Cerca

Under 17 Serie C

Para due rigori e porta la squadra in finale Scudetto: Matteo Galassi, il classe 2005 diventato eroe

Si spegne dagli undici metri il sogno della Pergolettese: all'ultimo atto ci va il Cesena

Pergolettese-Cesena

La grande festa del Cesena nel post gara

Si spegne in semifinale il sogno Scudetto della Pergolettese, precisamente a 11 metri dall'ultimo atto contro il Padova. In finale ci va il Cesena, vittorioso ai calci di rigore dopo 120 minuti tiratissimi e giocati pressoché alla pari dalle due squadre: al gol del vantaggio lombardo ad opera di West risponde Castorri, dopodiché la restante parte del secondo tempo e i supplementari - tolta una girata clamorosa di Maltoni, prontamente disinnescata da Doldi - sono un mix di ansia, paura e tensione. Sensazioni che non hanno minimamente toccato Galassi e Maltoni, eroi dei bianconeri: il primo ha ipnotizzato sia Pessolani che Sartori, il secondo non ha sbagliato il rigore più importante della sua vita ed ha regalato agli emiliani la finalissima Scudetto.

TATTICA

Quella del primo tempo è partita vera: tattica, intensa, maschia e tirata. Tutte caratteristiche apprezzabili solamente in parte, visto che a risentirne è lo spettacolo come testimoniato dal numero dei tiri in porta: due. Sono entrambi del Cesena: il primo è di Ghinelli - destro insidioso da ottima posizione dopo aver seminato il panico nella difesa avversaria (38') - mentre il secondo è di Coveri, la cui conclusione finisce debole tra le braccia di Doldi dopo un buono scambio stretto con Giovannini (39'). La restante parte della prima frazione è stata giocata prevalentemente a centrocampo: Cesena meglio nel possesso, ben messa in campo e travolgente sfruttando al meglio le corsie grazie al 4-2-3-1 di Masolini; Pergolettese ben accorta dietro, attenta a non scoprirsi ma pronta a sfoderare la propria arma migliore: Gabriele Pessolani, bomber di casa e terminale offensivo del 3-5-2 di Mussa assieme a Sartori. Seppur in modalità diverse, quasi opposte, entrambe le formazioni basano il proprio credo calcistico sul gioco sulle corsie. Il Cesena lo utilizza prevalentemente in fase offensiva, con Castorri a destra a spingere e Giovannini a sinistra ad inventare. Viceversa, la Pergolettese utilizza il dinamismo e la velocità di West e Bottuzzo per chiudersi a riccio quando c'è da difendere, senza però limitarsi in fase offensiva.

EPISODI

Tolta una conclusione debole di Bottuzzo dopo una manciata di secondi, l'inizio del secondo tempo non si discosta più di tanto da quanto visto in avvio di partita. Perlomeno fino al minuto 7, quando una gestione del pallone scellerata da parte della retroguardia del Cesena regala di fatto il gol del vantaggio alla Pergo. Un passaggio di Trocchia apparentemente innocuo mette in difficoltà, nell'ordine: Casadei, Rossi e pure l'estremo difensore Galassi. Ne consegue un "vai tu o vado io" che si conclude con un "non va nessuno", tant'è che West ringrazia e deposita in rete il gol del vantaggio. 1-0 Pergolettese e tutto secondo uno dei copioni più vecchi della storia del calcio, la cui trama vuole che siano gli episodi e decidere questo tipo di partite. Il problema per i lombardi è che passa meno di un quarto d'ora e un altro episodio, questa volta a favore del Cesena, cambia nuovamente le sorti della partita. Chi sorride sono proprio i romagnoli, rientrati in partita grazie a un bel diagonale di Castorri, bravo a raccogliere l'invito di Trocchia, furbo nell'approfittare della sbavatura difensiva gialloblù e letale nel battere Doldi (14').

EXTRA-TIME

Il botta e risposta sembra poter sbloccare definitivamente la partita, o perlomeno all'apparenza. Sta di fatto che così non è, tanto che col passare dei minuti l'ipotesi supplementari prende sempre più piede, fino a divenire realtà. Nella mezz'ora extra è il Cesena ad andare più vicino al gol del colpaccio: due volte nel primo tempo - tiro di Castorri parato da Doldi e traversa colpita da Guidi su assist di Campedelli - e una nella ripresa, quando Ghinelli spara clamorosamente alto dopo il dai e vai con Guidi. Sponda Pergo c'è da evidenziare solamente la punizione di Sartori, calciata con cura ma divenuta preda facile per i guantoni di Galassi. Se nei primi 15 minuti qualche spunto per provare a vincerla nel 120 si è anche visto, il finale non è altro che un'attesa estenuante dei calci di rigore. O meglio quasi, visto quanto sarebbe potuto accadere all'ultimo respiro. Minuto 120', Ursini di Pesaro sta per fischiar tre volte ma Maltoni s'inventa una girata clamorosa, sulla quale serve il miglior Doldi per portare la sfida ai calci di rigore. Ad avere la meglio è il Cesena, vittorioso per 4-3: decisivi in negativo gli errori di Pessolani e Sartori, mentre quello di Valentini sponda bianconera (palo) è stato compensato dai gol di Maroncelli, Guidi, Ghinelli e Maltoni.

IL TABELLINO

PERGOLETTESE-CESENA 1-1 (4-5 d.c.r.)
RETI: 7' st West (P), 21' st Castorri (C).
PERGOLETTESE (3-5-2): Doldi 7.5, West 7.5, Pagliarini 6, Tacchinardi 6.5 (33' st Raimondi 6.5), Barcilesi 6 (33' st Pascar 6.5), Vailati 6.5, Bozzuto 7, Carcano 7, Pessolani 6, Delledonne 6 (8' Ingardia 6.5), Sartori 6.5. A disp. Bianchi, Luppo, Brignoli, Cremonesi, Bissa, Pacco. All. Mussa 6.5.
CESENA (4-2-3-1): Galassi 8, Manetti sv (5' Brighi 6.5), Rossi 6, Campedelli 7 (14' Maltoni 7), Trocchia 7, Casadei L. 6, Castorri 8, Ghinelli 6.5, Venturelli 7.5 (1' Valentini F. 6), Giovannini 6.5 (38' st Guidi 7), Coveri 6 (1' Maroncelli 7). A disp. Casadei A., Casadei F., Valentini R., Magnani. All. Masolini 7.
ARBITRO: Ursini di Pesaro  6.
ASSISTENTI: Piccinini di Ancona e Galieni di Ascoli.
AMMONITI: Pessolani (P), Bozzuto (P), Brighi (C), Casadei L. (C), Guidi (C).

SEQUENZA RIGORI (3-4)

  • Pessolani (Pergolettese): PARATO
  • Valentini (Cesena): PALO
  • Ingardia (Pergolettese): GOL
  • Maroncelli (Cesena): GOL
  • Sartori (Pergolettese): PARATO
  • Guidi (Cesena): GOL
  • Raimondi (Pergolettese): GOL
  • Ghinelli (Cesena): GOL
  • Vailati (Pergolettese): GOL
  • Maltoni (Cesena): GOL
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400