Cerca

Under 17 Femminile

Una Cappa al flop, "Bloody River" con Polillo. Piatto finale al Milan in una vera partita a poker

Rilanci e controrilanci in un match combattutissimo, la Samp non bluffa e va a vedere il Milan fino all'ultimo: decisiva l'ultima carta

Milan Under 17

De Martino pesca la carta giusta dal mazzo

La zampata in extremis di Noemi Polillo vale al Milan di Vincenzo De Martino la seconda vittoria nel giro di tre giorni dopo il 5-0 al Toro di giovedì. Stavolta, al Vismara, paga dazio alla caparbietà rossonera una Samp ben organizzata e soprattutto indomita. Le doriane sono infatti capaci di rimontare per due volte lo svantaggio con reti di ottima fattura, e si rammaricano anche per un gol, quello del 2-1, "quasi" regalato. 

Prova a prendermi. Milan in campo con un 4-4-2 che vede Donolato in cabina di regia supportata da De Marco, Adelfio e Rossi sulle fasce e il tandem d'attacco Pecce-Sperduto (quest'ultima aveva segnato il pari nel derby Primavera di due settimane fa). La linea difensiva vede Sorelli e Polillo centrali davanti a Ianelli, con Zanini e Gemmi terzine. Sampdoria con un centrocampo più folto dove Maila è vertice basso di un reparto che danza a seguire il movimento perpetuo di Lopez. Dopo una prima fiammata blucerchiata è Pecce ad andare vicino al vantaggio (13') girando di testa una punizione morbida di De Marco disinnescata da Brunelli.

La Samp risponde con una percussione a sinistra di Lopez che serve Ferraresi, ma il colpo a botta sicura della 8 è neutralizzato da una provvidenziale Zanini. Rossonere che provano a impadronirsi lentamente della manovra, Samp che interpreta concetti più essenziali ma spesso più efficaci. Dopo un bel sinistro alto di poco ancora di Ferraresi tocca a De Marco battere a rete dopo un'azione tambureggiante. La gara è in equilibrio ma al minuto 37 la fiammata rossonera che la sblocca: Donolato apre rapidamente a sinistra trovando il movimento di Sperduto, la 11 prende la mira e incrocia in gol un gran sinistro. Gioia che dura poco, perché un giro d'orologio più tardi Eleonora Ferraresi sfrutta una scivolata sfortunata sul terreno di Sorelli e punisce con un gran colpo dalla distanza.

Delia Zanisi, in campo nel secondo tempo per le rossonere

Belin che gol! Dentro Maria Vittoria Cappa per Adelfio a inizio ripresa, con Rossi che cambia fascia per lasciare la destra alla gemella. In campo anche Orsenigo per De Marco al centro. Un correttivo anche per le doriane che inseriscono una frizzante Biancato per Fahrang. Bel destro sul secondo palo proprio della neoentrata 14 mentre il Milan continua a cambiare forma: l'ingresso di Zanisi per Pecce fa avanzare Rossi in attacco e la numero dieci sarà tra le migliori nella ripresa: ottimo recupero il suo su errore di Lazzeri, e grande azione personale sulla quale mette la pezza una statuaria Paganini. La gara si mantiene su uno spartito equilibrato fino all'episodio del minuto 18: Brunelli sbaglia il tempo d'uscita nel tentativo di liberare di testa, la sua diventa una spizzata all'indietro per l'accorrente Cappa, che tutta sola mette dentro a porta vuota. Dopo il vantaggio De Martino muove ancora la scacchiera: la proiezioni verticali di Cappa inducono il tecnico a spostarla in attacco per costituire con Rossi una coppia più dinamica e imprevedibile, con Sperduto che ripiega larga a destra. L'intuizione sembra giusta perché il Milan appare più in controllo e va vicino al gol in paio di occasioni (uscita tempestiva di Brunelli, poi tiro velenoso di Donolato). Nel momento di maggior difficoltà, però, la Samp trova un gioiello: Lopez riceve sul centrosinistra, si accentra e lascia partire un arcobaleno imparabile che vale il 2-2 quando manca poco alla fine. Il Milan però ne ha ancora, e non ci sta a pareggiare. Il pareggio arriva col cuore e la tenacia di Polillo, che sugli sviluppi di un corner è lesta a ribadire in rete sugli sviluppi di una mischia.

IL TABELLINO

Milan-Sampdoria 3-2
RETI (1-0, 1-1, 2-1, 2-2, 3-2): 37' Sperduto (M), 38' Ferraresi (S), 18' st Cappa M. (M), 40' st Lopez Toaquiza (S), 43' st Polillo (M).
MILAN (4-4-2): Ianelli 6.5, Zanini 7 (15' st Pomati 6.5), Gemmi 6.5, De Marco 6.5 (1' st Orsenigo 6), Sorelli 6.5, Polillo 7.5, Adelfio 6 (1' st Cappa M. 7), Donolato 6.5, Pecce 6.5 (8' st Zanisi 6.5), Rossi 7, Sperduto 7. A disp. Marcomini, Cappa A., Porta, Carotenuto, Paglia. All. De Martino.
SAMPDORIA (4-1-4-1): Brunelli 6, Schelotto 6.5, Traversone 6.5, Paganini 7, Lazzeri 6.5 (25' st Ferrando 6), Roccalberti 6.5, Lopez Toaquiza 7.5, Ferraresi 7.5 (40' st Luccherino sv), Tessitore 6.5, Maila 6 (20' st Scagliotti 6), Farhang Darehshuri 6 (3' st Biancato 7). A disp. Tonelli, Valentino, Bernardi. All. Zitta 7.
ARBITRO: Enis di Como 7.
AMMONITI: Ferrando (S).

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400