Cerca

Under 17

Il Castello vince e conduce bene l'attacco: esordio trionfante

Gli eroi di giornata sono i canturini Romagnolo, Cappelleti e Genazzini: ottimo debutto per Lo Chiano

MATTIA GENAZZINI E WAINER ROMAGNOLO

CASTELLO CANTÙ UNDER 17: Mattia Genazzini e Wainer Romagnolo

Castello Cantù e Bresso iniziano ufficialmente la stagione e a sorridere sono i canturini che vincono 3-1 sul loro campo grazie a prestazione molto buona, in particolare nel primo tempo. I ragazzi di Lo Chiano chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio 2-0 con i gol di Romagnolo e di Mattia Cappelletti. Nella ripresa gli ospiti accorciano le distanze con il calcio di rigore trasformato dal capitano Bonanno e allo scadere i padroni di casa siglano la loro terza rete con Genazzini, anche lui in gol con la fascia al braccio. 

IL CASTELLO VOLA SULLE ALI

Sia i canturini che i milanesi si schierano con il 4-3-3 e cercano di sfruttare le corsie esterne. Le ali sono molto coinvolte in entrambe le squadre con spunti personali o venendo lanciate dal centrocampo o dalla difesa. Il primo portiere a essere impegnato è Valsecchi che respinge in tuffo una punizione di Pignata. Al 15’ però i locali sbloccano la partita: dopo una traversa colpita da un tiro potente di Bosini, il pallone arriva a Montorfano che supera un avversario, crossa e serve Romagnolo che si fa trovare libero in area e segna. I ragazzi di Lo Chiano iniziano a prendere le redini del gioco con i loro tre centrocampisti (Genazzini vertice basso, Riccardo Cappelletti e Romagnolo mezzali), che sopravanzano il terzetto avversario composto da Pignata, Bonanno e Vergani. Al 20’ Montorfano serve il suo secondo assist di giornata e questa volta a beneficiarne è Mattia Cappelletti che a pochi passi dalla porta non sbaglia. I ragazzi di Bonanno faticano a reagire, a creare pericoli e talvolta forzano alcune giocate. Nel finale però gli ospiti vanno in crescendo e creano qualche spavento con delle punizioni di Pignata e delle ripartenze che terminano con dei tentativi di Invernizzi e di Bertoni. In entrambi i casi le due ali milanesi non trovano lo specchio della porta. Il primo tempo finisce quindi 2-0 in favore dei locali. 

CAPITANI IN GOL

Nella ripresa il Bresso parte forte anche perché determinato a cercare di recuperare il doppio svantaggio. I milanesi trovano in partenza l'episodio che consente loro di dimezzare le distanze. Infatti viene concesso un calcio di rigore agli ospiti per un tocco in area con il braccio di Mercuri. Al 6' Bonanno va dal dischetto e spiazza Valsecchi. Il gol subito non spaventa comunque il Castello Cantù che si difende con ordine e giostra il pallone con buona qualità. Soprattutto nella prima metà del secondo tempo ci sono tanti duelli a centrocampo e le difese hanno spesso la meglio sugli attacchi. Dal 30' in poi la partita torna a regalare diverse emozioni e alla mezzora i padroni di casa hanno una grande occasione. Bosini serve in profondità il subentrato Longaretti, il numero 20 supera l'estremo difensore, ma a porta sguarnita colpisce il palo. Scampato il pericolo, gli ospiti tornano a farsi vedere con un tiro debole di Apricena, entrato dalla panchina, che non crea problemi a Valsecchi. I milanesi provano a esercitare una pressione più forte alla ricerca del pareggio e Signorelli ha due occasioni. Nella prima, servito dal subentrato Cimbro, controlla il pallone e calcia fuori alla sinistra del portiere. Nella seconda invece ha una grande chanche: sfrutta un errore del subentrato Paganoni, si presenta davanti al portiere di casa, lo supera, ma tira sull'esterno della rete. Il finale è però di marca canturina. Al 45' il subentrato Colombo viene graziato dall'arbitro per un fallo da rigore che commette sul sempre elettrico Bosini e al 48' arriva il tris dei padroni di casa. Genazzini ruba palla a Bonanno, vince un contrasto con un difendente ospite e trafigge Sanga da pochi passi. 

IL TABELLINO

CASTELLO CANTÙ-BRESSO 3-1
RETI (1-0, 2-0, 2-1, 3-1): 15’ Romagnolo (C), 20’ Cappelletti M., 6’ st Bonanno (r) (B), 48’ st Genazzini (C)
CASTELLO CANTÙ (4-3-3): Valsecchi 6.5, Spolidoro 6.5, Mercuri 6.5, Cappelletti M. 6.5 (19’ st Paganoni 6), Colantonio 7, Genazzini 7.5, Montorfano 7 (35’ st Ianiro sv), Cappelletti R. 6.5 (25' st Cricri 6), Gioia 6.5 (19’ st Longaretti 6.5), Romagnolo 7.5, Bosini 7. A disp. Stancarone, Rubbio, Cicala, Brivio, Monti. All. Lo Chiano 7.5. Dir. Cicala.
BRESSO (4-3-3): Sanga 6, Lorusso 6, Pellitta 6 (1’ st Ravazzani 6), Vergani 6 (1’ st Apricena 6), Biello 6.5 (21’ st Cimbro 6), Donato 6.5, Bertoni 6 (13’ st Longhetti 6), Bonanno 6.5, Signorelli 6.5, Pignata 6.5, Invernizzi 6.5 (26’ st Colombo 6). A disp. Cereghini. All. Bonanno 6.5. Dir. Lorusso.
AMMONITI: Gioia (C), Genazzini (C), Montorfano (C), Ravazzani (B). 
ARBITRO: Tommaso Caflisch di Como 6.

LE PAGELLE

CASTELLO CANTÙ

Valsecchi 6.5 Poco impegnato, ma quando viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Bene anche nelle uscite. 
Spolidoro 6.5 Concede poco in difesa, non sale molto, ma in avvio di ripresa si fa apprezzare per una bella sgroppata sulla destra. 
Mercuri 6.5 Presidia bene l'area di rigore sventando diversi palloni che passano dalle sue parti. Peccato solo per il rigore causato. 
Mattia Cappelletti 7 Realizza il gol del 2-0 facendosi trovare ben appostato in area di rigore. Dietro concede poco risultando quasi sempre preciso negli interventi. 
19' st Paganoni 6 Contribusice a dare solidità al reparto difensivo anche se in un'occasione da un suo errore il Bresso va vicino alla rete del 2-2.
Colantonio 7 È sempre ben posizionato, effettua numerose chiusure importanti e non si fa mai sorprendere. Oggi roccioso.
Genazzini 7.5 Mostra grandi doti di impostazione giocando con qualità sia sul corto che sul lungo e segna il gol del 3-1 con caparbietà e tecnica nella conclusione.
Montorfano 7 Si rende protagonista di diversi spunti interessanti sulla destra, mostra grande velocità, abilità nel dribbling e serve due assist. (35' st Ianiro sv). 
Riccardo Cappelletti 6.5 Dà qualità al palleggio, gestisce bene i palloni che passano dai suoi piedi e fa quasi sempre la scelta giusta. 
25' st Cricri 6 Contribuisce a dare ordine alla manovra, i suoi passaggi sono quasi sempre precisi. 
Gioia 6.5 Non si rende molto pericoloso, ma fa tanto movimento per liberare spazio per sé e per i compagni. 
19' st Longaretti 6.5 Entra bene in partita e ha una buona occasione in cui fa tutto bene a eccezione della conclusione finale in cui gli manca la giusta precisione. 
Romagnolo 7.5 Mostra un'ottima visione di gioco, fornisce diversi lanci illuminanti e accompagna bene l'azione. Suo il gol che sblocca la partita. 
Bosini 7 Va vicino al gol colpendo la traversa. Mostra grande rapidità di gambe e un'ottima capacità di saltare l'uomo. Oggi imprendibile. 
All. Lo Chiano 7.5 Ottimo esordio in campionato della sua squadra. Il Castello Cantù sfrutta molto bene le corsie esterne e gioca con qualità anche centralmente. I suoi ragazzi mostrano inoltre una buona compattezza e gestiscono bene i momenti di pressione degli avversari. La stagione inizia con il piede giusto. 

I ragazzi a disposizione di Lo Chiano contro il Bresso

BRESSO

Sanga 6 Sui gol non può nulla e per il resto non è chiamato a compiere interventi di particolare rilievo.
Lorusso 6 Ha il difficile compito di contenere Bosini con cui innesca dei bei duelli per tutto l'arco dell'incontro. 
Pellitta 6 Anche lui ha sulla sua fascia un avversario molto difficile da arginare (Montorfano) e prova a tenere botta. 
1' st Ravazzani 6 Inizialmente viene impiegato come terzino sinistro, successivamente viene spostato come ala. Si disimpegna abbastanza bene in entrambi i ruoli.  
Vergani 6 Fornisce un discreto contributo in entrambe le fasi, ma patisce un po' la brillantezza del centrocampo ospite. 
Biello 6.5 Chiude bene gli spazzi centrali, i suoi interventi sono puntuali e non va quasi mai in difficoltà. 
21' st Cimbro 6 Dà buona solidità al reparto difensivo e mostra buone doti di impostazione. 
Donato 6.5 Bene in marcatura, difficilmente perde contatto con l'uomo, è quasi sempre attento e concentrato. 
Bertoni 6 Va vicino al gol con un cross che si trasforma in un tiro. Per il resto viene ben contenuto. 
13' st Longhetti 6 Prova a dare nuovo vigore sulla destra, ma fatica a incidere. 
Bonanno 6.5 Partita di sostanza condita anche da buona qualità. Segna su rigore e perde un brutto pallone in occasione del terzo gol dei padroni di casa. 
Signorelli 6.5 Nel primo tempo fatica a rendersi pericoloso, mentre nella ripresa il suo rendimento cresce e ha due buone occasioni, in particolare la seconda.
Pignata 6.5 Prova a dare qualità alla manovra e batte bene dei calci piazzati mostrando di avere un piede educato. 
Invernizzi 6.5 Si accende a sprazzi, molto bella una sua giocata sulla sinistra in cui si accentra e fa partire un ottimo tiro che sorvola di poco la traversa. 
26' st Colombo 6 Prova a dar manforte sulla sinistra alimentando gli attacchi sulla corsia. Viene graziato dall'arbitro per un fallo da rigore su Bosini. 
All. Bonanno 6.5 La squadra fatica nel primo tempo, in particolare a contenere le ali di casa; nella ripresa parte forte e accorcia le distanze. I suoi ragazzi provano a spingere, ma oggi faticano a trovare spazi tra le maglie avversarie e allo scadere subiscono la terza rete. 

L'undici titolare scelto da Bonanno contro il Castello Cantù



ARBITRO

Caflisch di Como 6 Probabilmente nel finale manca un rigore in favore del Castello Cantù. In generale tiene bene le redini dell'incontro placando sul nascere ogni protesta. 

LE INTERVISTE

Lo Chiano, tecnico del Castello Cantù: «Sono soddisfatto dell'atteggiamento della squadra, per creare una base forte bisogna avere dei requisiti umani. Dobbiamo pensare a dare il massimo partita per partita. Siamo ben attrezzati sugli esterni, mentre al momento non abbiamo centravanti di ruolo». 

Bonanno, allenatore del Bresso, analizza così la sconfitta: «Nel primo tempo siamo stati sottotono, più sulla testa che sulle gambe. Abbiamo subito il loro gioco nella prima frazione di gioco, mentre nella ripresa abbiamo contenuto meglio le loro offensive marcando il loro principale costruttore di gioco. Nel secondo tempo abbiamo fatto qualcosa in più. Il nostro obiettivo è fare molto meglio rispetto alla scorsa stagione». 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400