Cerca

Under 17

A secco per tutta la stagione, poi con una doppietta regala la salvezza alla sua squadra

Matteo Amoroso, classe 2005 del Dalmine, è lui l'MVP della gara contro il Cinisello

Amoroso Matteo

Matteo Amoroso, il giocatore che ha regalato la salvezza al Città di Dalmine

Nel calcio ci sono più tipi di bomber: quelli che segnano ad ogni gara, quelli che appena entrano la sbloccano, e poi ci sono quelli, come Matteo Amoroso, che segnano quando c’è più bisogno. Un esempio? Nello scontro decisivo per la salvezza, il classe 2005 del Dalmine ha firmato per ben due volte, aiutando i propri compagni nella rimonta finale (2-4) e soprattutto regalando la salvezza alla propria squadra.

PASSATO E PRESENTE

«Gioco a calcio da praticamente sempre, ho iniziato perché ero circondato praticamente da chiunque della mia età che ci giocava così ho provato e mi sono affezionato». Queste le parole di Amoroso, mediano del Dalmine di Verzillo. Tuttavia, il giocatore viene spesso utilizzato come difensore centrale, perché secondo lui «questi ruoli rispecchiano le mie caratteristiche dato che non penso di avere una volontà nel cercare sempre il gol come gli attaccanti e quindi tendo a difendere di più». Un gioco più difensivo, dunque, quello del 2005 gialloblù.

Da due anni tra le fila bergamasche, il giocatore ha un passato nel Canonica d'Adda, Oratorio di Osio Sopra, Voluntas e Ciserano. Commentando proprio il suo gruppo, Amoroso spiega: «Mi trovo molto bene con i miei compagni dato che molti li conoscevo anche prima di entrare in squadra essendo quasi tutti di paesi molto vicini al mio».

LA SCHEDA DI MATTEO AMOROSO

  • NOME: Matteo
  • COGNOME: Amoroso
  • ANNO: 2005
  • RUOLO: Mediano o difensore centrale
  • SQUADRA: Inter 
  • PUNTI DI FORZA: Tanta energia

FOCUS PERSONALE

«Da migliorare c'è che sono una persona un po' disattenta, mentre un mio punto di forza è che ho energie da vendere. Una delle mie più grandi soddisfazione è quella di non aver mai fatto panchina in tutte le squadre in cui ho giocato». Così si racconta Amoroso, interista di sangue e grande fan di Milito, sempre visto come un campione. Pensando al proprio percorso, il giocatore racconta come uno dei momenti più belli vissuti risalga proprio a poco tempo fa, anzi pochissimo. Spoiler? La gara di ritorno di playout contro il Cinisello.

Una rimonta spettacolare, anzi perfetta. Sotto di due gol dopo 10’, il Dalmine ci ha messo tutto per potersi salvare. E ce l’ha fatta. Complice, tra i marcatori, una straordinaria doppietta di Matteo. «La scorsa settimana i due gol che sono riuscito a fare sono stati importanti dato che ci hanno permesso di rimontare e salvarci - ha spiegato il giocatore -, ma soprattutto per me sono stati una manna dal cielo dato che durante l'anno non ero ancora riuscito a sbloccarmi. Quest'anno avremmo potuto fare molto di più e se avessimo avuto qualche altro elemento nel ruolo giusto saremmo sicuramente potuti arrivare in una posizione migliore». Pensando al futuro, il ragazzo conclude: «Un sogno preciso in realtà non c'è, però so che continuerò a giocare a calcio fino a quando ne avrò le possibilità, in che squadra ancora non lo so».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400