Cerca

Pagelloni Under 17

Girone A: Panzer Sparta Novara, ma il Cossato insegue con il coltello tra i denti

Occhi anche su RG Ticino, Borgomanero e Borgosesia, l'Arona si consola con i 2006 Bagarotti e Lettieri

Under 17 Girone A

Pagelloni Under 17, Girone A

Al termine del girone d'andata, è tempo dei primi bilanci per le squadre giovanili impegnate nei campionati regionali. Cominciamo la nostra analisi dal girone A di Under 17, che ha visto la Sparta Novara laurearsi regina d'inverno dopo il pareggio esterno sul campo della seconda in classifica, il Città di Cossato.

Sparta Novara 9 Una difesa che prende pochi gol e un attacco che può contare sullo strapotere fisico di Omoregbe e Omoruyi. Prendete questi due ingredienti, mescolateli, e quello che otterrete è una squadra solida, letale nelle ripartenze e che ha chiuso in vetta con merito il proprio girone dopo metà stagione. Un percorso netto quello dei ragazzi di Alessandro Moro, fatto di 10 vittorie, 2 pareggi (contro Borgosesia e Città di Cossato) e una sola sconfitta tra le mura amiche contro il Borgovercelli. La difesa degli Spartans è la meno battuta (a pari merito con quella dell'Accademia Borgomanero), solo 12 le reti subite, e con 5 clean sheets Matias Del Duca è il portiere che ha tenuto più volte la porta inviolata. L'attacco non è il più prolifico del raggruppamento, ma può contare sulla vena realizzativa di Ray Omoregbe, capocannoniere con 13 reti; unitele ai 7 centri di Kerry Omoruyi e avrete la miglior coppia-gol del girone A. La Sparta si candida come squadra da battere anche nel girone di ritorno, provate a prenderla!

Città di Cossato 8.5 Fantasiosa e spregiudicata in fase offensiva, la squadra di Gianni Amorosi è una delle sorprese più interessanti di questa prima parte di stagione. Campione regionale alla guida dei giovanissimi 2003 del Suno nel 2018, Amorosi è stato capace di dare anche ai gialloblù un'identità molto precisa, ed è stato ripagato con un secondo posto di tutto rispetto a sole 3 lunghezze dalla Sparta Novara. Certo, c'è stato qualche scivolone evitabile (uno su tutti la sconfitta sul campo dell'Arona la giornata prima del big match contro gli Spartans), ma il Cossato ha dimostrato di sapersela giocare con tutti, e soprattutto di avere una potenza di fuoco terrificante: 42 gol fatti, miglior attacco del girone, e tanti giocatori mandati a rete, dal miglior marcatore gialloblù Gabriel De Santo (espulso ad Arona e assente contro la Sparta) con 10 gol, al capitano Alessandro Mancin con 9, fino a Mattia Romeo (7), Omar Esslaoui (6) e Francesco Ciuccio (5). Tra le tante soddisfazioni dell'inizio di stagione, impossibile non citare anche la vittoria nel sentito derby con la Biellese. Insomma, il Cossato ci crede e combatterà fino all'ultimo.

Borgosesia 8 Nonostante una rosa ristretta, i granata di Paolo Setti sono terzi in classifica a -2 dal Cossato. La sconfitta dell'ultimo turno in casa della Biellese ha interrotto una striscia di risultati utili consecutivi che durava da ben 9 giornate (tra cui annoveriamo gli importanti pareggi con Città di Cossato e Sparta Novara), a testimonianza del grande spirito di sacrificio dei sesiani, oltre che ovviamente della loro qualità. Solo due sconfitte stagionali (contro Biellese e RG Ticino) per il Borgosesia, che ha in Luigi D'Ambrosio l'uomo copertina: 8 reti in campionato per lui, che ne fanno il miglior marcatore granata. Meritevole di menzione anche Alberto Pasta, uno dei pochi giocatori del girone ad aver giocato tutti i minuti senza mai essere sostituito.

Accademia Borgomanero 8 Hanno una partita da recuperare, quella del 9 gennaio in casa del RG Ticino, e una vittoria li proietterebbe al terzo posto in solitaria alle spalle del Cossato. Stiamo parlando dei rossoblù di Emiliano Rossini, momentaneamente quarti in classifica e detentori del secondo miglior attacco del raggruppamento con 37 reti segnate. Gli agognini, guidati da capitan Filippo Torsetta e da Nicolò Ranzani (miglior marcatore con 6 centri), sono pronti a ritagliarsi un ruolo da outsider nel girone di ritorno.

RG Ticino 8 A pari punti con il Borgomanero c'è la squadra di Paolo Zanardi, che proprio con i rossoblù il 9 gennaio si giocherà la possibilità di approdare al terzo posto in solitaria. I rossoverdi si sono resi protagonisti fin qui di un buon cammino, fatto di 8 vittorie, 1 pareggio e tre sconfitte. Un peso rilevante lo hanno sicuramente avuto i gol dell'ex Sparta Novara Alessandro Siviero, bomber della squadra con 9 reti. Tra i successi più entusiasmanti si possono sicuramente citare quello in casa del Borgosesia e quello casalingo con la Biellese.

Biellese 7.5 A far compagnia a Borgomanero e Ticino (che però hanno una partita in meno) a quota 25 in classifica ci sono anche i lanieri di Ernesto Casadei. Girone d'andata positivo ma un po' altalenante quello dei bianconeri, che non sono riusciti a trovare una continuità di risultati incappando talvolta in qualche risultato negativo inaspettato. Uno degli aspetti incoraggianti è sicuramente la fase offensiva, che con 36 reti segnate è la terza migliore del raggruppamento, è un contributo sostanzioso lo hanno sicuramente dato Stefano Mello Rella e Nicolò Basciu, i migliori marcatori della Biellese con 8 gol ciascuno. 

Baveno 7 A quota 20 in classifica troviamo i biancoblù di Ivan Sottini. Non è mai giusto ridurre una squadra nelle prestazioni di un singolo giocatore, ma è un dato di fatto che le fortune del Baveno sono spesso e volentieri passate dai piedi di Lorenzo Crimi: con 9 gol è il bomber dei lacuali, ed è stato a più riprese decisivo a prescindere dai palloni buttati in rete, tanto che quando è stato fuori per infortunio i risultati ne hanno risentito. Da sottolineare anche le prestazioni di Tommaso Ferrari, autore fin qui di 5 centri dal peso specifico importante.

Verbania 6 Ci si aspettava qualcosa di più dalla squadra di Alvaro Corghi (subentrato in corso d'opera a Fabio Bolzoni). Solo 3 punti conquistati nelle prime 6 giornate per i biancocrociati, che hanno pagato una partenza lenta per poi riprendersi e conquistare anche punti importanti, come in occasione della vittoria sul campo della Biellese. Ha deluso anche il talentuoso Biru Vianoli, giocatore molto apprezzato dal selezionatore Franco Vood ai tempi della Rapp Under 15, che in questa stagione ha siglato un solo gol; il miglior marcatore del Verbania è Lenny Scavazza (5 centri), mentre ha sorpreso l'apporto del 2006 Enzo Ferrari, tra i migliori in campo ogni volta in cui è stato chiamato in causa e autore di 3 reti con l'Under 17.

Borgovercelli 6.5 La squadra di Gigi Scarpa è l'unica ad avere inflitto una sconfitta alla capolista Sparta Novara. Gli Spartans si sono infatti dovuti arrendere in casa alla decima giornata ai biancazzurri, trascinati dalla doppietta di Leonardo Ghirardelli. Altro perno dei vercellesi è sicuramente Samuele Stress, miglior marcatore con 8 reti. Il Borgovercelli è momentaneamente nono a quota a 13, ma ha una partita da recuperare: il 9 gennaio ospiterà infatti il Verbania, e in caso di vittoria aggancerebbe proprio i biancocrociati in ottava posizione. 

Crescentinese 6 Squadra in difficoltà soprattutto a livello di organico, che deve spesso attingere alla riserva dei 2006, ma che sicuramente compensa con tanto cuore e grinta: ne è la prova la partita persa 2-0 contro la Sparta Novara alla 12a giornata, che aldilà del risultato ha visto la capolista sudare molto più del previsto contro i ragazzi di Edoardo Finati. Tra le fila dei granata si è messo particolarmente in risalto Luca Tosatti, capocannoniere della sua squadra in virtù delle 7 reti realizzate fin qui.

Juve Domo 6 Quando si parla di Juve Domo non si può non partire da Simone Pelutti, portiere "alla Rogerio Ceni" che tira rigori e punizioni (già 3 centri in stagione) è che è momentaneamente ai box per infortunio. I granata di Giuseppe Carnovale stanno gettando il cuore oltre l'ostacolo, ma devono fare i conti con una rosa esigua che ogni settimana viene rimpolpata da molti fuori-quota. Il bomber è Mattia Altieri, con 8 reti realizzate finora in stagione.

Alicese Orizzonti 6 La sconfitta interna per 4-3 contro la diretta concorrente LG Trino è un po' la fotografia di questa stagione non particolarmente fortunata per la squadra di Roberto Aimone. Diverse le difficoltà per i rossoblù (anche a livello di organico), ma anche alcune reazioni d'orgoglio, come quella che ha portato al pareggio per 2-2 in rimonta contro l'Accademia Borgomanero all'undicesima giornata. Il goleador dell'Alicese è Mattia Bonadonna, autore di 5 reti.

LG Trino 6 Non può essere soddisfatto il tecnico Fabrizio Lasagna, che però nelle ultime uscite ha visto qualche miglioramento a livello di risultati come in occasione della vittoria sull'Alicese Orizzonti o del pareggio in casa del Baveno o ancora del successo sul fanalino di coda Arona. I biancazzurri fanno abbastanza fatica a segnare, e il loro infatti è il peggior attacco del girone (16 gol): il miglior marcatore è Alexander Ferrara con 3 reti.

Arona 6 Difficile trovare i lati positivi quando si è ultimi in classifica, ma qualcosa per sorridere c'è. A partire dalla bella (e unica finora) vittoria della 12a giornata con il Città di Cossato. La squadra di Fabio Langianese è rimasta spesso in emergenza per i tanti infortuni, ma l'altro lato positivo è l'apporto dei 2006 chiamati in causa: Filippo Bagarotti e Vincenzo Lettieri hanno fatto molto bene, il secondo ha segnato 2 reti, mentre il primo con 5 centri è il miglior marcatore dei biancazzurri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400