Cerca

Alessandria-Lecco Under 17: Licco apre e Mazzucco chiude con la sua doppietta una gara combattuta fino all'ultimo

Alessandria-Lecco Under 17
I grigi scendono in campo decisi a riscattarsi dopo la sconfitta infrasettimanale subìta col Como. Personaggi principali Licco, doppietta col Como, che apre le danze su punizione magistrale, e Mazzucco che col terzo gol, doppietta personale, emula Insigne con un tiro a giro sul palo lontano che sigla il 3-1. Gara molto avvincente che il Lecco interpreta non da sparring partner, ma sicuramente come antagonista coriaceo e mai domo. Nella seconda frazione di gioco l'episodio che farà molto discutere e che, come da intervista farà molto arrabbiare Uberto Tomanin, il quale sfoga la sua "legittima rabbia" prendendo a calci, per fortuna, borse e muri che gli capitano a tiro nel dopo gara (tra l'altro espulso dall'arbitro su richiamo del guardalinee). In effetti il gol annullato ai concittadini di Lorenzo Tramaglino e Lucia Mondella ha ribaltato il risultato dal possibile 2-2 al certo 3-1. Visto che Dyzeni, approfittando della diatriba in campo, lanciava lungo per Mazzucco in area che non graziava Maffi in uscita. Comunque il primo tempo e i primi quindici minuti del secondo vedevano più determinata l'Alessandria che dopo il terzo gol, complici il caldo e la stanchezza della partita infrasettimanale, tirava i remi in barca badando ad organizzare una difesa compatta e bene organizzata, sfruttando rapide ripartenze, però, abbastanza infruttifere per la poca lucidità e freddezza sotto rete. Dal canto suo il Lecco può recriminare, dopo aver accorciato le distanze, su alcune ghiotte occasioni non finalizzate a dovere dai suoi attaccanti. Partenza col turbo. Pressing alto e giocate quasi sempre a due tocchi per i padroni di casa che mettono in difficoltà gli avversari che, per almeno una mezz'ora, restano dietro la linea del pallone pronti ad arginare gli attacchi grigi. Al 5' la prima occasione la sfrutta in modo impreciso Licco che, servito in area da Mazzucco, gira di sinistro verso lo specchio, Maffi fuori causa, il pallone finisce a lato di un pelo. Continua il forcing alessandrino, ma al 17' sono i lecchesi che vanno vicino al gol con Lorenzo Cavaliere a pochi metri dalla porta, impreciso il suo colpo di nuca che spedisce la palla alta. Due occasioni nel minuto tra il 25' ed il 26' con Mazzucco che perde l'attimo fuggente per appoggiare in porta dalla corta distanza, e Barisone che vede la sua bomba rasoterra respinta da Maffi con sicurezza sul palo vicino. Il gol è nell'aria ed arriva al 31' su punizione che Licco, prima si guadagna e poi, realizza con una scudisciata a fil di palo. Il tempo di rifiatare, sono trascorsi trenta secondi e su un lancio lungo del portiere la palla arriva, prolungata da una compagno, a Urbano che insacca. Vanno vicino al raddoppio i nerazzurri con la botta di Lillo in diagonale, ma Dyzeni fa buona guardia e devia in angolo. Rispondono gli orsetti, al 42', con Morando ma la sua conclusione da centro area è debole e centrale, ribatte un difensore. Non sbaglia al 45' Mazzucco che ben servito in area da Barisone di sinistro gira a volo in porta. Emozioni e lotta. La ripresa si apre con i grigi ancora in attacco, che corrono dei pericoli, a volte, per la superficialità di qualche difensore. Come al 7' con Ricca, di solito deciso e preciso, che tarda al disimpegno lasciando il pallone a Ruggeri che smista su Cantadore il cui tiro viene neutralizzato a terra da Dyzeni. Al 16' la conclusione da fuori area di un attaccante entra in porta passando sotto i piedi del portiere grigio. È gol sì, no, forse! Il guardalinee alza la bandierina, l'arbitro annulla, inutili le proteste dei giocatori e chiaramente dei tifosi lecchesi. Intanto si inizia a giocare e mentre i nerazzurri stanno ancora protestando Mazzucco lanciato in area si aggiusta il pallone sul destro e con una virgola ben disegnata infila Maffi in uscita. Insigne docet. Quattro minuti e Belcastro ci prova e ci riesce a trovare l'incrocio dei pali dalla distanza per il 3-2. Da questo momento c'è solo il Lecco in attacco e una composta Alessandria in difesa, che non si scompone rintuzzando gli assalti dei blucelesti che colpiscono una traversa con Ruggeri al 25' e impegnano a recupero inoltrato Dyzeni che deve respingere in angolo la botta di Bossi.

IL TABELLINO

ALESSANDRIA-LECCO 3-2 RETI: 31' Urbano (L), 31' Licco (A), 45' Mazzucco (A), 16' st Mazzucco (A), 21' st Cavaliere Lu. (L). ALESSANDRIA (3-4-2-1): Dyzeni 6.5, Nobile 7 (25' st Paolucci 6), Ricca 6 (18' st Francinelli 6), Marasco 7 (25' st Simonelli 6), Bocchio 7, Tavella 7 (37' st Cocino sv), Gregori 6 (25' st Picollo 6.5), Barisone 7, Mazzucco 9 (18' st Boido 6.5), Licco 7.5 (37' st Senise sv), Morando 7. A disp. Rossi, Nacci. All. Cassaro 7. LECCO (4-3-3): Maffi 6.5, Urbano 7 (45' st Sem sv), Barchi 6.5, Leone 6.5, Bossi 6.5, Bianchi 7, Cavaliere Lu. 6.5, Cavaliere Lo. 6.5, Wachira 6 (15' st Belcastro 7), Cantadore 6 (15' st Petazzi 6.5), Lillo 6 (1' st Ruggeri 6.5). A disp. Tasca, Cozzi, Ferroni, Malpede. All. Tomanin 7. ARBITRO: Toscano di Nichelino 6. ASSISTENTI: Gatto di Ivrea e Manzari di Torino. AMMONITI: Bocchio (A), Tavella (A), Senise (A), Picollo (A).


Luca Mazzucco, man of the match con la sua doppietta

LE PAGELLE

ALESSANDRIA Dyzeni 6.5 Nonostante qualche incertezza, riscatta la sua prestazione con alcune parate di rilievo ai fini del risultato. Nobile 7 Interventi sempre puntuali e precisi e non solo sul suo diretto avversario. Si propone in fascia quando può. 25' st Paolucci 6 Negli ultimi venti minuti si rende molto utile in chiave difensiva. Ricca 6 A volte spavaldo rischia molto in fase di disimpegno, qualche errore evitabile. 17' st Francinelli 6 Si districa bene anche perché più fresco. Marasco 7 Esce esausto perché dà tutto a centro campo negli appoggi, ma anche nei recuperi sempre provvidenziali. 25' st Simonelli 6 Non lo fa rimpiangere in fase difensiva. Bocchio 7 Determinato nei contrasti e puntuale nei raddoppi quando servono. Efficace in fase aerea. Tavella 7 Davanti alla difesa copre le incursioni degli avversari, ma sa anche impostare in fase di rifinitura. (38' st Cocino sv). Gregori 6 Non sempre costante in fase di disimpegno sulla fascia destra. Utile in copertura. 25' st Iacovo 6.5 Fisicamente più prestante con la sua stazza riesce a tener impegnata la difesa avversaria. Barisone 7 Prima sulla fascia sinistra e poi su quella destra si rende sempre pericoloso negli assist a centro area. Mazzucco 8 Velenoso come sempre, realizza una doppietta e sul terzo gol capolavoro, imita Insigne. 17' st Boido 6 S'impegna in avanti tentando anche incursioni verso la porta. Licco 7.5 Un brevilineo a cui portar via la palla è sempre un'impresa ardua. Punizione pennellata per il primo vantaggio. (38' st Senise sv). Morando 7 Si sacrifica molto in fase di copertura sulla fascia sinistra senza disdegnare puntate in area pericolose. All. Cassaro 7 Raccoglie finalmente quanto ha seminato, considerando che i suoi ragazzi hanno giocato quattro partire in due settimane.


Alessandro Licco, autore di un gol e di una super prestazione

LECCO Maffi 6.5 Tre gol imprendibili, ma anche tante parate efficaci a limitare i danni. Urbano 7  Il merito del pari dopo trenta secondi del vantaggio grigio. Quasi sempre proteso in avanti nella ripresa. (45' st Sem sv). Barchi 6.5 Centrale difensivo dalle marcate doti fisiche, fermare Mazzucco non è cosa facile. Leone 6.5 A metà campo sulla destra fa da raccordo tra i reparti difensivo-attacco. Bossi 6.5 Sulle palle inattive alte ce n'è per pochi, svetta sempre con anticipo. Bianchi 7 In fascia destra si propone spesso in attacco soprattutto nella ripresa. Cavaliere Luca 6.5 Ricuce il gioco sulla sinistra tra difensori e attaccanti. Coriaceo nei contrasti. Cavaliere Lorenzo 6.5 Schierato nel tridente di attacco a sinistra nel primo tempo, svolge nel primo tempo più compiti difensivi. Wachira 6 Vede pochi palloni in una fase di gioco più favorevole agli avversari. 15' st Belcastro 7 Fa ben sperare i compagni accorciando al 21', ma solo una speranza vaga. Cantadore 6 Poco Cinico, in fase di attacco non riesce ad allentare la pressione dei grigi. 15' st Petazzi Si porta in avanti con belle giocate. Lillo 6 Schierato a destra non si rende mai pericoloso in attacco. 1' st Ruggeri 6.5 Un magnifico tiro di contro balzo che si stampa sulla traversa. All. Tomanin 7 Carattere sanguigno, sente e soffre con i suoi ragazzi il pathos di una gara molto sentita.   ARBITRO Toscano di Nichelino 6 Atteggiamento positivo nel complesso, col neo del gol annullato.  

LE INTERVISTE

Cassaro, allenatore Alessandria: «Partita molto intensa dove abbiamo raccolto, finalmente, quanto abbiamo seminato. Un grandissimo primo tempo dove potevamo essere in vantaggio almeno tre a zero. Nel secondo siamo un po' calati ma d'altra parte dopo quattro partite di seguito in quindici giorni non potevo chiedere di più ai miei ragazzi». Tomanin, allenatore Lecco: «Complimenti a tutti i ragazzi che hanno dovuto giocare con temperatura sahariana. Nel primo tempo risultato legittimo, ma nel secondo tempo la storia è stata un'altra. A determinare il risultato sicuramente ha influito la decisione arbitrale che ha annullato il gol per fuorigioco, non si è capito di chi. E così dal 2-2, siamo passati al 3-1 su azione di contropiede per la ripresa del gioco mentre ancora i miei ragazzi protestavo giustamente».
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400