Cerca

Under 17

Gennarelli e Fiore trascinano il Club Milano: il campionato è ancora aperto

La formazione di casa s'impone con un poker sul Rozzano

Gennarelli e Capelli Club Milano

Il portiere e l'attaccante sono stati migliori in campo

Partita divertente e ricca di occasioni quella tra Club Milano e Rozzano nello scontro diretto tra la seconda e la terza della classe, con i padroni di casa che approcciano alla grande esprimendo al meglio le loro qualità offensive, portandosi in vantaggio per 4-0 già a metà della prima frazione. I ragazzi di Mandelli nella seconda frazione di gioco mantengono il controllo della gara per i minuti restanti, dove si rende assoluto protagonista Gennarelli, che neutralizza due calci di rigore e mantiene la porta inviolata. Il Club Milano così si porta a -4 dall'Ausonia capolista a quota 43 punti in classifica e stacca di ben dieci lunghezze il Rozzano che rimane in terza posizione a quota 33 punti.

POKER BIANCOROSSO

Il Club Milano impone il suo ritmo sin dai primi minuti di gara, facendo girare con precisione e velocemente il pallone e coi terzini che compiono ottime sovrapposizioni e portano superiorità numerica. Il gol del vantaggio arriva al 7' grazie al lancio col contagiri di Minelli che pesca l'inserimento di Vaccarella per vie centrali, con il numero dieci è bravo a saltare il portiere per poi sistemarsi il pallone dopo essersi defilato sulla sinistra e col destro batte a rete e porta in vantaggio la formazione di casa. I biancorossi vedendo l'avversario in difficoltà continuano a pressare con insistenza e recuperare palloni, cercando immediatamente di verticalizzare o allargare sulle fasce per sfruttare la rapidità degli esterni d'attacco. Pochi minuti dopo il gol del vantaggio, Minelli al 10' segna il gol del raddoppio con uno splendido destro a giro su calcio di punizione che supera la barriera e si insacca alla sinistra di El Zamly. Al 20' Ponzi riceve la palla in area di rigore e dopo averla protetta con grande forza fisica tenta di girarsi per andare a battere a rete, ma viene steso dall'intervento fuori tempo di Catucci; il direttore di gara non ha dubbi ed indica il dischetto. Dagli undici metri Capelli è spietato e porta i ragazzi di Mandelli in vantaggio di tre reti. Durante la prima metà di gara abbiamo modo di assistere ad un'altra gemma della formazione di casa e questa volta porta la firma di Fiore al 23': l'esterno d'attacco riceve palla sulla trequarti e, dopo essersi accentrato è abile a superare tre giocatori avversari in pochi metri e battere l'estremo difensore che in uscita tenta di coprire lo specchio della porta nel miglior modo possibile.

GENNARELLI SALE IN CATTEDRA

La seconda frazione vede un atteggiamento completamente diverso da parte della formazione ospite, decisa a ridurre il passivo di quattro gol e a sfoderare una prestazione che possa cancellare i numerosi errori commessi durante il primo tempo. I cambi effettuati dal tecnico dei biancoverdi Fiori portano maggior freschezza e azioni ben costruite. Dopo pochi secondi dal fischio d'inizio del secondo tempo un cross di Dridi impatta fortuitamente sul braccio di Biglieri in area di rigore, con il direttore di gara che per la seconda volta nel match indica il dischetto. Il calcio di rigore di Brillantino viene parato da Gennarelli, che con una grandissima spinta va a togliere il pallone dall'angolo sinistro e mantiene la porta inviolata. La formazione ospite, alla ricerca costante del gol, ci prova anche con una punizione di Catucci, che vede ancora un buon intervento di Gennarelli che coi pugni respinge a lato. Al 25' una grandissima giocata ancora una volta da parte di Dridi in area viene interrotta dall'intervento falloso di Esposito. Dagli undici metri questa volta si presenta Lukaj e il suo rigore potente e centale viene neutralizzato ancora una volta da Gennarelli, il quale dopo aver scelto di tuffarsi alla sua sinistra, riesce ad arrivare sul pallone coi piedi e respingerlo. Nel finale i padroni di casa al 39' hanno l'occasione di segnare il quinto gol con Catone, sfortunato a trovare di fronte a se un ottimo intervento in uscita di El Zamly. Il Club Milano vince dunque una partita fondamentale, consolida il secondo posto e continua l'inseguimento all'Ausonia, in un campionato segnato sempre di più dal duello tra queste due compagini.

IL TABELLINO

CLUB MILANO ROZZANO 4-0
RETI: 7' Vaccarella (C), 10' Minelli (C), 20' rig. Capelli (C), 23' Fiore (C).
CLUB MILANO (4-3-3): Gennarelli 8.5, Biglieri 7, Capelli 7.5, Lattanzio 7, Papa 6.5, Albetti 6.5 (40' st Schrieviers sv), Fiore 7.5, Esposito 7 (31' st Gasparetto Mattia sv), Ponzi 6.5 (40' Catone 6, 37' st Zandegù), Vaccarella 7, Minelli 7 (24' D'Apolito 6, 20' st Elatky 6). A disp. Comità, Spinozzi, Fabris. All. Mandelli 8. Dir. Cipriano.
ROZZANO (4-3-3): El Zamly 6.5, Bertoni 6, Bevilacqua 6, Baccolo 6 (1' st Dridi 7), Catucci 6, Abbatantuoni 6, Brillantino 6, Potente 6 (23' st Parrello 6), Bernardi 6 (1' st Attassi I. 6), Scoccimarro 6 (1' st Monastero 6), Lukaj 6 (27' st Accorsi 6). A disp. Capitelli, Nava, Tosini. All. Fiori 6. Dir. Tosini.
ARBITRO: Murgida di Gallarate 7.
AMMONITI: Monastero (R), Lukaj (R), Capelli (C).

LE PAGELLE

CLUB MILANO

Gennarelli 8.5 Seconda frazione da incorniciare. Impeccabile per novanta minuti e bravissimo a neutralizzare due calci di rigore. Dà sicurezza alla retroguardia difensiva e compie anche delle ottime uscite.
Biglieri 7 Partecipa sempre alle azioni della formazione di casa. Bravissimo nelle sovrapposizioni, supera facilmente l'avversario nell'uno contro uno e compie delle ottime diagonali in fase difensiva.
Capelli 7.5 Capitano a tutto campo. Si incolla all'avversario e non gli permette di effettuare giocate degne di nota. Corona la sua prestazione con uno splendido calcio di rigore all'incrocio dei pali.
Lattanzio 7 Centrocampista di qualità e quantità. Ottimo in fase di interdizione, impedisce agli avversari di trovare linee di passaggio semplici; aiuta nella costruzione della manovra offensiva allargando sulle fasce il pallone.
Papa 6.5 Pulito e ordinato in difesa, non concede agli avversari l'ingresso in area di rigore e cerca di portarli verso l'esterno
Albetti 6.5 Bravo nel gioco aereo e negli anticipi. Disputa una partita di grande applicazione e si batte nel secondo tempo per fermare le percussioni avversarie (40' st Schrieviers sv).
Fiore 7.5 Tra i migliori in campo. Crea pericoli costanti nell'area avversaria e segna uno splendido gol dopo aver mandato in completo affanno la difesa avversari.
Esposito 7 Ottima partita del centrocampista che corre molto e dà qualità alla manovra. Si dimostra irruente nell'intervento du Dridi nel secondo tempo che provoca il rigore ma è fortunato vista la giornata di grazia del suo portiere Gennarelli (31' st Gasparetto sv).
Ponzi 6.5 Non trova la via del gol ma è molto utile alla squadra in fase offensiva, bravo nel procurarsi un calcio di rigore e a far salire la squadra.
40' Catone 6 Spreca un'occasione nel finale di gara, ma aiuta i compagni nella prima pressione e cerca di farsi servire in profondità (37' st Zandegù sv).
Vaccarella 7 Tutti i palloni passano dai suoi piedi. Supera sempre l'avversario nell'uno contro uno e compie sempre le scelte giuste in occasione dei passaggi corti e dei lanci in profondità. Apre le marcature con un gol di pregevole finezza.
Minelli 7 Protagonista assoluto in occasione delle prime due marcature con un assist e uno splendido gol su calcio di punizione. Costretto ad uscire per infortunio ma nei pochi minuti giocati dimostra di essere un giocatore di qualità eccelsa.
24' D'Apolito 6 costretto ad uscire per infortunio dopo essere subentrato, è bravo a sfruttare i suoi mezzi fisici per superare l'avversario, ma non sempre è supportato dai compagni. (20' st Elatky sv).
All. Mandelli 8 Schiera una squadra ordinata e con idee ben chiare. I suoi ragazzi mettono al sicuro la partita dopo pochi minuti e giocano un calcio di proposta e molto divertente. 

La formazione iniziale del Club Milano vittoriosa contro il Rozzano

ROZZANO

El Zamly 6.5 Incolpevole in occasione dei gol, compie delle buone parate quando viene chiamato in causa.
Bertoni 6 Soffre molto le discese e la superiorità numerica creata dagli avversari. Cerca di giocare d'anticipo ma non ha vita facile con le qualità degli attaccanti avversari.
Bevilacqua 6 Ordinato in fascia, come per il compagno di reparto ha qualche difficoltà nel contenere le scorribande degli esterni d'attacco della formazione avversaria.
Baccolo 6 Il centrocampo avversario lo mette in difficoltà e compie molti errori in fase di impostazione, ma cerca di uscirne pressando costantemente.
1' st Dridi 7 In assoluto il migliore dei suoi. Entra in campo col piglio giusto e si procura due calci di rigore. Tra i pochi in grado di creare pericolo alla retroguardia avversaria, usa bene bene il fisico per proteggere la palla.
Catucci 6 Ingenuo nel concedere il calcio di rigore agli avversari in una situazione non particolarmente pericolosa. Si riscatta disputando da quel momento una buona gara senza particolari sofferenze.
Abbatantuoni 6 Ultimo ad arrendersi, va in difficoltà nelle verticalizzazioni avversarie, ma fa di tutto per recuperare e far respirare la squadra.
Brillantino 6 Non riesce a creare particolari azioni degne di nota. cerca di sfruttare la sua rapidità per superare l'avversario nell'uno contro uno. Sfortunato in occasione del calcio di rigore, il suo destro era angolato ma il portiere avversario è bravo a neutralizzarlo.
Potente 6 Dialoga bene coi compagni di reparto e non disdegna a ripartire da dietro qualora ce ne fosse necessità.
23' st Parrello 6 Entra in campo con l'approccio giusto, ma gli vengono serviti pochi palloni per far male alla retroguardia avversaria.
Bernardi 6 Non sempre nel vivo della manovra, tuttavia gioca una partita con molta predisposizione al sacrificio e con buona qualità tecnica.
1' st Attassi 6 Si fa vedere tanto in fase offensiva, manca un po' di precisione nei passaggi.
Scoccimarro 6 Con le sue qualità tecniche poteva creare maggior pericolo alla retroguardia avversaria, ad ogni modo serve bene i compagni in profondità e trova buone linee di passaggio.
1' st Monastero 6 Dà moltissima profondità e mette a tratti in crisi la difesa avversaria, ma non viene quasi mai servito con le giuste misure per andare in gol.
Lukaj 6 Prestazione non memorabile. Anche lui si fa parare un calcio di rigore e non si rende particolarmente attivo sull'out di sinistra.
27' st Accorsi 6 Non si risparmia dal momento del suo ingresso in campo, ma non trova la cattiveria necessaria per segnare il gol della bandiera.
All. Fiori 6 I suoi ragazzi subiscono il gioco degli avversari durante la prima frazione. La reazione del secondo tempo dimostra che i ragazzi lo seguono, ma non basta per impensierire un ottimo Club Milano.

La formazione iniziale del Rozzano contro il Club Milano

ARBITRO

Murgida di Gallarate 7 Gestisce nei migliore dei modi una partita tranquilla, senza estrarre cartellini gialli, se non quando è prettamente necessario. Si trova sempre vicino all'azione e fischia con puntualità.

L'INTERVISTA

Al termine della gara, il tecnico del Club Milano Mandelli, si è dichiarato estremamente soddisfatto per l'ottimo approccio alla gara, la qualità offensiva dimostrata dai suoi ragazzi e la splendida prestazione di Gennarelli nella seconda frazione: «Avevo chiesto ai ragazzi di partire forte e lo hanno fatto mettendo subito in cassaforte la partita, chiudendola nei primi 25 minuti. Era normale soffrire un po' di più nel secondo tempo e mi sono preoccupato perché abbiamo concesso un calcio di rigore dopo pochi secondi, ma alla fine siamo stati bravi a gestire anche se non abbiamo fatto un buon secondo tempo, potevamo amministrare e gestire meglio, nonostante qualche infortunio di troppo. Noi continueremo col nostro percorso concentrandoci sui noi stessi».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400