Cerca

Under 17

Carfagno e Vivacqua trascinano il San Secondo, intelligenza e passione

I ragazzi di Insana sbancano Candiolo e raggiungono il terzo posto in classifica

Andrea Carfagno, Tommaso Berger, Davide Brocca, Emilio Vivacqua

Andrea Carfagno, Tommaso Berger, Davide Brocca, Emilio Vivacqua

Il San Secondo vince a Candiolo lo scontro diretto per 2-3 e agguanta il terzo posto a 25 punti. Una gara equilibrata, bella e combattuta in cui gli episodi sono stati decisivi. Difese ben schierate da ambo le parti hanno costretto gli attaccanti a concludere spesso da fuori rendendo fondamentali i tiri partiti in area di rigore. Il Candiolo cerca una manovra più elaborata mancando tecnicamente in alcune situazioni, mentre il San Secondo si basa principalmente su una manovra verticale per sfruttare al meglio le doti fisiche delle punte. La partita poteva essere vinta da entrambe le squadre, poteva anche arrivare il pareggio, ma la determinazione e la voglia del San Secondo hanno prevalso portando gli ospiti alla vittoria.
Pareggio. Il San Secondo si porta in vantaggio al 17' con Vivacqua che sfrutta il maldestro colpo di testa di Cravanzola e vola verso Trombotto per segnare la prima rete del match. Arriva presto la reazione del Candiolo che tre minuti dopo ottiene un calcio di rigore per un fallo ingenuo di Saluzzo e pareggia con Badarau. Al 25' Trombotto esegue una delle parate più belle del campionato con la mano aperta  su un tiro a botta sicura di Allasia, solo in mezzo all'area. Verso la fine del primo tempo Vivacqua sfiora la doppietta colpendo l'incrocio dei pali su un calcio di punizione dalla sinistra.
Vittoria. Azioni pericolose da una parte e dall'altra nel secondo tempo con entrambe le squadre alla ricerca del gol del vantaggio. A portarsi nuovamente avanti è ancora il San Secondo al 27' con un passaggio illuminante di Vivacqua che premia il movimento di Carfagno in area di rigore, tiro a incrociare per il capitano che firma l'1-2. Il punto di svolta della partita arriva al 37' quando Romoli decide di saltare tutta la difesa da solo fino all'area di rigore quando scarica il tiro verso la porta lasciata libera dall'uscita di Paschetto, decisivo l'intervento sulla linea di Onorati che impedisce il pareggio. Non passa neanche un minuto quando Carfagno viene messo in moto da un lancio lungo intercettato da Trombotto che, però, controlla male il pallone e non rilancia permettendo a Vivacqua di soffiargli palla e servire Varsallona e che da fuori di prima segna colpendo il palo con una parabola perfetta. Si spengono un po' gli animi del Candiolo che accorcia al 47' con il classe 2007 che sfrutta un brutto errore di Paschetto che svirgola la palla lasciando porta vuota per il 2-3 finale.

IL TABELLINO

CANDIOLO-SAN SECONDO 2-3

RETI (0-1, 1-1, 1-3, 2-3): 17' Vivacqua (S), 20' rig. Badarau (C), 27' st Carfagno (S), 38' st Varsallona (S), 47' st Laganà (C).

CANDIOLO (4-4-2): Trombotto 6.5, Ciquera 6.5, Grassi 6.5, Cravanzola 6 (44' Zuiani 6.5), Bargigli 6 (14' st Freguia 6), Vallero 6 (1' st Macario 6.5), Del Corpo 6, Sascau 6, Andreotti 6 (10' st Laganà 6.5), Badarau 6.5 (39' st Biolatto sv), Cagnetta 6 (1' st Romoli 6.5). A disp. Tiranti. All. Crepaldi 6. Dir. Trombotto.

SAN SECONDO (4-4-1-1): Paschetto 6.5, Brocca 6.5 (29' st Peiretti 6.5), Saluzzo 6.5, Vaudagna 6.5, Negro 7, Greco F. 6.5 (29' Castagno Diego 7), Bertone 6.5 (9' st Varsallona 7.5), Berger 7, Carfagno 8, Vivacqua 8, Allasia 7 (31' st Onorati 7). A disp. Sardella, Ferrero. All. Insana 7.5. Dir. Insana.

ARBITRO: Pesare di Nichelino 6.5 Lascia correre molto, la gara è scorrevole, nel finale manca qualche fischio, buona direzione di gara nel complesso.

LE PAGELLE

Candiolo

Trombotto 6.5 Grave errore sul terzo gol, ma grandissima parata nel primo tempo.
Ciquera 6.5 Bravo negli anticipi, se la cava con il dribbling.
Grassi 6.5 Gran partita, ha lo spunto per iniziare l'azione dalla difesa.
Cravanzola 6 Colpisce male in occasione del primo gol subito, ma fa anche ottimi interventi.
44' Zuiani 6.5 Buona prestazione, se la cava bene.
Bargigli 6 Fatica un po' in alcune situazioni.
14' st Freguia 6 Buon ingresso in campo.
Vallero 6 Sostituito per questioni tattiche nell'intervallo.
1' st Macario 6.5 Qualche errore in alcuni punti, ma anche belle giocate.
Del Corpo 6 Altalenante.
Sascau 6 Presente in mezzo al campo.
Andreotti 6 Chiuso bene dagli avversari.
10' st Laganà 6.5 Quando scende in campo, fa gol.
Badarau 6.5 Bravo a trasformare il rigore. ( 39' st Biolatto sv)
Cagnetta 6 Lo spunto offensivo c'è, ma viene sostituito per questioni difensive.
1' st Romoli 6.5 Grande qualità, impressionante.
All. Crepaldi 6 I suoi giocano una buona partita, ma non basta.
Dir: Trombotto.

San Secondo

Paschetto 6.5 Buona partita macchiata da quell'errore nel finale.
Brocca 6.5 Buona gara difensiva.
29' st Peiretti 6.5 Entra con il piglio giusto in campo.
Saluzzo 6.5 Bene in fase di copertura e rilancio.
Vaudagna 6.5 Difficile da superare.
Negro 7 Ottima gara in fase difensiva.
Greco F. 6.5 Gioca bene, poi l'infortunio.
29' Castagno Diego 7 Ottima gara.
Bertone 6.5 Bravo in entrambe le fasi di gioco.
9' st Varsallona 7.5 Grande qualità, mette in difficoltà gli avversari, bellissima la pennellata del gol.
Berger 7 Grande gara in mezzo al campo sia in recupero sia in fase offensiva.
Carfagno 8 Partita di grande caratura, il gol è di pregevole fattura, lotta dall'inizio alla fine.
Vivacqua 8 Un gol, due assist, un incrocio dei pali, protagonista assoluto.
Allasia 7 Guardandolo, viene il fiatone, non si ferma mai.
31' st Onorati 7 Il suo salvataggio sulla linea è di fondamentale importanza.
All. Insana 7.5 Che partita dei suoi.
Dir: Insana.

LE INTERVISTE

Silvano Crepaldi, allenatore Candiolo: «Avevamo tante assenze, soprattutto a metà campo. Non è una scusante, abbiamo provato a giocare ma manca la forma e il passo per imporre il nostro gioco. Quando troviamo una squadra che gioca così andiamo in difficoltà. Qualcosa in più si poteva fare. Pareggio ci stava, il calcio vive di episodi».

Massimo Insana, allenatore San Secondo: «Vittoria importante anche per la classifica. Ultimamente è difficile allenarsi perché siamo in pochi. A livello di gioco loro sono superiori, ma noi ci abbiamo messo tanta voglia. Fisicamente patiamo un po', ma quando serviva non è mancata la lucidità nel non buttare il pallone. Fino a questo momento avevamo perso tutti gli scontri diretti. Ci sono stati tanti episodi che potevano cambiare il risultato. Loro hanno un valore importante, noi dobbiamo affrontare gli scontri diretti con la consapevolezza di essere bravi con le nostre armi. Abbiamo dato una prova importantissima».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400