Cerca

Under 17

Il classe 2005 ex Milan si sta prendendo la sua rivincita: in arrivo la Serie C?

Ecco il gioiellino gialloverde di Molinelli: Gabriele Deiana

Gabriele Deiana

Piccoli fenomeni crescono: Gabriele Deiana, classe 2005, trequartista del Sangiuliano City Under 17

Un periodo difficile e sfortunato, ora il sogno della Serie C: Gabriele Deiana, classe 2005, ha stravolto ogni aspettative possibile all'interno della formazione del Sangiuliano City Under 17. Ma non solo. Lo scorso weekend, infatti, il giocatore è stato fondamentale nelle due gare della Juniores e dell'Under 18.

Gabriele Deiana, il trequartista del Sangiuliano City Under 17

IL PASSATO

«Mia mamma dice sempre che prima ho imparato a calciare, poi a camminare». Si presenta così Gabriele, da quest’anno all'interno del Sangiuliano City. Con il pallone tra i piedi da più di 13 anni, il ragazzo è passato in diverse squadre prima di approdare nella formazione di Molinelli. Inizia a Pavia, poi al Fanfulla, Enotria e, infine, la parentesi più felice: 7 anni nella sua squadra del cuore, il Milan. È questo, infatti, il periodo che Deiana ricorda con più piacere: «Qui ho imparato il senso del sacrificio, rispetto e disciplina. Il ricordo più bello che ho inerente al calcio è stata proprio la chiamata ricevuta in cui mi comunicavano di essere stato selezionato dalla mia squadra preferita». E la partita da cui ha tratto più soddisfazioni risale proprio a quel periodo: «Stavamo facendo un torneo all’estero con il Milan, abbiamo vinto contro il Barcellona. Io ero capitano e ho fornito l’assist della vittoria, non lo scorderò mai».

Un piccolo Gabriele Deiana al Milan

LA SCHEDA DI GABRIELE DEIANA

  • NOME:Gabriele
  • COGNOME: Deiana
  • ANNO: 2005
  • RUOLO: Trequartista
  • SQUADRA: Sangiuliano City
  • PUNTI DI FORZA: Velocità, dribbling, tenacia
  • SQUADRA DEL CUORE: Milan

 

L'IDENTIKIT DEL GIOCATORE

Il punto debole del trequartista - ruolo in cui il giocatore si sente più sé stesso - è solo uno: «Essere troppo altruista - così racconta - perché mi gratifica far segnare un mio compagno anche se a volte forse non viene visto». I punti di forza da elencare, invece, sono parecchi: velocità negli spazi stretti, visione del gioco e tecnica. «Credo quest'anno di essere migliorato molto, sento di avere più fiducia in me stesso, ma ovviamente c'è sempre da migliorare. Penso che il mio pregio sia quello di leggere la partita, soprattutto quando si mette nel modo sbagliato, portando la mia squadra sulle spalle e stimolare i miei compagni a dare di più». Non a caso, durante questa stagione il cognome di Gabriele compariva quasi sempre nei tabellini, andando a confermarsi tra i giocatori più in evidenza di tutta la categoria.

Il ricordo nitido del Milan: Gabriele Deiana

NUMERI

Numeri alla mano, il 2005 si racconta: «Sono molto soddisfatto dei miei numeri e devo ringraziare soprattutto i miei compagni perché senza di loro non ci sarei arrivato». E lo scorso weekend, il gialloverde ha ribadito nuovamente la sua qualità. «Lo scorso sabato con la Juniores abbiamo giocato contro il Fanfulla - ha commentato Deiana - una squadra ben formata. In quella partita ero in panchina e sono entrato subito nel secondo tempo segnando in cinque minuti. È stata una bella vittoria di squadra e sono molto contento di aver fatto vincere la mia squadra. Per quanto riguarda l'Under 18, si giocavano i playout contro il Leon. È finita 5-3 per noi, una partita difficile ma che abbiamo portato a casa. Adesso ci aspetta il ritorno e non vedo l'ora di ripetermi».

IL CAMPIONATO FINITO: ORA I PLAYOFF

In questa stagione, il Sangiuliano di Molinelli ha ottenuto grandi risultati, posizionandosi al secondo posto dopo la Casatese di Recchia. Deiana commenta così: «Sono molto contento del traguardo raggiunto tutti insieme, anche se qualche rammarico ce lo abbiamo perché potevamo lasciare meno punti indietro nel corso del campionato; ormai è finito e l'ha vinto la squadra che ha dato più continuità». Ma nonostante ciò, i gialloverdi hanno ottenuto lo stesso l'ambito pass per i playoff. Gabriele spiega: «Tra poco abbiamo la prima partita dei playoff e spero di vincere tutte le partite insieme ai miei fantastici compagni di squadra. Direi che non c'è una squadra che temo ma credo che l'Ardisci potrebbe darci qualche fastidio».

Gabriele Deiana in campo durante un partita in campionato del Sangiuliano City

IL FUTURO

Con il sogno della Serie A, l'anno prossimo Gabriele avrà in tasca una grande opportunità che, sicuramente, non si lascerà scappare: «Per quanto riguarda l'anno prossimo, vestirò ancora i colori gialloverdi, anche perché la nostra prima squadra ha vinto il campionato aggiudicandosi la Serie C. Sta diventando tutto bellissimo e finalmente posso riprendermi la mia rivincita dimostrando tutte le qualità che ho sul campo e soprattutto fuori».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400