Cerca

Under 18

Rimonta e ribalta, piovono sei gol tra Uggiatese e Marnate Gorla

In 20' la formazione di Monteforte conquista il pareggio. Avanti i gialloblù con Frigerio, Bernasconi e Fabio Rinaldi

Marnate Gorla Under 18

La formazione del Marnate Gorla Under 18 guidata da Daniele Rossi

Piovono sei gol e un punto a testa nello scontro acceso tra Uggiatese-Marnate Gorla, terminata per 3-3. Da un lato, la capolista è alla caccia di vittorie per impreziosire di più il proprio bottino. I padroni di casa, invece, cercano punti che possano aiutare la scalata intrapresa già da tempo. Le due contendenti si erano già incontrate lo scorso 8 dicembre, ma la gara era stata sospesa (a causa del brutto tempo) sull'1-0 dell'Uggiatese.
Uggiatese in avanti. Lo scontro è equilibrato e acceso sin dal primo minuto. A portarsi per primi in vantaggio sono proprio i padroni di casa. Il contropiede è guidato dall'esperto Bruga che dopo aver saltato quasi un intero reparto, serve in area facilmente Frigerio che la butta in area. Il Marnate non è solito demordere, e pareggia subito i conti: il fallo in area regala alla formazione di Monteforte un calcio di rigore. Sul dischetto è il bomber Lahougue, che non sbaglia: 1-1 e partita riaperta. La grinta è tanta da entrambe le parti, ma a prevalere sono ancora una volta i padroni di casa. Ad allungare il distacco è Bernasconi, con una cannonata dal limite dell'area su cui non può nulla nessuno. L'episodio, tuttavia, non manca di lamentele dagli spalti e dalla panchina avversaria. Il tecnico Monteforte ha infatti spiegato come: «Il secondo gol deriva da un fuori gioco non segnalato, l'arbitro è venuto a scusarsi con me per due volte». 
Pari e patta. Le formazioni ritornano in campo, entrambe con la voglia di portarsi a casa questo scontro interessante. L'Uggiatese prevale e allunga ulteriormente. Questa volta è Fabio Rinaldi a metterci la firma con una punizione al bacio che accarezza la rete avversaria. A 20' dalla fine, la capolista vede infrangersi i propri sogni, ed è qui che dimostra la sua qualità agli occhi di tutti. La formazione riesce a ritornare in pista con Bianchi che anticipa tutti sul calcio di punizione in area. Il terzo gol, nonché quello del pareggio, segue lo stesso copione del secondo, ma il sapore è tutta un'altra cosa. Sempre sulla punizione battuta, Casati anticipa tutti e tira fuori la propria perla. Gli ultimi minuti sono un assedio totale del Marnate che tenta il tutto per tutto, vedendosi anche annullato un gol per fallo in attacco. È un punto a testa che fa comodo ad entrambe le squadre, forse di più all'Uggiatese. Il tecnico Rossi (oggi sostituito da Riccardo Taborelli in panchina) racconta contento: «I due episodi ci hanno fatto pareggiare questa partita che comunque poteva essere vinta nonostante la squadra avversaria fosse tanto forte. I ragazzi si sono battuti come leoni, è stata una grande prestazione. Abbiamo dimostrato grande cattiveria calcistica, io cerco di trasmettere questo ai ragazzi e sono soddisfatto per oggi. Sono grandi, tecnicamente sono preparati, mentalmente hanno fatto grandi passi avanti e stanno facendo una bella figura. Il nostro obiettivo è di stare tra le prime, siamo ancora all'andata quindi è inutile guardare troppo la classifica, ma sapere di essere nelle prime posizioni è un motivo di orgoglio. Siamo a febbraio e dobbiamo ancora migliorare, c'è sempre la volontà di avere una mentalità vincente, con la testa concentrata sugli obiettivi che abbiamo ovvero essere in alto in classifica, dovevamo chiudere prima il risultato». Dopo la gara, il tecnico Monteforte ha raccontato: «I loro gol nascono sostanzialmente da tre nostre disattenzioni. Siamo stati meno fortunati noi, sul 3-1 abbiamo cercato di portarla a casa. Loro una squadra competente che insidia molto. Oggettivamente gli avversari sono forti ma arrivano in porta con fatica. Noi abbiamo faticato un po', siamo poi emersi con il 90% del possesso palla e fortunatamente sono arrivati questi gol. Oggi tutti eccezionali, davvero tantissima grinta dei miei ragazzi che recuperano in 20' e quasi ribaltano una gara insidiosa». Per la prossima partita come ci si prepara? «C'è il Taino, ultima classificata - ha continuato il tecnico -, ciò comporta che non manderemo in campo le riserve perché non è il nostro gioco, cercheremo di fare in modo che i nostri ragazzi, oltre alla classifica generale, in queste partite possano scalare anche quella marcatori, che oggi è comunque capitanata dalla mia punta Alì con 12 reti».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400