Cerca

Pergolettese-Carpi Under 17: la testata di Riboli all'ultimo minuto vale il pareggio per i Cannibali

pergolettese carpi u17

pergolettese carpi u17

Non è finita finché non è finita. Un detto sempreverde nello sport, e oggi la Pergolettese ha ricordato a tutti il perché. Passata in vantaggio con Pessolani, la squadra di Pala è stata prima raggiunta e poi sorpassata dal Carpi, in seguito ai gol di De Siati e Prisco. Ma poi, all'ultimo minuto, con la forza dei nervi, i gialloblù hanno riequilibrato il punteggio negli ultimi attimi della contesa, grazie ad un colpo di testa di Riboli, che ha schiacciato all'angolino un preciso cross di Bozzuto. Un pareggio giusto, per quanto dimostrato sul campo dalle due squadre. Certo, i biancorossi erano estremamente vicini al traguardo e il gol incassato nell'ultimo giro di orologio lascia l'amaro in bocca. Ma si sa, non è finita finché non è finita. Male i portieri. Le fasi iniziali della partita si disputano su buoni ritmi, ma le giocate sono spesso imprecise da entrambe le parti. Né i Cannibali, né gli emiliani riescono a creare situazioni pericolose, anche grazie alle sontuose prestazioni dei difensori, che sembrano garantire ai portieri un pomeriggio all'insegna della tranquillità. Ma appena vengono chiamati in causa, i due numeri uno la combinano grossa. Il primo a fare la frittata è De Prisco, che non trattiene una conclusione tutt'altro che irresistibile di Pessolani e, quando si gira per raccogliere la sfera, questa ha già oltrepassato la linea di porta. Dall'altra parte, anche Cattaneo non se la cava granché. La papera è meno palese rispetto a quella del collega-avversario ma, sul cross mal riuscito di De Siati che vale il pareggio ospite, il posizionamento del portiere della Pergo non è sembrato impeccabile. Riboli al fotofinish. Il canovaccio della ripresa non si discosta di tanto da quello della prima frazione. Pellacani prova a mescolare le carte in tavola, ruotando e scambiando le posizioni del suo undici titolare, mentre Pala inserisce Carra per avere maggiore fisicità in mezzo al campo. Al quarto d'ora del secondo tempo, è ancora De Siati protagonista nell'azione del sorpasso biancorosso. Il suo sinistro strozzato dal limite dell'area finisce infatti sui piedi di Prisco che, da vero attaccante d'area di rigore, controlla, si gira e calcia, portando avanti i suoi. La reazione gialloblù è affidata a Grassi, autore di una gara a tutto campo, che prova due volte a calciare verso la porta avversaria, senza però centrare il bersaglio grosso. Ma soprattutto a Bozzuto, entrato al posto di Malanga per l'assedio finale. Il numero venti svaria per tutto il fronte offensivo, puntando gli avversari e creando superiorità numerica per la Pergo. Ed è proprio da una sua giocata che nasce il gol del pareggio, in pieno recupero. Cross al bacio dalla sinistra per l'inzuccata di Riboli, attaccante aggiunto per l'occasione, che non lascia scampo ad un incolpevole De Prisco ed evita la sconfitta ai suoi nell'ultima uscita stagionale.

IL TABELLINO

PERGOLETTESE-CARPI 2-2 RETI: 18' Pessolani (P), 24' De Siati (C), 15' st Prisco (C), 49' st Riboli (P). PERGOLETTESE (4-3-1-2): Cattaneo 5.5, Riboli 7.5, Malanga 6.5 (23' st Bozzuto 7), Schiavini 6, Della Giovanna 6.5, Castano 7, Grassi 7, Fugazzola 5.5, Guerini Rocco 5.5 (15' st Esposti 5.5), Sangiovanni 6.5 (34' st Tacchinardi sv), Pessolani 6.5 (1' st Carra 6.5). A disp. Locatelli, Facchi, Pezzotta, Riboldi, Tedoldi. All. Pala 6.5. CARPI (4-3-1-2): De Prisco 5.5, Caligiuri 5.5 (39' st Casalboni sv), Corradini 6, Gollini 7, Mazzali 7, Castorri 6.5, De Siati 7, Grassi 6, Prisco 6.5 (39' st Parracino sv), Lolli 6.5, Cavallini 6 (31' st Sternieri 6). A disp. Castellani, Ceneri, Lotti, Amedei, Libonati, Wu. All. Pellacani 6.5. ARBITRO: Cavalleri di Treviglio 6.5. ASSISTENTI: Padovano di Pavia e Colleoni di Bergamo AMMONITI: Guerini Rocco (P), Corradini (C), Castorri (C).

LE PAGELLE

PERGOLETTESE Cattaneo 5.5 Tradito dalla traiettoria del cross di De Siati, è mal posizionato in occasione del primo gol. Riboli 7.5 Cattivo e deciso in difensa, decisivo da attaccante aggiunto nel finale. Migliore in campo. Malanga 6.5 Dalle sue parti non si passa. Attento e sul pezzo per tutta la partita. 23' st Bozzuto 7 Entra e in venti minuti dà tutto ciò che gli attaccanti non avevano dato fino a quel momento: velocità e imprevedibilità. In più, il cross al bacio per il gol di Riboli. Grande impatto. Schiavini 6 Invisibile nel primo tempo, cresce nella ripresa, facendo parecchia legna in mezzo. Della Giovanna 6.5 Unica sbavatura, l'anticipo mancato ad inizio azione in occasione del raddoppio emiliano. Ma la sua resta una prestazione di livello. Castano 7 Come sopra, ma senza alcun tipo di maccchia. Un gigante. Grassi 7 Corre per novanta minuti, senza fermarsi un secondo, e rivitalizza i suoi rendendosi pericoloso nel momento più difficile Fugazzola 5.5 Non trova mai il ritmo partita, non la migliore delle uscite. Guerini Rocco 5.5 Da apprezzare l'impegno, ma non gli riesce niente di quello che vorrebbe 15' st Esposti 5.5 Ha qualche palla buona, ma non controlla. Sangiovanni 6.5 Pimpante, sulla trequarti si mette sempre in visione e gestisce bene il possesso. (34' st Tacchinardi sv). Pessolani 6.5 Sfrutta la papera di De Prisco per segnare, ma la prestazione complessiva non è granché. 1' st Carra 6.5 Scende in campo per un tempo, mettendoci grinta e fisicità. All. Pala 6.5 Azzecca i cambi e riacciuffa il punteggio.   CARPI De Prisco 5.5 Suo l'errore che causa lo svantaggio del Carpi. Avrebbe potuto fare meglio. Caligiuri 5.5 Cambia spesso posizione in campo, ma il risultato è sempre lo stesso. Prova opaca. (39' st Casalboni sv). Corradini 6 Ordinato a sinistra. Gollini 7 Parte piano da mediano, poi scala in difesa ed è un padrone assoluto. Mazzali 7 In coppia con Gollini, si intasca l'attacco della Pergo a lungo. Castorri 6.5 Prima da centrale, poi da terzino destro. In entrambe le posizione è una certezza. De Siati 7 Oltre al gol fortunoso, è uno dei biancorossi più vivi. Entra anche nell'azione del secondo gol. Grassi 6 Corre come un forsennato e ogni tanto gli manca lucidità nella giocata. Prisco 6.5 A lungo fuori dalla partita, è cinico nel realizzare l'unica palla buona che ha. (39' st Parracino sv) Lolli 6.5 Fisicamente, una spanna sopra gli altri, come testimoniano le continue percussioni palla al piede. Ogni tanto, però, si intestardisce e tarda lo scarico. Cavallini 6 Lotta con i difensori della Pergo e ci prova da fuori, non trovando la porta. (31' st Sternieri 6). All. Pellacani 6.5 Bravi i suoi a ribaltarla, un po' meno a gestirla. ARBITRO Cavalleri di Treviglio 6.5 Autoritario il giusto, sceglie il dialogo e arbitra bene.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400