Cerca

Under 18

Pinasca-Piobesi: Massello show, doppietta di gol e assist, ospiti rimandati

I padroni di casa scatenati la chiudono già nel primo tempo, gli ospiti ci provano con i cambi ma non riescono a farsi valere

Pinasca under 18

Il Pinasca di mister Giusiano

Terza vittoria in campionato per il Pinasca, nove punti in classifica frutto di un bel gioco e di uno scatenato Massello. Battuta d'arresto per il Piobesi che resta ferma a 4 punti.

Quella tra Pinasca e Piobesi è stata una partita a senso unico, dove la squadra di casa giocando una grande partita ha meritato il 6 a 1 finale. Il 433 schierato dalla squadra vincitrice ha messo in difficoltà e non poco gli avversari, predominando nel particolare a centrocampo dove hanno recuperato tanti palloni e assistito in maniera impeccabile l'attacco, che a sua volta ha creato il panico con grandi strappi ed una grande tecnica individuale; d'altro canto gli ospiti schierati con il 4312 non sono scesi con l'atteggiamento giusto in campo, non riuscendo a gestire in maniera ottimale il pallone e con la difesa in panne che rimane in balia dei giocatori avversari per l'intera durata del match.

Subito Pinasca. La squadra in divisa gialla parte subito forte, spezzando al quarto minuto un equilibrio che non sembra esserci mai stato tra le due squadre. Con la rete dell'uno a zero si apre lo show personale del numero 9 Massello Niccolò, in questa occasione il centravanti scappa sulla corsia mancina trovato molto bene da sviluppi di rimessa laterale e con un passaggio orizzontale rasoterra premia l'inserimento dell'esterno Ribetto Andrea che stoppa e punisce una difesa degli ospiti ancora rimasta negli spogliatoi. Passano appena due minuti prima del due a zero: il numero 8 Arlesio Fabio recupera sulla tre quarti un pallone che serve alla sua punta che in allungo salta il difensore e arrivato sulla linea del fondo serve un cioccolatino altezza dischetto che il numero 10 Pellegrino non spreca. Due assist in 10 minuti sono il presagio della brutta giornata che farà passare ai difensori avversari; non tarda infatti ad arrivare il suo primo goal della giornata, su punizione scarica dai 25 metri un bolide sul palo non coperto dalla barriera e il portiere che intercetta il tiro non trattiene. Trentesimo del primo tempo, 3 a 0. In diverse altre occasioni si rendono pericolosi gli uomini di Giusiano, e nascono sempre da lanci precisi dalla metà campo e dalla velocità dei tre davanti, mentre il Piobesi non riesce a creare occasioni da gol e si rende pericolosa solamente al trentaduesimo minuto con un tiro sbilenco del suo numero 10 Siciliano. Si chiude così la prima frazione di gioco.

Difesa all'attacco. Il mister De Logu prova a cambiare il volto della sua squadra inserendo subito Dainotti e Stardero, entrano bene in partita e aiutano ad alzare il baricentro dei compagni e a porre pressione all'avversario, che però non ci sta, dopo i primi 5 minuti in cui hanno concesso un po' di spazio riprendono in mano il pallino del gioco e a macinare occasioni, fino al sedicesimo del secondo tempo quando il numero cinque Rabino è il più veloce a sfruttare una palla vagante giunta da corner e insacca. I padroni di casa non si accontentano e Massello decide ancora una volta di essere decisivo appena tre minuti dopo, su un lancio a scavalcare la difesa decide di non stoppare il pallone ma scaricare di destro in porta una sassata dal limite dell'aria che batte un'incolpevole Lorenzon. Dopo due buoni occasioni sprecate con tiri non all'altezza del Piobesi, si ripete un copione già visto: sull'ennesima palla lunga il pinaschese Ribetto si presenta davanti a Lorenzon e serve il numero 10 Pellegrino che con la porta vuota fa 6 a 0. C'è tempo al quarantesimo di un goal della bandiera, Stardero batte Mignatta, entrato a metà secondo tempo, sfruttando una mischia creatasi su una punizione da metà campo con un tiro non irresistibile che non trattiene il portiere. Si conclude con tante reti e un bello spettacolo la partita tra le due squadre, con una formazione felice della prestazione e un'altra che deve lavorare per migliorare oltre tatticamente l'approccio a queste gare con avversari tecnicamente più forti.

IL TABELLINO

PINASCA-S.PIOBESI 6-1  

RETI (6-0, 6-1): 4' Ribetto (P), 6' Pellegrino (P), 37' Massello (P), 13' st Rabino (P), 16' st Massello (P), 38' st Pellegrino (P), 41' st Stardero Matteo (S).

PINASCA (4-3-3): Ughetto 6 (23' st Mignatta), Fossat 6.5, Chiocca 6.5 (15' st Granata 6.5), Vanedola 6.5, Rabino 7, Liberatori 7, Gili 6.5 (18' st Prot 6.5), Arlesio 7 (12' st Mellano 6.5), Massello 8 (28' st Bertrand Cristian 6.5), Pellegrino Luca 7.5, Ribetto 7. A disp. Rosati, Pepe, Richard. All. Giusiano 7.

S.PIOBESI (4-3-1-2): Lorenzon 5.5, Gennero 6, De Luca 6, Boglietti 6, Allasia 5.5, Sola 5.5, Boscolo Andrea 6 (12' st Chicco Andrea 6), Traina Tito 6 (25' st Plano 6), Ripepi 5.5 (1' st Dainotti 6.5), Siciliano 6.5, Nabili 5.5 (1' st Stardero Matteo 6.5). A disp. Stardero Filippo. All. De Logu 5.

LE PAGELLE

PINASCA

Ughetto 6.5 Non viene mai realmente coinvolto, per cui si limitare a guidare la sua difesa e a mantenere alta la concentrazione.

23' st Mignatta 6 Entrare a gara in corso per un portiere non è mai semplice; infatti subisce un gol su un tiro non irresistibile ma che non influisce sul risultato, da notare l'ottimo gioco palla a terra.

Fossat 6.5 Partita attenta e per lo più difensiva durante il primo tempo, nella ripresa invece cresce di condizione con il passare dei minuti facendo delle belle discese da cui nascono pericoli

Chiocca 7 Nel primo tempo il migliore della linea difensiva, si contano tre chiusure importanti, sulla sua fascia non si passa.

15' st Granata 6.5 Entra in campo preoccupandosi di difendere e lo fa bene, attento in diverse chiusure ma manca un po' di propensione offensiva.

Vanedola 6.5 E' il metronomo del centrocampo, è la classica figura che sembra non esserci ma in realtà sta facendo giocare bene i compagni. Ottimo in fase di interdizione e fa sempre la scelta della giocata giusta in fase di possesso

Rabino 7 Segna un goal da attaccante sfruttando una palla vagante, dopo essersi sbloccato fa una prestazione difensivamente perfetta, le palle alte sono tutte sue.

Liberatori 6.5 Con il suo compagno di reparto non permette al numero 9 avversario di giocare una palla pulita, bravo negli anticipi e nella copertura, ottima prova.

Gili 6.5 Del tridente offensivo è quello che meno impressiona, gioca una buonissima partita sul piano tecnico e della spinta ma pesano sulla sua prestazione le due occasioni mancate nel primo tempo, una con il sinistro e una di testa.

Arlesio 7 E' il mastino del centrocampo: corre tantissimo e recupera palloni. Tecnicamente è molto preciso e imbuca bene i compagni. Grande partita la sua.

12' st Mellano 6.5 Chiamato a sostituire uno dei migliori fa il suo, gioca il suo spezzone seguendo ciò che gli richiede il tecnico.

Massello 8 Migliore in campo senza dubbio, abbina uno sprint micidiale ad una tecnica sopraffina. Fa salire la squadra, fa goal e fa assist. E' semplicemente perfetto.

28' st Bertrand Cristian 6.5 Entra quando la partita ha già detto la sua, fa delle buone giocate ma non ha il tempo per inserire il suo nome tra i marcatori.

Pellegrino Luca 7.5 Compensa l'altezza con una tecnica raffinata, gioca sempre a testa alta e non sbaglia un passaggio. Mentre nel primo tempo si accende a sprazzi, nella ripresa si carica sulle spalle il centrocampo creando diverse occasioni da goal. 

Ribetto 7 Con la sua tecnica ed eleganza manda in panne il terzino avversario, segna il gol che apre le danze e quando può trovare la sua seconda gioia personale decide di assistire il compagno. Decisivo.

All. Giusiano 7 Mette in campo l'undici migliore per guadagnare i tre punti. La squadra lo ascolta e prova i suoi schemi, risultato? Sei gol e un gran gioco.

Piobesi

Lorenzon 5.5 Commette un'ingenuità sul terzo goal avversario, per il resto effettua ottime parate evitando un passivo peggiore.

Gennero 6 Troppa paura su quella fascia, non spinge in fase offensiva e soffre la velocità degli avversari. 

De Luca 6 Prova a spingere ma deve curarsi della fase difensiva. Non sfigura anche se ogni tanto è disattento.

Boglietti 6 Soffre a centrocampo e non riesce a dettare i ritmi, la squadra ne risente.

Allasia 5.5 Patisce le sortite dell'attacco per tutti i novanta minuti

Sola 5.5 Prestazione non all'altezza, troppo ingenuo nell'affrontare il diretto avversario che lo porta sempre nel fare il suo gioco.

Boscolo Andrea 6 Partita per lo più di corsa la sua, bisogna essere più preciso.

12' st Chicco Andrea 6 Ingresso anonimo, prova ad incidere ma la partita era ormai compromessa.

Traina Tito 6 Bravo con i piedi, ogni tanto ha un buono spunto in fase offensiva ma non aiuta i compagni.

25' st Plano 6 Meglio difensivamente rispetto al compagno che era volto a sostituire, entra bene in campo.

Ripepi 5.5 Non riesce a proteggere il pallone e ad entrare in partita, l'unica volta che si accende crea una buona occasione, troppo poco.

1' st Dainotti 6.5 Subito il migliore al suo ingresso in campo, buoni strappi palla al piede ma poca freddezza sotto porta. La sua prestazione è più che sufficiente.

Siciliano 6.5 L'unico dei suoi che prova a riaccendere la partita con buone giocate di fino, purtroppo l'unico oggi che ci ha provato.

Nabili 5.5 Dei tre attaccanti schierati dal suo mister dovrebbe essere quello più in movimento per non dare punti di riferimento agli avversari, mentre nei primi minuti riesce a farlo finisce per nascondersi e non destare pericolo

1' st Stardero Matteo 6.5 Segna il goal della bandiera quando tutto è inutile. Ha diverse occasioni ma le spreca, però buono l'atteggiamento con cui è entrato visto il risultato.

All. De Logu 5 La scelta del trequartista non paga come la scelta degli undici, bisogna lavorare sulla fase difensiva.

LE INTERVISTE

All. Giusiano Pinasca «Avevamo bisogno di un risultato positivo visto il risultato della scorsa partita, volevo una risposta nell'atteggiamento con cui affrontare le partite ed oggi l'ho avuta». Il mister poi spiega la scelta del modulo:
«Il 433 nasce dall'esigenza di sfruttare la tecnica del nostro centrocampo, è vero che soffriamo un po' sulle palle alte ma se riusciamo a mettere la palla a terra attacchiamo con sei giocatori e abbiamo questa caratteristica di andare velocemente sugli esterni che può essere decisiva».

 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400