Cerca

Mercato

Piazza come Lebron, ritorno in patria a Casale e arrivano i primi colpi

Trombini, Pirrotta, Qanaj e Mannarino pronti a seguirlo da Lucento, ecco anche Davin e Rredhi da Crescentino

Alberto Piazza

Il nuovo tecnico del Casale

"I'm coming home, I'm coming home, Tell the world that I'm coming home" così veniva celebrato il ritorno di Lebron James a Cleveland dopo l'esperienza in quel di Miami; ebbene queste parole si possono abbinare anche ad Alberto Piazza, fresco di presentazione nella sua seconda avventura col Casale: il tecnico ex Lucento ha infatti già disputato diverse stagioni con i nerostellati, ma da giocatore, con cui ha vinto anche una Coppa Italia Serie D nella stagione 1998-1999.



Un vero e proprio cavallo di ritorno quello di Piazza, che anche da allenatore proverà a togliersi qualche soddisfazione con i nerostellati: «È stata una cosa incredibile, inaspettata e bella; tutto nasce da Marco Rizzieri il Dg del Casale, mio ex allenatore dell’Alpignano, una chiamata così, ci siamo parlati, visti, e in tempo zero mi ha dato tutto quello che nessuno mi ha mai dato, ovvero la concretezza e la chiarezza. Abbiamo fatto un colloquio durato 15 minuti, mi hanno convinto fin da subito. Appena sono arrivato, mi sono sentito a casa, mi sono ricordato dei bei vecchi tempi passati con questa maglia, con cui ho vinto la Coppa Italia, avevo già capito di essere su un altro livello, in più con le persone che si ricordavano di me, non potevo non accettare, sarei andato anche coi Provinciali, non mi importava della Categoria, a Casale si va. Con questa scelta spero di fare qualcosa di importante, di vincere qualcosa, per me, ma non solo: mi piacerebbe vincere per il mio vecchio amici e compagno di stanza Vincenzo Labrozzo, che purtroppo non c’è più, dopo essersi sposato è morto in piena luna di miele e quindi mi piacerebbe dedicargli qualcosa sul campo; ma anche vorrei dedicare un trofeo al mio amico ed estimatore Giorgio Rotolo, che ha ricevuto la notizia di un carcinoma alla mandibola, se lo meriterebbe tanto; infine anche allo stesso Rizzieri, l’artefice di tutto questo, visto che da giocatore n on gli ho regalato nulla di speciale, spero di farlo da allenatore di questa grande famiglia chiamata Casale».

I COLPI PIAZZA-TI
Piazza e Trombini

Piazza prepara la corazzata, pronti 4 arrivi dal Lucento


Piazza va ad allenare una squadra che ha dimostrato di poter fare bene, ha concluso la stagione con un terzo posto nel Girone E a 55 punti alle spalle del Chieri e della finalista regionale Asti, e proprio per questo c'è bisogno di alzare l'asticella: «Con la società abbiamo parlato di un discorso pluriennale; ho già visto da fuori la squadra, ho già avuto un contatto con loro, e quello che ho visto è che sono un gruppo di ragazzi unici, uniti, pieni di qualità, è già nata una certa alchimia, proprio per questo rivedo lo stesso gruppo di Torino ma ancora più forte, e quest’anno per alzare ulteriormente l’asticella c’era bisogno di qualcosa in più, e infatti per aumentare il livello, dopo il terzo posto dell’anno scorso mi sono portato 4 giocatori top dal Lucento, Ivan Pirrotta, Andrea Trombini, Andrea Mannarino e Aleks Qanaj; sicuramente loro faranno fare uno step in più alla squadra che è già ottima e di gran valore; in più arrivano dalla Crescentinese Nicolò Davin e Gabriele Rredhi, che ci aiuteranno con la crescita del gruppo, che però perderà Nicolò Massaro, che ha deciso di andare al Lascaris, una decisione che sinceramente non comprendo, qua a Casale hai tutto, senti proprio il professionismo, lo tocchi; comunque, nonostante questa perdita, abbiamo già fatto dei colpi importanti in entrata, non posso che essere soddisfatto del lavoro della società. Qualcuno poteva pensare che la distanza potesse essere un problema, ma non è assolutamente vero, quando c’è un’occasione del genere non c’è distanza che tenga».

SPONDA LUCENTO

Fa grande spesa dalla sua ex squadra Piazza, che è riuscito a convincere 4 dei suoi pupilli a seguirlo in questa nuova avventura: Andrea Mannarino, Aleks Qanaj, Ivan Pirrotta e Andrea Trombini.
Andrea Mannarino

Andrea Mannarino


Aleks Qanaj

Aleks Qanaj

In difesa Piazza si è assicurato due pezzi da 90 come Qanaj e Mannarino: il primo è stato uno dei migliori del Lucento Under 16, con un mancino da brividi con cui imposta l'azione dal basso ed molto pericoloso anche sui calci piazzati, con 5 gol all'attivo in 19 presenze di cui uno su rigore e un paio su punizione; il secondo è uno che dà solidità in difesa, mette anima e corpo in quella zona del campo, è difficile da superare ed è bravo in marcatura, insomma un vero e proprio Pitbull della retroguardia.Ivan Pirrotta

Ivan Pirrotta

Vittorio Trombini

Andrea Trombini

Dalla trequarti in avanti arrivano ancora Ivan Pirrotta e Andrea Trombini: il primo è stato il fantasista di Piazza nell'ultima stagione: gol e assist a valanga, giocate di classe, insomma il classico giocatore di qualità che ti può inventare la magia dal nulla; e queste magie le potrà sfruttare bene la punta di diamante, Andrea Trombini, il bomber di Piazza che porta ai nerostellati un bagaglio di 20 gol in 21 partite. Andrea la porta la vede eccome, e con lui e Pirrotta in attacco si può sognare in grande, considerando il fatto che i due insieme hanno collezionato 36 reti.

SPONDA CRESCENTINODavin

Nicolò Davin

Piazza però non è solo Lucento, oltre ai quattro top rossoblù, si fa spesa anche in casa della Crescentinese, e un primo colpo è l'esterno d'attacco Nicolò Davin, capace di salvarsi sul campo ai play out con la sua squadra, che però è retrocessa a causa della Coppa Disciplina: in stagione è stato il punto fermo di Cadoni, quello che ha avuto più minutaggio, sono ben 1798 i minuti di questa stagione, più i 1705 fatti con i 2005.
"Are we Ready?" No, we are Rredhi; infatti da Crescentino oltre a Davin arriva anche l'esterno basso Gabriele Rredhi, anche lui punto fisso nello scacchiere di Cadoni con 25 presenze su 26 giornate di campionato: inoltre lui è molto duttile e sarà fondamentale per Piazza, che potrà utilizzarlo sia a destra che a sinistra. 
Questi altri due colpi possono far sognare tutto il popolo nerostellato che il prossimo anno potrà godersi una squadra ancora più agguerrita e che potrà dire la sua fino alla fine.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400