Cerca

Under 17

Tremendo Lesna Gold, Foassa, Aarab e Borrelli stendono il Vianney

Mukena è un gigante in mezzo al campo, meritatissima vittoria della squadra di Lino Renga

Under 17 Lesna Gold

Lesna Gold: Foassa, Dacca, Aarab e Hassane festeggiano la vittoria con il Vianney (foto Cassarà)

Il Lesna Gold viaggia come un treno ad alta velocità, battuto con pieno merito anche il Vianney che resta incagliato in un tunnel come una macchina che ha finito la benzina. La luce i gialloblù di Angelo Guerrisi la vedono, ingannevole come un canto delle sirene, per 22 minuti, cioè fino a quando Aarab sigla il punto del 2-2 e gli orocrociati iniziano a schiacciare l'avversario di giornata nella propria metacampo. La rete, fortunosa, di Ludovico Borrelli a 100 secondi dall'inizio della ripresa, segna il definitivo sorpasso, un colpo durissimo da cui il Vianney seppur sospinto per tutta la gara dai suoi sostenitori in tribuna non riesce a riprendersi. Troppo tosto il centrocampo del Lesna, dove giganteggia Emmanuel Mukena, ben supportato da Lastella e Hassane; troppo confusi gli attacchi del Vianney, che cerca l'ispirazione nelle giocate di Pizzuto, tenuto a debita distanza dall'area di rigore dai ragazzi di Lino Renga. Festeggia con un urlo che sa di grande prestazione il Lesna Gold a fine partita, 10 punti nelle ultime 4 giornate sono una media da primo posto, quel primo posto che il Vianney non è riuscito a difendere avendo racimolato un solo pareggio nelle ultime 3 settimane.

La capolista, però, incomincia la partita con un grande spirito di rivalsa, desiderosa di rifarsi dopo i recenti risultati deludenti e trova dopo soli 80 secondi la rete del vantaggio, con il colpo di testa del capitano gialloblu Costanzo, su angolo battuto da Sarrocco. La partita è viva e le due squadre non rinunciano ad attaccare, tendo un ritmo di gioco molto alto. Su un calcio di punizione Borrelli anticipa Cirdei che gli contende il pallone. Quest'ultimo colpisce la gamba del numero 9 del Lesna, che cade a terra e l'arbitro comanda il calcio di rigore. Dal dischetto si presenta lo specialista Foassa, il quale apre il mancino, ma il tiro viene parato da Caccamese. Sulla respinta però Foassa ritrova il pallone e lo calcia in porta, trovando così la rete che rimette il match in parità. Il Vianney non ci sta e si ributta subito in attacco, guadagnando diverse punizioni, rese pericolose dal destro preciso di Sarrocco. Su una di queste, battuta dal solito numero 8 gialloblu, El Rhalmi è il più lesto ad impattare il pallone con una girata al volo di mancino, cogliendo di sorpresa la difesa e il portiere oro-crociati. Il numero 14 esulta con il pubblico e dedica il gol agli infortunati Capriati e Montanariello presenti in tribuna. Da questo momento in poi il Vianney inizia ad indietreggiare con il baricentro e il Lesna guadagna sempre più campo, con il 4-3-1-2 che copre molto bene il campo e blocca le ripartenze dei padroni di casa, che non riescono più a palleggiare. Questa fase di dominio oro-crociato si concretizza conla rete del pareggio di Aarab, il quale riceve il pallone respinto dalla difesa del Vianney, lo controlla e lascia partire un destro al volo che non lascia scampo all'estremo difensore Caccamese. Il Lesna continua sulla falsariga degli ultimi minuti e sfiora la rete del vantaggio con Borrelli, il quale spedisce a lato di testa il cross dell'onnipresente Mukena.

La ripresa ricomincia esattamente allo stesso modo in cui è terminato il primo tempo: Lesna in avanti con personalità e Vianney schiacciato nella sua metacampo. Su uno dei tanti affondi di Borrelli sulla destra, quest'ultimo effettua un cross, che però è diretto verso la porta e sorprende il nuovo entrato Riberio, il quale non può far altro che guardare il pallone insaccarsi alle sue spalle. Il Vianney a questo punto riprende il possesso del pallone e cerca di risalire il campo, guidato dalla tecnica e dalla leadership del numero 10 Pizzuto, che gioca però troppo lontano dalla porta per cercare di dare qualità alla manovra, e dalla pulizia tecnica di Sarrocco, che funge da metronomo in mezzo al campo. Infatti, proprio dal piede del numero 10 gialloblu proviene la punizione su cui Costanzo sfiora la doppietta di testa. Il Lesna passa ad un 4-4-2 per sfruttare la velocità sulle corsie esterne, dove Borrelli si rende pericoloso più volte in profondità, ma Miscione è bravissimo in due occasioni a fermarlo lanciato a rete. Il Vianney tenta l'assalto finale, ma l'assenza di una prima punta di ruolo, che possa stazionare in area e aprire gli spazi per gli inserimenti senza palla dei compagni, rende la vita più facile al pacchetto arretrato degli oro-crociati, i quali non corrono mai grossi pericoli e tengono i padroni di casa lontani dall'area. Borrelli nel finale ha l'occasione per chiuderla, ma colpisce l'incrocio dei pali. Il triplice fischio di Gianello sancisce la vittoria degli ospiti, che conquistano 3 punti fondamentali in ottica classifica e si avvicinano lanciatissimi sempre di più alle posizioni di alta classifica.  

IL TABELLINO

VIANNEY-LESNA GOLD 2-3

RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-3): 5' Costanzo (V), 12' Foassa (L), 16' El Rhalmi (V), 22' Aarab (L), 2' st Borrelli (L).

VIANNEY (3-5-2): Caccamese 6.5 (1' st Ribero 6), Cirdei 6 (1' st Victorio Pineda 6), Marchese 6.5, Pierro 6 (1' st Moschetti 6), Miscione 7 (45' st Denaro sv), Costanzo 7, Lichinchi 6, Sarrocco 7 (38' st Vettini 6), El Rhalmi 6.5 (9' st Fusco 6), Pizzuto 6.5, Roccuzzo 6 (26' st Gallo 6). A disp. Ruberto, Diop. All. Guerrisi 6. Dir. Vettini - Boeti.

LESNA GOLD (4-3-1-2): Marangi 6.5, Boero 7, Foassa 7.5 (31' st Curioso 6.5), Hassane 7, Lagrasta 7, Podariu 7, Lastella 7, Mukena 8, Borrelli 7.5, Dacca 7 (35' st Carnevale 6), Aarab 7.5 (44' st Cipollone sv). A disp. Gravina, Mulè, Gilardi, Triolone, Scagliotti. All. Renga 8. Dir. Mulè - Samela.

ARBITRO: Gianello di Torino 7.

AMMONITI: 13' st Boero (L), 37' st Curioso (L). NOTE: Angoli 9-4.

LE PAGELLE

Caccamese 6.5 Para il rigore di Foassa, distendendosi sulla sua destra, e non può nulla sulla respinta. È costretto al forfait nell'intervallo.

1' st Ribero 6 Subisce a freddo il gol del 2-3 del Lesna, trovandosi fuori dai pali sul cross di Borrelli.

Cirdei 6 Schierato come quinto di destra, bada più a coprire che a proporsi e si vede fischiare il rigore che porta al pareggio del Lesna. 

1' st Victorio Pineda 6 Prende il posto di Cirdei e gioca anche lui da terzino bloccato, limitandosi ad intercettare le giocate di Dacca.

Marchese 6.5 Esce dal campo dopo aver dato tutto, si trova di fronte avversari scomodi come Borrelli e Aarab, ma riesce a tenere botta.

Pierro 6 Regge un tempo, ma Mukena e Hassane hanno un passo diverso rispetto al suo. 

1' st Moschetti 6 Viene schierato in più ruoli nel secondo tempo, dove garantisce generosità e abnegazione, ma pecca di qualità.

Miscione 7 Gli interventi decisivi da ultimo uomo, che fermano Borrelli lanciato a rete, permettono al Vianney di restare in partita fino all'ultimo. 

Costanzo 7 Trova il gol dopo soli 80 secondi dall'inizio del match e va vicino alla doppietta nel secondo tempo, proponendosi spesso in avanti.

Lichinchi 6 Schierato come quinto di sinistra, anche lui tende più a guardarsi le spalle che ad attaccare. Nel secondo tempo viene schierato mezzala, dove garantisce corsa, ma non altrettanta qualità.

Sarrocco 7 Calcia i piazzati in maniera letale per gli oro-crociati, mettendo a referto due assist e giocando una partita di grande pulizia tecnica.

38' st Vettini 6 Partecipa ai disperati tentativi di assalto nel finale.

El Rhalmi 6.5 Trova il gol con una bella girata di sinistro al volo e fa tanto lavoro sporco, ma viene lasciato troppo solo nella morsa dei due centrali del Lesna.

9' st Fusco 6 Sostituisce El Rhalmi, ma non trova spazio per le sue giocate, bloccato dalla densità in mezzo al campo del Lesna.

Pizzuto 6.5 È il leader tecnico della squadra, viene sempre raddoppiato o triplicato quando ha la palla ed è costretto ad abbassarsi molto per ricevere palloni e portare su la squadra. Nonostante la sua qualità, non riesce tuttavia ad avere il cambio di passo necessario negli ultimi metri di campo.

Roccuzzo 6 Mezzala destra e poi centrale, partita in cui tampona le falle e cerca di far ripartire la squadra.

26' st Gallo 6 Quando entra viene acclamato dal pubblico come il salvatore della patria, ma va a sbattere contro il muro eretto dai centrali del Lesna.

All. Guerrisi 6 La difesa a 3 con cui schiera la squadra non sembra dare frutti, perché la squadra è troppo bassa in non possesso e fa fatica a risalire il campo con gli esterni che si limitano più alla fase difensiva, facendo sì che siano troppi pochi i giocatori offensivi con cui attaccare. Si sente l'assenza di una punta di peso che possa occupare l'area e tenere impegnati i centrali.

LESNA GOLD

Marangi 6.5 L'attacco del Vianney non lo impensierisce più di tanto, sui gol non può farci nulla, ma trasmette sicurezza al reparto difensivo con uscite coraggiose e determinanti.

Boero 7 Non contribuisce alla fase offensiva della squadra, ma in copertura è perfetto: tappa tutti i buchi e dalla sua parte non arrivano mai pericoli.

Foassa 7.5 Terzino con il piede caldo, batte tutti i piazzati e il rigore del pareggio, spendendo in rete la respinta di Caccamese che aveva neutralizzato il suo tiro.

31' st Curioso 6.5 Entra a 20' dalla fine e non si tira mai indietro, tanto da prendersi anche il giallo. Lotta su tutti i contrasti senza paura e si spinge anche in attacco in alcune situazioni.

Lagrasta 7 Sicuro in tutte le letture, si intende alla perfezione con Podariu e alza la saracinesca che non permette quasi mai al Vianney di entrare in area di rigore.

Podariu 7 È praticamente impossibile vincere un duello con lui, non lascia mai la difesa scoperta e allontana tutto ciò che passa dalle sue parti.

Hassane 7 È la diga del centrocampo oro-crociato, costruisce e accompagna l'azione con qualità, ma davanti alla difesa dà protezione ai centrali e blocca sul nascere ogni azione gialloblu.

Lastella 7 Il capitano non gioca una partita appariscente, ma dà un contributo essenziale per l'equilibrio della squadra, coprendo in fase difensiva le mancanze del tridente offensivo con grande personalità e abnegazione. 

Mukena 8 "Il 70% della Terra è coperto dall'acqua, il resto da Mukena". È letteralmente ovunque, recupera un'infinità di palloni e fa ripartire più volte l'azione con i suoi coast to coast. Con un po' più di qualità in rifinitura sarebbe stata una prestazione da 10 in pagella.

Borrelli 7.5 Trova un gol fortunoso su un cross sbagliato, ma per quanto mostrato in campo se l'è ampiamente meritato. Quando parte in dribbling diventa imprendibile e crea diversi pericoli per la difesa gialloblu per tutto il match. 

Dacca 7 Nonostante in mezzo al campo ci siano pochi spazi, riesce ad essere sempre nel vivo del gioco, partecipando a tutte le azioni offensive della squadra e servendo palloni precisi per innescare il duo d'attacco.

35' st Carnevale 6 Allunga la difesa gialloblu e aiuta la sua squadra a risalire il campo nei minuti finali.

Aarab 7.5 Segna una rete spettacolare con un tiro al volo potente e imprendibile. Dribbla gli avversari con grande facilità e aiuta la squadra nel secondo tempo, facendo la fascia e sfruttando la sua incredibile velocità in campo aperto. 

All. Renga 8  Il voto è il risultato di quanto fatto in questa stagione e di come la squadra sia stata assemblata alla grande. Il Lesna merita la vittoria e offre un gran calcio, con ogni giocatore che svolge ordinatamente il suo compito. L'obiettivo sono i playoff, ma dopo una partita e una vittoria così, lui sotto sotto crede a qualcosa di più grande. 

ARBITRO: Alberto Maciej Gianello di Torino 7 Sembra giusta le decisione sull'episodio del calcio di rigore per il Lesna, bravo a seguire l'azione e a non spezzettare troppo la partita, lasciando giocare.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400