Cerca

Under 17

Barbieru ha fatto meta, gialloblù mortiferi per tre punti pesanti

Gli ospiti non riescono a scalfire la retroguardia di Fraschini e cedono il passo verso i playoff

George Barbieru Under 17 Magenta

George Barbieru, solidità ed estro al servizio del Magenta

Successo importantissimo del Magenta, che batte 3-0 l'Academy Legnano e consolida il sesto posto, in piena zona play-off. I ragazzi di Costantino, in piena emergenza numerica e in grande difficoltà sin dalle primissime battute, cadono sotto i colpi di Franchi e Barbieru, con il secondo che mette il proprio zampino lottando e correndo come un guerriero durante tutto l'arco della gara e poi, a metà primo tempo, dà il suo nome alla gemma che spiove e va ad incastonarsi sotto la traversa. Nella ripresa Geroli chiude i giochi con uno scavetto a battere Nicoli, fondamentale in più di un'occasione nell'evitare un passivo ben più importante. Gialloblù che salgono quindi a 35 punti staccando proprio l'Academy, compiendo un passo forse decisivo verso la qualificazione ai prossimi playoff. Sconfitta bruciante per i lilla, che dopo il pari nello scontro diretto con il Morazzone cadono nel magentino e si allontanano pericolosamente dalla possibilità di partecipare alle prossime fasi finali.

KICKER BARBIERU

La partita inizia con entrambe le squadre alla ricerca delle misure giuste per poter imbastire una trama di gioco ben organizzata, in grado di colpire alla prima occasione. Ad essere preferito è il lancio lungo a partire dalle rispettive difese, viste le condizioni non perfette del terreno di gioco, con il tiro dalla distanza che apparentemente sembra essere l'opzione preferita dalle due compagini. Al 5' minuto il primo pericolo per la porta difesa da Nicoli: Barbieru batte un calcio di punizione dalla trequarti sinistra del campo, scodellando in mezzo un pallone perfetto per il colpo di testa in corsa di De Pace che impatta bene ma non centra lo specchio. Non si fa spaventare l'Academy Legnano, che al 10' manda Truglio al tiro da fuori, il numero 10 lascia sul posto Cantatore fintando il tiro e poi va alla conclusione, Dipierro vola e si allunga, osservando il pallone terminare a pochi centimetri dal palo alla sua destra. Ospiti che si rendono pericolosi soprattutto sulla fascia destra, con Truglio che reisce sempre a trovare con i tempi giusti Meriggi, avversario ostico per il gialloblù Gerosa, spesso aiutato da Cattaneo nel raddoppio. Al 22' Franchi riceve palla al limite dell'area e serve alla sua destra Geroli che va al cross, la palla filtra dall'altro lato dell'area per Cattaneo che prova d'esterno ma svirgola, raccoglie poi Gerosa che seppur sbilanciato va al tiro col sinistro ma va lontano dall'impensierire il portiere. Due minuti più tardi ci pensa Franchi a spezzare l'equilibrio: il numero 10 viene lanciato a campo aperto sfruttando un piazzamento errato della retroguardia avversaria, vede Nicoli in uscita e non ci pensa due volte, arrivato al limite incrocia il destro e lo spiazza portando il Magenta sull'1-0. Sbloccando una gara che stava diventando ostica, i gialloblù prendono pieno possesso del pallino del gioco, chiudendo i ragazzi di Costantino, quest'oggi in forte emergenza, nella propria metà campo. Alla mezz'ora di gioco Franchi si ritrova di nuovo a falcare verso la porta avversaria, come in occasione della rete segnata, ma questa volta Nicoli lo ipnotizza e riesce a chiudere lo specchio della porta. Al 33' però arriva il raddoppio dei padroni di casa e gli sviluppi hanno del clamoroso: Barbieru batte un calcio di punizione centrale dai trentacinque metri e, vedendo Nicoli leggermente avanzato, coglie di sorpresa tutti e decide di far partire un destro che spiove e si abbassa alla velocità della luce, andandosi ad infilare sotto l'incrocio dei pali. Gli ospiti, frastornati dal gol appena subito provano a più riprese il tiro da fuori, ma prima Francone e poi Truglio spediscono la sfera ben oltre la traversa. La difesa di Fraschini è bravissima a fermare sul nascere le iniziative avversarie (34'), con Koua che scatta sulla sinistra prendendo il tempo a Morelli e la mette in mezzo trovando però un ben posizionato Gerosa, che prima intercetta il pallone e poi fa fuori il tentativo di intervento alla disperata di Truglio, facendo ripartire i suoi. Prima frazione di gara che si conclude 2-0 in favore di capitan De Pace e compagni, solidi in difesa e mortiferi nello sfruttare a dovere le occasioni create.

KO TECNICO

Lotta a centrocampo e lanci lunghi da ambo le parti costeggiano a pieno le prime battute della ripresa, con l'Academy che prova a prendere coraggio giocando sulle corsie esterne, ma il Magenta è bravissimo a coprirsi con Barbieru in fase di interdizione e poi a lanciare lo scatto di Geroli. Proprio il 9, al 4' minuto del secondo tempo viene lanciato a rete dopo un recupero a centrocampo e arrivato davanti a Nicoli, conta i rimbalzi e poi tocca dolcemente col destro, pallone che scavalca il portiere e dopo un bacino al palo va ad infilarsi in porta, è 3-0. I gialloblù sono un fiume in piena e non si accontentano dei tre gol di vantaggio: al 10' minuto Geroli combina con Franchi sulla destra e una volta entrato in area lo serve a pochi passi dalla porta ma spara alto, fallendo la chance del poker. Rete che arriva al quarto d'ora con De Pace che mette dentro il pallone dopo l'uscita in pugno di Nicoli, ma il direttore di gara vede un fallo sull'estremo difensore in uscita e fischia un calcio di punizione in favore dei lilla. Al 16' piove sul bagnato per Costantino e i suoi che sono costretti a rinunciare a Merici, uscito dal campo dopo un duro colpo al ginocchio in seguito ad un contrasto con Franchi, e a giocare la mezz'ora di gioco restante con un uomo in meno. Al 21' ancora un occasione targata gialloblù: Longoni vince il duello tutto fisico con Truglio, rientra sul sinistro e calcia rasoterra, respinta, palla che carambola poi fuori area per Gerosa che piazza col destro in corsa ma non centra il bersaglio. Con la superiorità numerica e tre gol a favore il Magenta controlla senza troppe noie l'andamento della partita, ma senza rinunciare ad offendere, sempre sulle ali e i piedi di Franchi e Barbieru, ispiratissimi e un costante punto di domanda nella mente dei difensori avversari. Al 34' Franchi si ritrova ancora una volta in uno contro uno con Kley, lo lascia sul posto due volte e poi prova a prendere in controtempo Nicoli calciando sul primo palo, ma il numero uno dell'Academy è sensazionale nell'opporsi con il piede sventando in corner. Cinque minuti dopo un lampo nel buio per gli ospiti, quando Primi calcia direttamente da punizione sulla trequarti di destra, disegnando un destro a scendere che però non sorprende il neoentrato Castiglioni, che si distende e blocca. Match che termina quindi 3-0 per il padroni di casa, un punteggio mai in discussione sin dai primi istanti di gioco.

IL TABELLINO

MAGENTA-ACADEMY LEGNANO 3-0
RETI: 23' Franchi (M), 33' Barbieru (M), 4' st Geroli (M).
MAGENTA (4-3-3): Dipierro 6 (35' st Castiglioni sv), Cattaneo 6.5 (20' st De Cillis 6), De Pace 7, Gerosa 7 (31' st Graziano 6), Morelli 6.5, Cantatore 6.5 (35' st Viola sv), Grimaldi 6, Barbieru 8, Geroli 7, Franchi 7.5 (41' st Othmane sv), Longoni 6.5 (26' st Romanelli sv). A disp. Cavallotti. All. Fraschini 6.5. Dir. Morani.
ACAD.LEGNANO (3-4-3): Nicoli 6.5, Primi 6, Merici 6 (20' st Copreni 6), Kley 6, Lanza 6, Migliavacca 6.5, Meriggi 6.5, Grasso 6, Koua 6.5, Truglio 6.5, Francone 6.5. A disp. De Gennaro, De Maso, Diallo Cheick Abdoul K, Uku. All. Costantino 6. Dir. De Gennaro - Meriggi.
ARBITRO: Grimaldi di Lomellina 6.
AMMONITI: Grasso (A), Lanza (A), Morelli (M).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400