Cerca

Torinese Under 17, la nuova sfida di Paolo Callegari

torinesecallegari
Anche se con sole due partite giocate, la Torinese Under 17 di Paolo Callegari inizia il campionato restando imbattuta e portando a casa un pareggio interno contro l' Ardor San Francesco (3-3) e una vittoria esterna a Druento contro il Valdruento (3-4), nel Girone B provinciale di Torino. Sebbene questo sia il primo anno con la Torinese, il tecnico oro-nero spiega che conosceva già bene gran parte della propria squadra in quanto l’anno precedente era allenata da un suo caro amico, Giuseppe Ussia, che spesso lo invitava a vedere le loro partite. «È una bella squadra ma ci manca ancora qualcosa - spiega con fermezza Callegari - è già migliorata tanto, ma so che può fare molto di più». Si definisce più che soddisfatto dei suoi 2004, definendola una squadra ben equilibrata e affermando di essere felice del lavoro che stanno svolgendo insieme. I giocatori sono svegli e hanno voglia di dimostrare il loro talento, compresi gli ultimi arrivati come la giovane punta Mattia Asteriti che, con sole due partite giocate in compagnia dei suoi nuovi compagni, è l’autore di quattro dei sette gol compiuti. Come allenatore, Paolo Callegari, ammette di essere forse “troppo amico” dei ragazzi e cerca sempre di avere maggiore distacco da loro per ottenere migliori risultati in campo, dimostrando grande amore per le squadre che allena. Non riesce ad essere un tecnico “cattivo e autoritario”, al contrario afferma di nutrire un sentimento di forte protezione nei confronti dei suoi «guai a chi me li tocca i miei ragazzi, solo io posso gridargli contro» racconta in tono scherzoso, riconoscendo tuttavia di essere anche molto pretenzioso: «Do loro tutto e pretendo lo stesso”, spiega in maniera molto diretta. Allenatore da dodici anni, decide solo quest’anno, in via del tutto eccezionale, di continuare sulla strada dei giovani, un percorso che definisce a tratti “più impegnativo” ma di cui non si pente minimamente. La sua carriera, infatti, comincia allenando al Venaria la Juniores, società in cui tra l’altro ha sempre giocato, dai Pulcini alla Juniores, arrivando infine in prima squadra. Inizia la sua carriera calcistica qui come esterno alto a sinistra, portando la maglia numero 11, successivamente spostato a centrocampo, trova poi la sua strada come terzino sinistro. Parte quindi da casa sua, seguendo poi l’esperienza al San Francesco Venaria, per poi arrivare ad allenare le squadre di Prima Categoria come San Maurizio Canavese, Bacigalupo e Olympic Collegno. Callegari insegna ai propri ragazzi dell’Under 17 un calcio particolare rispetto a gran parte dei suoi colleghi, i loro allenamenti sono strutturati in maniera diversa e, soprattutto, i giovani sono abituati a giocare diversamente, in maniera meno “studiata”. «Ho sempre allenato i grandi, per me è difficile insegnare un calcio differente da quello a cui sono abituato, credo comunque che i miei ragazzi siano felici di me, genitori compresi». La strada per la Torinese Under 17 è sicuramente ancora lunga, fatta di tanti piccoli elementi da migliorare, ma che con un tecnico come Callegari può essere ottimista.

LA ROSA DELLA TORINESE UNDER 17

PORTIERI: Andrea Ippolito. DIFENSORI: Gualtiero Begalla, Mouad Bellalam, Wassim El Hassani, Karim Formica, Denny Gallizzi, Andrea La Scala, Dennis Luongo, Omar Piazzese, Andrei Rusu. CENTROCAMPISTI: Andrea Cuccia, Daniel Di Cesare, Jacopo Favatà, Miguel Martinez, Medhi Ofkir, Daniele Pugliese, Saverio Sgrò. ATTACCANTI: Mattia Asteriti, Samuel Cabiaglia, Reza Hanif, Antonio Laurano, Gabriele Obinu. DIRIGENTI: Marco Favatà, Antonio Formica, Tommaso Piazzese. ALLENATORE: Paolo Callegari. VICE ALLENATORE: Angelo Casale.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400