Cerca

Under 17

Testata ad un ragazzo, arrivano i carabinieri e il dirigente se la dà a gambe

Succede tutto dopo il triplice fischio: la società si scusa con il giocatore avversario

Borgaro Under 17

Borgaro Under 17

Doveva essere una giornata di festa per il Borgaro, che aveva battuto il Venaria nello scontro decisivo dei playout ed era riuscito a conservare la categoria regionale per i 2006. E invece dopo il triplice fischio si è scatenato il putiferio: rissa in campo tra i giocatori, con i dirigenti prontamente intervenuti per riportare la calma; peccato che pochi istanti dopo è stato proprio un dirigente a rendersi protagonista in negativo. Uno degli accompagnatori del Borgaro ha infatti colpito al volto un ragazzo del Venaria con una testata, facendolo anche sanguinare. Il clima si era già surriscaldato prima della fine della partita, con due genitori in tribuna molto vicini ad arrivare alle mani e prontamente divisi dagli altri sostenitori. Sono stati chiamati i carabinieri, arrivati tempestivamente al campo, ma del dirigente non vi era più traccia; la società gialloblù prende drasticamente le distanze, «Questo individuo qui non metterà mai più piede» assicura il presidente Piergiorgio Perona, che è pronto a sostenere come parte civile l'eventuale denuncia sporta dalla famiglia del classe 2005. «Sono andato personalmente nello spogliatoio del Venaria per chiedere scusa - aggiunge il patron gialloblù - e per sincerarmi delle condizioni del ragazzo, certe cose non sono ammissibili e come abbiamo confermato anche a suo nonno saremo a disposizione per qualsiasi cosa, compresa la testimonianza». Fortunatamente il ragazzo si è ripreso subito, ora la palla passa al Giudice Sportivo, con il direttore di gara che ha assistito chiaramente a tutto quanto accaduto.

LA PARTITA

Per quanto riguarda la partita, il campo aveva espresso il suo verdetto, 2-1 per il Borgaro e Venaria retrocesso. Mario Gentile schiera la squadra con il consueto 3-5-2, composto per il 99% da sotto-leva 2006: terzetto difensivo formato dai soliti Massafra, Mancino e Cirulli, la punta Rossin unico 2005 in campo. Modulo classico anche per Stefano Ambrosini, che si affida al 4-3-3 con il tridente Mey-Di Nunzio-Di Matteo. Botta e risposta tra le due formazioni nel primo tempo: padroni di casa avanti dopo 10' grazie alla chirurgica punizione mancina di Cirulli; rispondono subito gli ospiti al 14', capitan Cella fa 1-1 con un bel destro al volo su corner di Di Matteo. Ad inizio ripresa la rete decisiva di un altro capitano, questa volta quello del Borgaro: Christian Mancino è freddissimo nel trasformare il rigore concesso per fallo di Gerardo sul nuovo entrato Garbin. Superlativo anche il portiere gialloblù Reale, che nega il 2-2 a Di Matteo con un guizzo felino deviando la sfera sul palo.

IL TABELLINO

BORGARO-VENARIA 2-1
RETI (1-0, 1-1, 2-1): 10' Cirulli (B), 14' Cella (V), 7' st rig. Mancino (B).
BORGARO (3-5-2): Reale 7, Perinetti 6.5 (34' st Marchetti sv), Cirulli 7.5, Pizzicoli 6.5, Massafra 7.5, Mancino 7.5, Ferrante 6.5 (37' st Guasti sv), Greco 6.5 (43' st Di Girolamo sv), Rossin 6.5 (5' st Garbin 6.5), Alfinito 7, Tridico 6.5. A disp. Maggio, Tricarico, Puttinati. All. Gentile 7.
VENARIA (4-3-3): Orso 6, Albano 6, Pappalardo 6.5, Gerardo 6 (30' st D'Arrando 6), Liso 6.5, Cella 7, Bava 6 (19' st Medelin 6.5), Tinnirello 6, Di Nunzio 7 (42' st Maggio sv), Di Matteo 6.5, Mey 6.5 (13' st Echinoppe Anglesio 6). A disp. Scotti, Di Battista, Lorenzi, Coda. All. Ambrosini 6.5.
ARBITRO: Carissimi di Torino 7.
COLLABORATORI: Ianzano di Torino e Chiodo di Torino.
AMMONITI: 33' st Liso (V), 35' st Di Matteo (V), 45' st Pappalardo (V).

I MIGLIORI

BORGARO

Cirulli 7.5 Gioca sul centro sinistra con grande grinta e prontezza, ingaggiando spesso e volentieri il duello in velocità con Mey. Si incarica di una punizione molto golosa dal limite e la piazza nell'angolino dimostrando di avere un piede sinistro molto educato.

Mancino 7.5 Da buon capitano tira fuori tutto il suo carisma e guida il reparto con autorevolezza. Spadroneggia nel gioco aereo, di testa le prende tutte lui, e in più si incarica anche di calciare un rigore che pesa come un macigno. Esecuzione glaciale, palla da una parte e portiere dall'altra. Chapeau.

VENARIA

Cella 7 Segna un gol da attaccante che ridà speranze ai Cervotti, nelle retrovie non sbaglia quasi nulla e cerca di far ripartire subito l'azione. Vince molti duelli fisici con Rossin limitandone l'azione.

Di Nunzio 7 Lavoro preziosissimo spalle alla porta, si carica sulle spalle il peso dell'attacco e si sacrifica moltissimo, andando spesso e volentieri a disturbare Pizzicoli impedendogli di ragionare. Sponde preziose per la corsa degli esterni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400