Cerca

Under 17 Serie C

Meglio dei Galácticos: 22 fenomeni di 15 e 16 anni messi insieme per sognare lo Scudetto

Il Sangiuliano City di Mario Di Benedetto vuole bruciare la concorrenza ed è pronto a sognare in grande

Lorenzo Di Maio e Niccolò Ronchi

UNDER 17 SANGIULIANO CITY: A sinistra Lorenzo Di Maio, a destra Niccolò Ronchi

Sono passati più di vent'anni dal Real Madrid dei Galácticos, la squadra leggendaria costruita per riscrivere la storia del calcio mondiale. Erano i primi anni 2000 e Florentino Perez, patron dei Blancos, provò a mettere insieme quelli che allora erano senza ombra di dubbio alcuni tra i migliori talenti in circolazione: da Ronaldo a Zidane, passando per i vari Figo, Beckham, Roberto Carlos, Raul e Owen. L'obiettivo era chiaro: vincere. Di conseguenza la domanda vien da sé: quale fu il risultato? Difficile trovare una risposta che metta d'accordo tutti. Ancora oggi c'è chi parla di un completo fallimento, di un periodo nel quale si è raccolto meno di quanto seminato e di un "dream team" rimasto incompiuto. C'è anche però chi ricorda con piacere quel "pazzo" esperimento di Florentino Perez, tant'è che anche le nuove generazioni associano il termine "Galácticos" a una squadra stellare. Anzi, meglio ancora: Galattica.

REMAKE?

Più di vent'anni dopo ci sono tutte le carte in regola per gustarci un'altra squadra galattica, anch'essa costruita con l'ambizione di primeggiare su tutti. Nei panni di Florentino Perez c'è nientepopodimeno che Mario Di Benedetto, che dopo aver lascia l'Ausonia ha preso in mano le redini del settore giovanile del Sangiuliano City. «Mi affido a te, costruisci un vivaio come si deve» il mandato del presidente Luce. L'ex neroverde non ha perso tempo, si è rimboccato le maniche - coadiuvato da Alberto Campelli, che sarà anche il suo vice alla guida dell'Under 17 - ed ha fatto le cose in grande: dopo aver amalgamato uno staff di assoluto spessore, il focus è passato alla formazione delle rose. Quella che sarà guidata direttamente da lui è un qualcosa di mai visto. Un totale di 22 giocatori stellari: 20 nati nel 2006 e ben due nati nel 2007 che affronteranno la stagione da sotto età. C'è che arriva dall'Inter, chi dalla Giana Erminio, chi dal Piacenza. Inoltre c'è anche un buon numero di talenti provenienti dall'Ausonia, oltre ovviamente ai gioielli in arrivo dalle altre big milanesi: Alcione, Accademia Inter ed Enotria su tutte.

PORTIERI

In attesa di un possibile terzo colpo proveniente da un'altra professionistica, per ora sono due i portieri a disposizione di Mario Di Benedetto: Francesco Lattisi e Giovanni Cocilovo. Entrambi reduci da una stagione in Under 16, rappresentano una coppia di estremi difensori che tutti vorrebbero: qualità tecniche, fisiche e mentali. Senza dimenticare poi l'abitudine a giocare a certi livelli, essendo stati entrambi - uno all'Ausonia e uno all'Alcione - in lotta per il titolo regionale.

I DUE PORTIERI

  • FRANCESCO LATTISI (ex Ausonia)
  • GIOVANNI COCILOVO (ex Alcione)

DIFENSORI

Quattro terzini, altrettanti difensori centrali: meglio di così? La corsia di sinistra dovrebbe essere affare di un duo ex Alcione: Mazzola-Maccarone. Il primo è un esterno di spinta, non altissimo ma capace di fare la differenza anche da sotto età come dimostra in Under 17 Élite; il secondo nasce difensore centrale ma con la Rapp Nazionale ha giocato anche da esterno basso. Sulla destra se la vedranno invece Gualtieri e Borghi: entrambi ex Ausonia, saranno loro ad avere le chiavi della corsia. Il poker di centrali è da leccarsi i baffi: Cravino, Cassaghi, Ronchi e Sarno. Il primo e il secondo hanno dimostrato il proprio valore con i pari età di Ausonia e Giana, il terzo e il quarto - oltre alle ottime prestazioni in Under 16 - contano già diverse presenze tra i grandi. L'ultimo, Sarno, rappresenta anche una scommessa per il futuro: parliamo quasi di un esteta della fase difensiva, tecnicamente devastante ma anche efficace quando c'è da intervenire.

GLI 8 DIFENSORI

  • GIUSEPPE MAZZOLA (ex Alcione)
  • ALAN MACCARONE (ex Alcione) (classe 2007)
  • DIEGO GUALTIERI (ex Ausonia)
  • SAMUEL BORGHI (ex Ausonia)
  • GIANLUCA CASSAGHI (ex Giana Erminio)
  • ALESSANDRO CRAVINO (ex Ausonia)
  • NICCOLÒ RONCHI (ex Alcione)
  • ARMANDO SARNO (ex Accademia Inter)

CENTROCAMPISTI

Parola d'ordine: qualità. Tra i centrocampisti spicca in primis l'unica conferma: Alessandro Cavallo. A fargli compagnia sei nuovi innesti, tutti potenzialmente decisivi: da Lupano dell'Enotria a Milan dell'Inter (quest'anno in prestito alla Pro Sesto), passando per Calia (capitano dell'Accademia Inter), Maggioni (ex Giana) e il bis di milanesi Spolaor-Bianchi. Un reparto che ha tutto per dire la propria in un campionato quale quello Nazionale di Under 17: in poche parole, Di Benedetto è decisamente in buone mani. Anzi, in boni - buonissimi - piedi.

I 7 CENTROCAMPISTI

  • LUCA LUPANO (ex Enotria)
  • MATTEO MILAN (ex Inter)
  • LUCA CALIA (ex Accademia Inter)
  • SIMONE MAGGIONI (ex Giana Erminio)
  • ALESSANDRO SPOLAOR (ex Franco Scarioni)
  • PIETRO BIANCHI (ex Alcione)
  • ALESSANDRO CAVALLO (confermato)

ATTACCANTI

In avanti comandano gli ex Ausonia, e che ex! Parliamo della coppia Colombo-Di Maio, capace di mettere a segno un totale di 45 gol in due: Di Benedetto già li conosce ed è pronto a valorizzarli anche tra i professionisti. A fargli compagnia un tris niente male: Gusberti, in arrivo dall'Inter; Pangelliere, prelevato dal Cernusco, e Calegari, trasferitosi dopo l'avventura al Piacenza. Cinque nomi per non porsi limiti e sognare in grande, come del resto è volontà dello stesso Sangiuliano City. What else?

I 5 ATTACCANTI

  • LEONARDO COLOMBO (ex Ausonia)
  • LORENZO DI MAIO (ex Ausonia)
  • RICCARDO GUSBERTI (ex Inter)
  • THOMAS PANGELLIERE (ex Cernusco)
  • FILIPPO CALEGARI (ex Piacenza)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400