Cerca

Under 17 Femminile

Monumentale Marica Gregis, l'Atalanta conquista Vinovo

Final Eight: le reti di Gallina e Sardo tengono accese le speranze bianconere in vista del ritorno

Valentina Sardo Under 17 Juventus

L'esultanza di Valentina Sardo per il gol del 2-3 (foto Cassarà)

Sembrava potesse essere una festa bianconera, invece è gioia Atalanta. Battuta nella gara d'andata della final eight la Juve per 2-4, straordinaria performance delle nerazzurre, allenate dal tecnico Michele Frigeri. Con insistenza e grinta si aggiudicano la gara d'andata ribaltando l'iniziale svantaggio che le vedeva sotto 1-0. Perde ma tiene vive le speranze di qualificazione in vista del ritorno a Bergamo, la Juventus di Fabio Scrofani che, nonostante il continuo svantaggio e la sconfitta, ha dato prova di grande determinazione. Le bianconere hanno più volte sfiorato il gol, e precedentemente il pareggio, non perdendosi d'animo fino allo scadere della seconda frazione di gioco.

Sblocca Gallina, pareggio con Gregis Fischio d’inizio del direttore di gara, le squadre si mostrano subito alte e pronte a contendersi il possesso palla in mezzo al campo. I minuti iniziali sembrano premiare la squadra ospite che appare maggiormente propositiva in avanti, cercando spesso il tocco di prima per avvicinarsi alla porta e provare il tiro. Menzione, inoltre, per i lanci in profondità di Camillo che riesce a servire ottimamente le compagne Corbetta e Gregis. Buona risposta della difesa bianconera che regge l’urto, provando poi a ripartire sfruttando gli esterni. Prosegue il pressing dell’Atalanta che riesce, almeno in un paio di occasioni, a provare la conclusione. Prima occasione Juventus al 10’ con Gallo che, a seguito di una punizione, colpisce la sfera di testa direzionandolo verso la porta; bravo il portiere Colombo a metterci una mano e a bloccare. Altra occasione bianconera, dopo appena cinque minuti, sempre su colpo di testa: recuperando il pallone da calcio d’angolo, Sardo ci prova ma viene ostacolata in extremis dall’intervento del difensore avversario. Il gol che sblocca la partita arriva al 22’ ed è firmato dall’attaccante Gallina che si fa metà campo palla al piede, spedendo il pallone in porta dopo aver saltato due difensori. L’Atalanta non ci sta e risponde al 27’ con un tiro da lunga distanza di Amoroso che però viene respinto dal portiere. Il pareggio, però, non tarda ad arrivare: ci pensa, infatti, Gregis al 30’ ad aggiustare il risultato toccando il pallone da un cross e spingendolo in porta, rendendo vano l’intervento del portiere Verano. Chiude la frazione la nerazzurra numero 11, che fa doppietta e ribalta il risultato per 1-2.

Allungo Atalanta prova Sardo per le bianconere La Juventus prova a rispondere ma, per i primi minuti, il gioco appare confuso: non si assiste, infatti, a particolari occasioni, salvo un tentativo di tiro di Gallo che viene prontamente neutralizzato dal portiere nemico. Dopo soli tre minuti è 3-1 per l’Atalanta, grazie ad un’azione rocambolesca della numero 9, Corbetta: il pallone viene colpito, alzato e direzionato verso la porta; clamoroso errore del portiere Verano che si fa saltare e recupera la sfera quando è ormai entrata. Punizione a favore delle padrone di casa al 7’, buona l’idea ma il pallone troppo centrale diventa facile preda del portiere. Continua l’agguerrita offensiva dell’Atalanta, le bianconere non si demoralizzano e rispondono con intensità, ottenendo numerose occasioni per aggiustare il match; prendendo diversi pali e altrettante traverse, sembra quasi che non ci sia modo di mandare la palla in rete. L’occasione decisiva arriva al 16’ quando viene fischiato un fallo di mano agli ospiti: punizione battuta da Sardo che lancia la palla dritta e precisa all’incrocio dei pali, imparabile per il portiere. Un costante batti e ribatti scandisce i seguenti minuti, numerose le possibilità di pareggio offerte alle padrone di casa che attaccano con maggiore insistenza, le giocatrici riescono a sfiorare il gol con un paio di azioni straordinarie. Dopo un’ennesima azione, a dieci minuti dal triplice fischio che decreta la fine dell’avvincente e sorprendente match, le bianconere perdono palla innescando la ripartenza veloce in contropiede delle avversarie. Magistrale la prontezza di Brusamolino che da metà campo risale con la palla, spedendola dritta nella porta di Verano. Ultimi minuti di grande affanno in cui le bianconere continuano a provare ad accorciare le distanze; non bastano nemmeno i sei, apparentemente interminabili, minuti di recupero per riuscire a segnare la terza rete in vista della fase di ritorno.

IL TABELLINO

JUVENTUS-ATALANTA 2-4
RETI (1-0, 1-3, 2-3, 2-4): 22’ Gallina (J), 30’ Gregis (A), 35’ Gregis (A), 3’ st Corbetta (A), 16’ st Sardo (J), 35’ st Brusamolino (A).
JUVENTUS (3-5-2): Verano 6.5, Cocino 7, Gallo 7.5, Serio 7, Davico 7, Petroz 6.5, Casella 6.5, Boveri 6.5, Corda 7 (26’ st Repetti 6.5), Gallina 8, Sardo 7.5. A disp. Roda, Miglionico, Manzetti, Caruso, Cugnod. All. Scrofani 7. Dir. Portas, Servetto.
ATALANTA (4-4-2): Colombo 7.5, Brivio 7.5, Minuscoli 7.5, Camillo 8, Villa 7.5 (43’ st Raccagni sv), Foini 7.5, Bertola 7.5 (1’ st Ripamonti 7), Brusamolino 8, Corbetta 8, Amoroso 7.5, Gregis 8.5. A disp. Arrigucci, Galbusera, Casanova, Santangeletta. All. Frigerio 8. Dir. Cattaneo, Zonca.
ARBITRO: Lorenzo Gatti di Alessandria 7.
AMMONITI: 44’ st Serio (J).

LE PAGELLE

JUVENTUS

Verano 6.5 Perlopiù incolpevole sulla prima rete, l’errore è delle compagne che si trovano sulla linea difensiva. Chiamata più volte ad uscire, mostra molta personalità rendendosi protagonista con belle parate e rinvii lunghi. Nella ripresa mostra grande difficoltà a mantenere la concentrazione quando deve intervenire, ne approfitta l’avversaria Corbetto che segna al 3’.

Cocino 7 Corre con rapidità sulla fascia, evitando di far uscire la palla innumerevoli volte. Nei momenti di maggiore difficoltà si affida al portiere, rilanciandogli la palla piuttosto che provare a risalire nell’incertezza.

Gallo 7.5 Buon gioco di squadra con Sardo: a metà della prima frazione di gioco si passano la palla sino a superare la metà campo e saltando la difesa nemica, cercando la rete del 2-2, ma il suo lancio troppo debole fa finire la sfera tra le mani di Colombo.

Serio 7 Smista tanti palloni a centro campo, tanta intensità sia avanti e dietro. Cerca di offrire soluzioni alle compagne attaccanti per affondare, quando non rispondono ci prova comunque su azione individuale.

Davico 7 Guida la difesa con grande maestria ma trova serie difficoltà nel momento in cui deve necessariamente smarcarsi da Corbetta per evitare la rete dell’allungo dopo il primo pareggio, l’avversaria la salta e segna.

Petroz 6.5 Si fa valere in mezzo al campo intercettando spesso palla e dimostrandosi abile nello svolgimento di entrambe le fasi, bene inoltre nell'uno contro uno.

Casella 6.5 Cerca di impostare al meglio la manovra, toccando diversi palloni in favore delle compagne. Sempre tanta la grinta, non si lascia mai abbattere dal risultato.

Boveri 6.5 Lavora con qualità e tecnica per tutta la durata della gara, peccato per qualche difficoltà di troppo quando prova a smarcarsi dalle avversarie a centrocampo.

Corda 7 Prestazione di grande sacrificio in avanti. Lotta e salta, eludendo la marcatura avversaria e servendo poi palla alle compagne davanti alla porta. 

26’ Repetti 6.5 Entra con carica e grinta, è pronta ad andare in supporto alle compagne. Prova a fare la differenza, sostituendo degnamente Corda e non facendone sentire l'assenza alle compagne.

Gallina 8 Segna il primo gol al 22’ del primo tempo, su azione individuale mostra molta lucidità con la numero 1 avversaria. In campo non si risparmia e, conscia delle grandi doti tecniche e tattiche che la contraddistinguono, sfiora il gol del 2-0 dopo appena pochi minuti.

Sardo 7.5 Dopo averci provato innumerevoli volte nel primo tempo e nella ripresa, riesce meritatamente a segnare con un eurogol stabilendo il 2-3 che riapre la partita e riaccende la luce della speranza.

All. Scrofani 7 La squadra gioca bene e si vede, non è utopistico sperare nella qualificazione alle semifinali.

ATALANTA

Colombo 7.5 Buona visione del campo abbinata ad ottimi riflessi, sicura nella parate quando chiamata in causa, in un paio di occasioni ci mette una pezza salvando il risultato. 

Brivio 7.5 Bene in fase di non possesso, tanti i palloni recuperati con interventi estremamente puliti e mirati, brava inoltre nel ripartire in velocità all'occorrenza.

Minuscoli 7.5 Partita ben giocata, non perde mai di vista l'uomo riuscendo a coprire bene gli spazi impedendo alle avversarie di avanzare, in un paio di occasioni salva il risultato immolandosi mettendosi tra il pallone e la porta. 

Camillo 8 Benissimo in fase di impostazione, straordinari e precisissimi i suoi lanci in profondità, soprattutto nel primo tempo, a cercare le compagne in avanti facendole arrivare spesso vicinissime alla porta.

Villa 7.5 Tantissimi i palloni recuperati nel corso della gara, molto brava in fase di copertura, si fa saltare raramente dall'uomo aiutando all'occorrenza anche in fase di raddoppio della marcatura.

Foini 7.5 Si fa valere in entrambe le fasi dimostrando una notevole forza fisica che gli permette di non perdere palla saltando poi agevolmente l'uomo conquistando metri preziosi.

Bertola 7.5 Giocatrice molto abile, risulta spesso imprevedibile palla al piede sviluppando velocemente e in profondità il gioco con tagli profondi, abile inoltre nel dribbling. 

1' st Ripamonti 7 Entra portando energia in mezzo al campo dando una grossa mano in fase di sviluppo della marcatura.

Brusamolino 8 Gara intensissima e di grandissima qualità, bene quando si muove palla al piede, cerca spesso di salire sfruttando gli spazi facendo vedere anche ottime qualità di tiro, segna inoltre il gol del definitivo 4-2. 

Corbetta 8 Attaccante completo e forte fisicamente, abile a ripartire in velocità, dimostra grande resistenza fisica risultando al tempo stesso concreta sotto porta cercando spesso il tiro e la conclusione sotto porta, dopo diverse occasioni trova infine il gol.

Amoroso 7.5 Imposta bene la manovra toccando diversi palloni capovolgendo spesso l'assetto di gioco, buona intesa con le compagne a cui riesce a servire diversi palloni e ottima la visione del campo di gioco.

Gregis 8.5 Migliore in campo, disputa una partita incredibile, tanta qualità in avanti, dimostra una certezza liberandosi spesso della marcatura per poi girarsi e provare la conclusione segnando una bellissima doppietta ribaltando il risultato iniziale.

All. Frigerio 8 Vittoria di prestigio ottenuta in rimonta, squadra tostissima capace di battere Sua Maestà la Juve a domicilio.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400