla. Per il resto è un monologo Lascaris, che non rischia mai e costruisce bene, soprattutto grazie ai due centrocampisti centrali Ballacchino e Umilio e alla velocità degli esterni Cipullo e Fregnan. Il Gassino patisce i calci d’angolo, un po' perché ogni tanto il Lascaris batte corto e un po' perché Umilio ha veramente un bel piede. Questo lo si nota quando al 21’ Turola la muove per Umilio che la mette in mezzo, Stocchino anticipa tutti e la mette nuovamente alle spalle di Sandri. Nella festa generale di giornata trovano posto anche le due esultanze di Cipullo e di Rio. Il primo supera in velocità Pinelli e a tu per tu con Sandri lo trafigge, mentre il secondo sfugge alla marcatura di un colpevole Adamo e su corner di Umilio fissa il risultato finale sullo 0 a 5 per la formazione ospite. Da sottolineare la forza di tutta la rosa del Lascaris. I giocatori che sono entrati a partita in corso hanno dimostrato di poter essere titolari in qualsiasi altra squadra.

IL TABELLINO

GASSINO SR-LASCARIS 0-5
RETI: 35’ Umilio, 37’ Stocchino, 21’ st Stocchino, 32’ st Cipullo, 41’ st Rio.
GASSINO SR (4-3-1-2): Sandri 5.5, Frizza 6 (22’ st Pinelli 5.5), Pannocchia 6.5 (29’ st Bacchiani sv), Bertipaglia 6, Adamo D. 5.5, Galla 5.5 (43’ st Perotti Sanchez sv), Tallia 6 (25’ st Cravero 6), Meli 6.5 (38’ st Giovara sv), Zanirato 5.5 (31’ st Fella sv), Runco 5.5 (13’ st Penna 6), Moustafa 7. All. Savio 6.

LASCARIS (4-2-3-1): Colamartino 6, Adamo C. 6.5 (31’ st Rio 6.5), Germano 6.5, D’Alessandro 7, Costa 5.5 (41’ Birtolo 6), Umilio 7.5, Ballacchino 6.5 (33’ st Cannizzaro sv), Cipullo 6.5 (33’ st Albertini sv), Marotta 5.5 (19’ st Noschese 6), Fregnan 6.5 (13’ st Turola 6.5), Stocchino 7.5 (22’ st Ediwin Obase 6.5). All. Balice 7.
ARBITRO: Narciso di Chivasso 6.5
AMMONITI: Adamo C. (L), Costa (L), Ediwin Obase (L)

LE PAGELLE

GASSINO SR
Sandri 5.5
Colpevole sul primo gol del Lascaris, si fa trovare fuori dalla porta e Umilio lo supera con una conclusione all’incrocio. Insicuro in qualche occasione, ma sfoggia anche qualche bel intervento
Frizza 6, corre tanto, si propone e allo stesso tempo fa quel che può cercando di limitare le azioni degli ospiti.
22’ st Pinelli 5.5, colpevole nel quarto gol dei bianconeri, per il resto amministra bene la sua zona senza troppi patemi
Pannocchia 6.5, se nel primo tempo il Lascaris fatica a trovare la via del gol gran parte del merito è suo, sempre preciso negli interventi e pulito, in più di qualche occasione evita guai. (29’ st Bacchiani sv)
Bertipaglia 6, con attaccanti di questo calibro in zona devi sempre essere a mille, lui non lo è sempre. Patisce qualche folata soprattutto nella ripresa di Ediwin Obase.
Adamo D. 5.5, troppo spesso si perde l’uomo, però corre e lo fa bene, più in avanti che indietro.
Galla 5.5, ha tanta voglia e si vede, lancia molto bene i compagni, ma ad un certo punto si spegne e si innervosisce, non trovando più lucidità. (43’ st Perotti Sanchez sv)
Tallia 6, ha un ragazzone enorme davanti, ma non si fa spaventare, vince quasi tutti i contrasti, ma al momento di ripartire manca di qualcosa.
25’ st Cravero 6, entra con la squadra in affanno e un po' demoralizzata e non trova la via per cambiare le sorti
Meli 6.5, domina il centrocampo nel primo tempo, corre tanto e bene; nel secondo vuoi per mancanza di motivazioni o di energie va un po' a sprazzi. (38’ st Giovara sv)
Zanirato 5.5, non entra mai realmente in partita, ci prova con una punizione dal limite che incontra la barriera. (31’ st Fella sv)
Runco 5.5, patisce la fisicità e la forza dei due centrali avversari, bene in qualche sponda, ma nulla di più.
13’ st Penna 6, si muove bene in profondità e mette in mezzo qualche pallone interessante.
Moustafa 7, corre, ha tecnica e si muove bene in profondità. L’unico del Gassino in grado di mettere in difficoltà il portiere avversario

LASCARIS
Colamartino 6, mai veramente chiamato in causa, rischia su qualche rilancio, ma gioca una gran quantità di palloni con i piedi, qualche imprecisione gliela si può concedere.
Adamo C. 6.5, terzino moderno, difende e lo fa bene, attacca e lo fa ancora meglio, mette in luce le sue doti con qualche galoppata offensiva interessante, si prende un giallo che salva il risultato.
31’ st Rio 6.5 entra, si propone con belle giocate e segna: ottimo lavoro.
Germano 6.5, pulito su ogni intervento, non sbaglia mai, difensore centrale molto elegante.
D’Alessandro 7, dove può intervenire lo fa e lo fa sempre bene, non sbaglia mai; nel secondo tempo si mette in mostra per qualche galoppata dalla sua metà campo e così si scopre che sa fare un po' tutto.
Costa 5.5, dal primo minuto sembra subito molto nervoso e poco lucido, si prende anche un giallo per proteste inutili.
41’ Birtolo 6, ha una bella gamba e lo dimostra sia attaccando che difendendo, dalle sue parti è difficile passare.
Umilio 7.5, centrocampista con piede molto educato, batte tutti i calci piazzati e visti i risultati si capisce il perché. Metronomo della squadra e oggi anche finalizzatore.
Ballacchino 6.5, gioca molto bene di anticipo e evita molte ripartenze, gioco sempre pulito. (33’ st Cannizzaro sv)
Cipullo 6.5, trova un gol che lo salva da una valutazione un po' più bassa; corre tanto e forte, ma ogni tanto abbassa la testa e prova a dribblare tutti dimenticandosi dei compagni di squadra. (33’ st Albertini sv)
Marotta 5.5, ha una fisicità importante, ma non la sfrutta, pecca di imprecisione sprecando occasioni potenzialmente molto pericolose.
19’ st Noschese 6, fa il suo compito senza strafare, ma fa sempre tutto bene.
Fregnan 6.5, se parte in velocità non lo prendi più, è bravo nel dribbling, quindi molto spesso gli avversari sono costretti ad arrancare dietro a lui. Gli manca l’ultimo passaggio vincente.
13’ st Turola 6.5, entra e fa quello che vuole, dimostrazione della forza di questa rosa.
Stocchino 7.5, man of the match, attaccante vero, in area sono tutte sue, bravissimo nella protezione della palla e nel dribbling.
22’ st Ediwin Obase 6.5, tecnica, corsa e atletismo. Peccato che gli manchi l’ultimo tocco per finalizzare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400