Cerca

Under 17

I gemelli del gol: Sanghez e Trajanov stroncano i sogni di gloria del Turricola, illuso dal gol di Berto

Sebbene in dieci e poi in nove, il Canelli porta a casa tre punti che lo consolida ancor di più al primo posto.

Canelli Under 17

Il Canelli Under 17 passa in casa del Turricola

Svanisce in quattro minuti il sogno del Turricola di battere il Canelli ed avvicinarsi così alla regina che con questa vittoria resta in vetta alla  classifica sin dalla prima giornata. Nel calcio i numeri fanno testo, 82 gol fatti e solo 9 subìti la dicono lunga sul bagaglio tecnico tattico di questa squadra. Che non ha mai perso, pareggiando una sola partita dall'inizio del campionato. Certamente anche i padroni di casa non scherzano con il loro palmares di 10 vittorie, tre sconfitte, due pari e una rosa di giocatori di tutto rispetto. Ma la sconfitta subìta, ha messo in evidenza che la differenza l'hanno fatta un paio di giocatori il cui tasso tecnico è superiore alla media, almeno in questa categoria ed in questo girone provinciale. Sanghez 13, Trajanov 12, Bottero 13 e Silipo 13 occupano i primi posti della classifica marcatori con un totale personale di 51 reti. La gara, comunque, non si è fatta mancare nulla, sia sotto il profilo tecnico che sotto l'aspetto emozionale. Tanto pathos nella ripresa quando il risultato si è sbloccato, e soprattutto negli ultimi quindici minuti quando gli ospiti sono rimasti in nove, e la paura di essere raggiunti e sorpassati li ha costretti giustamente ad alzare le barricate. Fatti i giusti conti per i tiri in porta e per lo sfortunato palo di Berto, i padroni di casa avrebbero meritato anche il pari. Questo anche a detta di mister Nardiello.

45 minuti di equilibrio Nel primo tempo regna sul campo un sostanziale equilibrio sia nel computo delle azioni che nelle conclusioni a rete. Le squadre sono ben determinate, ma le marcature abbastanza strette non lasciano troppi spazi ai centrocampisti, fonti del gioco. Quindi importanti diventano gli spunti personali che vedono continui spostamenti, sull'uno e sull'altro fronte, dei giocatori di punta che non vogliono dare punti di riferimento. Leggasi Sanghez che viene spostato da una fascia all'altra e Dehbi che svaria su tutto il fronte d'attacco. Il primo brivido al 4': su cross di Palmisani, Silipo arriva con un attimo di ritardo alla deviazione di testa. Dehbi al 7', sebbene marcato stretto si presenta davanti alla porta, anticipato di un soffio dall'uscita di Massasso. Un paio di minuti e Lupano viene chiamato a neutralizzare in due tempi una gran botta di destro di Bottero. Al 18' l'azione che fa gridare al gol: pallone a spiovere in area che colpisce un giocatore e poi rimpalla sul portiere, sta per finire in rete, ma prima che Trajanov la insacchi, arriva Lovisolo che spazza via dalla linea di porta. Dehbi, a volte troppo solo, al 20' fa partire una fiondata in diagonale di destro che finisce sull'esterno della rete. Al 40' Massasso deve uscire per anticipare Marchetto e Corona pronti alla deviazione in porta.

Di tutto e di più Nella ripresa sono arrivate le grandi emozioni, perché entrambe le squadre vogliono vincere. Il Turricola non molla, il Canelli nemmeno. S'inizia  con Corona che al 10' fa tutto bene superando davanti all'area di rigore lo sbarramento ospite. poi invece di concludere in rete, o quanto meno provarci, fa un apertura sulla fascia destra inaspettata che si perde in fallo laterale. Passano tre minuti e Silipo dalla fascia laterale fa partire un cross basso che attraversa tutta l'area finendo dalla parte opposta sui piedi di Sanghez. E qui arriva la classe! Il giocatore controlla col sinistro, di esterno destro evita l'intervento di un avversario e con un destro secco e preciso cerca e trova l'incrocio dei pali. Accusano il colpo ma non mollano i terruggesi. Nemmeno sul raddoppio di Trajanov che arriva quattro minuti dopo, servito deliziosamente da Sanghez. Purtroppo il centrocampista astigiano viene espulso subito per aver gioito ad alta voce, troppo, con una parola "inappropriata".  Comincia l'arrembaggio, che si scatena con più veemenza. Ma gli attacchi, sebbene proficui, si concludono quasi sempre con tiri telefonati e centrali per l'attento Massasso. Al 34' il primo tiro impegnativo da destra di Montiglio che impegna severamente il numero uno del Canelli in due tempi. Al 36' dall'ennesimo angolo arriva il gol: Palla tesa in area colpisce di testa Dehbi, ma corregge in rete Berto. L'ultima vera occasione al 43' su staffilata da fuori area di Braggio, che scheggia il palo esterno e si perde sul fondo. Alcuni incidenti hanno richiesto circa nove minuti di recupero che, sebbene emozionanti, non hanno cambiato il risultato. Non traggano in inganno le espulsioni, perché la gara si è svolta in modo maschio ma corretto. Anche il pubblico ha apprezzato con calorosi applausi e riconoscimento del valore dell'avversario.

IL TABELLINO

Turricola T.-Canelli 1922 1-2

RETI (0-2, 1-2): 13' st Sanghez (C), 17' st Trajanov (C), 36' st Berto (T).

TURRICOLA T. (4-1-3-2): Lupano 7, Berto 7, Quartero 6.5 (23' st Foddai 6.5), Marchetto 6.5, Ramadani 7, Braggio 7, Saresini 6.5 (29' st Patrucco 6), Piano 7, Dehbi 7, Sannazaro 6.5 (15' st Chornyavskyy 6.5), Corona 6.5 (19' st Montiglio 7). A disp. Fabris, Volpi. All. Nardiello - Repossi 6.5.

CANELLI 1922 (4-4-2): Massasso 7, Laiolo 7, Rizzolio 7, Piana 7, Lovisolo 7, Peuto 7, Sanghez 7.5 (33' st Valsania 6.5), Trajanov 7, Palmisani 6.5 (26' st Agatiello 6.5), Bottero 6.5, Silipo 6.5 (30' st Rizzo sv). A disp. Basso, De Dominicis, Femminili, Brunettini. All. Cavanna 7.

ARBITRO: Berruti di Casale 6.5.

ESPULSI: 17' st Trajanov (C), 36' st Rizzo (C). 

LE PAGELLE

Turricola

Lupano 7 Gol imparabili, ma sicurezza tra i pali e alcune belle parate nei momenti clou della gara.

Berto 7 Coraggiosamente in avanti sull'angolo da cui scaturisce il suo gol che riapre le speranze.

Quartero 6.5 Sempre determinato e determinanti i suoi interventi difensivi, quando c'è da fermare Sanghez.

23' st Foddai 6.5 Dà un buon contributo in fase offensiva negli ultimi minuti del match.

Marchetto 6.5 Mezzo destro di centro campo con buone qualità nel controllo e smistamento della sfera.

Ramadani 7 Carattere e grinta al 18' del primo tempo strappa letteralmente la palla dalla porta.

Braggio 7 Prova pressoché maiuscola al centro della difesa. Al 43' sfiora il gol del pari. Il pallone scheggia il palo.

Saresini 6.5 Non si risparmia nei contrasti a centro campo e nel rifornimento di palloni in avanti. 

29' st Patrucco 6 Dà man forte nell'assalto finale.

Piano 7 Nel primo tempo di limita al controllo della sua zona, nella ripresa partecipa alle manovre d'attacco. Personalità nonostante la giovane età.

Dehbi 7 Velocità e rapidità, unitamente ad una spiccata personalità ne fanno un pilastro della squadra.

Sannazzaro 6.5 Chiusure a centro campo, ma anche propositivo in fase di ripartenza.

15' st  Chornyavsskyy 6.5 Si prodiga e si batte con animosità fino alla fine.

Corona 6.5 Belle giocate ed iniziative in fase di rifinitura, peccato per quel pallone sprecato al 10' della ripresa.

19' st Montiglio 7 Marcato a vista si batte con tutte le sue forze impegnando Massasso ad una grande parata sul suo bolide.

All. Nardiello-Repossi 6.5  Meriti notevoli nell'aver costruito una bel gruppo sia sul piano tecnico-tattico che su quello della personalità.

Canelli

Massasso 7 Senso della posizione  con capacità tecniche adeguate alla sua età e al suo ruolo.

Laiolo 7 Nel primo tempo si sgancia in avanti spesso, nella ripresa si distingue in fase difensiva.

Rizzolio 7 Negli ultimi venti minuti vengono fuori le sue qualità da combattente.

Lovisolo 7 Mette cuore e  fisico durante l'assedio terruggese, non tira mai indietro il piede nei contrasti.

Peuto 7 Calmo e riflessivo nei disimpegni dopo che ha conquistato palla. Bravo anche in fase aerea.

Sanghez 7.5 Farebbe la differenza anche se giocasse in squadre di categoria superiore: Piedi buoni, visione di gioco e gran senso tattico.

33' st Valsania 6.5 Nei minuti finali unico attaccante sa portare a spasso il pallone con intelligenza e sacrificio.

Trajanov 7 Il raddoppio della sicurezza, ma troppo esuberanza nell'esultare. Espulso al 18' st

Palmisani 6.5 Tanto movimento in avanti creando spazio per l'inserimento dei compagni di centro campo.

26' st Agatiello 6.5 Sulle barricate col cipiglio giusto va su tutti i portatori di palla.

Bottero 6.5 Gli manca il gol, ma quante energie spese in fase d'attacco.

Silipo 6.5 Guardato a vista non sempre riesce a concretizzare il suo lavoro in avanti, suo l'assist del gol di Sanghez.

30' st Rizzo sv entra ed esce per espulsione in otto minuti. Per un fallo ritenuto dall'arbitro troppo cattivo.

All. Cavanna M. 7 Ha costruito una squadra che sin dalle prime gare ha rivelato tutte le sue belle caratteristiche: tecniche, tattiche e psicologiche. Gruppo compatto e unito che gli darà ancora belle soddisfazioni.


INTERVISTE

Nardiello, allenatore Turricola: «Abbiamo giocato un'ottima gara sul piano fisico e della volontà. Siamo un po' mancati in fase realizzativa per la troppa fretta. Ma giocavamo contro una bella squadra che non a caso è la prima della classe. Sono, comunque, soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi. Che alla fine meritavano il pari».

Cavanna, allenatore Canelli: «Due squadre che meriterebbero di giocare nei regionali per la qualità e la quantità di gioco che sanno produrre. Ho visto una grande partita sotto tutti gli aspetti e sono orgoglioso per i miei ragazzi che occupano giustamente il primo  posto della classifica. Ma non ci fermeremo fino alla fine».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400