Cerca

Under 17

Biglietto quasi staccato per le fasi finali per il Rozzano, ma il Club Milanese può continuare a sognare

Ai ragazzi di Fiori manca un punto per passare direttamente al secondo turno, avversari ancora saldi al settimo posto

Rozzano Under 17

Bernardi e Baccolo, difendere non è un problema

Si avvicina all'obiettivo terzo posto il Rozzano di Fiori, che espugna San Donato battendo il Club Milanese 3-1. Ai biancoverdi manca un solo punto per conquistare l'aritmetico accesso alla seconda fase dei playoff, traguardo che potrebbe già arrivare mercoledì nel recupero contro l'Ausonia. Per contro, i crociati di Ribelli non escono ridimensionati dalla sconfitta attuale, al netto di uno stato di forma che continua a preoccupare (appena 6 punti nel girone di ritorno). Ai sandonatesi servono tre punti per la matematica ma potrebbe bastarne anche uno in virtù delle combinazioni di risultati. La gara si concentra soprattutto nel primo tempo, quando due errori individuali costano lo svantaggio ai padroni di casa, poi incapaci di imbastire una reazione nella ripresa.

CINQUE MINUTI IN TILT

Il Club Milanese non ha grandissime defezioni, pur con la rosa ridotta da qualche mese a questa parte. I crociati si schierano con un 4-2-3-1 che fa delle corsie offensive il vero punto di forza. Menna a sinistra e Trabattoni a destra cercano sempre di puntare i rispettivi avversari, facendosi al contempo trovare pronti sulle punizioni battute velocemente. Sull'altra sponda, il Rozzano deve rinunciare a Tosini, Abbatantuoni e Monastero, ma la profondità della rosa consente di pescare bene dal mazzo. L'uomo chiave è Scoccimarro sulla trequarti, delegato a fare da collante tra i reparti. In generale tutto l'apparato del Rozzano sembra funzionare meglio, movimenti più efficaci e meno legnosi. La gara è bellissima, il primo tempo si gioca a viso aperto. Gli ospiti aprono con due conclusioni di Nava dentro l'area di rigore, entrambe respinte col piede da Ventura. La prima discesa della Milanese provoca un bel brivido sulla schiena di Sala: Menna sfugge a Bernardi a sinistra e mette in mezzo, dove Pepe ha spazio per concludere ma non ha fatto i conti con il provvidenziale recupero di Baccolo. I viaggianti si confermano davvero minacciosi in contropiede, con Brillantino a fare un lavoro straordinario e spesso solitario per prendere d'infilata i centrali avversari, Gallone e Sbrogio. Al quarto d'ora brutto scontro tra Sala e Barletta in uscita, il portiere costretto a uscire per la sostituzione (in seguito sarà frattura al dito per lui). L'esordio di Capitelli non è dei migliori, poiché matura il gol del vantaggio locale. Lago esce da un contrasto e imbuca per Pepe, il quale resiste alla rimonta di Barletta e infila un preciso diagonale di sinistro. L'euforia in casa sandonatese dura pochissimo, per propri demeriti. Ingenuo e irruento Sbrogio sull'episodio che porta al penalty, c'era già Gallone in copertura su Brillantino. Quest'ultimo angola bene alla sinistra di Ventura. Subito dopo il ribaltone è servito, in situazione di ripartenza. Brutta persa a centrocampo della Milanese, ancora Brillantino a portare su la sfera prima di servire col contagiri sul secondo palo il taglio di Lukaj, che completa il sorpasso. 

ENERGIE NERVOSE NEL VUOTO

I ragazzi di Ribelli cercano di reagire mettendo in campo tutte le energie nervose, gestendo con lucidità il possesso palla. Grandi proteste per il gol annullato a Menna dopo un flipper che aveva innescato l'esterno partito in offside: l'arbitro giudica non volontaria la giocata del Rozzano. Qualche fischio sfavorevole provoca una serie di proteste nocive alla squadra, che pare risentirne. Il cielo però si rasserena immediatamente e il toro crociato torna a caricare a testa bassa. Grande occasione per Mare che non inquadra la porta da due passi dopo un batti e ribatti in area, poi ci prova anche Lago dalla distanza: alto. La squadra di Fiori manca il colpo del ko con una bellissima azione corale chiusa dal destro a giro di Scoccimarro, finito sul palo: sfortunatissimo. Raddoppia il numero dei montanti a inizio ripresa, questa volta è Brillantino su invito del solito Nava, poi Sbrogio libera l'area anticipando Lukaj. A stretto giro altro regalo di Tedeschi che spalanca l'autostrada a Brillantino, tiro-cross su cui Lukaj in estirada non tocca. Potrebbe essere un'iniezione di fiducia per la Milanese, rimasta aggrappata al risultato, ma le energie mentali sono ormai terminate. Al contrario la panchina del Rozzano tiene molto alto il livello di concentrazione e intensità, non permettendo mai ai rivali di tenere vive le speranze nonostante la trazione super offensiva. Il punto esclamativo lo mette meritatamente Brillantino, dopo l'ennesimo pallone perso in uscita di Gallone, su assist di Apostolo.

Il Club Milanese Under 17 al completo

IL TABELLINO

CLUB MILANESE-ROZZANO        1-3
RETI (1-0, 1-3): 18' Pepe (C), 22' rig. Brillantino (R), 25' Lukaj (R), 32' st Brillantino (R).
CLUB MILANESE (4-2-3-1): Ventura 6.5 (45’ st Masoch sv), Gravina 6 (39’ st Peluso sv), Lago 7, Bolognesi 6.5, Gallone 6.5 (39’ st Rossetti sv), Sbrogio 6 (31’ st Chimenti sv), Trabattoni 6.5, Mare 6 (12’ st Favole 6.5), Pepe 6.5 (16’ st Bonanno 6), Tedeschi 6, Menna 6. All. Ribelli 6.5. Dir. Masoch.
ROZZANO (4-3-1-2): Sala sv (16’ Capitelli 7), Potente 8, Bevilacqua 7, Baccolo 7.5, Barletta 7.5 (23’ st Bettinelli 6.5), Bernardi 7.5 (39’ st Cusati sv), Nava 8 (31’ st Attassi A. sv), Apostolo 7.5, Brillantino 8.5, Scoccimarro 7 (13’ st Attassi I. 7), Lukaj 7.5 (43’ st Catucci sv). All. Fiori 7. Dir. Tosini - Potente Francesco.
ARBITRO: Serafini di Crema 6.
AMMONITI: Sbrogio (C), Catucci (R).

LE PAGELLE

CLUB MILANESE

Ventura 6.5 Si conferma piuttosto abile con i piedi, due parate super all'inizio. Un po' lento a far ripartire l'azione con le mani, leggero infortunio. (45’ st Masoch sv).
Gravina 6 Viene tenuto sulla difensiva dall'ottimo Nava, sul secondo gol è in ritardo su Lukaj che alza la sbarra. Ripresa più intraprendente. (39’ st Peluso sv).
Lago 7 Pur tecnicamente grezzo risulta il più convinto dei crociati. Suo l'assist sul gol di Pepe, in generale si disimpegna con discreta efficacia.
Bolognesi 6.5 Se la squadra viaggia sotto ritmo la principale responsabilità è sua. Calamita tanti palloni senza però gestirli con la giusta precisione.
Gallone 6.5 La sua prestazione è rovinata sia dai compagni, vedi rigore, che da alcune scelte dettate dalla stanchezza, vedi gol finale. (39’ st Rossetti sv).
Sbrogio 6 Partita davvero difficile e ricca di errori ingenui. Irruento sul rigore e anche sul secondo gol si fa bruciare troppo facilmente. (31’ st Chimenti sv).
Trabattoni 6.5 Il più pericoloso dei biancorossoblù con le sue punizioni. A volte troppo profonde, nessuno dei compagni può arrivarci. Deciso nel dribbling.
Mare 6 Ci mette soprattutto quantità, pochi guizzi degni di nota e qualche sbavatura.
12’ st Favole 6.5 Cerca di dialogare meglio con i compagni, pur guadagnando pochi metri.
Pepe 6.5 Riesce a sfilare bene sull'esterno, tuttavia viene ugualmente scortato all'uscita dai centrali. Lucido sul gol, è comunque sempre al posto giusto.
16’ st Bonanno 6 Entra in campo in un momento critico e non riesce a cambiare l'inerzia.
Tedeschi 6 Si sveglia un pochino tardi nel ravvivare l'azione con un po' di brio. Spreca una buona chance davanti a Capitelli, ripresa da sacrificato in mediana.
Menna 6 Un paio di scintille pregevoli in avvio e chiusura di primo tempo, non capitalizzate per un nulla. Poi però scompare in un tunnel senza più riemergere.
All. Ribelli 6.5 La sconfitta non cambia sostanzialmente lo scenario, visti risultati delle avversarie. Il destino per i playoff, per cui basta una vittoria, è ancora in mano.

ROZZANO

Sala sv La sua partita viene condizionata da un infortunio al dito in un contrastro con Barletta.
16’ Capitelli 7 Era tutt'altro che semplice entrare in corsa, ma lui si fa trovare più che pronto. Sbarra la strada al pareggio crociato ed è sempre ben protetto.
Potente 8 Duttile a dir poco, da terzino non si fa apprezzare poiché lascia qualche buco. Meglio nei pochi minuti da esterno alto, chiude da centrale difensivo.
Bevilacqua 7 A tratti irruento e un po' sporco nelle valutazioni, Trabattoni non demorde e alla fine crea qualche grattacapo. Nessuna sbavatura grave.
Baccolo 7.5 Salva un gol già fatto anticipando Pepe ed è il suo highlight di giornata. Prezioso frangiflutti, non si vede ma c'è sui palloni sporchi, essenziale.
Barletta 7.5 Anche lui è determinante in un paio di situazioni caotiche, giro palla tranquillo a impostare l'azione. Coppia affiatata insieme a Bernardi.
23’ st Bettinelli 6.5 Ingresso con incredibile concentrazione, non fa rimpiangere il compagno.
Bernardi 7.5 Di testa non ha rivali, ma anche quando Pepe si svincola a sinistra segue fedelmente le sue orme. Qualche brivido sui filtranti. (39’ st Cusati sv).
Nava 8 Mezz'ala moderna, con spiccate doti offensive. Occupa bene lo spazio in profondità dando un'opzione offensiva che i compagni sfruttano. (31’ st Attassi A. sv).
Apostolo 7.5 Nella fase iniziale si preoccupa dei buchi lasciati da Potente, per raddoppiare Menna sulla corsia. Poi prende in mano l'impostazione e sigla l'assist.
Brillantino 8.5 Giocatore che può fare la differenza in partite del genere. Clamoroso lavoro per procurarsi il penalty, poi offre soluzioni da seconda punta.
Scoccimarro 7 Fatica a emergere sul sintetico dello "Squeri", peccando tecnicamente. Si fa vedere con la traversa al tramonto del primo tempo.
13’ st Attassi I. 7 Piazzato laterale basso annulla completamente Menna, bravissimo.
Lukaj 7.5 Perfetto inserimento sul gol, per il resto si capisce che ha caratteristiche da contropiedista. E infatti nella ripresa punge ripetutamente. (43’ st Catucci sv).
All. Fiori 7 Il traguardo del terzo posto è vicinissimo, la squadra sfrutta cinque minuti di pressione per capitalizzare. Ottima la gestione nella ripresa.

ARBITRO
Serafini di Crema 6
È un arbitro molto giovane che tutto sommato tiene bene il campo. Non lucido su episodi al limite, così come sulla gestione blanda dei cartellini.

LE INTERVISTE

Ribelli, all. Club Milanese: «Purtroppo è da due mesi che conviviamo con qualche difficoltà mentale. Partiamo con un piglio mentale giusto ma poi regaliamo troppo agli avversari, le qualità ci sono. Dobbiamo credere nelle nostre idee, le stesse che ci hanno portato al terzo posto nel girone d’andata. Manca l’ultimo sforzo per arrivare ai playoff, speravamo di conquistarli già oggi».

Fiori, all. Rozzano: «Primo tempo dove loro meritavano di più, noi abbiamo sfruttato le qualità dei giocatori offensivi. Nella ripresa abbiamo gestito bene il risultato, anche se in avanti siamo stati generosi nel cercare troppi passaggi senza concludere. Ci manca un punto per conquistare il terzo posto, cercheremo di farlo già mercoledì contro l’Ausonia».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400