Cerca

Renate-Pro Sesto Under 17: Goffi apre e chiude i conti, Robbiati mantiene il comando della classifica

RenateProSesto
Pari ricco di gol ed emozioni quello che ha coinvolto Renate e Pro Sesto. Apre Tommaso Goffi, il numero 9 di Martinelli, risponde Christian Ghibellini, sponda Robbiati. Nel mezzo una perla di Luca Resnati alla quale risponde sempre Goffi in avvio di ripresa per un match tanto entusiasmante. Un punto a testa che però non accontenta nessuno: il Renate, che già assaporava una mini fuga, si deve fermare nuovamente dopo la sconfitta di Carpi, rimanendo a 3 lunghezze dalle inseguitrici. La Pro Sesto manca invece il possibile aggancio ai danni delle pantere, in un match dove però sono apparsi evidenti i diversi valori tecnici delle due squadre. Robbiati conta di un comparto offensivo di primissimo livello, cosi come Martinelli gode di una difesa fisica e molto solida. La differenza sta negli stili di gioco: i nerazzurri preferiscono giocare nello spazio, controllare il pallone e costruire, i bianco blu tengono le linee strette e attendono l'attimo giusto per andare in ripartenza. Il risultato è un match ricco di agonismo e grandi giocate dove il pari alla fine dei è conti è risultato più che giusto per quanto visto sul campo.

Il valzer dei numeri 9. Il primo tempo è uno spettacolo tutto da vivere: il Renate, tanto bello è forte nel suo reparto offensivo, da subito prova delle sue enormi qualità creando numerose palle gol che inizialmente mettendo paura alla retroguardia di Martinelli. La Pro Sesto però riesce a scuotersi di dosso rapidamente la tensione del momento, trovando la svolta nel cambio di modulo. Il 4-4-2 iniziale con Ciubotaru e Goffi riferimenti centrali, lascia spazio ad un 4-3-3. Scelta dovuta al rapido infortunio di De Carlini, che lascia il posto dopo soli 7’ minuti a Curzi, le cui qualità risaltano meglio se portate dentro al campo piuttosto che sull’out di destra. Il Renate però approccia bene e forte di un Maccario sugli scudi, trova da subito una buona continuità in fatto di palle gol. Minuto 5’: Mariani va lungo proprio sul numero 8 che trova però la grande parata di Formosa. Subito dopo è invece Lisco a pescare Maccario da corner, la cui deviazione però termina di poco sul fondo. Il monologo del numero 8 è concluso da un bolide esploso dalla trequarti che l’estremo difensore di Martinelli devia in angolo. La Pro Sesto resiste ai colpi del Renate senza mai sciogliersi, trovando invece la forza di rialzarsi con grande determinazione, andando a concretizzare al meglio i pochi palloni che la difesa di Robbiati concede. Ecco allora Silba che al 20’ parte sulla sua fascia superando di gran carriera la marcatura di Bovi, pennellata sul secondo palo per Goffi che ci mette la testa e spinge a rete. Non c’è tempo di esultare che il Renate torna subito alla carica, con un recupero palla che porta Ghibellini al cross dalla sinistra, sul primo palo taglia Lisco che sfiora la sfera e manda fuori tempo la difesa ospite. Uno due entusiasmante, almeno per i tifosi neutrali, che poco dopo devono togliersi il cappello dinanzi alla perla di Resnati. Al tramonto del primo tempo il numero 10 di Robbiati regala al Renate il vantaggio con un mancino da fuori area imprendibile, che si va ad insaccare alla destra di Formosa. 


L'intervento di Tanzi ai danni di Goffi non sanzionato dal direttore di gara. C'è il tocco?

Goffi è inarrestabile. La ripresa in termini di occasioni da gol non è altrettanto entusiasmante e vive di un calo netto in quanto a intensità e palleggio. Ciò è determinato infatti da continue interruzioni per posizioni di off-side, interventi duri ed errori tecnici che limitano le possibilità di assistere ad altri 45' minuti di puro agonismo. Il pari alla fine è il risultato più corretto per quanto si è visto: nel secondo tempo il Renate è padrone del gioco e del campo, ma alla fine è poco concreto e cinico negli ultimi metri; la Pro Sesto al contrario rimane compatta e prova sempre di giocare sulla linea alta di Robbiati con risultati poco soddisfacenti alla lunga. Quando però questa tattica funziona, i ragazzi di Martinelli riescono a creare degli effettivi pericoli, e quando in attacco conti di un talento come quello di Goffi stai sicuro che uno di questi palloni verrà trasformato in un gol. Detto fatto. Bastano 5' minuti alla Pro Sesto per trovare il gol del pari, sempre nel segno del suo numero 9, che rigira a rete con un missile terra-area il traversone preciso di Curzi. Nel finale solo Costante prova a regalare un sussulto con una semi rovesciata terminata di poco a lato. Il Renate esce con un sorriso amaro, perché consapevole di aver lasciato dei punti per strada che avrebbero fatto comodo visto il pari della Pergolettese. La Pro Sesto può dirsi soddisfatta, viste le qualità dell'avversario e le difficoltà di una gara in cui si è dato il tutto per tutto.

CLICCA QUI PER VEDERE LE IMMAGINI PIU' BELLE DEL MATCH

IL TABELLINO

Renate-Pro Sesto 2-2 RETI (0-1, 2-1, 2-2): 20' Goffi (P), 22' Ghibellini (R), 36' Resnati (R), 5' st Goffi (P). RENATE (4-3-3): Tanzi 6, Mariani 5.5 (1' st Fardella 6), Bovi L. 5.5, Zaccaria 6 (12' st Ciarmoli), D'Amato 6.5, Valussi 6.5 (42' st Colombo sv), Comi 6.5 (6' st Baioni 6), Maccario 7 (42' st Bovi C. sv), Lisco 7, Resnati 6.5 (1' st Treccozzi 6.5), Ghibellini 6.5 (42' st Adamo sv). A disp. Del Forno, Vaccani. All. Robbiati 6.5. PRO SESTO (4-3-3): Formosa 7, Silba 6 (34' st Pastore sv), Valtorta 7 (34' st Segato sv), Ciarmoli 6.5, Costante 7, Silanos 7, De Carlini sv (7' Curzi 6), Macovei 6.5, Goffi 7.5, Ciubotaru 5.5 (1' st Esposito 6), Marocco 6 (26' st Uva 6). A disp. Rimbu, Martini, Zannelli. All. Martinelli 7. ARBITRO: Beretta di Bergamo  7. ASSISTENTI: Ferretti di Varese e Borchielli di Milano. AMMONITI: Ciarmoli (PS), Costante (PS), Baioni (R), Curzi (PS), Bovi (R).

LE PAGELLE

RENATE Tanzi 6 Nessun intervento eccezionale ma una gran personalità quanto a guida della squadra. Sui due gol può poco, Goffi è bravo in entrambi i casi a trovare l'angolo giusto. Mariani 5.5 Partenza tutta corsa e sovrapposizioni sempre utili che fanno presto posto ad una gara poco brillante. Le difficoltà poi aumentano quando Valtorta avanza proponendosi con forza in avanti. 1' st Fardella 6 Ingresso nel complesso positivo: sulla sua fascia soffre poco e regge bene a contrasto. Bravo anche quando si tratta di giocare palla dove cerca sempre di verticalizzare sull'esterno. Bovi L. 5.5 Marcatura troppo molle quella su Silba che in occasione dello 0-1 arriva troppo facilmente sul fondo. Nella ripresa si ripete contro Curzi concedendogli troppo spazio per andare al cross. Zaccaria 6 Li in mezzo lavora bene e fa il suo senza grandi problematiche. Gestisce bene il pallone, facendolo girare sempre bene lungo tutta la fascia orizzontale e verticale di centrocampo. 12' st Ciarmoli 6 Offre un maggior dinamismo li in mezzo, andando a dare man forte alla fase di recupero palla e interdizione. Lavora bene e si fa apprezzare quanto ad impegno e costanza. D'Amato 6.5 Dietro è quasi perfetto se non fosse per il primo gol di Goffi che gli taglia alle spalle. Per il resto però è impeccabile, dai contrasti decisi proprio contro il numero 9, ai numerosi duelli aerei vinti con grande personalità. Valussi 6.5 Dà l'impressione di andare molle a contrasto ma in realtà è sempre molto deciso. Li dietro agisce in silenzio mettendo tante pezze, là dove serve, e confermandosi come centrale di ottima caratura (42' st Colombo sv). Comi 6.5 Per intelligenza tattica probabilmente è il miglior giocatore presente in campo. Vede molto bene il gioco e legge in anticipo molte situazioni. Manca però di continuità, alternando attimi di grande calcio a fasi in cui incide poco. 6' st Baioni 6 Meno tecnico di Comi ma più concreto. Deciso a contrasto, poco pulito però quando si tratta di giocare palla in avanti. Ottimo recupera palloni che però nel momento cruciale tende a perdere di lucidità. Maccario 7 I primi 10' minuti sono un vero e proprio tiro al bersaglio in cui gli manca quel pizzico di precisione in più per trovare il gol, ciliegina per una partita maestosa. Nella ripresa, complice il calo fisico, tende a incasinarsi portando per troppo tempo il pallone.(42' st Bovi C. sv). Lisco 7 Nonostante un fisico non imponente, specie se si considera la statura di Costante e Silanos, il suo lo fa sempre molto bene. Giostra alla perfezione palla muovendosi bene lungo tutto il fronte offensivo, creando degli spazi utili per i compagni. Resnati 6.5 Vale un po' il discorso fatto per Comi quanto alla mancanza di continuità. Un gran peccato perché possiede delle qualità importanti, vedi il gol e le tante invenzioni per i compagni. 1' st Treccozzi 6.5 Manca solo un po' di lucidità in più. Ci mette tanta grinta e infatti nel secondo tempo è quello che recupera il maggior numero di palloni. Si propone poi molto bene in avanti, mancando però di concretezza poi quando si tratta di andare al tiro. Ghibellini 6.5 Tante buone giocate che però non sempre vengono finalizzate dai compagni ed un gran gol che vale il pari. Alterna momenti di gran calcio dove viene a prendere palla, proponendosi poi con dei bei guizzi, ad attimi in cui rimane isolato e lontano dal gioco (42' st Adamo sv). All. Robbiati 6.5 Squadra impressionanti per doti tecniche e gioco espresso. Resta un po' di rammarico per aver perso dei punti in maniera ingenua. Nella ripresa ottima la gestione e la costruzione in fase di possesso palla, mancano però le conclusioni e le soluzioni offerte nel primo tempo e che avevano messo alla prova in più occasioni Formosa. PRO SESTO Formosa 7 Sorvolando sui due gol dove la giocata la fanno prima Lisco poi Resnati, la sua è una gara molto attenta dove regala, specie nel primo tempo, un paio di interventi di alto livello. Su tutti quello in contro tempo sul missile di Lisco da due passi. Silba 6 Il carattere offensivo di Valtorta lo obbliga a rimanere spesso indietro proponendosi raramente in avanti. Contiene al meglio considerato che Ghibellini sulla sua fascia è cliente scomodo. Gara nel complesso positiva (34' st Pastore sv). Valtorta 7 La svolta per la Pro Sesto arriva quando lui ha modo di spingersi in avanti andando a creare parecchi problemi alla retroguardia nerazzurra che inizialmente fatica a prendergli le misure (34' st Segato sv). Ciarmoli 6.5 Grande quantità in mezzo al campo dove riesce sempre a farsi valere. Cerca di chiudere le linee di passaggio per vie centrali, costringendo il Renate ad andare sugli esterni. Nella ripresa si sacrifica molto e offre una gran prova a supporto della difesa. Costante 7 Nella ripresa sfiora un gol da "Puskas award" mancando la porta per una questione di centimetri. Coronamento perfetto per una gara in cui dietro domina in lungo e in largo, dando dimostrazione di avere ottime qualità. Silanos 7 Personalità da vendere e che gli permette di garantire una grande solidità in fase difensiva. Domina nei duelli aerei, dove prende possesso di tutti i palloni che passano dalle sue parti, e nel duello fisico va sempre duro e coi tempi giusti. De Carlini sv Sette minuti ed uno stop doloroso che non ci voleva. A lui un augurio di pronta guarigione. 7' Curzi 6 Inizialmente largo a destra, ma l'apporto che può offrire è limitato per ciò che gli viene chiesto. Il passaggio al centrocampo a 3 lo favorisce, dandogli modo di giocare più palloni e facendo valere le sue doti fisiche e d'impostazione. Macovei 6.5 Riesce a destreggiarsi molto bene nelle due fasi di gioco. Quando non in possesso di palla si dà un gran da fare per recuperare subito palla, allo stesso modo è sempre intelligente nel cercare la soluzione più utile. Goffi 7.5 Due reti da vero numero 9: la prima da rapace d'area, la seconda di potenza e intelligenza quanto al movimento a tagliare sul primo palo. Si carica sulle spalle tutto l'attacco e il risultato è una gara ricca di giocate per i compagni che non sempre le sfruttano a dovere. Ciubotaru 5.5 Parte bene, dando prova di poter incidere quanto Goffi. Alla lunga però perde di efficacia, e il posizionamento largo a destra non lo aiuta e anzi lo limita. 1' st Esposito 6 Entra in un momento non semplicissimo perché i suoi prediligono il gioco per vie centrali. Lui però si fa trovare pronto e regala due belle imbucate per Goffi che viene però prontamente murato. Marocco 6 Grande spirito di sacrificio e capacità di adattarsi alle diverse situazioni che incontra nel corso del match. Il 4-3-3 gli permette di proporsi meglio negli ultimi metri ma mai senza grandi lampi, lavoro utile però per le sovrapposizioni di Valtorta (26' st Uva 6). All. Martinelli 7 Grande carattere e unità d'intenti. Il Renate è squadra forte ma che i suoi riescono a contenere al meglio. Lucidità e scaltrezza per quanto riguarda la fase offensiva che costruisce non troppe palle gol, ma quelle poche che crea sono o gol o grandi pericoli. ARBITRO Beretta di Bergamo  7 Direzione ottima dove conduce con personalità facendosi rispettare sin da subito. Chiamate corrette e che non interrompono troppo il gioco. Solo uno l'episodio dubbio, ossia quello del contatto tra Tanzi e Goffi, dove il tocco dell'estremo difensore sul piede avversario sembra esserci.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400