Cerca

Under 17

Camigliano-Floresta, Moncalieri in testa

I ragazzi di Piolatto vendicano lo 0-4 dell'andata e sorpassano in vetta l'ex capolista Moderna

Pietro Floresta e Lorenzo Camigliano

Pietro Floresta e Lorenzo Camigliano match winner per il Moncalieri

Imprevedibilità. Con questa parola si può riassumere il girone b dell'under 17 torinese. A questa si può ovviamente accostare la parola spettacolo, dato che le premesse della vigilia non vengono mai smentite dal campo. Questi sono dunque gli elementi che rispecchiano il big match della diciannovesima giornata, che si potrebbe paragonare ad un thriller di gran qualità, con colpi di scena da ambo le parti e un livello nei 22 in campo molto alto, a dimostrare che la classifica delle due squadre è assolutamente meritata. 

L'inizio del match non tradisce le aspettative che si avevano per questo scontro diretto al vertice: ritmo alto e tanta intensità. Giocano a specchio le due squadre, schierate entrambe con un 4-2-3-1 con Morselli da una parte e Ciaravino dall'altra come uniche punte. A partire forte però sono i padroni di casa del tecnico Di Monda. Al 9' del primo tempo l'arbitro Amato comanda una punizione dal limite destro dell'area di rigore. Sul pallone va lo specialista Morselli, il cui mancino passa attraverso la barriera che si apre e trafigge Pullano, il quale vede il pallone all'ultimo e non può intercettarlo. I padroni di casa, galvanizzati dalla rete segnata continuano ad attaccare e un minuto dopo hanno l'occasione per il doppio vantaggio: Hanoun viene lanciato in profondità, supera in velocità Borgarello e mette un cross rasoterra, su cui arriva in corsa Devalle, che però spedisce a lato con il mancino. Piolatto corre ai ripari e schiera la squadra con il più consolidato 3-5-2, alzando Petruzzelli sulla linea di centrocampo, accentrando Floresta vicino a Ciaravino e abbassando tra i centrali Borgarello. Il cambio modulo aiuta la squadra, che inizia a guadagnare campo e punizioni pericolose, vero e proprio punto di forza della squadra. Su una di queste Pavarino trova tutto solo sul secondo palo Camigliano, il quale tenta la girata di sinistro, che però finisce alta di poco. I calci di punizione sono l'arma più pericolosa per entrambe le squadre, con un incontenibile Morselli che si guadagna l'ennesima punizione dal limite: va lui stesso alla battuta e calcia a giro di mancino, con la palla che si infrange sul palo e gli nega la doppietta. Il Moncalieri, dopo aver rischiato il doppio vantaggio, mette da parte la paura ed inizia a macinare metri e gioco, tanto a chiudere il Moderna nella sua metà campo fino alla fine del primo tempo, dal cui assedio trova due occasioni: prima Floresta spizza di testa un cross pennellato di Guida, ma il pallone finisce a lato di poco, dopo Correale controlla un cross proveniente dalla sinistra e con il mancino tira a fil di palo, per l'ultima grande occasione di un primo tempo spettacolare.

Al rientro in campo il copione è sempre lo stesso, con il Moncalieri sempre pericolosissimo sui piazzati, ma con il Moderna che riesce ad alleggerire la pressione degli ospiti e a guadagnare campo, sbagliando però le scelte finali, che vanificano potenziali azioni pericolose. Tra il 20' e il 30' del secondo tempo le due squadre hanno un'occasione per parte, con protagonisti ancora una volta gli uomini più pericolosi da una parte e dall'altra: nel primo caso, dopo un angolo battuto dal solito Pavarino, si forma una mischia, dalla quale sbuca la zampata di Camigliano, il cui tiro è deviato da Merlo in uscita sul palo, vanificando l'ennesima occasione per il Moncalieri. In risposta a Camigliano c'è sempre Morselli, che si libera proprio del numero 4 biancazzurro dopo un bel duello fisico, ma spara alto con il suo mancino da ottima posizione. Al 34' però il Moncalieri trova il tanto cercato gol del pareggio, con una punizione di Correale, spizzata sul secondo palo, dove si trova Floresta, che con il piattone trova l'angolo più lontano. Il gol subìto fa cadere il fortino del Moderna, che inizia a sentire la pressione di un Moncalieri ormai sulle ali dell'entusiasmo. La squadra di Piolatto chiude il secondo tempo esattamente come il primo: assedio alla ricerca del gol vittoria che significherebbe anche sorpasso in classifica. La rete al 40' la trova proprio Camigliano, che fa esplodere i suoi tifosi, dopo aver ribadito in rete di testa un angolo di Pavarino, che attraversa tutta l'area di rigore e fa sì che il numero 4 debba solo spingere in rete il pallone del vantaggio. È tanta la gioia per gli ospiti, che ribaltano così una partita che li aveva visti andare sotto e rischiare di subire il doppio svantaggio, ma grazie alla loro caparbietà e ad un ottimo gioco offerto, si portano a casa tre punti importantissimi in ottica classifica e ottengono la vetta, dopo un girone di ritorno condotto in maniera perfetta con tutte vittorie. 

IL TABELLINO

MODERNA MIRAFIORI-MONCALIERI 1-2

RETI (1-0, 1-2): 9' Morselli (MoD), 34' st Floresta (Mon), 40' st Camigliano (Mon).

MODERNA MIRAFIORI (4-2-3-1): Merlo 6.5, Castiglione 6, Ciancitto 6, Devalle 6 (26' st Pasciuti 6), Perrucchietti 6 (44' st Bachis sv), Pascarella 6, Hanoun 6.5, Armandi 6, Morselli 7, Bresciano 6 (7' st Piazzolla 6, 42' st Ammendolea 6), Sakhaoui 6 (32' st Freda sv). A disp. Lupia, Vona, Mustaj. All. Di Monda 6. Dir. Pascarella - De Maglianis Alberto.

MONCALIERI CALCIO (3-5-2): Pullano 6, Petruzzelli 6.5, Borgarello 6.5 (39' st Cosentino sv), Camigliano 7.5, Pastore 6.5, Floresta 7, Andreacchio 6.5, Correale 6.5, Ciaravino 6.5, Pavarino 6.5 (44' st De Carolis sv), Guida Stefano 6.5. A disp. De Chirico, Caramaschi, Bravin, Savino, Stabilito, Iannotta, Bonello. All. Piolatto 7.5. Dir. Antonucci.

ARBITRO: Giovanni Amato di Torino 7.

AMMONITI: 23' Camigliano (Mon), 39' Pastore (Mon), 37' st Borgarello (Mon), 42' st Armandi (MoD), 46' st Guida Stefano (Mon).

ESPULSI: 49' st Morselli (MoD).

LE PAGELLE

MODERNA MIRAFIORI

Merlo 6.5 Aiuta la squadra con le uscite che sbrogliano situazioni di mischia e sfodera alcune parate importanti che tengono in piedi il più possibile il Moderna.

Castiglione 6 Andreacchio dalla sua parte è un motorino che è difficile da contenere, lui rimane basso per coprire la posizione e correre pochi rischi.

Ciancitto 6 Molto utile in fase di costruzione, dimostrando di avere un ottimo mancino, ma si trova di fronte la furia di Petruzzelli e deve stringere i denti per cercare di limitarlo.

Devalle 6 Esterno alto di sinistra, gioca una partita ordinata e si inserisce spesso senza palla. Un minuto dopo il gol iniziale di Morselli, ha sul sinistro la palla del possibile 2-0, ma il suo mancino finisce a lato.

26' st Pasciuti 6 Buttato nella mischia per sfruttare la sua energia, subisce con la squadra l'assedio finale del Moncalieri, non riuscendo a mettersi in mostra.

Perrucchietti 6 Ciaravino è un cliente scomodo che si muove molto e non dà riferimenti. Lui fa sentire la marcatura stretta, non riuscendo però quasi mai a trovare l'anticipo.

Pascarella 6 Con il suo compagno di reparto di reparto si alterna la marcatura di Ciaravino, scappando spesso all'indietro per leggere in anticipo i lanci del Moncalieri verso il suo numero 9.

Hanoun 6.5 I suoi guizzi in dribbling e la sua velocità mettono in difficoltà la retroguardia biancazzurra, soprattutto a inizio gara, dove brucia più volte Borgarello sullo scatto e serve palloni invitanti in area, non sfruttati a dovere dai suoi compagni.

Armandi 6 Regia ordinata e pulita, prezioso anche in fase di interdizione e nel recupero palla, ma soffre la tecnica e l'intensità del centrocampo ospite, che si trova spesso in superiorità numerica in fase offensiva.

Morselli 7 Sblocca il match dopo 9 minuti su punizione e, qualche minuto dopo con una punizione pure migliore della precedente, colpisce il palo. Da i suoi piedi arrivano tutte le occasioni dei padroni di casa, grazie al suo mancino e alla sua capacità di saper fare reparto da solo. Viene espuls o nel finale di gara per proteste e dovrà saltare la delicata trasferta con il Pertusa.

Bresciano 6 Nel primo tempo cerca spesso il filtrante per servire in profondità gli attaccanti, ma si accende ad intermittenza e non riesce a lasciare il suo segno sul match.

7' st Piazzolla 6 Rileva Bresciano, ma il suo contributo è pressoché nullo, complice anche la pressione costante del Moncalieri e la mancanza di palloni giocabili.

Sakhaoui 6 In mezzo al campo duella molto e cerca la progressione palla al piede, non riuscendo però a trovare il cambio di passo necessario per eludere il centrocampo ospite.

All. Di Monda 6 La partenza della sua squadra è tipica di chi vuole dimostrare di essere più forte, ma con il passare dei minuti e dopo aver mancato il 2-0 in più occasioni, la sua squadra si scioglie come neve al sole e rinuncia sempre di più alla costruzione, optando per il lancio lungo, facile preda dei centrali biancazzurri.

MONCALIERI CALCIO

Pullano 6  Sicuro nelle uscite e nel bloccare i palloni, ha un concorso di colpa da dividere con la barriera, che si apre in due nel gol del vantaggio del Moderna con la punizione di Morselli.

Petruzzelli 6.5 Inizia il match da terzino destro, viene poi alzato come quinto di centrocampo, ma la sostanza non cambia: tanta corsa e generosità e un cambio di passo fondamentale in entrambe le fasi 

Borgarello 6.5 Gioca più bloccato rispetto a Petruzzelli e passa con il cambio di modulo a terzo centrale di sinistra, dove si fa valere nel gioco aereo e compie alcuni interventi decisivi.

Camigliano 7.5 Il difensore bomber ha un tempismo nei calci piazzati superiore alla media. Nonostante sia un difensore centrale, è lui l'uomo più pericoloso del Moncalieri, dato che sfiora il gol nel primo tempo, colpisce un palo e nel finale trova la rete del definitivo vantaggio.

Pastore 6.5 Spende il fallo nell'unico errore della sua partita, quando viene superato in velocità da Hanoun. Per il resto gioca una partita attenta e precisa, governando il centro-destra difensivo.

Floresta 7 Inizia da esterno di destra, ma viene in seguito accentrato per aiutare Ciaravino in avanti. Dopo una partita di tanto sacrificio in non possesso, è bravissimo a girare in rete con il piatto destro la punizione di Pavarino e trovare il tanto agognato pareggio.

Andreacchio 6.5 Una spinta continua sull'out di sinistra. Meno presente in fase difensiva rispetto al solito, è davvero instancabile e rende la mattinata complicata a Castiglione che lo deve rincorrere.

Correale 6.5 Il classe 2006 gioca una partita di grande personalità ed ottima tecnica: i suoi calci piazzati sono sempre velenosissimi (dal suo mancino nasce l'1-1) e va vicino al gol con il suo mancino potente da fuori area.

Ciaravino 6.5 Lavora tanto per la squadra e, nonostante riceva palloni complicati da gestire, si fa valere nei duelli fisici, aprendo spazi importanti per i suoi compagni grazie alle sue precise e pregevoli sponde.

Pavarino 6.5 È il metronomo dei biancazzurri, detta i tempi di gioco e pulisce tutti i palloni che gravitano dalle sue parti. Inoltre i suoi calci piazzati sono sempre un pericolo per la squadra di casa. Da un suo angolo nasce il gol del vantaggio di Camigliano.

Guida 6.5 Mostra una precisione geometrica nel trovare i compagni con lanci millimetrici. Ha un'ottima tecnica palla al piede e risolve diverse situazioni complicate grazie al suo tocco nello stretto.

All. Piolatto 7.5 Dopo il gol subìto a freddo e i primi minuti di sbandamento, la sua squadra acquista sempre più coraggio e domina il match in casa della capolista, sorpassandola in classifica ed aggiudicandosi il primo posto con merito. Merito che gli va dato anche per aver provato spesso i calci piazzati in allenamento, tanto da diventare letali per il Moderna.

Giovanni Amato di Torino 7 Direzione di gara sicura e con personalità, nonostante la giovane età e la partita di spessore, tiene bene tutto in suo controllo, fischiando sempre la decisione corretta, ma lasciando correre molto per favorire lo spettacolo.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400