Cerca

Under 17

Vaccarella va per lo scacco matto: sorpasso Club Milano a due giornate dal termine

Partita spettacolare, tante emozioni e vittoria decisa nel finale in pieno recupero

Vaccarella

L'esultanza di Vaccarella al suo gol in pieno recupero

Termina con uno spettacolare 2-3 il match di alta classifica tra Ausonia e Club Milano, i neroverdi recuperano per due volte lo svantaggio ma vengono beffati nell’ultimo minuto di recupero grazie ad un calcio di rigore trasformato dal classe 2006 Vaccarella, leader e talento puro dei biancorossi. La prestazione spettacolare di Minelli, giocatore dotato di una tecnica sopraffina, oscura la prestazione dei locali forse troppo nervosi fin dai primi minuti. Club Milano invece compatto che concede poco in ogni zona del campo aspettando il momento giusto per colpire in contropiede; proprio nel finale realizza il gol che può valere il campionato, impressionante la freddezza con la quale Vaccarella decide la partita e fa alzare in piedi l'intero centro sportivo. Ora i biancorossi sono artefici del proprio destino, mentre ai neroverdi resta il rimpianto di una stagione intera in testa alla classifica.

PRIMO TEMPO SPETTACOLARE

Nello scontro diretto per il possibile passaggio ai Regionali Élite l’Ausonia di Pirillo parte con un 5-3-2 difensivo, mentre il Club Milano di Mandelli schiera il solito 4-3-3. A partire subito forte sono i locali con un gran diagonale di Parise sul quale vola Gennarelli e respinge con un grande riflesso. Gli ospiti rispondono immediatamente con un calcio di punizione dai 20 metri di Minelli che con una maledetta spedisce il pallone all’incrocio dei pali per lo 0-1. L’Ausonia prova a rientrare in partita con diversi calci d'angolo non sfruttati al meglio e alcuni lanci lunghi a cercare le punte. Al 16’ Gentile colpisce un palo clamoroso calciando in porta direttamente da calcio d’angolo. Poco dopo Minelli è nuovamente pericoloso con un tiro dalla distanza che termina alto. Al 24’ l'Ausonia è pericolosa con il colpo di testa di Cogrossi: la palla si stampa sulla traversa. Il gol del pareggio però è nell'aria e a realizzarlo è Parise con un dribbling in area e destro nell'angolo basso; 1-1.

VACCARELLA GLACIALE

La ripresa si accende subito con un Minnelli-show dopo quattro minuti: rimessa laterale con la palla che cade al centro dell’area; l'attaccante stoppa di petto e gira in rovesciata mandando il pallone nel sette per il gol del sorpasso. I padroni di casa attaccano con insistenza e al 10’ riescono a pareggiare: Menfalout lotta con il fisico e si mette davanti a Capelli che lo stende: calcio di rigore. Dagli undici metri Ferrara trasforma il penalty con grande freddezza, portando il punteggio sul 2-2. Al 28’ Parise lascia due uomini sul posto con un grande slalom e calcia forte in porta, non trovando lo specchio di poco. All'ultimo minuto di recupero l'episodio che decide la gara: Ponzi abbracciato in area cade a terra e il direttore di gara indica ancora il dischetto. Vaccarella, il più giovane in campo, si prende la responsabilità e con freddezza spiazza il portiere e vince la partita.

I festeggiamenti del Club Milano dopo la vittoria importantissima

IL TABELLINO

AUSONIA-CLUB MILANO 2-3
RETI: 3’ Minelli (C), 37’ Parise (A), 4’ st Minelli (C), 10’ st Ferrara (A), 48’ st Vaccarella (C).
AUSONIA (5-3-2): Barotac 6.5 ( 35’ st Gavoci sv), Cogrossi 7, De Filippis 7.5 (15’ st Ibrahim 6), Gentile 7 (20’ st Melchiorre 6), Schiesaro 7, Aiello 7, Basso 6.5, Ferrara 6.5, Menfalout 6.5 (26’ st Parretta 6.5), Parise 8 (35’ st Curci sv), Donida 7. A disp. Marchello. All. Pirillo 7. Dir. De Fabritiis. 
CLUB MILANO (4-3-3): Gennarelli 7.5, Biglieri 8, Facchini 6.5(11’ st Schrieviers 6) , Capelli 6.5 (20’st Ponzi 6.5), Papa 7, Albetti 6.5 (45’ st Gasparetto sv), Fiore 7 (1’ st Esposito 7), Lattanzio 7, Catone 6 (30’ st D’Apolito sv), Vaccarella 8, Minelli 8. A disp. Comità, Fabris, Gasparetto, Elatky, Zandegù. All. Mandelli 7 Dir. Cipriano. 
ARBITRO: Vasile di Milano 7
AMMONITI: 40’ Biglieri (C), 4’st Basso (A), Albetti (A), 37’ st Gavoci (A).

LE PAGELLE 

AUSONIA

Barotac 6.5 Compie diverse parate degne di nota e guida la squadra con la voce fino all’infortunio; un po' sorpreso sul primo gol. (35’ st Gavoci sv).
Cogrossi 7 Nella difesa a cinque cavalca avanti e indietro sulla corsia regalando poco e niente agli avversari.
De Filippis 7.5 Usato come esterno difensivo sinistro cerca di dare il massimo; bravo in fase di non possesso e non concede davvero nulla agli avversari da quella parte.
15’st Ibrahim 6 Entra e si limita al compitino, non rischia.
Gentile 7 Grande prova; il più pericoloso dei suoi. Tiri dalla distanza e tecnica sopraffina.
20’st Melchiorre 6 Entra e forse non incide abbastanza, avrebbe potuto fare di più.
Schiesaro 7 Con Aiello completa una coppia difensiva straordinaria, chiama movimenti importanti e dirige come un vero leader.
Aiello 7 Guida la difesa a tre da vero centrale di peso e alza la squadra alzano sempre il braccio in stile Baresi.
Basso 6.5 Rientra e calcia a giro in varie circostanze; chiama Gennarelli al miracolo da pochi passi ma a tratti sembra troppo nervoso. 
Ferrara 7 Realizza il penalty del momentaneo 1-1 con una freddezza glaciale. 
Menfalout 6.5 Conquista un ottimo calcio di rigore, anche se tecnicamente commette qualche errorino.
26’st Parretta 6.5 Dà tutto nel quarto d’ora finale alzando la squadra e lottando su tutti i palloni.
Parise 8 Grandissimo gol da vero trequartista; fino alla sostituzione tiene alti i suoi ed inventa giocate su giocate: bravissimo. (35’ st Curci sv).
Donida 7 Nel centrocampo a tre lotta come può su tutti i palloni e non molla mai fino alla fine. 
All. Pirillo 7 Meritava il pareggio, i suoi lottano con grinta e coraggio, ma non riescono alla fine a tenere in piedi la gara.

CLUB MILANO

Gennarelli 7.5 Che parata su Basso; potrebbe valere un campionato. Personalità da vendere: non regala nulla a nessuno. 
Biglieri 8 Nella difesa a quattro gioca come esterno destro e chiude ogni linea di passaggio non permettendo mai agli avversari di superarlo. 
Facchini 6.5 Nei due centrali di difesa dà tutto fino al cambio sudando per la maglia.
11’ st Schrieviers 6 Entra e cerca di dare il massimo fino al novantesimo anche se non brilla particolarmente.
Capelli 6.5 Leader della difesa e del centrocampo, giocatore duttile e difficile da superare.
20’ st Ponzi 6.5 Entra e tocca pochi palloni, ma sono decisivi: si conquista il rigore che può valere il campionato.
Papa 7 Come centrale difensivo è insuperabile, per novanta minuti lotta spalla a spalla con tutto l’attacco ospite. 
Albetti 6.5 Grande terzino; spinge con voglia e fa una grande partita; a tratti è impreciso palla al piede. (45’ st Gasparetto sv).
Fiore 6 Nei tre di centrocampo non rende come vorrebbe Mandelli, viene tolto a fine primo tempo.
1’ st Esposito 7 Entra con l’atteggiamento giusto e aiuta la squadra a raggiungere tre punti fondamentali con una prestazione atletica importante.
Lattanzio 7 Non regala nulla agli avversari fino al triplice fischio; importante il suo lavoro in fase di smistamento.
Catone 6 Non brilla particolarmente; da un attaccante ci si aspetta di più; forse non in giornata. (30’ st D’Apolito sv).
Vaccarella 8 Il più giovane in campo; nonostante ciò realizza il penalty vittoria con una freddezza da serie A, personalità da vendere. Da tenere d’occhio.
Minelli 8 Doppietta con il meglio del repertorio: punizione all’incrocio dei pali e rovesciata imparabile che vale il prezzo del biglietto. 
All. Mandelli 7 Guida i suoi all’assalto del primo posto. Gioca una grande gara e alla fine si merita il risultato. 

LE INTERVISTE 

Nel post partita Pirillo ha dichiarato: «Abbiamo sbagliato a prendere il primo gol dopo due minuti nel primo tempo e a prendere il secondo gol dopo quattro minuti nel secondo. Il calcio è questo: è fatto di episodi e per noi è stata una beffa aver condotto tutto il campionato ed essere passati sotto alla fine».

Mandelli resta cauto: «Manca la matematica ma non sarà semplice visto che loro hanno una partita da recuperare. Le ultime due gare non saranno semplici, ma ora siamo padroni del nostro destino».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400