Cerca

Under 17

Lascaris-Volpiano: Bilanone alza il muro, ma nella ripresa è assolo bianconero con Cipullo-Umilio-Stocchino

I biancoblù reggono un tempo grazie ad un'ottima organizzazione difensiva, ma dopo l'errore di Remondini alzano bandiera bianca

Andrea Stocchino, Simone Umilio e Francesco Cipullo

I tre marcatori nella sfida d'ala quota con il Vopiano

Immacolata, intonsa, candida. Si sprecano gli aggettivi per questa stagione, fin qui, perfetta del Lascaris. Dopo la vittoria per 2-0 in Valle con lo Charvensod arriva l'altra potenziale inseguitrice, il Volpiano di Scanavino. Dopo un primo tempo complicato, un rilancio sbagliato delle foxes permette a Cipullo di trovare l'angolino con un gran tiro da fuori. Da lì in poi i bianconeri si distendono, prendono campo e fiducia e dilagano con Umilio prima e Stocchino poi. Dodici su dodici per Balice e dieci punti di vantaggio sulla seconda. Uno schiacciasassi.

Il Volpiano regge, Lascaris nervoso. A Pianezza arriva il pubblico delle grandi occasioni per il secondo big match consecutivo per i bianconeri. Balice schiera i suoi con la formazione tipo, il solito 4-2-3-1 con Cipullo-Marotta-Fregnan a supportare Stocchino, mentre a sinistra continua l'alternanza Costa-Birtolo, questa volta il primo preferito al secondo. Le foxes rispondono con un inedito 5-3-2 molto coperto: capitan Borin in mediana e dietro, oltre ai soliti Caracciolo e Braghette sulle fasce, spazio al trio Bollero-Remondino-Bilanzone; Fouah fa coppia con Isolato davanti. La partita inizia come da previsioni, con il Lascaris che prende subito il possesso di palla e l'iniziativa, ma appare chiaro che il Volpiano non sia arrivato per fare da spettatore. I biancoblù, infatti, si presentano molto compatti e Scanavino piazza Borin e Femia a uomo rispettivamente su Marotta e Ballacchino, per levare due fonti di gioco primarie ai ragazzi di Balice. E in effetti i piani di gioco dei bianconeri vengono stravolti, con D'Alessandro e compagni spesso costretti ad affidarsi ai lanci lunghi piuttosto che al solito e collaudato possesso palla. Ma il Lascaris ha soluzioni infinite, e con la presenza di Marotta davanti i palloni lunghi diventano facile preda del numero 10. Dopo dieci minuti la prima occasione della partita: Costa arriva sul fondo e mette in mezzo; Braghette si ritrova a dover spazzare ma non è ben messo con il corpo e ne esce un tocco pericolosissimo verso la porta di Disint che però si salva deviando sul palo e quindi in angolo. Passano neanche dieci minuti e proprio Marotta spizza su un lancio lungo dalle retrovie trovando Stocchino che si invola in area ma Disint esce bene e chiude lo specchio. Un minuto più tardi uno degli episodi chiave della gara: Adamo perde la bussola e effettua un passaggio in orizzontale verso Dematheis che Isolato prova ad intercettare; l'estremo difensore bianconero, per evitare pericoli, si getta a valanga sull'ex La Chivasso, prendendo un po' tutto. L'arbitro non fischia nulla, nonostante le proteste dagli spalti e un Simone Isolato a terra dolorante. Il Lascaris, però, non si scompone e continua, faticosamente, a cercare lo spiraglio giusto. Sembra riuscirci al 27' quando Fregnan riceve da fuori area e trova lo spazio per calciare sul secondo palo, ma Disint vola e mette in angolo. Tolte queste azioni estemporanee i padroni di casa non sembrano la solita macchina dominante, merito anche di un Volpiano tatticamente impeccabile e un Bilanzone, da centrale difensivo, che fa l'uomo ovunque. Ballacchino e Umilio non vedono la luce e le foxes reggono fino al duplice fischio.

L'episodio che cambia la partita. L'inizio di secondo tempo, se possibile, è ancora più fuori dagli schemi rispetto al primo. Il Volpiano, rincuorato dalla pausa, sembra ora giocare senza particolari timori, consapevole di avere la carte in regola per giocare lo scherzetto. Su una grande azione corale, partita dal basso, le foxes arrivano al cross da destra con Caracciolo, che trova Isolato lanciato in porta, ma il numero 9 non ha abbastanza coordinazione e calcia a lato. Simone Isolato, in particolare, sembra trovarsi molto più a suo agio partendo largo, da esterno, riuscendo a sfruttare maggiormente la sua progressione e il suo dribbling. Il Lascaris sembra scosso e non trova risposte immediate dai suoi fedelissimi. Finalmente i bianconeri si fanno vivi con un tiro dal limite di Marotta che Disint disinnesca in tuffo. Tutto, comunque, lascia presagire che sarà ancora più complicato per i ragazzi di Balice scardinare le difese ospiti. Ma al 16' le foxes, dopo una partita quasi perfetta, danno un aiutino agli avversari: Remondini si vede arrivare una palla nella sua direzione e avrebbe tempo e spazio per controllarla e giocarla; i compagni però non lo aiutano e il numero 5, preso dalla foga, tenta un rilancio mal riuscito che finisce preda di Marotta; l'ex Rivoli serve subito Cipullo e al folletto di Balice basta un tocco per aggiustarsi la palla e trovare l'angolino giusto dove Disint non può arrivare. Può esplodere la gioia dei tifosi, mentre per il Volpiano questo è un colpo durissimo. Il morale dei ragazzi di Scanavino cala a picco e i bianconeri, che fino a pochi minuti prima non trovavano la quadra, sentono l'odore del sangue e cominciano a martellare come sanno fare solo loro. Passano nove minuti e i padroni di casa raddoppiano: Umilio colpisce come viene un cross dalla destra ma è bravo a non perdere contatto con il pallone e a mantenere l'equilibrio per calciare di seconda intenzione per bucare Disint. E' passerella per Balice e i suoi ragazzi, che ora sono liberi di esprimersi. Poco dopo arriva anche il 3-0 grazie all'asse Umilio-Stocchino con il primo che raccoglie un rinvio sbagliato della difesa biancoblù e mette in mezzo per il bomber bianconero che deve solo appoggiare in rete. La partita è in ghiaccio e i due allenatori possono dare spazio alle panchine. Proprio da un subentrato arriva l'ultima vera palla gol del match con Edwin Obase che riceve da Cipullo ma arrivato a tu per tu con Disint calcia troppo centrale. Altra prova di forza del Lascaris di Balice, sempre più primo e unico vero padrone del girone. Con le prime due inseguitrici, in una settimana, lo score recita cinque gol fatti e zero subiti. Ancora più importante, se possibile, questa vittoria, perché arrivata snaturandosi e soffrendo più del previsto, segno che questa squadra può giocare, e vincere, gare di ogni tipo. Per le foxes, invece, il rammarico è ovviamente tanto. Il rigore a metà primo tempo avrebbe cambiato la storia della partita, e l'errore in disimpegno nella ripresa l'ha sicuramente condizionata in peggio. Preoccupa un po' il calo a picco dopo la rete subita, ma non è mai facile vedere la propria difesa battuta così. Bisogna dimenticarsi del risultato e prendere quanto di buono questa trasferta ha mostrato.

IL TABELLINO

LASCARIS-VOLPIANO 3-0
RETI: 16' st Cipullo (L), 25' st Umilio (L), 28' st Stocchino (L).
LASCARIS (4-2-3-1): Dematheis 6.5, Adamo 6 (29' st Birtolo 6), Costa 6.5, Rio 6.5, D'Alessandro L. 7, Ballacchino 6 (39' st Cannizzaro sv), Cipullo 7 (36' st Naso sv), Umilio 7 (40' st De Luca sv), Stocchino 7.5 (33' st Edwin Obase 6), Marotta 6.5 (32' st Noschese sv), Fregnan 6 (23' st Albertini 6). A disp. Colamartino, Pecori. All. Balice 7. Dir. Ballacchino - Adamo.
VOLPIANO (5-3-2): Disint 7, Caracciolo 6.5 (25' st Tomaselli 6), Braghette 6.5, Bollero 6, Remondino 5.5 (21' st Odello 6), Bilanzone 7, Fouah 6.5 (29' st Rognetta 6), Femia 6.5 (21' st Burruano 6.5), Isolato 6 (18' st Lauriola 6), Borin 6.5 (43' st Breda M. sv), Piscitelli 6 (37' st Anastasio sv). A disp. Jones. All. Scanavino 6.5. Dir. De Cicco.
AMMONITI: 37' Fregnan (L), 12' st Piscitelli (V), 27' st Bilanzone (V), 35' st Lauriola (V), 41' st Edwin Obase (L).
ARBITRO: Vayr di Collegno 6.

LE PAGELLE

Il Lascaris di Balice

LASCARIS
Dematheis 6.5
Urla e si fa sentire per tutti i novanta minuti, guidando la difesa e dando sicurezza alla squadra. Non compie particolari interventi di spicco, ma è sempre attento su prese alte e basse.
Adamo 6 L'errore in disimpegno nel primo tempo sarebbe potuto costare caro ai suoi. Dopo aver fatto fatica per tutti i 45 minuti iniziali prende le misure e serrai ranghi, lasciandosi andare anche a qualche scampagnata davanti.
29' st Birtolo 6 Si prende la fascia sinistra che è di sua competenza e dialoga bene con i compagni di reparto, non lasciando buchi.
Costa 6.5 Un po' assente in attacco ma in difesa è una garanzia, sia come posizionamento che come interventi. Segue attentamente Isolato quando si allarga e gioca bene anche sull'altra fascia, dopo l'ingresso di Birtolo.
Rio 6.5 Forse il meno appariscente nel reparto difensivo ma ugualmente efficace. Non va in panico contro la mobilità degli attaccanti biancoblù e regala anche qualche discesa palla al piede notevole.
D'Alessandro L. 7 Un clinic difensivo da guardare e riguardare. Gli arrivano palloni in ogni modo e lui riesce comunque a non sbagliare un singolo intervento. Il primo ad uscire e a seguire Fouah quando si abbassa, e anche lui palla al piede è educatissimo.
Ballacchino 6 Purtroppo per lui ha poco tempo per mostrare il suo vero volto, perché poi viene sostituito. Il doppelganger del primo tempo trova pochissimi spazi e sparisce tra le maglie avversarie. Appena si allenta la pressione delle foxes sale di colpi, e con lui tutta la squadra. Metronomo. ( 39' st Cannizzaro sv)
Cipullo 7 Ora che ci ha preso gusto a segnare gol decisivi non vuole più fermarsi. La sua stoccata nel secondo tempo sblocca una pratica complicatissima per i suoi. Nel complesso non fa mai mancare il suo estro e il suo dribbling, anche se risulta meno efficace rispetto ad altre occasioni. ( 36' st Naso sv)
Umilio 7 Nel primo tempo e in parte nel secondo è stranamente impreciso con i suoi passaggi, sbagliando anche appoggi che per lui sarebbero all'ordine del giorno. Poi, quando meno te lo aspetti, in tre minuti segna e fornisce l'assist a Stocchino che chiude i conti. Un fenomeno anche quando è sottotono. ( 40' st De Luca sv)
Stocchino 7.5 Magari meno incisivo sotto porta rispetto ad altre volte, anche meno servito rispetto ad altre volte, ma il lavoro che fa lì davanti con il fisico e con la tecnica è impagabile. Chiunque sia il suo marcatore lui sembra avere sempre predominanza ed è anche fondamentale per smistare palloni. Il gol è l'ombrellino nel long drink.
33' st Edwin Obase 6 Il più acclamato da compagni e tifosi, tutti lo incitano al gol ma Disint gli chiude la portain faccia.
Marotta 6.5 La sua sola presenza in campo è un pericolo per il Volpiano, che deve fare i conti con la sua stazza che gli permette di spizzare tanti lanci lunghi dei difensori. Appena si libera dalla marcatura asfissiante di Borin torna a giocare palla a terra come piace a lui. ( 32' st Noschese sv)
Fregnan 6 Il grande assente di giornata. Non fosse per il bel volo di Disint potrebbe festeggiare, ma in generale non trova mai il varco giusto per superare Caracciolo, che lo segue come un ombra e non gli lascia spazio.
23' st Albertini 6 Va a rinforzare la linea di centrocampo davanti alla difesa, fungendo da importante schermo.
All. Balice 7 Non la migliore delle prestazioni per i suoi, che dopo averci provato, essersi innervositi e aver anche rischiato di andare sotto vincono anche questa. Segno di una squadra che non sa solo vincere con il dominio, ma anche con sofferenza e cinismo. I vincenti si riconoscono da questi risultati.

Il Volpiano di Scanavino

VOLPIANO
Disint 7 Impedisce a più riprese che il passivo sia più ampio. Una cassaforte, bravo nelle uscite e solido in presa. Mostra anche degli ottimi riflessi e capacità nel tuffarsi. Completo.
Caracciolo 6.5 Gioca alla grande su Fregnan, lasciandogli solo le briciole. Non disdegna, quando possibile, qualche avventura in avanti, riuscendo anche ad arrivare al cross.
25' st Tomaselli 6 Entra in un momento complicatissimo ma non sfigura. Anche lui quando può si lancia all'offensiva, ma le occasioni scarseggiano.
Braghette 6.5 Limita per quanto possibile Cipullo, che infatti incide meno del solito. Sempre attento, nell'uno contro uno non si fa saltare con facilità.
Bollero 6 Va sotto fisicamente con Stocchino ma può dire di essere in buona compagnia. Gioca bene nonostante il secondo tempo e mostra anche una buona tecnica.
Remondino 5.5 La prestazione nel complesso c'è stata, tutta la difesa nel primo tempo stava reggendo bene, ma l'errore in rinvio sul gol di Cipullo pesa come un macigno, per tempistiche e per come ha abbattuto i compagni. Deve dimenticarsi in fretta della partita e riprendere a giocare come sa.
21' st Odello 6 Non ha paura a farsi vedere per ricevere palla, ma i compagni non lo cercano. Ci prova con gli inserimenti.
Bilanzone 7 Gioca da centrale nei cinque dietro e, oltre a dettare i tempi alla difesa, respinge con ogni mezzo qualsiasi pallone passi dalle sue parti. Attento a lasciare la sua posizione quando deve accorciare sugli avversari, di testa è una garanzia.
Fouah 6.5 Mostra solo a sprazzi tutta la tecnica di cui è dotato, ma è bravo ad abbassarsi per aiutare i compagni nel giro palla. Vagabondo.
29' st Rognetta 6 Anche lui partecipa all'euforia finale nel tentativo di trovare il gol della bandiera.
Femia 6.5 Fa un gran lavoro su Ballacchino per più di un tempo, seguendolo come un'ombra e non dandogli mai spazio per girarsi. Sparito il play, il gioco del Lascaris ristagna.
21' st Burruano 6.5 Matura ad ogni presenza che fa. Quando c'è da mettere ordine, nonostante l'età, i compagni vanno da lui. Sa sempre cosa fare con la palla tra i piedi.
Isolato 6 Una buona partita in un ruolo non suo, anche se le cose migliori le fa vedere partendo da esterno e sfruttando la sua tecnica per accentrarsi. Corre molto per il campo e la voglia è sempre apprezzata.
18' st Lauriola 6 Anche lui, come, Isolato, non è una punta vera, ma anche stavolta riesce a regalare sprazzi in cui parte palla al piede e dà fastidio alla retroguardia avversaria.
Borin 6.5 Primo tempo decisamente sopra le righe, grazie ad una difesa ferrea su Marotta e una gestione palla ottimale nonostante il pressing dei bianconeri. Nella ripresa è come sempre uno degli ultimi a mollare, giocando da capitano. ( 43' st Breda M. sv)
Piscitelli 6 Sempre importante in mezzo al campo, un tuttocampista che serve come il pane a Scanavino. Nonostante faccia vedere buoni lampi, soprattutto in fase di rottura, non riesce ad incidere e ad inserirsi in avanti come al solito. ( 37' st Anastasio sv)
All. Scanavino 6.5 Esce sconfitto, ma il primo tempo e i primi minuti del secondo hanno mandato chiari segnali. Fino a che la difesa ha retto il 5-3-2 ha messo la museruola a tutti i creatori di gioco principali di Balice e, nonostante poche vere occasioni, il Volpiano avrebbe potuto pungere in un paio di episodi. Le foxes escono più forti dal 3-0 di Pianezza.

ARBITRO: Vayr di Collegno 6 Sul contatto Dematheis-Isolato permangono ancora molti dubbi. Peccato per la sbavatura perché in campo riesce a tenere in mano una partita non facile. Ammonisce quando deve e fischia poco in generale.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400