Cerca

Under 17

Rozzano-Fanfulla: Uno scatenato Nikola Lukaj trascina i biancoverdi segnando una sontuosa doppietta

I ragazzi di Fiori dominano nella prima frazione, e chiudono i conti nella ripresa sospinti dal giovane attaccante

Rozzano-Fanfulla: Uno scatenato Lukaj lancia i biancoverdi

L'attaccante è il mattatore del match con una doppietta

Vittoria autorevole dei padroni, che si presentano aggredendo da subito, spavaldi e consapevoli del loro assoluto valore di squadra. Un successo frutto di una prestazione solida e arcigna sin dalle battute di gara iniziali, e di un atteggiamento propositivo contornato da una manovra di gioco brillante e mai speculativa. I ragazzi guidati da Ruggiero, pagano caro un approccio iniziale molto timido e povero d’intensità. Una battuta d’arresto comprensiva, visto l’avversario, ma preoccupante per la maniera con la quale si è sviluppata. Solo l’intervallo, infatti è corso in aiuto degli ospiti, che hanno ritrovato organizzazione e compattezza, per poi sciogliersi definitivamente sotto i colpi di classe del brillante Nikola Lukaj. Una sconfitta pesante anche e soprattutto per le ambizioni di classifica dei lodigiani, che si vedono agganciati proprio dalla compagine biancoverde, in un girone che promette spettacolo fino alle ultimissime giornate.

Rozzano aggredisce. I padroni di casa, consapevoli dell’estrema importanza della gara, aggrediscono il match con grande determinazione e padronanza dei propri mezzi. La primissima occasione al 1' è infatti di marca biancoverde, e vale già il vantaggio. Pressione feroce di Bevilacqua che induce all’errore Seria, la sfera rotola al centro dell’area ed è preda del rapidissimo Lukaj, il quale piazza in rete da due passi tramortendo gli ospiti. La formazione di Ruggiero, freddata nel primo giro d’orologio, sembra non avere l’energia metale per reagire in maniera repentina, e anzi, sbanda visibilmente, stordita dalla velocità di Lukaj. Ed è proprio il numero undici biancoverde lanciato perfettamente da Catucci, a bruciare Seria in velocità e a presentarsi davanti a Cerami; l’estremo difensore bianconero riesce ad oscurare lo specchio della porta, con un ottimo controllo del corpo in uscita, e devia in angolo la conclusione dell’attaccante. La rapidità dei padroni di casa innervosisce i lodigiani, che mostrano evidente fatica a gestire il pallone e i ritmi imposti. In questo senso è emblematico il cartellino giallo sventolato in faccia a Seria, per un fallo commesso in ritardo sul tempismo, proprio ai danni di un indemoniato Lukaj. Rozzano che non sembra avere nessuna intenzione di alzare il piede dall’acceleratore, che dopo diverse azioni manovrate abilmente, sfiora il raddoppio prima al 20' con un destro terrificante sparato da capitan Abbatantuoni dal limite, che si schianta sulla traversa; e successivamente al 23’, quando Bevilacqua scheggia il palo con tiro radente incrociato. I ragazzi di Fiori spingono costantemente per tutta la prima frazione, assaltando i pali difesi da Cerami con insistenza, e sempre guidati dal brillante Lukaj, il quale dopo essersi liberato sulla trequarti, di un paio di avversari, scarica un fendente che sfiora la traversa. È l’ultima occasione di un primo tempo a senso unico, chiuso più che meritatamente in vantaggio dai padroni di casa.

 

Sofferenza e raddoppio. L’intervallo sembra giovare ai bianconeri che aggrediscono la seconda frazione con grinta e furore agonistico di alto livello. Bastano, infatti, appena due minuti di pura aggressività sportiva per far correre il primo brivido lungo la schiena di Fiori. Monti brucia Daffon in velocità sulla fascia destra, e incrocia la conclusione destrorsa indirizzandola sul palo opposto; il tiro è potente ma non incredibilmente preciso e sfiora soltanto la porta difesa da Cerami. Il pericolo creato è un’iniezione di fiducia per i lodigiani, che caricano a testa bassa alla ricerca dell’agognato pareggio. I bianconeri volano sospinti dall’inerzia, apparentemente cambiata, della gara e creano nuovamente una ghiottissima occasione da gol sugli sviluppi di una punizione laterale. Al 9' è Anghileri a raccogliere il pallone in una mischia creatasi in area di rigore. Il numero dieci bianconero è lestissimo a controllare, e rapido nella girata verso la porta. La girata è potente ma leggermente imprecisa, a causa della scarsa coordinazione del centrocampista, e termina sul fondo tra i sospiri di sollievo dell’ambiente biancoverde. L’intervallo sembra aver completamente rinfrescato le idee degli ospiti, i quali sfiorano il pareggio per la terza volta consecutiva. In questo frangente è Omoruyi ad impattare al volo il cross, perfettamente calibrato, di Della Giovanna; la conclusione è troppo morbida per impensierire un vigile Capitelli, che ne controlla il rimbalzo prima di accompagnarne l’uscita sul fondo. Nel momento di maggior pressione agonistica i padroni di casa si dimostrano una volta di più una compagine di grande solidità, reagendo e raddoppiando in maniera fulminea. Al 19', infatti, i biancoverdi organizzano alla grande l’azione partendo dai difensori, ed eludendo la pressione leggermente disordinata dei bianconeri. La sponda di Bernardi apre il campo a Lukaj, il quale accende il motore, semina i difensori di Ruggiero, ed insacca il raddoppio sull’uscita di Cerami. Il secondo gol taglia definitivamente le gambe agli ospiti, che perdono momentum e pazienza, lasciati in inferiorità numerica dal secondo fallo da ammonizione di Seria. La gara si chiude dunque con il palleggio di pura accademia dei biancoverdi, che vincono, convincono e agganciano in classifica proprio il Fanfulla.

 IL TABELLINO

ROZZANO-FANFULLA 2-0
RETI: 1' Lukaj (R), 19' st Lukaj (R).
ROZZANO (3-5-2): Capitelli 6, Bertoni 6.5 (4' st Potente 6.5), Doffon 6 (23' st Barletta sv), Catucci 6.5, Tosini 7, Abbatantuoni 6.5, Nava 6.5, Bevilacqua 6.5 (14' st Dridi 6.5), Bernardi 6.5 (45' st Attassi I. sv), Scoccimarro 6.5 (28' st Parrello sv), Lukaj 7.5 (40' st Accorsi). A disp. Sala. All. Fiori 6.5. Dir. Tosini.
FANFULLA (4-4-2): Cerami 6.5, Cabri 6, Seria 5.5, Della Giovanna 5.5, Gelmi 5.5, Gallizzi 5.5 (1' st Tedoldi 5.5), Ruggeri 6.5, Alcesi 5.5, Monti 6 (9' st Omoruyi Favour 6), Anghileri 5.5 (30' st Salvo sv), Kakou 5.5. A disp. Piumella, Moretti, Allievi. All. Ruggiero 5.5. Dir. Ciriello.
ARBITRO: Marullo di Pavia 6.
ESPULSI: Seria (F).
AMMONITI: Seria (F), Monti (F).

LE PAGELLE

ROZZANO
Capitelli 6 Non deve compiere nessun intervento miracoloso, ma fa sempre buona guardia in uscita dimostrandosi costantemente concentrato.
Bertoni 6.5 Contiene egregiamente Ruggeri con astuzia e senso della posizione, ed è ottimo negli anticipi.
4’st Potente 6.5 Ottimo ingresso sulla fascia destra. Difensivamente valido, è un’autentica spina nel fianco quando si proietta in avanti.
Doffon 6 In leggere difficoltà quando deve duellare in velocità. Maschera questa carenza con intelligenza nelle marcature preventive (23’st Barletta sv).
Catucci 6.5 Prestazione solida del tuttofare biancoverde. Eccellente nello smistare palloni  da mediano, brillante a difendere quando viene spostato centrale.
Tosini 7 Prova memorabile del difensore centrale. Le sue chiusure difensive sono di precisione chirurgica e di eleganza innata
Abbatantuoni 6.5 Il capitano si dimostra un metronomo impeccabile per la manovra di gioco, sfortunato a cogliere una traversa clamorosa nella prima frazione.
Nava 6.5 Sempre pericoloso quando si propone offensivamente, non fa mancare mai il suo apporto quando c’è da difendere. Una prestazione totalmente valida.
Bevilacqua 6.5 Potenziale di corsa notevole, e rimarchevole capacità di compiere le scelte di passaggio sempre lucidamente.
14’st Dridi 6.5 Ingresso deciso e di peso nella mediana dei padroni di casa. Prezioso nella gestione dei palloni nei momenti delicati del match.
Bernardi 6.5 Tanto lavoro sporco per la squadra, sbaglia un gol per lui facile ma firma l’assist per il preziosissimo raddoppio. 45’st Attassi sv
Scoccimarro 6.5 Funge in maniera splendida il ruolo di collante tra i reparti, grazie alla sua tecnica e alla grande visione di gioco (28’st Parrello sv).
Lukaj 7.5 Una furia. Incarna simbolicamente la definizione di ferocia agonistica andando al doppio della velocità rispetto agli altri 21 in campo. Firma la doppietta che decide la gara mettendo in mostra tutto il proprio potenziale (40’st Accorsi sv).

FANFULLA
Cerami 6.5 Compie un paio di interventi fondamentali per tenere a galla la squadra in entrambe le frazioni di gioco.
Cabri 6 Il capitano soffre i continui movimenti dell’attacco dei padroni di casa, prova a rimediare con carisma e spirito di abnegazione.
Seria 5.5 Lukaj è un vero e proprio incubo sin dalle primissime battute di gara. Non si riprende dall’errore che causa lo svantaggio facendosi anche espellere nel secondo tempo.
Della Giovanna 5.5 Non fa sentire la propria presenza nella zona nevralgica, risultando spesso impreciso.
Gelmi 5.5 Anch’egli reo di approcciare la gara in maniera timida, non riuscendo a contenere le sortite offensive rozzanesi.
Gallizzi 5.5 Preda della padronanza di gioco avversaria, non brilla per iniziativa in fase d’impostazione.
Ruggeri 6.5 L’unico a creare scompiglio alla preparata difesa biancoverde. I suoi strappi e la sua abilità nel dribbling sono le principali fonte di gioco degli ospiti.
1’st Tedoldi 5.5 Migliora leggermente l’equilibrio difensivo del Fanfulla, ma è troppo poco per meritare a sufficienza.
Alcesi 5.5 Giocatore duttile, in grado di ricoprire più ruoli indistintamente. Oggi però non emerge in nessuna posizione di campo.
Monti 6 Uno dei pochissimi bianconeri a provarci. Un paio di iniziative pungenti e un gol sfiorato gli valgono la sufficienza.
9’st Omoruyi 6 Crea un paio di occasioni che potrebbero riaprire il match grazie alla sua fisicità e astuzia tattica.
Anghileri 5.5 troppo timido nella prima frazione nel duello con Nava, si scuote parzialmente nella ripresa quando cambia leggermente posizione (30’st Salvo sv).
Kakou 5.5 Impreciso nelle azioni più promettenti, è spesso troppo isolato e scollegato alla manovra, lacunosa, dei compagni.

ARBITRO
Marulli di Pavia 6 Direzione complessivamente discreta, pochi dubbi sulla gestione delle situazioni in area di rigore, e delle valutazioni sui fuorigioco.

 

 

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400