Cerca

Under 17

Sotto di due gol, poi la rimonta che vale il poker finale: Città di Dalmine, sei salvo!

Bonacina, Bombardieri e Amoroso: questi i bomber che valgono la salvezza

Bonacina, Bombardieri e Amoroso

I diamanti del Città di Dalmine: Bonacina, Bombardieri e Amoroso

Ogni storia di rimonte ha sempre il suo perché, ma quella tra Cinisello-Città di Dalmine non ha prezzo: finisce 2-4 la storia della salvezza del Dalmine. Una partita nervosa in cui i padroni di casa partono a razzo con la doppietta di Giacobbe, ma la partita è lunga e i ragazzi di Verzillo la affrontano di petto: ci pensano Bonacina, Bombardieri e Amoroso (in doppietta) a far sorridere il Dalmine.

DOCCIA FREDDA, POI PIOVONO GOL

Bastano 6' al Cinisello per impostare il vantaggio di due gol, spiazzando completamente la squadra di Verzillo. A metterci la firma per due volte è Giacobbe. Il primo gol è frutto di un'azione solitaria, in cui il giocatore sale inesorabile; il secondo quasi fortuito, in un gioco di mischia in cui il portiere cade e il numero 11 affonda il pugnale senza pietà, come a dare il colpo di grazia. In realtà, non è nemmeno passato il primo quarto d'ora e i giochi sono appena iniziati. Gli ospiti non si lasciano sorprendere e riescono a ribaltare la gara con tre guizzi stupendi. Il primo raggio di speranza è di Bonacina, che dall’area laterale coglie il momento giusto per segnare (11'). Il secondo è un assist sempre di Bonacina per Bombardieri, che quasi non crede di essere andato a segno. Il pareggio, come detto, dura poco: Amoroso decide da quasi metà campo di tentarla, andando a gonfiare la porta avversaria con il pallone che sembra essere una freccia scoccata da lontano.

Andrea Giacobbe del Cinisello: doppietta per lui

LA SALVEZZA

Una seconda frazione nervosa, ma soprattutto di salvezza. Dopo 10' arriva quasi ineluttabile il secondo gol di Amoroso, che vanifica la doppietta iniziale di Giacobbe e getta ancora più nella disperazione i padroni di casa. In campo scende il nervosismo e per portarsi a casa il risultato si gioca il tutto per tutto. Il match diventa, dunque, una sfida psicologica in cui vola anche qualche provocazione, ma il direttore di gara riesce a tenere in mano la situazione gestendo sia ragazzi che allenatori e staff in panchina. L’espulsione di D'Amato non giova agli animi del Cinisello, che tenta il tutto per tutto nel finale per poter accorciare il distacco, ma il Città di Dalmine non ha fretta e aspetta al varco la contendente. Il cronometro corre e gli ospiti vedono sempre più vicina l'isola della salvezza. Manca solo il fischio finale e, al suo arrivo, la gioia è incontenibile!

IL TABELLINO

CINISELLO-CITTÀ DI DALMINE 2-4
RETI (2-0, 2-4): 4' Giacobbe (Cin), 6' Giacobbe (Cin), 11' Bonacina (Cit), 20' Bombardieri (Cit), 30' Amoroso (Cit), 10' st Amoroso (Cit).
CINISELLO (4-3-3): Forlani 6.5, De Benedictis 6.5, Milano 6.5, Larroux 6.5 (39' Tomba 6, 33' st Molgora sv), Mellone 6 (18' st Cometa 6), D'Amato 6.5, Bertoni 6 (5' st Ancora 6.5), Sforzin 6 (15' st Rivellini 6.5), Bovi 6.5, Santaniello 6.5 (11' st Atzeni 6), Giacobbe 8. A disp. Mangiagalli, Naso, Alemayehu. All. Montalto 6.5. Dir. Mangiagalli - Cazzani Angelo.
CITTÀ DI DALMINE (4-3-3): Sufaj 7, Confortini 7, Testa 6.5 (11' st Savicic 6.5), Amoroso 8, Rossati 7, Brandolini 7, Bonacina 7.5, El Kadiri 7, Spada 6.5 (5' st Pelicioli 6), Bombardieri 7.5, Merati 7 (23' st Merati sv). A disp. Cortinovis, Verzillo, Trivic, Papini. All. Verzillo 7.5. Dir. Avogadri - Sizana.
ARBITRO: Riboli di Crema 7.
ESPULSO: D'Amato (Cin).
AMMONITI: Merati (Cit), Rossati (Cit), Amoroso (Cit), Mellone (Cin), De Benedictis (Cin).

LE PAGELLE

CINISELLO

Forlani 6.5 Nonostante i diversi gol subiti, il portiere mostra tempismo e riflessi pronti in tutte le altre occasioni. Forse, è sui difensori che pesano i quattro gol.
De Benedictis 6.5 Gioca bene il suo cercando di mitigare il nervosismo dei compagni, che mina il buon gioco. Nel secondo tempo però si abbandona al nervosismo e scade in qualche scorrettezza.
Milano 6.5 Un ottimo piede, ma non credendoci abbastanza si perde tante occasioni per possedere la palla. Il terzino dà ritmo e velocità ai suoi, manca un po' di grinta nei duelli.
Larroux 6.5 Si spende tanto per i compagni facendo a sportellate in tantissime occasioni diverse. Salva molte palle indietro che ripropone poi in avanti.
39' Tomba 6 Per il tempo giocato non riesce a farsi notare rimanendo in un ruolo quasi marginale ma non commettendo nessun errore. (33' st Molgora sv).
Mellone 6 Nel secondo tempo è molto più attento rispetto al primo, mostrando anche lui un po' di spirito battagliero. 
18' st Cometa 6 Porta in campo freschezza e lo dimostra nella velocità di reazione con cui intercetta la palla. 
D'Amato 6.5 Emerge per azioni che però non riescono a sfondare più di tanto. Non è il giocatore di punta ma è fondamentale, da dietro le quinte traina la squadra. Peccato per l’espulsione finale. 
Bertoni 6 Si rende indispensabile nel primo tempo, andando però un po' a fasi alterne con la concentrazione. Secondo tempo non pervenuto perché viene sostituito dal suo tecnico.
5' st Ancora 6.5 Ha dato parecchio fastidio ai giocatori del Dalmine impedendo e intercettando molte palle. 
Sforzin 6 Gioca un primo tempo meraviglioso ma si perde nel secondo, rallentando sia di piedi che di testa. 
15' st Rivellini 6.5 Attento e scattante non riesce comunque a dare il fendente definitivo agli avversari. 
Bovi 6.5 Gioca un perfetto primo tempo, ma nel secondo lo si vede sopperire agli avversari in diverse occasioni non riuscire di a rispondere a dovere.
Santaniello 6.5 Anche lui, nel secondo tempo perde di concentrazione e si crea poco spazio. Il morale è a terra e il rettangolo verde parla decisamente chiaro. La prima frazione, però, è degna di nota.
11' st Atzeni 6 Considerando il margine di manovra che ha avuto in molte occasioni, non ha dato il meglio di sé in questa partita. 
Giacobbe 8 Autore della doppietta iniziale, fatica a controllare il nervoso durante il gioco e si abbatte facilmente. I suoi gol sono fondamentali nell'inizio sprint, poi si spegne.
All. Montalto 6.5 Il Cinisello sembra aver trovato finalmente la chiave giusta per portarsi a casa la salvezza, ma i giochi sono lunghi e subiscono amaramente la qualità avversaria.

La rosa del Cinisello prima del fischio d'inizio

CITTÀ DI DALMINE

Sufaj 7 Le porte violate iniziali sono frutto di distrazioni, ma si riscatta al meglio nei restanti momenti della gara. Una prestazione in crescendo degna della salvezza conquistata.
Confortini 7 Mostra un'arroganza sportiva che lo aiuta a scrostare la ruggine dalle gambe minuto dopo minuto. Piena sufficienza per il difensore.
Testa 6.5 Si spende per i compagni non avendo paura di buttarsi sulla palla a discapito delle gambe. Un lottatore che non molla niente. (11' st Savicic 6.5).
Amoroso 8 Autore della doppietta, si porta a casa un'ottima giocata e un buon risultato. È un po' il man of the match del Dalmine, senza di lui forse non sarebbe andata così.
Rossati 7 Non si distingue per particolari meriti, ma è sempre lì, pronto a dare il suo contributo. Non sbaglia quasi nulla.
Brandolini 7 Non inizia bene la partita ma si riprende minuto dopo minuto. La sua prestazione cresce esponenzialmente e si nota decisamente la sua presenza in campo.
Bonacina 7.5 Il gol portato a casa è stato frutto della sua preparazione, non lascia respirare gli avversari. Una super prestazione che vale gli applausi che riceve.
El Kadiri 7 Dà parecchio fastidio ai padroni di casa, soprattutto nel secondo tempo, quando l'ago della bilancia pende dalla sua parte. 
Spada 6.5 Troppi errori iniziali che sono costati alla squadra. Si riprende poi durante la gara offrendo anche qualche tiro a pirotecnico, più scenico che utile. 
5' st Pelicioli 6 Non riesce a lasciare il segno come dovuto, facendosi sfuggire un paio di occasioni d'oro.
Bombardieri 7.5 Gioca egregiamente il primo tempo, rendendosi uno dei giocatori di punta della squadra. Ci mette la firma nel poker e continua a rendersi insidioso anche nel secondo tempo.
Merati 7 Ottimo supporto ai compagni, passa buone palle al fine di arrivare al risultato. Un po' il regista della sua squadra.
All. Verzillo 7.5 Concitato ed energico, incita i suoi ragazzi portando una squadra preparata, cresciuta, e attenta. La salvezza sembra lontana dopo aver subito due gol a freddo, ma la preparazione psicologia e il cuore compensano lo svantaggio. Una rimonta che rimarrà nella storia e nella testa di questi giocatori.

Il Città di Dalmine al gran completo

ARBITRO

Riboli di Crema 7 Arbitraggio impeccabile, riesce a gestire anche le situazioni più spinose con occhio vigile e clinico. Lascia passare il giusto, senza perdere tempo, ma allo stesso tempo sa essere intransigente.

LE INTERVISTE

Dopo la gara, il tecnico Montalto commenta: «C'è tanto rammarico, siamo partiti bene poi abbiamo fatto troppi errori e ci siamo trovati sotto 3-2, incredibilmente. Una stagione davvero sfortunata, un'annata complicata per questi ragazzi. Mai un gruppo tutti insieme per lavorare. Un'annata disgraziata, ma ci sono stati molti errori anche da parte nostra. I margini di miglioramento sono tanti e cercheremo di riconquistare questa categoria il prima possibile. Sappiamo, però, che non sarà facile».

Entusiasta e fresco di festeggiamenti invece Verzillo, del Città di Dalmine: «Una partita al cardiopalma, siamo partiti non bene ma come è capitato parecchie volte durante l'anno. Poi abbiamo cominciato a macinare gol, abbiamo recuperato e abbiamo portato a casa quello che è giusto. I ragazzi sono cresciuti e migliorati, soprattutto a livello di autostima e carattere, sono tutti dei bravi ragazzi e disciplinati. Questo è quello che conta». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400