Cerca

Under 17

Dehbi e Dainekh portano in alto Nardiello e il Turricola con la Boys Calcio

Spettacolo ed emozioni, con qualche protesta, in una gara vinta meritatamente dai padroni di casa

Dehbi e Dainekh portano in alto Nardiello e il Turricola con la Boys Calcio

Drainekh firma la doppietta e il Turricola batte 3-1 la Boys Calcio

La gara inizia all'insegna delle contestazioni poiché l'arbitro rileva un'imprecisione nei riguardi del cartellino dell'allenatore e non gli di permette di entrare sul terreno di gioco. Ma questa è un'altra storia! La gara, quella "giocata", inizia normalmente con i ventidue giocatori che fanno trasparire subito l'importanza dello "scontro" dalla velocità e determinazione con cui attaccano pallone e avversari, comunque nei limiti della correttezza sportiva. Sul campo la partita ha offerto non poche emozioni, con azioni su entrambi i fronti che spesso non trovavano gli sbocchi giusti per le conclusioni a rete. Se nel primo tempo si è fatto preferire il Turricola per la maggior determinazione e concentrazione, nella ripresa, almeno per i primi venti minuti, è stato il Boys a dettar legge. Che però manca della "cattiveria" giusta nelle conclusioni in porta, due soli tiri nello specchio uno per tempo, su azione e due tiri su punizione uno dei quali finisce nel sacco. I padroni di casa, dopo aver corso alcuni pericoli hanno ripreso in mano le redini della gara, riuscendo in pieno recupero a portare a tre le segnature. Il Turricola consolida, con questa importante vittoria, la posizione di damigella d'onore a fianco di sua maestà Canelli, con un pensierino ai play off.

Affondi e gol Al 4' al primo affondo del Turricola scaturisce l'azione del rigore: Dehbi, appena entrato, in area, palla al piede, viene affrontato dall'uscita a valanga del portiere e di Rodella, finisce a terra e Zarrilli concede il penalty, che Drainekh trasforma mettendo la palla dalla parte opposta di Del Ferro. Pochi minuti e ancora un brivido per il Boys sulla staffilata di Foddai che lambisce il palo e si perde sul fondo. Risponde, all'11', Sultana che impegna Lupano in una difficile parata sotto la traversa con un sassata dai 35 metri. Al quarto d'ora c'è un fallo al limite dell'area, sul pallone si porta Sultana, rasoterra nemmeno irresistibile, coglie l'angolino coperto dalla barriera che probabilmente spostandosi inganna il portiere che si tuffa in ritardo, e la palla termina la sua corsa in fondo al sacco. Tiene banco la squadra di casa che a volte resta però allungata col solo Dehbi a districarsi tra i difensori ovadesi. Una bella percussione di Berto sulla fascia destra viene premiata dal gol. Il terzino infatti dopo aver scambiato con Dehbi si porta sul fondo e crossa alto davanti alla porta, esce fuori tempo Del Ferro e lo stesso Dehbi insacca di testa, 2-1. Ancora supremazia territoriale dei padroni di casa che potrebbero chiudere la gara con Vigato, il quale entra in area ma viene stoppato dal portiere con l'aiuto di Rodella, questa volta in modo regolare. Pochi minuti dopo uno scambio veloce Vigato-Dhebi mette quest'ultimo in area che, allungandosi troppo la palla, viene fermato da Del Ferro in uscita. In pieno recupero Salvador con un destro a giro fa vibrare la parte esterna del palo lontano.

Paura di vincere Quasi irriconoscibile il Turricola dei primi venti minuti del secondo tempo che lascia inspiegabilmente l'iniziativa completamente nelle mani del Boys, invece di chiudere il contenzioso col terzo gol che sicuramente era nelle sue potenzialità. Subito al primo minuto brivido per Lupano che riesce a intuire e neutralizzare il tiro ravvicinato di Salvador, uno dei migliori in campo, ma volte troppo solo, imbeccato da un errore di alleggerimento di Quartero. Mister Nardiello corre ai ripari o meglio forse per dare più spinta sulla fascia affidandosi alla velocità di Quartero, fa entrare Piano schierato in difesa e lo stesso numero 3 sulla fascia sinistra. Ma il cambiamento subito non sortisce gli effetti desiderati. A rendersi più pericoloso è il Boys con la percussioni centrali di Salvador che non trova valide sponde, ivi compresa quella della punta centrale Haga Miranda. E solo al 21' Davide Concilla impegna Lupano con un diagonale molto insidioso che però lo stesso intuisce e neutralizza a terra. Dopo questo ultimo pericolo corso dai padroni di casa la partita cambia di nuovo ed il Turricola sale di nuovo in sala comando. Quartero sulla fascia ha trovato posizione e tempi giusti. Al 25' è sua la conclusione su assist di Drainekh che il portiere legge tardi e deve intervenire alla disperata Zunino che spazza in fallo laterale. dopo sei minuti fa tutto bene Drainekh sulla sinistra dell'area di rigore saltando due avversari ma defilandosi troppo sul fondo dal quale fa partire una botta che finisce sull'esterno della rete. Al 32' Nardiello fa entrare Montiglio altro gioiellino del vivaio terruggese che sulla fascia destra in possesso di palla provoca non pochi grattacapi al terzino destro. Piano, al 38' regala un bel pallone ad Haga che si fa recuperare dallo stesso giocatore al momento del tiro, intercettando la palla in fallo laterale. Ancora il centrale terruggese si improvvisa attaccante e con un cambio di marcia arriva fin davanti all'area fermato dalla difesa. Al 50' arriva finalmente il terzo gol del Terruggia propiziato da un bel pallone in area su Drainekh che mette dentro con un diagonale rasoterra forte e preciso.

Dessert La gara non si è fatta mancare il dessert con le forti contestazioni nei confronti dell'arbitro che, se ha commesso errori, in merito alla discussione con l'allenatore dentro o fuori dal campo, potrebbe essere "richiamato e  punito" con un giusto reclamo, ammesso che li abbia commessi. Da qui ad apostrofare lo scrivente, invitandolo a scrivere con "coscienza" e dare un cattivo voto all'arbitro, chiaramente da parte di alcuni tifosi del Boys ce ne corre. Per fortuna occhi e cervello sono liberi di seguire la propria professionalità e coerenza, anche se opinabile.

IL TABELLINO

Turricola T.-Boys Calcio 3-1

RETI (1-0, 1-1, 3-1): 4' rig. Drainekh (T), 15' Sultana (B), 25' Dhebi (T), 50' st Drainekh (T).

TURRICOLA T. (4-3-3): Lupano 6.5, Berto 6.5, Quartero 6.5, Marchetto 7, Ramadani 6, Braggio 6.5, Vigato 7 (32' st Montiglio 6.5), Saresini 6.5, Dhebi 7, Drainekh 7.5, Foddai 6.5 (8' st Piano 6.5). A disp. Fabris, Capra, Volpi, Brovero, Sannazaro. All. Repossi - Nardiello 7.

BOYS CALCIO (4-2-3-1): Del Ferro 6.5, Lanza 6.5 (46' st Muca sv), Haga 6, Ambrosin 6.5, Zunino 6.5 (48' st Tauszig sv), Rodella 7, Torelli 6.5, Sultana 7 (35' st Scaiola sv), Cancilla 6.5, Salvador 7, Perassolo 6. A disp. Marengo, Travo, Kamal El Idrissi. All. Repetto 6.5.

ARBITRO: Zarrilli di Casale 6.5.

LE PAGELLE

Turricola

Lupano 6.5 Sicuro tra i pali con alcune parate impegnative e importanti ai fini del risultato. Nei rinvii di piede ha sbagliato a calzare le scarpe.

Berto 6.5 Sicuro nei contrasti che fa sempre con grinta, ma sa anche proporsi con arguzia sulla fascia destra. Suo il cross sul gol di Dehbi.

Quartero 6.5 Si districa bene schierato in difesa, ma dà il meglio di sé quando viene spostato in avanti sulla fascia.

Marchetto 7 Personalità e capacità di leggere la gara si prodiga sui portatori di palla, ma sa anche ispirare la manovra offensiva.

Ramadani 6 Giornata non molto positiva, in alcune occasioni va fuori tempo sui palloni alti mettendo in difficoltà i compagni di difesa.

Braggio 6.5 Per tre quarti di gara agisce in difesa con attenzione e determinazione, negli ultimi quindici minuti spinge molto anche a centro campo.

Vigato 7 Esce dal campo esausto ha dato tutto quanto poteva sia in attacco che in fase di ripiego quando serviva.

32' st Montiglio 6.5 In solo diciotto minuti, un anno in meno degli altri, mette in mostra belle doti tecniche e qualità atletiche.

Saresini 6.5 Centrale di metà campo sa il fatto suo in quanto a distribuire i palloni conquistati.

Dehbi 7 Un peperino da prendere con le molle, non si tira mai indietro ed alla prima palla utile la mette nel sacco. Oltre all'assist sul terzo gol di Drainekh.

Drainekh 7.5 Freddo e lucido nell'esecuzione del rigore che sblocca il risultato, ma anche nel raddoppio mantiene sangue freddo col suo diagonale al 50' st.

Foddai 6.5 Non demerita nei minuti in cui resta in campo per qualità e quantità. Esce per cambiamento tattico nel modulo.

8' st Piano 6.5 Un anno in meno ma che in campo non si vede per come gioca e per come si pone in un ruolo non semplice.

All. Nardiello 7 Soddisfattissimo per come i suoi ragazzi hanno interpretato la gara, per compattezza e chiarezza di idee.

Boys Calcio

Del Ferro 6.5 Una indecisione sul raddoppio di Dehbi non inficia, comunque, il rendimento totale nella gara.

Lanza 6.5 Suda le proverbiali sette camicie in marcatura sul mobilissimo Vigato che non gli dà punti di riferimento. 

Haga Miranda 6 Numero sulla maglia da difensore ma è il vero attaccante.Pochi palloni giocabili e a volte molto isolato per poter risolvere da solo la gara. 

Ambrosin 6.5 Fisicamente dotato soprattutto come intercettore sui palloni aerei, senza trascurare le capacità di contrastare palla a terra.

Zunino 6.5 Una vera barriera al centro della difesa, superarlo è veramente arduo. 

Rodella 7 In alcune occasioni i suoi interventi sono molto salutari a fini del risultato finale.

Torelli 6.5 Schierato a sinistra nel tridente di centro campo si rende molto utile in fase di ripiego difensivo.

Sultana 7  Il più pericoloso per finalizzazione in porta. Il suo è l'unico gol arrivato da una punizione al15' del primo tempo illude.

Concilla 6.5 Numero 9, ma in effetti gioca più da centro campista alle spalle di Haga. Non riesce ad essere molto incisivo.

Salvador 7 Fa mirabilie nei primi venti minuti del secondo tempo, sfiorando il pari subito al primo minuto della ripresa.

Perassolo 6.5 Numero 11, ma in effetti gioca da terzino sinistro dove svolge il suo compito con impegno e determinazione.

All. Repetto 6.5 Sicuramente contrariato dalla decisone arbitrale di non farlo andare in panchina non ha potuto dirigere i suoi ragazzi come avrebbe voluto.

LE INTERVISTE

Nardiello, all. Turricola: «Abbiamo preparato la gara con meticolosità perché volevamo toglierci il fiato sul collo di una squadra che si è dimostrata forte e competitiva. per poter, magari, puntare ai play off. I ragazzi sono stati splendidi interpretando un'ottima gara nel primo tempo con belle trame di gioco e tanta determinazione. Nella ripresa ci siamo abbassati troppo permettendo a loro di venire avanti, ma concedendogli pochi spazi nelle conclusioni. Poi negli ultimi venti minuti siamo rientrati in partita col cipiglio giusto ottenendo anche il terzo e meritato gol».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400