Cerca

L'intervista

Rhodense Under 17, la storia di Illia Villa: il difensore centrale devastante di testa, glaciale dal dischetto e punto fermo nello scacchiere di Dragonetti

Vero pilastro della retroguardia arancionera, con 6 gol realizzati è uno dei difensori più prolifici dell'intera categoria

Illia Villa, Rhodense Under 17

Illia Villa, difensore centrale della Rhodense autore finora di 6 gol

Né un attaccante né un centrocampista, bensì un "semplice" difensore centrale. Vedendo i numeri in zona gol di Illia Villa non si direbbe giochi in suddetta posizione, invece è proprio così. Ha già segnato 6 gol: un dato molto significativo per uno che ricopre un ruolo come il suo, soprattutto se tale statistica viene esaminata in base al contesto temporale, ovvero il momento della stagione. Il suo compito è quello di fare da protezione e scudo per la porta della Rhodense con letture difensive, essendo attento in marcatura e non facendosi superare nell'uno contro uno. A tutto ciò aggiunge la capacità di impostare il gioco e gonfiare le reti avversarie grazie a un ottimo colpo di testa e all'abilità nel tirare i rigori. Incide in entrambe le metà campo e se gli arancioneri sono il migliore attacco del girone A il merito è anche suo.

Consacrazione da difensore centrale. Con il calcio è stato amore a prima vista, visto che appena ha toccato un pallone ha capito che doveva praticare questo sport. Ha iniziato a giocare a quattro anni in un oratorio del suo paese, Bresso, e nel tempo ha intrapreso avventure in diverse squadre. Il suo primo trasferimento è stato alla Pro Sesto, dove è rimasto per due stagioni: poi tre al Bresso, dove ha anche giocato con i più grandi, il ritorno alla Pro Sesto per mezza stagione ed infine l'approdo alla Rhodense, laddove è arrivato da ormai due anni e mezzo. I suoi rapporti con i compagni e il tecnico sono molto positivi: «Con il gruppo mi trovo molto bene, siamo tutti in sintonia e in campo esprimiamo sempre il nostro meglio. Con l'allenatore ho un ottimo rapporto, mi spiega le tattiche e il modo in cui devo stare in campo» racconta il classe 2005Prima di arrivare a giocare difensore centrale è stato impiegato in diverse posizioni: punta, portiere, centrocampista centrale, esterno destro, mediano e terzino. Questi i suoi punti di forza e l'aspetto in cui deve migliorare: «Sono molto bravo a impostare il gioco, forte di testa e ho sviluppato abilità nel tirare i rigori diventando rigorista. Grazie al mio intuito - prosegue Villa - spesso capisco le intenzioni degli avversari e intercetto i loro passaggi. Devo migliorare nello scatto, nel corto non sono rapidissimo mentre nel lungo riesco a recuperare».

2021 chiuso in bellezza. Il suo difensore centrale di riferimento è Tomori, apprezzato per la velocità, i recuperi, la ferocia agonistica, i tempi di anticipo e la capacità nel pressare. La Rhodense sta disputando un ottimo campionato: è prima nel girone A con tre punti di vantaggio sull'Union Villa Cassano. Gli arancioneri hanno concluso brillantemente la prima parte di stagione vincendo 3-0 contro il Gavirate, partita in cui è andato a segno anche Villa che ha realizzato il terzo gol su rigore. «I miei obiettivi - prosegue il difensore - sono vincere il titolo lombardo con la squadra e fornire prestazioni sempre migliori, mentre quelli del gruppo sono vincere il maggior numero possibile di partite per arrivare in fondo e gioire». Tra le sue prestazioni di spessore c’è sicruamente quella fornita contro il Bosto nell’ottavo turno, quando mise a segno una tripletta con un gol su rigore e due di testa. Il sogno di Villa è arrivare a esordire in Serie A, mentre il prossimo step che vorrebbe fare è andare a giocare in una squadra professionistica, il che gli permetterebbe migliorare da tutti i punti di vista.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400