Cerca

Piacenza Giana Erminio Under 17

L'esultanza della Giana Erminio a fine partita, sotto la curva per ringraziare i propri tifosi

Under 17 Serie C

Piacenza-Giana Erminio: decisivo il rigore di Turrisi a fine primo tempo per gli ospiti, Barzaghi sorride e consolida il primato

In una gara complicata e senza grosse occasioni, i biancocelesti vincono in trasferta e mantengono il passo della Pro Sesto

Non è stata sicuramente la miglior partita della stagione, né tanto meno per la Giana Erminio di Omar Barzaghi (squadra abituata a giocare un certo tipo di calcio), ma basta un calcio di rigore di Turrisi, dopo un'entrata decisamente scomposta di Gandolfi su Francolini per decidere l'incontro e portare a casa i tre punti: tanto basta per rimanere in scia del terzetto assieme a Pro Sesto (capolista) e Pro Vercelli (terza, ad un solo punto dai biancocelesti) che con tutta probabilità si giocherà la vittoria finale del campionato

Turrisi dal dischetto. Partita molto tosta e intensa per entrambe le squadre sin dall'inizio, dove appare chiaro che non sarà per nulla facile per nessuna delle due. Dopo sette minuti di gioco, però, si accende il solito Christian Ronchi, che sfiora il gol ma il suo tiro becca il palo interno e salva i padroni di casa. I minuti passano, ma il film della gara non cambia: è l'equilibrio il vero protagonista del match, con rarissime occasioni (soprattutto per la Giana di Barzaghi). Al 25' tocca al fantasista biancoceleste Bernardini, che si affaccia in avanti sfiorando il gol senza però trovarlo. Il momento chiave della partita arriva al 41': su un lancio al volo di Tasca per Francolini, l'esterno della Giana prende il tempo a Gandolfi anticipandolo, ma il difensore del Piacenza arriva in ritardo e con un fallo scomposto lo atterra; nessun dubbio per il direttore di gara Fedolfi che indica il dischetto di rigore. Alla battuta si presenta Turrini, che freddissimo spiazza Fossati (palla da una parta, portiere dall'altra). Nel secondo tempo gara simile a quella vista nel primo tempo, con l'atteggiamento della squadra di casa che non cambia per nulla; la Giana, invece, fatica soprattutto a costruire da dietro, a causa di una pressione decisamente importante del Piacenza. I minuti finali sono incandescenti, con situazioni pericolose da una parte e dall'altra: il direttore di gara assegna sei minuti di recupero, che però diventano nove; sull'ultimo calcio d'angolo della partita salgono tutti in area, sale anche Fossati per l'ultima speranza della serata, ma Fumagalli smanaccia e Fedolfi fischia tre volte: è festa per la Giana, che vince ancora e consolida il secondo posto.

Barzaghi si gode la vittoria. Il tecnico della Giana Omar Barzaghi non può che essere felice a fine gara, nonostante una gara tosta dall'esito per nulla scontato: «Essere belli è importante, noi siamo una squadra che pratica un certo tipo di calcio e che non siamo abituati a giocare partite così, ma certe volte conta essere incisivi. E oggi era una di quelle partite. È stato un match combattuto, tosto, che lasciava poco spazio al bel gioco. Mancano due giornate alla fine e devo dire che questi risultati erano inaspettati ad inizio stagione da parte di tutto l'ambiente Giana. Il fatto di essere lì vuol dire che si sta facendo decisamente bene, poi ogni gara è a sé ed è tosta, e il risultato finale non è mai scontato». Riconosce i meriti all'avversario Giacobone, il tecnico del Piacenza, che però si dice contento della prestazione dei suoi: «Non è stata una partita con tantissime occasioni, c'è stato tanto equilibro. Abbiamo incontrato la squadra migliore del girone sin qui, molto forte collettivamente e non era per niente semplice. Partita non positiva per il risultato, naturalmente, ma per me è stata interpretata bene dalla squadra».

IL TABELLINO

PIACENZA-GIANA ERMINIO 0-1
RETE: 41' rig. Turrisi (G).
PIACENZA (4-4-2): Fossati 6.5, Gandolfi 6.5, Napoletano 6 (35' st Lambri sv), Travini 7, Mantegazza 6 (27' st Carollo 6), Odierno 6 (27' st Piacentini 6), Ghilardotti 7 (15' st Bassanini 6), Sollini 6, Salsa 6, Dalcerri 6, Cabella 6 (27' st Mattioli 6). A disp. Pedrazzini, Monaco, Klasnetic, Bonafè. All. Giacobone 6.5.
GIANA ERMINIO (4-3-1-2): Fumagalli 6.5, Pecchia 6, Francolini 7.5 (29' st Rota 6), Tasca 6.5 (45' st Cavalli sv), Grassia 7, Mereu 6, Hu Yiwang 7, Bernardini 6.5, Turrisi 7 (37' st Osagie 6), Gotti 6, Ronchi 6.5. A disp. Magni, Brambilla, Del Fante Fante, Al Dehneh, Sibilio, Mbaye. All. Barzaghi 7.
ARBITRO: Fedolfi di Parma 6.
ASSISTENTI: Comastri di Parma e Colombo di Parma.
AMMONITI: Mattioli (P), Gotti (G), Ronchi (G). 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400