Cerca

Pro Sesto-Modena Under 17: i biancocelesti stendono i canarini con una doppietta di Goffi

goffi
A Sesto San Giovanni non c'è storia: i biancocelesti guidati da Simone Martinelli dominano e conquistano tre punti importantissimi contro un Modena spento e poco pericoloso. Decisiva è la doppietta del bomber Tommaso Goffi, un vero e proprio leader della squadra in uno stato di forma pazzesco. Con questa vittoria i padroni di casa acciuffano il Piacenza, sconfitto in casa dalla Pergolettese, e volano al terzo posto a pari punti con gli stessi gialloblù. Il Modena, invece, reduce da tre risultati utili consecutivi deve fare i conti con un brusco stop che lo fa scivolare in fondo alla classifica a pari punti con il Carpi. Se i biancocelesti sembrano essere sulla strada giusta, lo stesso infatti non si può dire degli ospiti, perennemente schiacciati nella propria metà campo e capaci di reagire soltanto grazie ad alcuni episodici calci piazzati. Gol in extremis. Si affrontano due squadre assetate di punti, da una parte la Pro Sesto che vede l'occasione di accorciare la distanza dalla vetta, dall'altra il Modena che vuole ripetersi dopo la vittoria interna contro il Carpi. Dal primo minuto di gioco però si intuisce subito quale sarà l'andamento della gara: Uva impegna immediatamente Leonardi con un tiro debole ma pericoloso. Il portiere para ma l'assalto continua, al 7' è Goffi a impensierire nuovamente il numero 1 avversario costretto a uscire per fermare la punta lanciata verso la porta. L'assalto dei biancocelesti non si placa per un attimo e, dopo un paio di occasioni fallite, arriva il momento di provarci dalla distanza. Sono prima Silba e poi Ciarmoli a impegnare Leonardi, ma quest'ultimo, decisamente in giornata, sembra poter prendere davvero di tutto. Con un predominio così marcato, tuttavia, è quasi impossibile che il risultato non si sblocchi. Il gol si respira nell'aria ed arriva proprio alla fine della prima frazione. Al 45' Valtorta lancia con un incredibile assist filtrante il pericolosissimo Goffi che, da buon bomber di razza, non si lascia sfuggire un'occasione così ghiotta e insacca con cinismo. Dominio biancoceleste. Quando le squadre rientrano in campo nella ripresa il caldo si fa sentire e diventa tutto più difficile soprattutto per gli ospiti, bisognosi di un evento che ribalti la partita. In queste condizioni spicca allora nuovamente, forse anche più marcatamente, la squadra con la condizione fisica migliore. Sono sempre i biancocelesti infatti a dominare e gestire la partita. Al 5' Silba è bravissimo ad accentrarsi e a cercare la conclusione ma la palla esce di pochissimo alla sinistra del palo. Non passa neanche un minuto dal brivido per gli ospiti e l'incubo si tramuta in realtà. La palla scivola di nuovo verso il bomber Tommaso Goffi che realizza la doppietta personale ed esulta davanti ai tifosi. La partita sembra decisa e la reazione dei gialloblù è troppo tenue. Al 16' ci prova Spaggiari con una conclusione debole che viene agilmente controllata da Formosa. A nulla serve anche la buona punizione battuta in mezzo da Turci ma non concretizzata dai compagni di squadra. I modenesi lottano fino alla fine rimediando anche, a causa del nervosismo, due ammonizioni. Manca, tuttavia, quel pizzico di lucidità che può fare la differenza e quando l'arbitro fischia la fine è la squadra che ha giocato meglio a portarsi a casa i tre punti.

IL TABELLINO

PRO SESTO-MODENA 2-0 RETI: 45' Goffi (P), 6' st Goffi (P). PRO SESTO (4-3-3): Formosa 6.5, Silba 6.5 (25' st Pastore 6.5), Valtorta 7 (25' st Segato 6.5), Ciarmoli 7, Costante 6.5, Silanos 6.5, De Carlini 6.5, Macovei 6.5 (30' st Zannelli 6), Goffi 8, Uva 6.5 (11' st Ciubotaru 6.5), Marocco 6.5 (11' st Curzi 6). A disp. Rimbu All. Martinelli 7. MODENA (4-3-3): Leonardi 6.5, Gilioli 6, Di Donato 5.5, Mogavero 5.5, Shanableh 6, Dugoni 6, Turci 6.5 (40' st Messori sv), Carrera 6 (20' st Kwakye 6), Bellentani 6 (5' st Zanasi 5.5), Spaggiari 6, Romanciuc 6. A disp. Roteglia, Diozzi, Cavani, Cornia, Paglia, Borri. All. Bernabei 6. ARBITRO: Rosciano di Cinisello Balsamo 6.5. ASSISTENTI: Brambilla di Lecco e Stangoni di Sondrio. AMMONITI: Messori (M), Zanasi (M)

LE PAGELLE

PRO SESTO Formosa 6.5 Non eccessivamente impegnato in questo match ma quando viene chiamato in causa è sempre attento e pronto a reagire. Molto sicuro sulle uscite e sui rinvii. Una sicurezza tra i pali per tutta la squadra. Silba 6.5 Gli avversari se lo perdono continuamente. Spesso libero sulla fascia destra trova in vari modi occasioni per essere pericoloso. Sfiora il gol accentrandosi e poi provando un tiro angolato ma sfortunatamente per lui la palla esce di poco fuori.  25' st Pastore 6.5 Entra in gara con la giusta grinta e cattiveria e aiuta i compagni nello sprint finale per mantenere il doppio vantaggio. Un cambio fondamentale che fornisce le giuste energie alla squadra.  Valtorta 7 Un terzino dalla corsa implacabile. Spinge sempre e ha varie occasioni per arrivare anche a essere pericoloso in fase offensiva. Meravigliosi i passaggi per i compagni così come le azioni che partono dal suo lato del campo.  25' st Segato 6.5 L'allenatore decide di far riposare i propri terzini e di cambiare su entrambe le fasce, forse a causa del calore estenuante. Lui entra pronto in partita e impatta in maniera positiva sul match. Ciarmoli 7 Pericolosissimo. Le sue verticalizzazioni sono veleno per la difesa avversaria così come le sue conclusioni dalla distanza sono brividi per Leonardi. Non trova il gol soltanto a causa dello stato di grazia del portiere avversario.  Costante 6.5 Gioca una partita perfetta difensivamente, non concedendo praticamente nulla agli avversari grazie anche alla sua imperante fisicità. Nella seconda frazione poi decide di provare anche lui una conclusione dalla lunga distanza con il pallone che si abbassa e finisce di poco sopra la traversa.  Silanos 6.5 I suoi anticipi sono fondamentali, così come la sua capacità di far ripartire la squadra velocemente. Oggi come spesso si rivela un muro difensivo, ma anche un giocatore con delle grandi qualità in fase di impostazione.  De Carlini 6.5 Lotta su ogni pallone a centrocampo e ci mette tutta la grinta possibile. Oltre al suo spirito da guerriero sono micidiali anche i suoi cross, spesso potenzialmente fatali per la difesa avversaria.  Macovei 6.5 Tassello fondamentale del centrocampo biancoceleste, guida il gioco offensivo della sua squadra e serve i compagni con grande precisione. Smista palloni importanti e ci mette tanta corsa.  30' st Zannelli 6 Entra a partita quasi conclusa ma dà il suo contributo giocando una partita priva di particolari errori o sbavature.  Goffi 8 Una doppietta da sogno. L'istinto del bomber lo ha, e si vede da subito. Gioca fin dall'inizio sulla linea del fuorigioco, i compagni cercano i suoi scatti e ha tante occasioni di lanciarsi verso la porta. La differenza la fanno il suo cinismo e il suo senso del gol.  Uva 6.5 Suona lui il primo allarme per gli avversari quando dopo neanche un minuto trova il tiro in porta parato da Leonardi. Si rende protagonista poi di importanti passaggi per i compagni, soprattutto per Goffi, mostrando a tutti quanto sia prezioso il suo altruismo. 11' st Ciubotaru 6.5 Colpisce una traversa e va vicino al gol nonostante abbia avuto poco tempo per essere decisivo. Entra in partita con la giusta voglia di fare e fa la differenza.   Marocco 6.5 La sua tecnica e la sua velocità sono un pericolo costante. Si crea un'azione praticamente da solo sulla fascia sinistra ma una volta arrivato davanti alla porta spreca con un tiro debole. Gli manca solo il gol. 11' st Curzi 6 Entra e suona la carica spronando i compagni con tanta corsa e grinta. Un cambio sicuramente indovinato dall'allenatore che nel secondo tempo ridisegna la propria squadra. All. Martinelli 7 La sua squadra domina incontrastata fin dal primo minuto di gioco, dal punto di vista offensivo fondamentale è il ruolo da lui assegnato a Goffi e oggi si capisce benissimo perché. Una gara dominata sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista del gioco. MODENA Leonardi 6.5 Subisce due gol su cui riesce a fare poco, ma davanti alla mole di occasioni avute dai padroni di casa è anche bravo a limitare il bottino negativo. Compie dei veri e propri miracoli sui tiri dalla distanza di Ciarmoli e compagni.  Gilioli 6 Qualche imprecisione di troppo gli può costare carissima. Perde un pallone pericolosissimo in difesa servendo involontariamente Goffi ma è bravo a recuperare e rimediare. Partita difficile per lui ma ne esce a testa alta.  Di Donato 5.5 Schiacciato un po' dagli avversari, viene tenuto basso e non riesce mai a emergere veramente. Condizionato forse dalla grande difficoltà del match.  Mogavero 5.5 Troppi palloni pericolosi persi in seguito al pressing degli avversari. Può fare molto meglio ma serve più freddezza e tranquillità in mezzo al campo.  Shanableh 6 Commette qualche sbavatura difensiva ma nel complesso è abbastanza attento. Molto importante un suo recupero sull'avanzata verso la porta di Silba. Dugoni 6 Giornata difficile per tutto il reparto difensivo della sua squadra. Lui, tuttavia, non è tra i principali colpevoli della disfatta. In un primo momento si muove bene con la linea difensiva tenendo Goffi per lo più in fuorigioco. Poi il numero 9 sfugge dal radar. Turci 6.5 Un suo bellissimo cross tagliato da calcio piazzato rischia di riaprire la partita. Sicuramente tra i migliori dei suoi, sempre pronto a lottare su ogni pallone e a non mollare fino alla sua sostituzione. (40' st Messori sv). Carrera 6 Molto bravo nel dribbling, oggi però non riesce a sfruttarlo al meglio per creare un'occasione decisiva. Ci prova con dei tiri dalla distanza ma non hanno mai la giusta precisione.  20' st Kwakye 6 Non riesce a sfondare dalla fascia sinistra, spesso esagera nel tenere la palla invece di scaricarla ai compagni. La sua corsa però rinvigorisce la squadra creando qualche problema agli avversari. Bellentani 6 Riesce a recuperare palle importanti anche in zona offensiva grazie al pressing ma poi perde troppo tempo per arrivare in porta. Buona prestazione, ma deve essere più rapido e deciso quando vicino all'area di rigore.  5' st Zanasi 5.5 Entra in campo nervosamente come testimoniato anche dall'ammonizione rimediata. Non riesce a incidere in attacco, forse anche a causa della difficoltà del match per tutta la sua squadra.  Spaggiari 6 Non riesce a far valere il suo peso offensivo, ci prova con alcune conclusioni dalla distanza ma non impatta con la giusta precisione. Da considerare però anche la misera quantità di palloni arrivati dalle sue parti.  Romanciuc 6 Prova più volte a mettere dei palloni in mezzo dalla destra ma spesso i suoi cross non hanno la giusta precisione. In alcune occasioni in cui sarebbe servito un traversone teso per servire la punta manca quel pizzico di lucidità. Bravo però a proporsi e a guidare l'offensiva della sua squadra. ARBITRO Francesco Rosciano 6.5 Gestisce la partita con grande ordine ed estrae i cartellini solo quando necessario. Restano dei dubbi su un possibile rigore per la Pro Sesto sul finire della prima frazione ma il contrasto era decisamente troppo debole per arrivare ad assegnare un penalty.

LE INTERVISTE

Il tecnico dei padroni di casa Simone Martinelli non nasconde l'entusiasmo e la soddisfazione per la vittoria e per la prestazione dei ragazzi: « Io credo che abbiamo fatto un'ottima partita. Abbiamo dominato il gioco e siamo stati padroni del campo nonostante qualche infortunio che poteva penalizzarci. I ragazzi sono stati molto attenti durante i 90 minuti e questa vittoria la ritengo pienamente meritata»  
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400