Cerca

Valdruento Under 17, Davide Domizi punta sulla qualità dei suoi 2004

valdruento
Si prospetta un’annata a dir poco promettente per il Valdruento Under 17 di Davide Domizi che, dopo tre partite giocate nel Girone B di Torino, porta a casa sei punti ottenendo due vittorie (4-1 a Leinì, 4-3 a Fiano) e una sconfitta (3-4 interno con la Torinese). «Un bel gruppo», lo definisce il giovanissimo tecnico rossoblù classe '88, esaltando la bravura della società per esser riuscita a creare un gruppo così compatto. «L’anno scorso hanno avuto tantissimi infortuni», spiega Domizi riferendosi alla sfortunatissima stagione passata allenata da Renato Ientile, «il progetto di quest’anno era quindi di formare una squadra il più possibile omogenea, puntando tutto sulla qualità e non sulla quantità. A cosa serve avere tre portieri e nessuna punta?» cita come esempio. Il tecnico spiega quanto per lui sia importante che le decisioni riguardanti la squadra vengano sempre prese insieme ai propri ragazzi, come la riassegnazione del ruolo di capitano all’esterno difensivo Umberto Chiara definito da lui, oltre che ad un bravissimo giocatore, un ragazzo sveglio ed intelligente, con le caratteristiche del leader. Tesse ancora le lodi della propria squadra definendosi “super soddisfatto” di ogni singolo giocatore, ammettendo di essere immensamente felice del suo gruppo e al tempo stesso enormemente dispiaciuto per la situazione che stiamo vivendo in questo momento, che gli impedisce di allenare i propri ragazzi. Non riesce a trovare un nome che spicca più degli altri, rimarcando l’impegno sostenuto da ognuno, ma confessa che «qualcuno di loro potrebbe tranquillamente giocare in un campionato Regionale» e, non solo, prosegue dicendo che «qualcun altro ha addirittura le qualità per passare direttamente in Promozione», riferendosi all’esempio di Matteo Tonello e Simone Castellaneta, che l’anno scorso sono passati dagli Allievi alla Promozione. Davide Domizi commenta poi il suo passato, decisamente recente, come calciatore, dichiarando di aver smesso di giocare solo l’anno scorso. Inizia la sua carriera calcistica al Carrara, dove resta fino al 2013, passando poi al Valdruento, dove, sei anni dopo, nel 2019 si trova davanti ad un bivio. Continuare a giocare o allenare? L’ex centrale difensivo ammette infatti di aver sempre amato il ruolo di allenatore e di averlo ricoperto più volte nel corso degli anni, anche se non sempre in maniera non ufficiale, «ero più un aiuto», spiega. Arriva quindi alla decisione di interrompere il suo percorso e dedicarsi interamente alla carriera da allenatore. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico, rivela di non avere un modulo di gioco favorito, cerca sempre di adattarlo il più possibile ai propri ragazzi, tenendo conto delle loro preferenze e sostenendo che quando ricoprono il ruolo che preferiscono, danno il meglio.

Non si ispira a nessun allenatore in particolare, ma sposa il concetto di “giocare e divertire/divertendosi” di Jürgen Klopp, attuale tecnico del Liverpool. Il suo obiettivo principale è infatti di far crescere il più possibile i propri ragazzi, spiegando che «in campo per perdere non ci va nessuno, ma non deve diventare un’ossessione. Il calcio è divertimento», ammettendo però in tono scherzoso che, da ex difensore che si rispetti, “odia prendere gol”. In conclusione, dichiara di avere grandi aspettative per i suoi ragazzi e non vede l’ora di poterli rivedere per ricominciare ad allenarsi insieme. «La stagione è ancora lunga», conclude.

ROSA DEL VALDURENTO UNDER 17

Portieri: Mattia Calabrese, Renci Shahini. Esterni difensivi: Antonino L’Ala, Umberto Chiara, Stefano Renna, Loris Rizzo. Difensori centrali: Giovanni De Bellis, Edoardo Merlo, Tommy Sanchez, Simone Bellafemmina, Riccardo Nobile. Centrocampisti centrali: Davide Federico, Giacomo Crepaldi, Andrea Magnaguagno. Esterni offensivi: Federico Soccal, Andrea Torasso, Riccardo Mollo. Trequartisti: Matteo Napoli, Loris Tuccio, Vittorio Mastomatteo Attaccanti: Christian Brandolino, Samuele Milanese, Edoardo Caretta.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400