Cerca

Under 17

Caravaggio-Mapello: Finotto, Fadigati e Ait Atti mettono la firma sulla vittoria biancorossa, il gol di Cassi illude ma non basta

I padroni di casa, sotto di una rete, reagiscono pareggiando i conti poco prima dell'intervallo, poi nella ripresa riescono a ribaltarla

DANIEL LEGRAMANDI - CARAVAGGIO UNDER 17

Daniel Legramandi, difensore centrale del Caravaggio, autore di una bella partita si impone nel reparto rendendo difficile la vita agli attaccanti ospiti.

Si conclude con una vittoria casalinga per 3-1 l'ultima partita prima della sosta tra Caravaggio e Mapello, una sfida decisiva per il primo posto, vinta dai ragazzi di Mozzi, che si fanno un bel regalo di Natale guadagnando la vetta momentanea del girone C in attesa del recupero della Real Calepina contro la Soresinese. Chi invece sorride poco è il Mapello, che perde proprio il primo posto e paga la sconfitta a causa di qualche svista nonostante la buona prestazione offerta nel corso dei 90 minuti. I ragazzi di Brignoli fino alla fine hanno sempre continuato a giocare e ad andare alla ricerca del gol, subendo il terzo su una ripartenza con la squadra sbilanciata a una manciata di secondi dal triplice fischio. Nulla è compromesso e la sosta potrà sicuramente dare una mano a riassorbire questo stop.

Equilibrio. Entrambi gli schieramenti impostano bene le manovre di gioco, il Caravaggio avanza con Finotto, Umina e Fadigati come terminale offensivo, dall'altra parte sono Benedetti e Cassi a impegnare Scozzari. Le occasioni non mancano e al 10' è Fadigati per i biancorossi a mangiarsi un gol incredibile, con la palla che esce di poco e con il Mapello che tira un sospiro di sollievo. A dare spinta ai ragazzi di Brignoli ci pensa Esposito sulla fascia sinistra, che in più circostanze si fa vedere a ridosso dell'area di Scozzari. Al 30' è proprio da un suo corner che scaturisce il gol del vantaggio ospite. La difesa di casa respinge la palla, lui se la riprende, la crossa nuovamente in mezzo dove c'è Cassi, che con un movimento repentino centra il bersaglio grosso portando i suoi in vantaggio. I biancorossi rimangono un po' frastornati e tre minuti dopo è un super Scozzari a dire di no a Esposito, bravo a rubare palla a Umina, ma non altrettanto a evitare l'estremo difensore, che mette una pezza ed evita grane peggiori. Prima dell'intervallo c'è tempo per un'altra emozione e questa volta a gioire è il Caravaggio, che al 43' pareggia con Finotto, servito da Fadigati sulla sinistra, e lasciato libero di tirare in mezzo all'area rimettendo di nuovo in equilibrio il risultato.

Rimonta Caravaggio. Nel secondo tempo, rinfrancato anche dal gol del pari, il Caravaggio guadagna sempre più terreno martellando l'area di Togni dapprima con Reale su assist di Bellini e poi da calcio d’angolo di Finotto per la testa di Maffeis, che incorna ma da posizione troppo centrale. Il gol è nell'aria e al quarto d'ora è Fadigati, trascinato da tutta la squadra, a correre sulla fascia destra e calciare sul secondo palo trafiggendo la porta di Togni e siglando il secondo gol per i biancorossi. Il Mapello non ci sta e prova a rendersi pericoloso dai calci piazzati con Palazzi. Il baricentro spostato in avanti dà modo al Caravaggio di ripartire con i gialloblù costretti al fallo. Per rischiare meno gli ospiti puntano soprattutto sui lanci lunghi o sulle conclusioni dalla distanza, come al 23' sempre con Palazzi, che tuttavia trova sulla sua strada Scozzari. I ritmi si fanno sempre più alti e la partita si accende negli ultimi dieci minuti, con il Mapello più volte alla conclusione con Benedetti, ma l’estremo difensore biancorosso dice no anche a lui. Il suo collega di reparto non è da meno e al 45' Ait Atti va al tiro con il portiere che si supera in due parate ravvicinate. Nei minuti di recupero però è ancora Ait Atti a calciare in porta e a trovare la terza rete, che chiude definitivamente i giochi. Il Caravaggio ha messo in campo forze fisiche e mentali per vincere la partita. Il Mapello ha avuto la costanza e la continuità di provarci sempre adottando diverse soluzioni a seconda delle necessità.

IL TABELLINO

CARAVAGGIO-MAPELLO 3-1
RETI (0-1, 3-1): 30' Cassi (M), 43' Finotto (C), 16' st Fadigati (C), 48' st Ait Atti (C).
CARAVAGGIO (4-4-2): Scozzari 7, Umina 6.5, Maffeis 6.5, Moretti 7, Bettinelli 6.5, Legramandi 8, Finotto 7.5 (40' st Lamera sv), Bellini 7, Fadigati 7, Santinelli 6.5 (16' st Ait Atti 6.5), Reale 7 (31' st Kaso 6.5). A disp. Ianneo, Ferrari S., Davanso, Parma, Bruno. All. Mozzi 7.5. Dir. Riva.
MAPELLO (4-3-3): Togni R. 6.5, Fiorina 6, Marchese 6 (9' st Beretta 6), Bonacina 7, Berardelli 7.5, Albani 6.5, Esposito 7.5, Franchini 6.5 (39' st Masnada sv), Cassi 8 (5' st Palazzi 6.5), Benedetti 6.5, Oliveira Pontes 6. A disp. Daminelli, Lanfranchi, D'Andrea. All. Brignoli 6.5. Dir. Servalli.
AMMONITI: Bellini (C), Benedetti (M), Franchini (M), Umina (C).
ARBITRO: Suardi di Bergamo 6.

LE PAGELLE

CARAVAGGIO

Scozzari 7 Quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto parando tiri pericolosi. Balzi felini.
Umina 6.5 Fa salire la squadra sfruttando la fascia destra. Qualche neo, ma tiene anche in copertura.
Maffeis 6.5 Lavora sotto traccia, ma si comporta bene per tutti i novanta minuti di gioco. Prestazione ok.
Moretti 7 Insidia l'avversario, non lo lascia andare nemmeno per un secondo come fosse la sua ombra.
Bettinelli 6.5 Esegue il suo compito. Bene nel contrasto e nella marcatura. Accompagna e protegge la palla.
Legamandi 8 Interventi puliti, passaggi semplici e con poche imprecisioni. Rimane l'ultimo uomo a sorvegliare la difesa.
Finotto 7.5 Bravo nei dribbling e nel portare la squadra in avanti. Aggressivo al punto giusto (40' st Lamera sv).
Bellini 7 È costretto a rischiare qualche volta per non far ripartire i gialloblù. Bene nel raddoppio di marcatura.
Fadigati 7 Si presta al ruolo di vice allenatore in campo senza mancare di segnare e servire i compagni.
Santinelli 6.5 Lotta e non ha paura di andare sul pallone. Bravo anche nel dai e vai con i suoi per dare più rapidità.
16’ st Ait 6.5 Entra con personalità e non ha paura di prendere l'iniziativa personale andando alla conclusione.
Reale 7 Corre avanti e indietro per tutto il campo e non sembra accusare la fatica. Iron man dai polmoni d’acciaio.
31’ st Kaso 6.5 Mette la sua freschezza e la sua velocità al servizio del gruppo. Buoni i tempi di inserimento.
All. Mozzi 7.5 Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare. Partita decisiva interpretata nel modo giusto.

MAPELLO

Togni 6.5 Impegnato per tutta la gara. Con le sue parate tiene a galla il risultato. Sui gol poteva fare ben poco.
Fiorina 6 Un po' rude nei contrasti, cerca di difendere come può con le unghie e con i denti la sfera.
Marchese 6 Si trova di fronte Finotto, ed è una bella gatta da pelare. Appena possibile prova ad andare in avanti.
9' st Beretta 6 Nel complesso fa bene, anche se a volte ci sono delle imprecisioni nel servire la palla ai compagni.
Bonacina 7 Ha rapidità di pensiero. Gioca un buon primo tempo, poi va un po' calando nella ripresa.
Berardelli 7.5 Anche quando non ha lui la palla se la va a riprendere impossessandosene negli spazi stretti.
Albani 6.5 Si muove con discrezione e si spende tanto per la squadra. A fine gara esce stanco dal terreno di gioco.
Esposito 7.5 Dimostra sicurezza anche nelle situazioni più difficili. Non perde la calma ed è sicuro dei suoi mezzi.
Franchini 6.5 Chiamato a un duro lavoro in mezzo al campo soprattutto nel pressing (39' st Masnada sv).
Cassi 8 Cinico, sa sfruttare al meglio i palloni dei compagni ed è sempre in allerta pronto a poter colpire.
5' st Palazzi 6.5 Ci prova e fa bene, quando ha la palla tra i piedi non ci pensa due volte e va al tiro. Segue l’istinto.
Benedetti 6.5 Bravo nel proporsi in avanti così come nel tornare indietro all'occorrenza per arginare gli assalti.
Oliveira 6 Si fa valere con la sua altezza e il suo fisico dando filo da torcere, ma alla fine non riesce a incidere.
All. Brignoli 6.5 La sua squadra gioca bene per tutta la partita, ma qualche errore di troppo è stato pagato.

ARBITRO

Suardi di Bergamo 6 Arbitra una partita maschia sì, ma senza falli cattivi.

LE INTERVISTE

A fine gara il tecnico del Mapello Brignoli fa un'analisi oggettiva della partita: «Saremmo potuti andare in vantaggio e chiudere il primo tempo sul 2-0, ma abbiamo sbagliato l'occasione con Esposito e dopo da lì loro hanno pareggiato. La loro vittoria è stata meritata, hanno avuto più voglia di vincere rispetto a noi. L'unico mio rammarico è la brutta entrata che hanno fatto su Cassi con la palla lontana con il ginocchio sulla schiena. Il fatto che non vengano viste certe cose mi dispiace, ma soprattutto per il ragazzo che adesso non riesce a muoversi bene. Prima di tutto per me c'è la correttezza. Gli interventi ci stanno, ci può anche stare la provocazione, ma qui si discute la correttezza da parte degli adulti. Detto ciò faccio di nuovo i complimenti a loro per la vittoria».

Mozzi, allenatore del Caravaggio fa un plauso ai suoi ragazzi: «Sono stati straordinari, hanno fatto una grande prova. Ci sono momenti dove bisogna soffrire, compattarsi e difendere bene. Importante è stata la fase di non possesso che è stata buona e non ci siamo snaturati. Abbiamo sentito all'inizio il peso della partita, ma siamo stati anche bravi a concedere poco. Faccio i miei complimenti ai ragazzi per il lavoro quotidiano che stanno facendo da quattro, cinque mesi a questa parte. Oggi volevamo riprenderci qualcosina, ci siamo fatti un bel regalino per Natale. Loro se lo sono fatti e se lo meritano perché i protagonisti sono loro quando giocano così sono veramente tanta roba».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400