Cerca

Under 17

Slancio Pozzato, Correale alla Messi spegne il sogno viola

La capolista agguanta il pareggio in extremis con una punizione perfetta del numero 6

Moncalieri San Giorgio Under 17

I due capitani Stefano Guida e Francesco Sorbo (foto Cassarà)

La sfida più attesa è finalmente arrivata. La data era già cerchiata sul calendario da diverso tempo ormai e la grandissima presenza di pubblico sugli spalti lascia intuire quanto questa sfida sia fondamentale per il cammino delle due squadre. No, non sto parlando di Real Madrid-Liverpool, finale di Champions League, bensì di Moncalieri-San Giorgio, scontro diretto per il campionato ed il primato del girone B. L'atmosfera è da grande match ed entrambe le tifoserie si sono presentate al gran completo, tra tamburi ad incitare le squadre, altoparlanti e con tutto il settore giovanile del San Giorgio presente a sostenere l'annata del 2005 in trasferta e costretta a vincere, visti i 3 punti di svantaggio in classifica sul Moncalieri capolista.

Come per ogni finale che si rispetti, anche per questo match la tensione la fa da padrona in campo, con le due squadre che per mezz'ora buona del primo tempo si studiano, timorose di affondare il colpo e incapaci di imbastire azioni manovrate, visti i ritmi alti e la tanta densità in mezzo al campo. Piolatto sceglie il 3-5-2 per schierare in campo il Moncalieri, con il trio difensivo formato da Borgarello, Camigliano e Pastore, il rientrante Guida mezzala sinistra e in avanti a far coppia con Ciaravino, il classe 2006 Gabriele Correale. Il tecnico del San Giorgio, Lorenzo Capasso, risponde con il classico 4-2-3-1 con Milito alto a destra al posto di Ciulla, per il fatto di essere di piede destro e di poter andare più spesso sul fondo a mettere palloni in mezzo. Al 32' c'è da segnalare la prima palla gol della partita, dopo mezz'ora di lotta e qualche giocata estemporanea: Andreacchio raccoglie un calcio d'angolo sul secondo palo e con il sinistro pennella un bel cross che trova libero Ciaravino, il quale tenta la zampata, ma non riesce ad inquadrare la porta da ottima posizione. Il San Giorgio, scampato il pericolo, alza i ritmi ed il baricentro per tenere lontano dalla propria porta il Moncalieri in pressione. Pochi minuti dopo Acconcia ruba un pallone sulla destra e, trovando scoperta la difesa del Moncalieri, serve a centro area Pozzato, il quale controlla, si coordina e calcia a botta sicura, ma trova un'incredibile parata di Pullano, che respinge il pallone. La sfera però torna sui piedi dello stesso Pozzato, che questa volta scaglia con potenza il pallone in rete ed esulta sotto i suoi tifosi, scatenati nell'esultanza. Ma il primo tempo non è finito qua: dal calcio di inizio il Moncalieri tiene il pallone e neanche un minuto dopo affonda sulla destra con Petruzzelli, il quale effettua un cross a centro area che, tra rimpalli vari, finisce sui piedi di Ciaravino, il quale viene agganciato alle spalle e il direttore di gara, Samuele Gioia di Nichelino, comanda per il penalty. Dal dischetto si presenta Guida, rigorista incaricato che però, forse condizionato dalla pressione, calcia un rigore aprendo il piatto, ma la conclusione rimane troppo centrale e Settimo, rimasto in piedi fino all'ultimo, intercetta il tiro che finisce in calcio d'angolo, tra il tripudio dei sostenitori ospiti, che nel giro di un minuto hanno visto la propria squadra passare in vantaggio e poi parare un calcio di rigore.

La ripresa vede il San Giorgio nelle migliori condizioni mentali possibili, ma conscio della forza del Moncalieri, già andato più volte in svantaggio nel corso di questa stagione, ma dimostratosi in grado di recuperare sempre il risultato. Sono però gli ospiti ad avere la grande occasione per andare sullo 0-2: Lucà, trovatosi in area dopo un corner, va via sulla sinistra e calcia, Pullano respinge e il pallone carambola sul piede di Francesco Sorbo, il quale colpisce di prima intenzione di controbalzo, ma il pallone viene svirgolato e finisce a lato. Il San Giorgio sfrutta l'entusiasmo e arriva di nuovo alla conclusione, con Rusu che, dopo esser stato servito in profondità da Ciulla, prova il destro, ma complice il disturbo fondamentale di Borgarello, non trova lo specchio. Al 26' però avviene l'episodio che cambia radicalmente il match: con Francesco Sorbo a terra il San Giorgio chiede che il pallone venga buttato fuori per consentire i soccorsi, ma il Moncalieri continua a giocare e Milito, preso dal momento, stende intenzionalmente Petruzzelli in possesso del pallone. Il fallo, per quanto intenzionale e deciso, non è comunque un intervento meritevole di un cartellino rosso, ma il direttore di gara opta per questa soluzione e costringe Milito a dover terminare anzitempo la sua gara, lasciando i suoi compagni in dieci uomini per il finale di gara. L'episodio accende il Moncalieri che alza il ritmo e inizia a creare pericoli verso la porta di Settimo, che vede i suoi compagni di squadra arretrare ed abbassare notevolmente il baricentro, tanto che Lucà respinge sulla linea un mancino al volo di Correale. Piove sul bagnato poi per il San Giorgio, che deve rinunciare anche al suo capitano, Francesco Sorbo, costretto a chiedere il cambio per crampi. Il forcing del Moncalieri continua e da una punizione assegnata al limite dell'area, Gabriele Correale, classe 2006, si incarica della battuta ed il suo mancino dall'out di destra si insacca all'incrocio dei pali, trovando così il tanto cercato pareggio per il Moncalieri, che può ora sospirare, con un finale di gara ancora da giocare per vincere la partita e chiudere il discorso campionato. Così infatti avviene, con il Moncalieri che ha tre occasionissime per vincere il match: prima Pavarino mette a sedere Gastone con una finta, ma il mancino finisce alto da buonissima posizione. Poi Ciaravino gira di sinistro a lato dopo una fantastica azione personale di Camigliano ed infine Borgarello con un'altra azione personale serve di nuovo Ciaravino, che calcia di prima intenzione e colpisce il palo. Queste tre occasioni non si concretizzano ed il triplice fischio di Samuele Gioia di Torino sancisce il pareggio tra le due squadre, con il San Giorgio che riesce comunque a tenere accesa una piccola speranza, riposta sul Barracuda che affronterà settimana prossima il Moncalieri, il quale festeggia il pareggio ottenuto come una vittoria, visto il vantaggio conservato sui diretti inseguitori, ora scavalcati dal Moderna in seconda posizione.

IL TABELLINO

MONCALIERI CALCIO-SAN GIORGIO TO 1-1
RETI (0-1, 1-1): 37' Pozzato (S), 42' st Correale (M).
MONCALIERI CALCIO (3-5-2): Pullano 6.5, Petruzzelli 6.5, Borgarello 7, Camigliano 7, Pastore 6 (35' st Calabrese sv), Correale 7, Andreacchio 6 (21' st Cosentino 6), Pavarino 6, Ciaravino 6.5, Bravin 6 (14' st Floresta 6), Guida Stefano 6 (43' st Caramaschi sv). A disp. De Chirico, Bonello, De Carolis, Butanu, Spada. All. Piolatto 6.5. Dir. Antonucci.
SAN GIORGIO TO (4-2-3-1): Settimo 7, Sorbo A. 6, Gastone 6, Diahoue 7, Lucà 7, Acconcia 6 (45' st Cara sv), Milito 6, Sorbo F. 6.5 (30' st Pilotti sv), Rusu 6.5, Pozzato 7 (43' st Carena sv), Vander Elst 6 (16' st Ciulla 6.5). A disp. Schettini, Covello, Marino, Mondalucio. All. Capasso 6.5. Dir. Gastone - Calato.
ARBITRO: Samuele Gioia di Nichelino 6.

AMMONITI: 42' Correale (M), 42' Vander Elst (S), 43' Gastone (S), 11' st Rusu (S), 14' st Floresta (M), 36' st Acconcia[05] (S).
ESPULSI: 26' st Milito (S).

LE PAGELLE

MONCALIERI

Pullano 7 Sfodera una grande parata chiudendo lo specchio a Pozzato che aveva calciato a botta sicura, ma non può nulla sulla successiva respinta dello stesso numero 10 che ribadisce in rete.

Petruzzelli 6.5 Quando distende la falcata diventa infermabile e crea diverse occasioni dopo le sue sgroppate sulla fascia. Dietro si dimostra comunque attento, non facendo mai dribblare da Vander Elst.

Borgarello 7 Compie diversi salvataggi in extremis che salvano il risultato e porta a termine un numero elevatissimo di anticipi, servendo poi nel finale il pallone che Ciaravino calcia sul palo, in seguito ad una grande azione personale.

Camigliano 7 Difensore totale, capace di reggere senza paura duelli uno contro uno a campo aperto, dai quali ne esce sempre vincitore: Come Borgarello anche lui nel finale si sgancia in avanti, distinguendosi per caparbietà e personalità.

Pastore 6 Copre lo spazio lasciato da Petruzzelli e gestisce con ordine la sua zona di campo, senza alcun tipo di sbavatura. 

Correale 7 La punizione mancina che spedisce all'incrocio dei pali negli minuti finali di gara è una perla di rara bellezza, ma di altrettanta importanza, dal momento che permette di congelare il distacco con il San Giorgio inseguitore.

Andreacchio 6 Non riesce a trovare il fondo, raddoppiato dalla morsa Milito-Sorbo. Tuttavia nel primo tempo serve un cross perfetto a Ciaravino, la cui zampata in allungo finisce di poco a lato.

21' st Cosentino 6 Viene inserito da Piolatto come arma offensiva per sfruttare il suo dribbling e i suoi guizzi.

Pavarino 6 Regia meno precisa rispetto al solito, anche per via del terreno di gioco che non agevola il gioco palla a terra. Ha l'occasione di realizzare la rete del sorpasso, ma il suo mancino finisce alto da buona posizione, dopo una bella finta.

Ciaravino 6.5 Il gol sbagliato nel primo tempo poteva condizionarlo a livello emotivo, ma nella ripresa riesce a sfruttare di più la sua velocità e nel finale sfiora due volte la rete con il mancino, dopo essersi liberato dalla marcatura con grandi movimenti.

Bravin 6 La tipologia di partita non esalta le sue caratteristiche tecniche e la sua bravura nello stretto palla a terra, tanto da venir sostituito per primo nella ripresa.

14' st Floresta 6 Dal suo ingresso tenta più volte l'uno contro uno in fascia per creare superiorità numerica.

Guida 6 La pressione dei centrocampisti avversari lo costringe a giocare a pochi tocchi, limitandone l'inventiva per le giocate. Sbaglia a fine primo tempo il rigore che poteva valere il pareggio, con una conclusione centrale respinta da Settimo.

All. Piolatto 6.5 Nuova partita, solito Moncalieri. Nonostante le difficoltà a giocare il pallone palla a terra il suo Moncalieri si contraddistingue sempre per la capacità di non fasi condizionare dallo svantaggio e dal crederci fino alla fine, trovando anche questa volta la rete nei minuti finali e sfiorando poi più volte la vittoria.

SAN GIORGIO

Settimo 7 Para il rigore a Guida, respingendo la sua conclusione semi centrale. Si dimostra sicuro nelle uscite e nel guidare la linea difensiva. Non ne può nulla sulla punizione di Correale, che si infila sotto il sette 

Sorbo A. 6 La maggior parte del gioco si sviluppa principalmente sull'out di sinistra, l'opposto rispetto alla fascia in cui gravita. Con Milito forma una catena di destra attenta e compatta, che limita i pericoli da quella parte.

Gastone 6 Non riesce a sfruttare il suo mancino educato e deve preoccuparsi più di raddoppiare su Petruzzelli che di potersi spingere in avanti per accompagnare l'azione.

Diahoue 7 Perfetto nel gioco aereo, dove vince tutti i duelli e si dimostra imbattibile sui colpi di testa. Possiede un'ottima tecnica che prova a sfruttare nelle uscite dal basso e accetta sempre l'uno contro uno, che effettua con grande personalità.

Lucà 7 È sempre l'uomo più pericoloso in area avversaria con i suoi inserimenti su angolo e salva il risultato in fase difensiva con i suoi interventi provvidenziali ed elegnati. Con Diahoue forma un'ottima coppia.

Acconcia  6.5 La partita non esalta sicuramente la tecnica, visto il terreno di gioco e l'agonismo, e anche lui è costretto a giocare una gara sporca, fatta più di sostanza che di qualità. Serve comunque il pallone del vantaggio a Pozzato.

Milito 6 Viene schierato esterno altro per sfruttare la sua corsa ed i suoi inserimenti senza palla. Viene espulso nella ripresa per un duro fallo a centrocampo, ma la sanzione è parsa troppo eccessiva, vista l'entità dell'intervento, ed è costretto a lasciare la sua squadra in dieci nel finale.

Sorbo F. 6.5 Classe ed eleganza in mezzo al campo anche nella partita più complicata. Si libera più volte degli avversari con numeri di alta scuola e serve palloni precisissimi ai compagni. Mezzo voto in meno per aver sprecato una buona opportunità (non facile) ad inizio secondo tempo, che poteva portare la sua squadra sullo 0-2.

Rusu 6.5 Cerca la posizione tra le linee e si abbassa per giocare più palloni possibili. Nella ripresa invece ricerca di più la profondità e si rende pericoloso in qualche occasione.

Pozzato 7 Si trova al posto giusto nel momento giusto nell'occasione del gol: rimane lucido dopo la prima respinta di Pullano sulla sua conclusione a botta sicura, respinta che poi ribadisce in rete.

Vander Elst 6 Anche per lui vale il discorso già fatto con Acconcia e Bravin, visto che, come loro due, il campo limita il suo estro ed il suo dribbling, costringendolo a disputare una gara prevalentemente di corsa e sacrificio.

16' st Ciulla 6.5 Il suo impatto con il match è piuttosto positivo. Porta a termine quasi tutti i dribbling che tenta e dal suo mancino arrivano diversi pericoli non sfruttati dai compagni.

All. Capasso 6.5 Il terreno di gioco non ha privilegiato la sua squadra, che fa della tecnica e del palleggio palla a terra la sua arma migliore. Nonostante sia stato costretto a studiare un piano gara diverso per questo match, la sua squadra, pur non rinunciando alle sue caratteristiche, si dimostra comunque capace di saper interpretare i momenti della partita e di reggere il ritmo del Moncalieri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400