Cerca

Under 17 Femminile

Torino-Pro Vercelli: le granata volano con Giada Guarini e Sofia Pierro, le subentrate Eleonora Costa e Chiara Pralotto regalano spettacolo

Non c'è partita per la Pro Vercelli che non è riuscita mai a rendersi pericolosa in novanta minuti, migliore in campo il portiere Gaia De Gaspari

Torino FC Under 17

Il Torino FC Under 17 del tecnico Ilaria Borri è la capolista del Girone A

Il Torino FC di Ilaria Borri non conosce limite né sconfitte: ancora una trionfo in doppia cifra per le granata, che conquistano con ventitré reti a zero il match casalingo contro l'Academy Pro Vercelli. L'ampio risultato passa da una fantastica prestazione di squadra che ha visto il coinvolgimento di tutti i reparti, brillano per numero di gol Giada Guarini e Sofia Pierro ma una menzione di merito è doverosa per Rebecca Sotgiu, un gioiello in mezzo al campo. Le sostituzioni rianimano la gara nel secondo tempo, che iniziava a calare d'intensità e ritmo: Chiara Pralotto ed Eleonora Costa siglano rispettivamente una tripletta e una doppietta in pochissimi giri d'orologio. 
Al di là del risultato, un applauso alle calciatrici dell'Academy Pro Vercelli che hanno retto botta per novanta minuti e mantenuto i nervi saldi, disputando una partita all'insegna del coraggio e della sportività; non è un'impresa facile giocarsela contro questo Torino, capolista imbattibile, a maggior ragione se con un solo cambio in panchina e con più '08 e '09 in campo. 

Magia granata. Per il Torino è stato poco più di un allenamento il match contro l'Academy Pro Vercelli, che sin dai primi minuti di gioco ha faticato enormemente a contenere l'avanzata granata. La strada si rivela da subito in discesa per le calciatrici dell'allenatrice Ilaria Borri, disposte in campo con un attacco super offensivo composto da Rebecca Sotgiu, Giada Guarini, Federica Esposito e Sofia Pierro.
Il primo tentativo in porta è di Rebecca Sotgiu - la migliore in campo del primo tempo - che però calcia il pallone sopra la traversa; la numero 8 non ritarda di molto i festeggiamenti: è lei a piazzare perfettamente in area il calcio di punizione fischiato dall'arbitro Parfait Kengne Tekom della Sezione di Collegno, Sofia Pierro si trova al posto giusto al momento giusto e buca la rete di Gaia De Gaspari nonostante la barriera a quattro. Il Torino è una macchina da gol: segue immediatamente - al quinto giro d'orologio - un super gol di Federica Esposito che con coinvolgenti finte e tanta fantasia arriva con scioltezza nell'area piccola dopo aver scartato mezza difesa avversaria, nella rete c'è lo zampino della solita Rebecca Sotgiu che confeziona un gioiellino di assist. Vuole mettere da subito la propria firma anche la centrocampista Isabella Scaravelli, che ben aggancia il passaggio della compagna Federica Esposito ma trova la respinta del portiere ospite Gaia De Gasperi, migliore in campo per la formazione dell'Academy Pro Vercelli.
Le leonesse faticano ad impostare l'azione, sono slegate tra loro e non riescono a superare la linea di metà campo, per di più le giocate lenti e prevedibili sono di facile lettura per le calciatrici granata che, seppur piccole, vantano già un'invidiabile esperienza tecnica; ciò che manca maggiormente alle ragazze dell'Academy Pro Vercelli è un punto di riferimento in mezzo al campo, ne scaturiscono giocate occasionali che hanno fatto sembrare la squadra all'arrembaggio e senza alcuno schema di gioco, complici le pochissime indicazioni provenienti dalla panchina. 
Al diciottesimo minuto, Sofia Pierro sigla la sua doppietta e a ruota, tre minuti più tardi, la segue la compagna Giada Guarini che cala il poker per la squadra granata. Ancora un calcio piazzato può fare esultare la squadra dell'allenatrice Ilaria Borri, a calciarlo è sempre Rebecca Sotgiu che a questo giro, però, non trova lo specchio della porta; a un quarto d'ora dalla fine del primo tempo, il Torino si porta sul cinque a zero con la seconda rete di Giada Guarini.
Non c'è pace per la retroguardia vercellese: da calcio d'angolo la infila nel sacco Cecilia Gazzera.
Ciò che caratterizza la squadra casalinga è l'ottimo palleggio e il gran possesso e gestione del pallone che manda totalmente in confusione l'Academy Pro Vercelli, che si limita all'ordinario senza tentare neppure alcun accenno di rimonta.
Che sia una splendida calciatrice non lo scopriamo di certo oggi ma Rebecca Sotgiu è la star dei primi quarantacinque minuti: doppietta anche per lei che con una magia infila il pallone nell'angolo basso del secondo palo con un tiro dalla distanza.
Il primo tempo termina con altre tre reti firmate Federica Esposito, Laura Caffaratto e Giada Guarini. 
Un risultato sulla carta scontato ma dilagante per la formazione ospite, che sicuramente ha davanti a sé la padrona assoluta del campionato e pochi mezzi a disposizione per contenerla; tuttavia, più motivazione e qualche indicazione dalla panchina avrebbe aiutato le ragazze a crederci e insistere maggiormente. 

Sostituzioni da 10 e lode. L'Academy Pro Vercelli si affida all'XI iniziale, il Torino FC decide di fare a meno della strepitosa Federica Esposito per concedere spazio a Eleonora Costa, che sarà una delle protagoniste indiscusse dei secondi quarantacinque minuti.
Le granata non sono sazie nonostante un parziale di undici reti a zero: sfiora il gol Giada Guarini, che tenta di agganciare di testa un pallone calciato dalla bandierina, bel tentativo ma che non riesce ad entrare in porta. Eleonora Costa non vuole perdere tempo e guadagnarsi la fiducia sul campo, eccola che inizia a scaldare il piede con un tiro di potenza da fuori area che però termina abbastanza facile per il portiere Gaia De Gaspari; ad avvicinarsi alla conclusione anche la bomber Giada Guarini, che accarezza il secondo palo al nono minuti di gioco. Non c'è tempo per i rimpianti: è sempre la Guarini a siglare la prima rete granata del secondo tempo riaprendo così le danze dei gol che prosegue con Sofia Pierro e con l'eurogol di Rebecca Sotgiu, che non ha idea di cosa sia la stanchezza e continua a macinare giocate e azioni degne dei migliori Stadi. 
I ritmi della partita, a metà del secondo tempo, iniziano ad abbassarsi e cala l'intensità del Torino nonostante sia sempre riverso nella metà campo dell'Academy Pro Vercelli; a riaccendere la fiamma della gara ci pensa la panchina: Chiara Pralotto ne segna tre - uno più bello dell'altro - in soli venti minuti, la segue la compagna Eleonora Costa con due reti in un solo minuto. Il campo ha dato ragionissima all'allenatrice Ilaria Borri: i cambi effettuati hanno ri-spezzato la partita, che iniziava ad appiattirsi. 
Per l''Academy Pro Vercelli non è stata di certo una giornata da incorniciare ma cadere è parte del gioco, soprattutto contro Signore squadre come il Torino FC. 

IL TABELLINO 

TORINO-ACADEMY PRO VERCELLI 23-0

RETI: 2' Pierro (T), 3' Gazzera (T), 5' Esposito (T), 18' Pierro (T), 21' Guarini (T), 29' Guarini (T), 36' Sotgiu (T), 40' Esposito (T), 40' Caffaratto (T), 41' Guarini (T), 45' Pierro (T), 11' st Guarini (T), 14' st Pierro (T), 23' st Pierro (T), 29' st Pralotto (T), 30' st Costa (T), 31' st Costa (T), 35' st Grieco Nicole (T), 36' st Scaravelli (T), 38' st Sotgiu (T), 38' st Scaravelli (T), 42' st Pralotto (T), 43' st Pralotto (T).

TORINO (3-3-4): Sigrisi G. 7, Sigrisi S. 7 (39' st Manca sv), Caffaratto 7.5 (34' st Degani sv), Bosio 7, Ughetto 7 (6' st Civitico 7), Gazzera 7, Scaravelli 8, Sotgiu 8.5 (31' st Cadario sv), Guarini 8.5 (21' st Pralotto 8.5), Esposito 8 (1' st Costa 8), Pierro 8.5 (24' st Grieco Nicole 8). A disp. Solito, Cammarata. All. Borri 8. Dir. Vassarotto - D'Urzo.

ACADEMY PRO VERCELLI (4-2-3-1):De Gaspari 7.5, Leone 6, Morchid 6.5 (34' st Vitulli sv), Merola 6, Masucci 6.5, Barchi 6, Alestra 6, Massaro 6.5, Vescovo 7, Sagristano 6.5, Toma 6. Dir. Sagristano - Hutanu.

LE PAGELLE 

TORINO 
Sigrisi G. 7 
Una spettatrice non pagante di una partita che non ha mai messo in pericolo la sua porta; non ha avuto modo di prendere parte alle azioni e di lasciare il segno, è intervenuta per frangenti di pochi secondi su retro passaggio delle compagne. 
Sigrisi S. 7 L'ottima prestazione di squadra passa senz'altro dalla solidità difensiva, seppur poco chiamata in causa nei novanta minuti; ha contribuito perfettamente all'impostazione delle azioni, proponendosi anche in veste di regista. 
Caffaratto 7.5 Ha lasciato la sua firma in quello che è stato un match ricco di gol; sempre sul pezzo, è stata brava a non abbassare l'attenzione nonostante il poco coinvolgimento del suo reparto. 
Bosio 7 La perfetta riuscita della gara passa anche dai suoi piedi: più protagonista nel secondo tempo, è lei il punto di forza nel palleggio e nella gestione della palla; lodevole il sacrificio per la squadra, proponendosi spesso anche in avanti. 
Ughetto 7 Si è resa partecipe pur restando nell'ordinario, non meravigliando con giocate memorabili; lascia il campo ad inizio secondo tempo ma a lei un applauso per la caparbietà e la grinta mostrata nella prima frazione di gioco.
6' st Civitico 7 Ha sostituito egregiamente la compagna integrandosi alla perfezione con i ritmi della partita e disputando un canonico ma buon secondo tempo. 
Gazzera 7 Una partita di facile lettura per lei, che lascia il segno con un gol dalla bandierina; molto brava nella gestione del pallone in area, mai fallosa e perfettamente in tempo con l'azione. 
Scaravelli 8 La grinta è stato il suo punto di forza: affamata più che mai, è rimasta propositiva per gli interi novanta minuti e anche quando l'intensità della gara ha iniziato ad abbassarsi; probabilmente con più precisione sotto porta avrebbe potuto portare il pallone a casa ma sono suoi due bellissimi gol nel secondo tempo. 
Sotgiu 8.5 Un gioiellino in mezzo al campo. Ha indirizzato la partita sin dal primo minuto di gioco, concludendola con due assist e due fantastici gol dalla distanza che ancora stanno facendo tremare la porta. C'è poco da dire difronte a tanta bravura e determinazione se non meritatissimi complimenti. 
Guarini 8.5 Con quattro gol segnati non resta che togliersi il cappello, ogni parola sarebbe superflua. Straripante finalizzatrice, ammirevole il feeling che riesce a costruirsi con il pallone e con la porta; molto brava a non offrire alle avversarie punti di riferimento: sbuca da ogni spazio, prende la mira e non lascia scampo. 
21' st Pralotto 8.5 Numeri da capogiro: tre gol in venti minuti, e che gol! Il suo ingresso ha regalato alla squadra quella brillantezza di cui stava iniziando a peccare nel finale di partita. Il suo entusiasmo e la sua voglia di giocare a calcio sono state le più belle risposte, in aggiunta a quelle confezionate sul campo. 
Esposito 8 Ha dimostrato di avere coraggio e fantasia da vendere, caratteristiche fondamentali per un attaccante. La doppietta è la giusta ricompensa ad una prestazione degna di nota. 
1' st Costa 8 Dopo aver scaldato i motori con un tiro dalla distanza, ha inquadrato la porta ben due volte in un solo giro d'orologio. L'entusiasmo e la gioia sono state le carte vincenti di cui ha beneficiato l'intera squadra. 
Pierro 8.5 Un bomber di razza pregiata, cala una manita con una semplicità e nonchalance che si fatica ad attribuire ad una calciatrice classe '06. La difesa della Pro Vercelli non dimenticherà facilmente il suo volto. 
24' st Grieco Nicole 8 Le bastano dieci minuti per andare a segno; è entrata a gara già abbondantemente indirizzata ma ugualmente ha riservato in campo tutte le energie possibili per portare a casa una bella prestazione personale e aiutare a terminare l'ottimo lavoro già iniziato dalle compagne di squadra. 
All. Borri 8 Ha guidato le sue calciatrici come un joystick della Play Station. Giusti i cambi, avvenuti tutti nel momento giusto e che hanno regalato alla squadra nuova freschezza. 

ACADEMY PRO VERCELLI 
De Gaspari 7.5 
La migliore in campo nonostante le tante reti subite. Insicura ed impacciata nella prima frazione di partita, ha acquistato sicurezza e padronanza dell'area di porta con il trascorrere dei minuti; si è resa protagonista di belle respinte che di certo non hanno influito sul risultato finale ma sono state un lampo di luce nella prestazione appena sufficiente dell'Academy Pro Vercelli. 
Leone 6 Non protagonista di una prestazione memorabile, rincorre il pallone con forza ma il più delle volte risulta essere fuori tempo e poco convinta delle sue stesse giocate; dovrebbe avere più grinta, spesso non tentava neppure di andare a contrasto.
Morchid 6.5 Un primo tempo incerto ha lasciato spazio agli ultimi quarantacinque minuti di bel gioco. Sicuramente acerba ed impacciata nel tentativo di togliere la passa dal possesso delle avversarie, ci ha però creduto fino alla fine e tanto basta per risultare più che sufficiente. 
Merola 6 Ha faticato a trovare la giusta posizione in campo, trasmettendo a tratti l'impressione di sentirsi fuori luogo. Il poco feeling con la palla è compensato dal coraggio e dalla forza di resistere in campo per tutti i novanta minuti. 
Masucci 6.5 Dopo un primo tempo costantemente in ombra, è emerga nell'ultima mezz'ora di gioco aiutando le compagne a tentare di tenere a freno l'avanzata delle granata. Un mezzo punto in più perché non dev'essere facile per una '08 giocarsela con avversarie e compagne di annate superiori. 
Barchi 6 Autrice di una prestazione appena sufficiente, non si è distinta per particolari lodi; tuttavia, nessuna colpa le è imputabile. 
Alestra 6 Il poco feeling con il pallone non le hanno permesso di distinguersi nel campo del Torino, complice anche l'inesperienza e la giovanissima età. Sicuramente avrà l'occasione per rifarsi!
Massaro 6.5 Una calciatrice d'altri tempi, poco elegante e fine nei movimenti ma alquanto efficace in fase difensiva, è stata brava a spazzare via più di un pallone evitando altre reti alle avversarie.
Vescovo 7 La seconda migliore in campo per intensità e determinazione, anche al di là delle qualità tecniche dimostrate; ha trasmesso grinta e consapevolezza del proprio ruolo. 
Sagristano 6.5 La più piccola in campo, classe '09. Ci crede e ricorre spesso il pallone a vuoto ma così facendo ha sprecato molte energie. Cercata dalle compagne nelle poche azioni offensive, è costantemente fuori posizione e difficilmente riusciva ad avanzare palla al piede. Ha da imparare ma lodevole la resistenza e lo spirito di sacrificio. 
Toma 6 Non si è distinta né nel bene né nel male, qualche comparsa che però non le regalano più della sufficienza. 



 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400