Cerca

Under 18

Segrate-Sant'Angelo: Etiwy è in stato di grazia e ne fa tre, i gialloblù battono per la seconda volta in 25 giorni i rossoneri di Morabito

Dopo l'ordinanza del giudice sportivo si torna in campo per la prima giornata. Redaelli è da cineteca, Lokumu è ovunque e Linca la chiude: c'è l'Alcione nel mirino dei segratesi

Segrate Under 18

L'Under 18 del Segrate in festa dopo la vittoria casalinga contro il Sant'Angelo

Il Segrate batte per la seconda volta nel giro di un mese il Sant'Angelo e si riporta a ridosso dell'Alcione capolista, in attesa del big match con gli orange fissato per il 20 novembre nel quale ci si giocherà una buona fetta di stagione. Etiwy ne fa tre (due di testa, uno su assist del solito Lokumu), Linca la chiude a ridosso del recupero e Redaelli è da cineteca: un 5-1 perentorio quello rifilato dai ragazzi di Gatto ai lodigiani, che 25 giorni dopo il 3-0 all'esordio si riprendono ciò che gli era stato tolto dal giudice sportivo. Il perché è ampiamente spiegato nel comunicato ufficiale numero 23 del CRL, nel quale è stata ufficializzata l'ordinanza di ripetere la gara d'esordio per errore tecnico da parte del direttore di gara. È il 42' di Segrate-Sant'Angelo, gara valevole per la prima giornata di campionato: il portiere ospite, con il pallone in gioco, proferisce una frase blasfema costringendo il direttore di gara a tirare fuori il cartellino rosso. Tutto regolare, se non fosse che il provvedimento tecnico comminato - il calcio di rigore al posto del calcio di punizione indiretto - risulta sbagliato. La sfida in questione terminerà con il risultato di 3-0 per il Segrate, ma i fatti del primo tempo hanno spinto i lodigiani a presentare ricorso, puntualmente accolto. 

Here we go again. Ed eccoci di nuovo qui, 25 giorni dopo, per l'ennesima sfida tra Segrate e Sant'Angelo. Tante cose sono cambiate rispetto alla gara di inizio ottobre: da una parte il Segrate ha acquisito ancor più consapevolezza dei propri mezzi, vincendo Dresano e Rozzano e arrendendosi solamente al Codogno al termine di una gara rocambolesca, dall'altra il Sant'Angelo può dire di aver fermato la capolista Alcione in via Olivieri e di essersi portato a casa bottino pieno con merito dalla sfida interna contro la Soresinese di domenica scorsa. Ciò che non è cambiato è invece l'epilogo: 3-0 prima, 5-1 poi. Nella prova di forza dei ragazzi di Gatto spicca la prestazione a dir poco devastante di Karem Etiwy, autore di una tripletta fantastica nella quale ha dimostrato di saper far gol in qualsiasi modo: dal colpo di testa direttamente su calcio d'angolo - modus operandi utilizzato nei primi due gol (8' e 42') al classico tiro d'esterno alla Ricardo Quaresma, come dimostrato nel personale tris poco dopo la mezz'ora della ripresa. Quest'ultimo sigillo porta anche la firma del partner d'attacco di Etiwy, ovvero  Lokumu: forse non sarà andato in gol come suo solito, ma l'assist per il poker unito ad una prova di carattere lo fanno entrare di diritto tra in migliori della partita. Un altro che non può non aggiungersi alla festa è Redaelli, che al 21' del primo tempo va a segno con il più classico "tiro della domenica", con la differenza che siamo a mercoledì sera e vedendo il destro del talento del Segrate non c'è da stupirsi: pallone all'incrocio, traiettoria imprendibile per Mantovani e nuovo vantaggio.

Pari. Certamente di pregevole fattura, il gol di Redaelli appare tuttavia più come una manna dal cielo per il Segrate, che la indirizza dopo il pari ospite e la chiude virtualmente prima del duplice fischio. Nel mezzo il momentaneo 1-1 dei lodigiani, che con Rizzo si rimettono in carreggiata appena un giro d'orologio dopo il vantaggio dei padroni di casa. Forse non sarà da cineteca come quello di Redaelli, ma il rasoterra del talento rossonero che finisce alla sinistra Zanin ha il suo perché. Così come lo ha l'approccio alla ripresa dei ragazzi di Morabito, che sotto di due gol non si disuniscono e cercano con insistenza il pareggio. Dall'altra parte il Segrate abbassa un po' troppo il proprio baricentro, non riuscendo a mantenersi sui ritmi di inzio gara e concedendo un po' troppo agli ospiti. Poco male, visto che per Gatto si spalancano gli spazi e sfruttando le ripartenze i padroni di casa calano prima il poker poi il pokerissimo. Punizione forse un po' troppo severa per il Sant'Angelo, che tuttavia ha dalla sua il merito di averci quantomeno provato. «Complimenti a loro perché hanno giocato meglio e meritato di vincere. Abbiamo purtroppo ceduto sul piano fisico - prosegue il tecnico ospite Dino Morabito - forse anche perché venivamo da una partita molto dispendiosa domenica. Peccato perché nei primi venti minuti era stata equilibrata, poi nella ripresa ha fatto la differenza la loro abilità nelle ripartenze». Ennesima prova di forza invece per il Segrate, che grazie al talento di una rosa profonda e ricca di individualità interessanti ha dato l'ennesimo segnale al campionato. Non può che esserci soddisfazione nelle parole di Fabio Gatto: «Sono contento di averla rigiocata, così abbiamo avuto modo di giocare una bella partita al posto che allenarci. L'approccio - racconta il tecnico - è stato perfetto, peccato aver subito un gol sugli sviluppi di calcio d'angolo. Sono comunque molto soddisfatto».

IL TABELLINO

SEGRATE-SANT'ANGELO 5-1
RETI (1-0, 1-1, 5-1): 8' Etiwy (Se), 9' Rizzo (Sa), 21' Redaelli (Se), 42' Etiwy (Se), 33' st Etiwy (Se), 43' st Linca Rivas Alessandro (Se).
SEGRATE (4-4-2): Zanin 6.5, Arrigoni 7 (30' st Pozzi 6.5), Di Salvo 7 (36' st Lopreste sv), Amenta 7.5, Ermolli 7, Briani 6.5 (1' st Matozzo 7), Vino 7 (9' st Linca Rivas Alessandro 7), Silvestri 8 (9' st De Blasio 6.5), Etiwy 8.5, Lokumu 7.5, Redaelli 8. A disp. Soprana, Belli, Bracchi, Picariello. All. Gatto 7.5.
SANT'ANGELO (3-5-2): Mantovani 6, Bocciarelli 6, Labbozzetta 5.5 (1' st Tomarchio 7), Rizzo 6.5 (30' st Piedigaci 6.5), Calzi 6, Cabrini 7, Passero 6 (1' st Di Vincenzo 6), Grossi 7, Spedini 6.5, Pisati 5.5 (37' Pirola 6), Lecchi 6.5. A disp. Ewere, Vigorelli, Cavaliere A., Cavaliere R., Granata. All. Morabito 6.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400