Cerca

Under 18

Rimonta e contro rimonta, poi Sutera decide la qualificazione all'ultimo respiro

Settalese tre volte in vantaggio, ma sempre ripresa dalla formazione di Mauro Persuati

Ivan Sciacia La Spezia Under 18

Ivan Sciascia, migliore in campo tra le fila del La Spezia

La sfida valida per la semifinale di Under 18 tra La Spezia e Settalese regala spettacolo ed emozioni dal primo all'ultimo minuto. I padroni di casa riacciuffano il pari tre volte, grazie ad una prestazione straordinaria di Sciascia, autore di una doppietta, e al gol in pieno recupero di Sutera che sigla il 3-3 finale. Risultato che premia i padroni di casa, visto il miglior piazzamento nel girone. Per gli ospiti a segno Savorè, Di Meo e Gaviraghi, ma i migliori sono il portiere Perucchini e la punta Colucci, entrambi incredibili quest'oggi.

SULLE MONTAGNE RUSSE 

La sfida parte su ritmi altissimi e già al settimo minuto arriva la prima occasione per i padroni di casa, quando Argentiero salta secco Di Meo in area e calcia, ma sfiora solo l'esterno della rete. La risposta ospite non tarda ad arrivare e coincide con il gol del vantaggio: undicesimo minuto, Colucci batte un corner e pesca a centro area Savorè, che di piatto sinistro nell'area piccola spedisce la palla dove Arienta non può arrivare: è 1-0 per i giallorossi. I padroni di casa non si lasciano intimorire e al 17' trovano il pari: Sutera apre sulla fascia per Mastrogiacomo, che di prima effettua un gran cross basso che taglia fuori tutta la difesa ospite e che trova a centro area Sciascia, bravissimo a concludere di prima intenzione e ad impedire a Perucchini di intervenire. Passa solo un minuto e i rossoblù hanno subito l'occasione per passare in vantaggio: Camalle pennella una gran punizione in area, Mastrogiacomo impatta bene di testa ma trova sulla sua strada Perucchini che devia in angolo. La partita non sembra voler scendere di tono e al ventiduesimo arriva il nuovo vantaggio ospite: Bianchi batte una punizione dai 30 metri, la palla arriva in area e dopo una serie di batti e ribatti arriva sui piedi di Di Meo che è bravissimo a spingerla in porta da due passi, portando il punteggio sul due a uno. Al ventinovesimo i giallorossi hanno la chance per allungare, quando Pedone ruba palla sulla trequarti offensiva e si invola verso la porta, ma davanti si trova Arienta che è bravissimo nell'uscita ed impedisce all'esterno giallorosso di concludere in porta. Passato lo spavento, i padroni di casa tornano a macinare gioco ma le due più grandi occasioni da qui alla fine del primo tempo arrivano su calcio di punizione: il primo, al trentasettesimo, viene battuto da Mastrogiacomo che disegna una parabola fantastica a superare la barriera, ma sulla bella conclusione della punta rossoblù è ancora straordinario Perucchini a togliere la palla dall'angolino alto. La seconda punizione viene battuta da Camalle, anche in questo caso traiettoria stupenda ma il pallone colpisce la traversa a Perucchini battuto; si chiude così sul due a uno ospite il primo tempo.

FINO ALLA FINE 

La seconda frazione si apre con i padroni di casa determinati a riprendere in mano la qualificazione al turno successivo, ma che si trovano a dover affrontare la solidissima difesa ospite. Al settimo minuto, i rossoblù trovano il gol del pari: corner battuto da Mastrogiacomo, l'attaccante calcia verso il secondo palo dove è perfetto nei tempi di inserimento Sciascia che conclude facilmente dall'area piccola e firma la sua doppietta personale, portando il punteggio sul 2-2. La reazione giallorossa è immediata, non passa nemmeno un minuto dal gol dei padroni di casa che Georgiev ha la chance per il terzo vantaggio ospite, quando da centro area calcia a botta sicura ma trova Ruffino sulla linea che salva i suoi deviando in angolo. Questo è il momento migliore per la Settalese, che infatti al quattordicesimo va per la terza volta in vantaggio: Gaviraghi recupera un pallone sulla trequarti offensiva, entra in area e calcia, il pallone colpisce la gamba di Caterini, cambia traiettoria e spiazza completamente Arienta, siamo sul tre a due per gli ospiti. Al venticinquesimo arriva l'episodio che cambia definitivamente gli equilibri del match: Pedone riceve il secondo giallo per protesta e lascia gli ospiti in dieci, costretti ora a un finale di gara sulla difensiva. I rossoblù, nonostante la superiorità numerica, inizialmente faticano a trovare varchi per agguantare il pari, ma dal trentaseiesimo in poi creano pericoli uno dopo l'altro: prima Sutera crossa per Mastrogiacomo che solo sul secondo palo sfiora ma manda la palla a centimetri dal palo, poi qualche minuto dopo stessi protagonisti, stavolta cross alto e testa di Mastrogiacomo, ma la punta è sfortunata e la palla esce alta di poco. Poi quattro minuti in cui arriva il grande momento di Perucchini, autore di due autentici miracoli: il primo su un gran tiro a giro da fuori di Mascolino, il secondo su un tiro a botta sicura dal centro dell'area di Argentiero. Quando la partita per i padroni di casa sembra stregata, arriva il gol qualificazione: siamo al quarantottesimo, angolo a favore dei rossoblù battuto dal solito Mastrogiacomo che scatena una mischia in area, la palla viene respinta dalla difesa giallorossa sui piedi di Sutera che da fuori area effettua un tiro rasoterra lento ma preciso, che va a finire nell'angolino basso dove Perucchino, con la visuale limitata da tanti giocatori davanti a lui, non può arrivare. Si conclude così 3-3 una gara altamente spettacolare, onore agli ospiti autori di una grande partita, ma a passare il turno sono i padroni di casa che la settimana prossima proveranno a proseguire la loro avventura nella post season.

IL TABELLINO 

La Spezia-Settalese 3-3
RETI: 11' Savorè (S), 17' Sciascia (L), 22' Di Meo (S), 7' st Sciascia (L), 14' st Gaviraghi (S), 48' st Sutera (L).
LA SPEZIA (4-3-3): Arienta 6, Rossi 6.5, Prodissi 6.5, Camalle 7, Caterini 6 (31' st Ferrero sv), Ruffino 6 (16' st Carbone 6), Argentiero 6.5, Sutera 7, Mastrogiacomo 7, Sciascia 8, Mascolino 6.5. A disp. Melis, Morrone. All. Persuati 7. Dir. Cominetti.
SETTALESE (4-2-3-1): Perucchini 7.5, Di Meo 7, Masha 6.5, Sbordoni 6, Savorè 7, Bianchi 7, Gaviraghi 7, Signorini 6 (21' st Salvatore 6), Colucci 7.5 (24' st Tesoriello 6), Georgiev 6.5 (36' st Perucchini sv), Pedone 6. A disp. De Lisio. All. Signorini 6.5. Dir. Lecis.
ARBITRO: Gueddim di Milano 6.
ESPULSO: 25’ st Pedone (S).
AMMONITI: Caterini (L), Mastrogiacomo (L), Camalle (L), Carbone (L), Sutera (L), Pedone (S), Signorini (S), Bianchi (S), Savorè (S).

LE PAGELLE 

LA SPEZIA
Arienta 6
Compie un solo intervento decisivo nel primo tempo, poi disputa una buona gara senza sbavature.
Rossi 6.5 Parte terzino, poi viene spostato nei tre in attacco e infine chiude la gara da centrale difensivo, e in tutti e tre i ruoli non sfigura.
Prodissi 6.5 Il terzino sinistro spinge quando serve e in difesa è solido, buona gara per lui.
Camalle 7 Il padrone del centrocampo è lui quest’oggi, bravo quando c’è da lottare e ancora più bravo quando imposta; sbaglia pochissimo ed è sempre al posto giusto nel momento giusto.
Caterini 6 Il centrale soffre la velocità degli attaccanti avversari ma compensa grazie al fisico e all’intelligenza tattica (31’ st Ferrero sv).
Ruffino 6 Grazie al suo ottimo tempismo negli anticipi, il capitano riesce a cavarsela in situazioni spinose, disputando una buona gara.
16’ st Carbone 6 Viene chiamato dalla panchina per dare qualcosa in attacco, lo fa ma solo ad intermittenza.
Argentiero 6.5 L’esterno è uno dei più pimpanti in attacco, corre e crea molto, gli è mancata solo un po’ di lucidità sotto porta.
Sutera 7 La qualificazione porta il suo nome, ma oltre al gol decisivo la mezz’ala porta in dote alla squadra grande grinta ma soprattutto tanta tecnica, ottima partita per lui.
Mastrogiacomo 7 La punta non trova il feeling col gol oggi, ma è autore di due assist e in generale di una grande partita, aiutando la squadra a risalire il campo e dialogando sempre bene con i compagni di reparto.
Sciascia 8 Man of the match della gara, impiegato in diverse zone di campo e in ognuna di esse risulta essere sempre decisivo; tutte le azioni passano da lui, bravo sia nel dialogo con i compagni che nelle azioni personali, la ciliegina sulla torta è la doppietta decisiva ai fini della qualificazione.
Mascolino 6.5 L’esterno si accende a sprazzi, ma quando lo fa mette a soqquadro la difesa avversaria, con i suoi dribbling e i suoi filtranti illuminanti.
All. Persuati 7 Il tecnico ha il merito di saper cambiare volto tattico alla sua squadra in base al momento della gara, e inoltre riesce a motivare i suoi ragazzi anche nei momenti più difficili.

SETTALESE
Perucchini M. 7.5
Uno dei migliori in campo senza dubbi, tiene in vita i suoi con una lunga serie di parate spettacolari e decisive, grande partita per lui.
Di Meo 7
Il terzino si regala la gioia personale del gol, ma oltre a quello è molto bravo in entrambe le fasi di gioco risultando fondamentale per la sua squadra.
Masha 6.5
L’altro terzino è molto bravo quando c’è da difendere, ma il suo apporto offensivo è troppo basso.
Sbordoni 6
Diga davanti alla difesa, ottimo in fase di rottura ma in fase di costruzione perde nettamente il duello con il suo collega della squadra di casa.
Savorè 7
Il centrale ha un gioco aggressivo che lo porta spesso a tentare interventi rischiosi, ma quest’oggi ha quasi sempre ragione lui, inoltre segna anche il gol che sblocca la gara, ottima prestazione per lui.
Bianchi 7
Come il suo compagno di reparto, tiene a bada alla grande gli attaccanti avversari, con marcature asfissianti e grande senso della posizione.
Gaviraghi 7
Autore del terzo gol, l’esterno gioca un’ottima gara in entrambe le fasi, abbinando grande corsa e buona tecnica.
Signorini 6
Mediano equilibratore della squadra, recupera molti palloni ma non contribuisce abbastanza al gioco offensivo della squadra.
21’ st Salvatore 6
Entra per lottare con i difensori avversari e lo fa molto bene, non riesce a dare molto sotto porta anche a causa dell’inferiorità numerica.
Colucci 7.5
Il migliore nei giallorossi, tiene in piedi tutta la manovra offensiva dei suoi combattendo con grande grinta su ogni pallone, facendo tantissime sponde precise e fornendo anche un assist; anche se non compare nel tabellino dei marcatori grande prestazione per lui.
24’ st Tesoriello 6
Viene chiamato in causa dal suo allenatore per aiutare la fase difensiva, lo fa con ordine e senza sbavature.
Georgiev 6.5
Parte da trequartista e poi si allarga in fascia, in entrambi i ruoli fa bene anche se mostra lampi della sua qualità solo ad intermittenza (36’ st Perucchini A. sv).
Pedone 6
L’esterno gioca un gran primo tempo, ma nel secondo rimedia un’espulsione evitabile che lascia i suoi in inferiorità numerica.
All. Signorini 6.5
Con molti fuori quota in campo, organizza al meglio la squadra e per poco non sfiora l’impresa.

ARBITRO
Gueddim di Milano 6 Sceglie un metro arbitrale molto concessivo, ma quando la partita diventa nervoso è costretto ad usare molti cartellini.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400