Cerca

Alessandria-Novara Under 17: Mazzucco e Licco sfiorano il colpaccio, ma Bonacina guasta la festa a Buonagrazia

Alessandro Licco Alessandria Under 17
Il risultato rispecchia fedelmente l'andamento della gara. Di una gara estremamente piacevole e bella. Combattuta su entrambi i fronti con uguali energie e convinzione, con continui capovolgimenti di fronte sempre pericolosi. Se inizialmente si è fatto preferire il Novara con il suo pressing alto e asfissiante segnando subito con Bonacina, nel prosieguo l'Alessandria si è mostrata egualmente determinata e decisa a perseguire il risultato pieno giocando sugli stessi ritmi degli avversari. Forse gli ospiti potevano chiudere la gara nella prima mezz'ora, senza esservi riusciti, vuoi per sfortuna vuoi per bravura della difesa, portiere compreso. Ma i grigi sicuramente dalla mezz'ora del primo tempo con il gol di Mazzucco fino al vantaggio dei primi dieci minuti della ripresa firmato da Licco, hanno dettato la loro legge. E avrebbe fatto sicuramente bottino pieno se non fosse stato per l'unica sbavatura di Dyzeni sul gol del pari biancoceleste siglato da Bonacina. Sprint novarese. Partono a razzo gli ospiti, pur subendo il primo tiro nello specchio con un bel sinistro di Licco poco angolato che Zanon blocca in tuffo. Ma ad essere più incisivo è sicuramente il Novara che mantenendo la squadra molto corta e pressing alto si porta spesso in area alessandrina. I grigi da parte loro hanno quasi un atteggiamento spavaldo con la difesa a tre in linea con i tre attaccanti biancocelesti che corrono a volte troppi rischi. Al 7' Gennaio si libera sulla fascia di due avversari, entra in area e serve un delizioso pallone sul dischetto che Bonacina sfrutta al meglio angolando di piatto destro nell'angolino a sinistra di Dyzeni. Al 20' scambio veloce tra Barisone e Morando che quest'ultimo conclude con un tiro diretto in porta e intercettato, in scivolata, da Battistella che sfiora l'autorete, il pallone finisce oltre la traversa. Delizioso slalom di Corbo che sfugge a due difensori, ma non a Perazzone che lo mette giù col corpo. Rigore! no, per Giavena non lo è. Zanon, al 40', è chiamato ad un bell'intervento di piede sulla botta ravvicinata di Mazzucco. Il gol è nell'aria ed arriva un minuto dopo sulla staffilata da fuori area di Barisone, corta respinta di Zanon che finisce sui piedi di Mazzucco, pronta la ribattuta e gol del pari. Sfiorano il raddoppio, al 45', Morando e Mazzucco con una doppia conclusione in porta che Zanon respinge di piede. Vento in poppa. L'Alessandria è lanciata e così nella ripresa parte all'attacco della porta novarese. Ma al 3' sfiorano per primi il gol gli ospiti con un pallone che Calò indirizza verso la porta attraversandone tutto lo specchio senza che nessun compagno l'appoggi in rete. Al 7' grintosa percussione di Morando che si porta in area sulla linea di fondo e serve una palla facile sul primo palo dove, bene appostato, Licco di sinistro mette nell'angolino. Pimpanti e sicuri di sé gli orsetti si portano sotto sfiorando il terzo gol con Mazzucco che ben servito davanti alla porta, a colpo sicuro, di piatto indirizza nell'angolo, ma Zanon intuisce tutto e devia in angolo in tuffo. Al 19', unico neo in una prestazione sopra le righe, Dyzeni respinge con il palmo delle mani un siluro da fuori area di Gazoul, la palla finisce sui piedi di Bonacina che con rabbia spedisce in porta. Non è chiusa la gara, perché Buonagrazia nell'ultimo quarto d'ora schiera addirittura quattro attaccanti, vuol fare sua l'intera posta. Sfortunatamente Occhiuzzi s'infortuna dopo due minuti e l'Alessandria resta in dieci, avendo esaurito tutte le sostituzioni. Il Novara si ringalluzzisce ma centrocampo e difesa grigia si esaltano fino alla fine evitando la beffa finale.

IL TABELLINO

Alessandria-Novara 2-2 RETI (0-1, 2-1, 2-2): 7' Bonacina (N), 41' Mazzucco (A), 7' st Licco (A), 19' st Bonacina (N). ALESSANDRIA (4-1-3-2): Dyzeni 6.5, Nobile 6, Ricca 6.5 (25' st Senise 6.5), Simonelli 6 (14' st Tavella 6), Bocchio 6.5, Perazzone 6.5, Gregori 6 (14' st Paolucci 6), Licco 7 (33' st Occhiuzzi sv), Mazzucco 7, Barisone 6.5, Morando 6.5 (33' st Boido 6). A disp. Picollo, Marasco, Francinelli, Nacci. All. Buonagrazia 7. NOVARA (4-3-3): Zanon 6.5, Moretti 6.5 (28' st Rodolfo Masera sv), Gennaio Granato 6.5, Molinari 6.5, Battistella 6.5, Losio 6.5, Corbo 7, Checcacci 7, Bonacina 7.5, Gazoul 6.5, Calò 6.5 (43' st Florio T. sv). A disp. Garoni A., Ghiorghies, Signorelli, Di Nunno, Marise, Restelli, Piccinelli. All. Brizzi 7. ARBITRO: Giaveno di Pinerolo 6. ASSISTENTI: Moriena di Pinerolo e Della Sala di Pinerolo.

LE PAGELLE

ALESSANDRIA Dyzeni 6.5 Una prestazione notevole in una gara molto combattuta e difficile. Unico neo quella respinta corta sul gol. Nobile 6 Poche sbavature in fase difensiva, poca convinzione in fase di costruzione sulla fascia. Ricca 6.5 Si mette in evidenza sia negli anticipi che nei contrasti, con qualche apertura interessante sulla fascia sinistra. 25' st Senise 6.5 Nel finale di gara si rende molto utile nel portare la palla a spasso. Simonelli 6 Buona guardia davanti alla difesa come filtro, facendo girare anche la palla nelle ripartenze. 14' st Tavella 6 Si rende utile quando la sua squadra rimane in dieci. Bocchio 6.5 Buone chiusure nelle giocate a terra e nelle giocate aeree. Perazzone 6.5 Oltre ai compiti difensivi mostra personalità nell'impostare. Gregori 6 Entra poco in partita quasi si estranea soprattutto in fase di attacco. 14' st Paolucci 6 Spende risorse nelle chiusure nel finale. Licco 7 Vero mattatore a centro campo, padronanza del pallone e visione di gioco. Dal suo sinistro il secondo gol. (33' st Occhiuzzi sv). Mazzucco 7 Pochi palloni giocabili nei primi venti minuti, ma poi sale in cattedra realizzando il pari ed andando vicino al raddoppio. Barisone 6.5 Grande spinta in avanti e due tiri in porta che Zanon gli ferma. Morando 6.5 Spola sulla fascia sinistra, al 7' confeziona l'assist per Licco. 33' st Boido 6 Utile negli ultimi minuti in dieci. All. Buonagrazia 7 Sostituisce alla grande l'indisponibile Cassaro. I cambi del secondo tempo fanno intravedere personalità e determinazione. Ha provato a vincere.   NOVARA Zanon 6.5 Il pari lo si deve anche a lui che, con alcune difficili parate ha fermato palloni pericolosi diretti in porta. Moretti 6.5 Morando non gli ha dato punti di riferimento, per cui si è dato da fare in fase di appoggio. (30' st Rodolfo sv). Gennaio 6.5 Uno dei due centrali difensivi molto valido in fase di contraerea, serve la palla gol a Bonacina. Molinari 6.5 Tanta fisicità e tanta lotta a centro campo. Non tira mai indietro il piede. Battistella 6.5 Molto valido nei contrasti sia a terra che in fase aerea. Losio 6.5 Sulla fascia sinistra non ha dovuto sudare su Gregori, per cui si è attivato in fase di costruzione. Corbo 7 Sguscia come un anguilla tra i paletti, è un piacere vederlo. Atterrato in area, forse c'era rigore. Checcacci 7 Instancabile e inesauribile fino alla fine recupera tantissimi palloni che ripropone in attacco. Bonacina 7.5 Una doppietta da opportunista ma anche alcune occasioni mancate per un pelo. Gazoul 6.5 Praticamente innamorato del pallone difficilmente se ne libera. Il secondo gol scaturisce da  una sua bella conclusione. Calò 6.5  Da centro campo a sinistra apre e si propone bene sulla fascia sinistra. (43' st Fiorio sv). All. Brizzi 7 Squadra ben preparata sia sul piano tattico- strategico che su quello psicologico Arbitro 6 In alcune  occasioni avrebbe fatto meglio a fischiare i falli in area su entrambi i fronti.

LE INTERVISTE

Corrado Buonagrazia, allenatore dell' Alessandria: «Siamo una squadra coraggiosa che non lesina energie in campo per raggiungere l'obbiettivo vittoria. Rispetto alla prima gara siamo decisamente migliorati dopo mesi di fermo». Massimiliano Brizzi, allenatore del Novara: «Potevamo chiudere la gara nella prima mezz'ora ma non ci siamo riusciti. Poi è venuta fuori l'Alessandria che è sicuramente un ottima squadra. Va bene il pari».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400