Cerca

Under 17

Un gol per tempo e il primato è ancora a tinte granata

Per la Mario Rigamonti reti di Folli e Derbal

Folli e Derbal

Un gol a testa per siglare il trionfo: la coppia Folli-Derbal della Mario Rigamonti

La Mario Rigamonti vince 2-0 contro il Real Leno nel girone D e mantiene la vetta della classifica, con tre punti di distacco sulla temibile inseguitrice Lumezzane: non facile però superare i ragazzi del tecnico Bertoni, caparbi fino agli ultimi minuti e capaci di mantenere in equilibrio un match che è tutto il contrario rispetto a quanto si era visto all'andata. A deciderla alla fine sono i soliti noti, ovvero la coppia offensiva granata Folli e Derbal - autori di un'annata fin qui straordinaria - e l'ispirato Anelli. Dalle parti di Leno invece la nota positiva arriva dall'ennesima prestazione convincente dei suoi 2006 (ma, più in generale, di tutta la squadra), i quali non temono il confronto con la capolista e anzi spiccano per la qualità delle giocate e le trame di passaggio che denotano ottima tecnica e fanno ben sperare per il futuro.

SEMPRE PIÙ FOLLI

L'avvio del Real Leno è arrembante, con un'occasione subito al 3' per Ngainbou in campo aperto sull'errore in disimpegno di Gualdi: il 9 però spreca malamente con un controllo impreciso. La manovra della Mario Rigamonti appare in effetti contratta, finché al 12', come un fulmine a ciel sereno, giunge Folli ad indicare la via. Rinvio lungo da parte del portiere Benedetti: lo spiovente giunge dalle parti di Derbal che crossa per Folli; il bomber riceve stoppando, girata rapidissima e rete che si gonfia. Un gol che sblocca la gara e lancia le offensive in ripartenza dei locali. Anelli spreca al 15' sottoporta, poi, tra palloni persi e una fase confusa a metà frazione, torna sotto il Real Leno, con buoni dialoghi offerti dai suoi uomini d'attacco Pellegrini e Ngainbou. L'infortunio di Gagliandi permette a un altro 2006 di brillare nelle retrovie dei lenesi: prova di forza e personalità per il giovane centrale. Il primo tempo si chiude con uno squillo finale, ma pericolosissimo, di Carlotti, che con una staffillata costringe al grande intervento Benedetti in tuffo basso.

DERBAL CALA IL SIPARIO

Nella ripresa escono decisamente meglio i padroni di casa. Al 9' Silvestro non riesce a raddoppiare sottoporta solo per lo strepitoso riflesso di Riviera, miracoloso a respingere il potente tiro da centro area del difensore granata. Al 12' Folli gira alto di poco sopra l'incrocio un promettente mancino a giro; subito dopo è invece il neoentrato Rossetto a divorarsi il raddoppio a tu per tu con il portiere, chiudendo troppo il destro e mandando fuori la palla. Ai ragazzi di Piovani sembra mancare solo un pizzico di concretezza in più nel momento decisivo, e infatti Folli e Derbal nel giro di dieci minuti mandano di nulla fuori dallo specchio almeno tre ghiottissime opportunità. Il Real Leno continua intanto a tessere bel gioco grazie alla splendida prova di Persico in mediana e di Chiari a sinistra, ma ciò che manca a Pastori e compagni è il peso in attacco, necessario per mettere in difficoltà i rivali. La stanchezza inizia inoltre a farsi sentire nonostante i cambi e così, al 38', sull'ennesimo contropiede orchestrato dalla Mario Rigamonti, Derbal riesce a chiudere la partita, saltando in velocità l'estremo difensore ospite e insaccando con un sinistro chirurgico a porta sguarnita. C'è persino il tempo per un duello rusticano tra Biena e Riviera in pieno recupero, ma il numero 16 granata grazia il Real Leno e calcia a lato. La Mario Rigamonti ora è a due passi dal titolo e continua a vedere l'Élite all'orizzonte; il Real Leno invece, nonostante la sconfitta, esce dalla sfida a testa alta e con nuove forze ed energie per disputare un degno finale di stagione, con vista sui play-off.

IL TABELLINO

MARIO RIGAMONTI-REAL LENO 2-0
RETI: 12' Folli (M), 38' st Derbal (M).
MARIO RIGAMONTI (4-4-2): Benedetti 7, Bettoni 6.5, Diene 7.5 (1' st Hopfl 6.5), Perrone 7, Silvestro 6.5, Rizzola 7, Preti 6.5 (1' st Rossetto 6.5), Gualdi 7 (25' st Perotta sv), Folli 8 (40' st Biena sv), Derbal 8 (40' st Dossi 6), Anelli S. 7.5. A disp. Bontempi. All. Piovani 7.5.
REAL LENO (4-3-3): Riviera 6.5 (39' st Deriu sv), Gagliandi 6 (24' Faccardi 7.5), Chiari 7 (35' st Gatti sv), Pastori 7, Persico 7.5, Pietta 6, Picco 6 (11' st Criveto 6.5), Lucia 7, Ngainbou 6.5, Carlotti 6 (31' st Rampini sv), Pellegrini 6.5 (23' st Vasileski 6). All. Bertoni 7.
ARBITRO: Taccone di Brescia 7.
AMMONITO: Diene (M).

LE PAGELLE

MARIO RIGAMONTI

Benedetti 7 Chiamato in causa in rarissime occasioni, ma sempre pronto: splendido il tuffo con cui salva i suoi a fine primo tempo.
Bettoni 6.5 Copertura e corsa al servizio della squadra sulla corsia di destra.
Diene 7.5 Un tempo di altissima intensità; spinge e recupera in fase difensiva: maestoso.
1' st Hopfl 6.5 Copre gli spazi con intelligenza tattica e tutta la squadra ne risente positivamente.
Perrone 7 Capitano tutto cuore e gamba: non sbaglia niente dietro, ergendosi a punto di riferimento.
Silvestro 6.5 Coadiuva i compagni di reparto senza strafare. Tenace, regge bene per tutti i 90 minuti.
Rizzola 7 A centrocampo smista palloni di qualità; filtro prezioso per l'avvio delle ripartenze e la copertura degli assalti avversari.
Preti 6.5 Parte dal centrodestra e si allarga spesso alla ricerca di spazi di cui gli attaccanti si possono servire per far male.
1' st Rossetto 6.5 Meritevole nell'attitudine con cui entra dalla panchina; un po' meno preciso invece sottoporta.
Gualdi 7 Rapidità d'azione e di scelta sono le sue doti più utili al raggiungimento dell'obiettivo. (25' st Perotta sv)
Folli 8 Capocannoniere e trascinatore indiscusso, mette la sua firma in una partita sporca e difficile in cui non sempre riesce perciò ad essere lucido (40' st Biena sv).
Derbal 8 Tecnica e velocità - con assist - al servizio della squadra. La ciliegina è il gol che chiude definitivamente il match (40' st Dossi sv).
Anelli S. 7.5 Fisicamente non ha rivali; sforna passaggi al bacio per i compagni di reparto e si gode il trionfo.
All. Piovani 7.5 Tre punti fondamentali per tenere il passo e controllare a distanza il Lumezzane che insegue.

Persico e Chiari, classe 2006: talento e tenacia al servizio del Real Leno


REAL LENO

Riviera 6.5 Ottime parate in entrambi i tempi, utili a mantenere vive le speranze degli ospiti; un po' insicuro però nell'uscita che porta al 2 a 0 finale (39' st Deriu sv).
Gagliandi 6 Costretto ad uscire dopo nemmeno mezz'ora per un infortunio.
24' Faccardi 7.5 Classe 2006, ma personalità da centrale difensivo di razza! Anticipi e interventi decisivi sono il suo pane quotidiano nella ripresa.
Chiari 7 Gran prova sulla fascia sinistra, dove riesce a mettere in mostra anche notevoli qualità tecniche: terzino di prospettiva, molto interessante (35' st Gatti sv).
Pastori 7 Arcigno e difficilissimo da superare nell'uno contro uno, alza il muro da capitano vecchio stampo.
Persico 7.5 Metronomo del gioco dei suoi, è ovunque. Qualità tecniche da tenere d'occhio per un giovane che pare avere ancora ampi margini di miglioramento.
Pietta 6 Forza qualche volta l'entrata e non è sempre sicuro negli interventi in chiusura.
Picco 6 Ritmo altalenante, l'assenza di pressione costante lo penalizza a lungo andare.
11' st Criveto 6.5 Entra con cattiveria dando tutto in un match che è sempre equilibratissimo.
Lucia 7 Giocate di grande intuito in mediana, a sinistra riesce poi a spaziare egregiamente. Pochi errori in impostazione: utile e assai duttile!
Ngainbou 6.5 Parte all'arrembaggio come tutti i compagni; si perde invece nella ripresa, forse per stanchezza.
Carlotti 6 Spento a tratti, non trova la giocata illuminante che avrebbe potuto cambiare la gara (31' st Rampini sv).
Pellegrini 6.5 A destra non sfonda e allora sceglie di coprire (con discreti risultati) e attendere. Nello stretto invece se la cava bene.
23' st Vasileski 6 Subentra con attenzione e voglia di fare, contribuendo con forze fresche.
All. Bertoni 7 Una sconfitta che racconta in realtà una crescita netta da parte dei suoi: buon gioco e tecnica da vendere, per un gruppo di prospettiva.

ARBITRO

Taccone di Brescia 7 Dirige con personalità ed esperienza una partita non sempre facile.

LE INTERVISTE

Al termine della partita, arrivano puntuali le dichiarazioni del tecnico della Mario Rigamonti, Piovani: «Oggi non siamo entrati bene in partita e per questo c'è da fare i complimenti anche al Real Leno che ci ha messo in difficoltà. Nel primo tempo eravamo forse troppo carichi e contratti; siamo stati costretti a forzare spesso la giocata sbagliando spesso. Molto meglio invece nella ripresa: abbiamo sistemato ciò che non andava e da lì in poi siamo riusciti ad indirizzare la partita dove volevamo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400