Cerca

Under 17 Serie C

Albinoleffe affondata dal gol di Olivieri, passa la Virtus Verona

Brutto match per la squadra di Maffioletti, che non entra mai in partita e rimedia una meritata sconfitta

Andrea Ronzoni, Albinoleffe

Andrea Ronzoni dell'Albinoleffe, subentrato a gara in corso

Al Bottagisio Sport Center passa la Virtus Verona di Alberto Facci (subentrato due settimane fa e oggi alla prima in campionato) di misura, grazie al gol di Olivieri al 3' della ripresa che condanna l'Albinoleffe di Massimiliano Maffioletti. Virtussini che vincono meritatamente, capaci di mettere in scacco la formazione dell’AlbinoLeffe per quasi tutti i novanta minuti.

A SENSO UNICO

Il primo tempo è totalmente di marca rossoblu, oggi gialla visto il colore della casacca indossata dai padroni di casa. I quindici punti che separano le due squadre in classifica - a favore dell’Albinoleffe - non si vedono in campo, fin dalle primissime battute. La Virtus scende decisamente meglio in campo, apportando pressione in tutte le zone del campo e vincendo quasi tutti i contrasti nella zona centrale. Se a questo si aggiunge l’ottimo prestazione degli attaccanti di casa, il risultato non può che essere un primo tempo a senso unico. Il pari dei primi 45’ sarebbe potuto essere anche un vantaggio in favore dell’undici di Facci. La prima occasione per i virtussini capita al 6’, con l’ispirato Leucci colpisce di testa da corner e, quando la palla che sembra ormai aver varcato la linea di porta, viene calciata lontano da un giocatore in casacca bluceleste. Ma i primi dieci minuti sono il momento di massima aggressività della Virtus che schiaccia nella propria area i lombardi: Lucchesi e poi Olivieri ci provano 1 minuto più tardi, ma entrambi senza successo. La risposta dei ragazzi di Maffioletti è tutta nel colpo di testa pericoloso tentato da Capelli al 31’, che si spegne deviato a lato di poco. Al 40’ l’azione più pericolosa dei padroni di casa che, dopo una trama articolata e ben orchestrata, arrivano al tiro da dentro l’area con Olivieri che spara altissimo da posizione più che favorevole.

QUEL POCO CHE BASTA

L’inizio della ripresa non è altro che la materializzazione della superiorità mostrata per tutto l’arco del primo tempo dagli uomini di Facci, arrivato appena due settimane fa alla conduzione del gruppo. Al 3’ Olivieri riesce a riscattarsi dopo l’azione da gol mancata allo scadere del primo tempo e con un movimento da attaccante vero, lui che attaccante non è, riceve palla in area, se lo sistema con un buono stop a seguire e calcia in fondo al sacco dopo aver difeso il pallone dal tentativo disperato del difensore. Il gol subito non sveglia l’Albinoleffe, quasi mai in partita quest’oggi, se non con la forza dei nervi nelle battute finali del match. A esemplificare bene il pomeriggio bergamasco è il pallone perso a centrocampo dal capitano Franchini che, in possesso di palla, non si accorge dell’avversario che parte diversi metri addietro e gli ruba la sfera sfruttandone la troppa esitazione. Al 21’ è ancora la Virtus a rendersi pericolosa con una punizione dal limite, costata l’ammonizione al neo entrato Mombrini: il tiro di Leucci sbatte contro la barriera e si smorza sul fondo. L’occasione principale del secondo tempo bluceleste è nei piedi del subentrato Daha al 38’, ma il suo diagonale finisce a lato di poco dopo un bel movimento sul filo del fuorigioco a eludere la marcatura avversaria. Il forcing finale, con tanto di Taramelli in area avversaria sulla punizione finale, non giova all’Albinoleffe che esce sconfitta meritatamente da Verona.

IL TABELLINO

VIRTUS VERONA-ALBINOLEFFE 1-0
RETE: 3' st Olivieri (V).
VIRTUS VERONA (4-3-3): Zamboni 6, Lucchese 6 (31' st Mitrica 6.5), Olivieri 7.5 (31' st Amaini 6), Fantini 6, Saccomani 6.5, Conti 6, Peretti 6 (15' st Matiz 6.5), Doro 6.5 (15' st Pellegrini 6), Brunelli 6.5 (15' st Capitanio 6), Leucci 7 (31' st Pierdomenico 6), Filippi 6.5 (1' st Giannotta 6). All. Facci 7.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Taramelli 5.5, Castellini 5 (9' st Daha 6), Stingaciu 5.5, Franchini 5, Portolesi 6 (38' st Chiriaco sv), Paganessi 5.5 (19' st Mombrini 6), Manenti 6, Lekaj 6 (38' st Beltrami sv), Capelli 6 (19' st Ronzoni 5.5), Barcella 5, Pelucchi 6 (9' st Moretto 6). A disp. De Capitani. All. Maffioletti.
ARBITRO: Gjini di Vicenza 6.
ASSISTENTI: Zanoni di Verona e Tomei di Verona.
AMMONITI: Castellini (A), Doro (V), Mombrini (A), Olivieri (V), Manenti (A).

LE PAGELLE

VIRTUS VERONA
Zamboni 6 Viene impegnato per la prima volta al 38’ del primo tempo con una parata in due tempi. Per il resto non corre pericoli.
Lucchese 6 Fa bene la fase difensiva, stringe verso i due centrali creando densità e chiudendo, di fatto, gli spazi ai centravanti bergamaschi.
31’ st Mitrica 6.5 Si posizione in difesa e con la giusta attenzione si rende efficace alla causa della protezione dell’1-0.
Olivieri 7.5 Fa il suo in difesa con diverse buone coperture a disinnescare l’azione avversaria. Gli piace attaccare e proprio da una sua incursione arriva il gol decisivo.
31’ st Amaini 6 Se la cava bene in copertura a difesa del vantaggio.
Fantini 6 Sempre attento in chiusura, ha il merito di annullare il diretto avversario non lasciandogli quasi mai toccare palla.
Saccomani 6.5 L’Albinoleffe oggi davanti è poca cosa e lui ha vita facile nel gestire gli attaccanti avversari e dare equilibrio a tutta la difesa.                  
Conti 6 Dà ordine e disciplina al centrocampo rossoblu, facendo sempre sembrare tutte le giocate elementari.
Peretti 6 Si propone sempre con puntualità largo a destra fornendo il giusto apporto alla manovra offensiva dei suoi distribuendo palle con i tempi giusti.
15’ st Matiz 6.5 Fa esattamente quello che si chiede a un neo entrato mettendo corsa e polmoni al sevizio della squadra.
Doro 6.5 Ottima partita in termini di sostanza e qualità delle giocate. È bravo ad accorciare le distanze con gli avversari per disturbarne le azioni.
15’ st Pellegrini 6 Si comporta bene dando continuità all’operato del compagno sostituito.
Brunelli 6.5 Si butta bene negli spazi che la difesa lombarda gli concede dando profondità all’azione virtussina.
15’ st Capitanio 6 Non incide particolarmente sulla partita dei sui quando il pallone arriva dalle sue parti.
Leucci 7 Quasi tutti i pericoli nascono dai suoi piedi. Una spina nel fianco costante nella difesa avversaria che fatica a limitarlo, complice anche la grande fisicità che possiede.
31’ st Pierdomenico 6 Ha voglia di spaccare il mondo e si batte su tutti i palloni che gli arrivano.
Filippi 6.5 Ottima visione di gioco, sulla trequarti semina scompiglio tra le maglie blucelesti con una serie di filtranti molto interessanti.
46’ Giannotta 6 Si trova subito a suo agio nel cuore dell’attacco rossoblu mostrando ottima intesa con i compagni e buone giocate.
All. Facci 7 Ha studiato l’avversario a dovere e l’interpretazione della partita da parte dei suoi non poteva essere migliore di così. Vittoria meritatissima.

ALBINOLEFFE
Taramelli 5.5 Non irreprensibile nelle uscite alte, se la cava decisamente meglio con quelle basse, sbrogliando anche un grosso pericolo nella prima frazione. Incolpevole sul gol.
Castellini 5 Soffre la portanza fisica del dieci avversario soprattutto nel gioco aereo concedendogli l’appoggio e il passaggio.
9’ st Daha 6 Gioca con i tempi giusti i palloni che gli vengono recapitati facendo girare bene la manovra. Va vicino al gol personale.
Stingaciu 5.5 Quando gioca basso fatica a contenere le sfuriate veronesi sulla fascia di sinistra, più a suo agio quando deve alimentare l’azione sulla trequarti.
Franchini 5 Tanta fatica oggi per lui a ritagliarsi spazio e giocate dato che è poco supportato dai suoi e sempre pressato dagli avversari.
Portolesi 6 Con gli occhi sempre fissi sulla palla, sbaglia poco ed è il più positivo nella retroguardia oggi messa a dura prova dalla vivacità dell’undici di casa. (38’ st Chiriaco sv).
Paganessi 5.5 Non entra in campo con la giusta concentrazione e la paga perdendo qualche pallone di troppo che sarebbe potuto costare caro.
19’ st Mombrini 6 Non sfigura ma allo stesso tempo non dà quel qualcosa in più che sarebbe servito.
Manenti 6 Mette più di qualche pezza agli interventi, a tratti fin troppo leggeri, dei suoi compagni del pacchetto difensivo.
Lekaj 6 Grande generosità sopratutto in fase di copertura in difesa, dove torna spesso e volentieri a dare man forte. (38’ st Beltrami sv).
Capelli 6 Fa un grande lavoro di sponda e smistamento spalle alla porta, dando aria a tutta la manovra bergamasca.
19’ st Ronzoni 5.5 Avrebbe anche dei buoni palloni giocabili ma lo fa senza qualità favorendo gli avversari.
Barcella 5 Gli arrivano pochi palloni sui piedi e risulta essere piuttosto isolato nella metà campo avversaria.
Pelucchi 6 Tanto lavoro sporco negli spazi stretti della zona nevralgica del campo, pur senza riuscire a essere incisivo qualche metro più avanti.
9’ st Moretto 6 Entra con buona personalità e ci prova col tiro da fuori, uno dei pochi tentativi verso la porta rossoblu.
All. Maffioletti 5 Le scelte fatte in difesa forse penalizzano un po’ i suoi che vanno spesso in sofferenza. La squadra ha poco equilibrio e fatica a produrre gioco.

ARBITRO
Gjini di Vicenza 6 Gestione non troppo difficile del match. È sempre ben posizionato ed estrae correttamente i cartellini gialli. 

LE INTERVISTE

Facci, allenatore Virtus Verona: «I ragazzi oggi hanno disputato una bellissima partita. Merito loro, anche perché io sono arrivato da due settimane, anche se qualcuno l'ho anche allenato in Primavera. Ho visto lo spirito che i ragazzi mettono anche in allenamento, l'hanno dimostrato anche in campo. Mi aspettavo una partita così, anche perché domenica scorsa abbiamo giocato un'amichevole a Bergamo contro l'Atalanta e anche in quella occasione avevo visto lo spirito, una squadra unita. Abbiamo fatto tutti e sette i cambi già a venti minuti dalla fine della partita, tutti meritano di giocare dal primo minuto ma ci sono da fare delle scelte. Il gruppo è coeso e importante».

Maffioletti, allenatore AlbinoLeffe:
«Venivamo da ottime prestazioni, ma oggi abbiamo meritato di perdere. Ci hanno aggredito e noi non siamo stati in grado di giocare velocemente su un campo veloce. Può capitare. Mi aspettavo una partita così, noi giochiamo sempre con giocatori che hanno un anno in meno rispetto agli avversari e abbiamo pagato anche sotto il profilo della fisicità. Dovevamo muovere palla più velocemente. Abbiamo prodotto poco, ma anche dietro abbiamo sofferto poco, se non sui calci d'angolo. Loro non hanno fatto grandissime azioni. È giusto aver perso. Ormai siamo quarti, nonostante il fatto di essere sotto età per gran parte, dobbiamo essere contenti di quello che abbiamo fatto sin qui. C'è ancora da migliorare e l'anno prossimo queste partite sicuramente non le perderemo».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400