Cerca

Under 18

Collegno Paradiso-Giaveno Coazze: Pareggio a reti inviolate tra Azzolina e Dragone, ne approfitta il Mirafiori che scavalca entrambe

Vince l'equilibrio nel big match del girone B: nerazzurri e gialloblù non osano abbastanza

Collegno Paradiso-Giaveno Coazze: Pareggio a reti inviolate tra Azzolina e Dragone, ne approfitta il Mirafiori che scavalca entrambe

I due capitani di giornata, Flavio Grippa del Giaveno Coazze ePetru Ujica del Collegno Paradiso, prima dell'ingresso in campo (foto Cassarà)

L'undicesima giornata del girone B dei regionali offre uno scontro di altissima classifica: a Collegno si affrontano il Paradiso, terzo in classifica a quota 22, e il Giaveno Coazze, capolista a quota 23 insieme al Mirafiori. I padroni di casa, grazie a quattro vittorie consecutive nel mese di Novembre, si sono rilanciati per la corsa al vertice e oggi vogliono fare lo sgambetto ad un Giaveno Coazze reduce da una brillante vittoria in nell'ultimo turno ai danni dell'Aviglianese.

Pareggio beffa per i collegnesi. Il tecnico di casa Azzolina decide di puntare tutto su un 4-3-3 in cui i tre davanti sono liberi di svariare per non dare punti di riferimento agli avversari: tra i pali c'è Bugo, terzino sinistro Fahmy, terzino destro Cacciatori, difensori centrali Paolini e Guastella; in cabina di regia si sistema Schena, sostenuto dalle due mezze ali Peddis e capitan Ujica; il tridente offensivo è composto da due giocatori mobili e fantasiosi come Sciarillo e Marinelli a sostegno del centravanti La Russa. Il primo quarto d'ora di gara è all'insegna dell'equilibrio e della tattica: entrambe le squadre non vogliono scoprirsi e, fatta eccezione per un paio di traiettorie insidiose da corner, i pericoli creati scarseggiano. Intorno alla metà della prima frazione, i padroni di casa prendono il controllo del centrocampo, alzano il baricentro e si fanno pericolosi dalle parti di Cerato, estremo difensore avversario. Il più pericoloso dei Nerazzurri è La Russa, che tra il 30' e il 40' va vicino al gol in due circostanze: prima fallisce un tap-in non impossibile in seguito ad una splendida iniziativa di Sciarillo; poi prova a rimediare con una girata al volo sensazionale su cui il portiere ospite deve superarsi per deviare in corner. Nella ripresa il Giaveno trova nuova compattezza sulla linea mediana e il Collegno, nonostante una buona mole di gioco, fatica a rendersi pericoloso negli ultimi trenta metri. Azzolina prova a dare nuova verve ai suoi inserendo forze fresche in attacco: fuori Fahmy e La Russa, dentro Sidibe e Bradu, ma le chance non arrivano. Per vedere un'altra parata di Cerato bisogna attendere il 44' quando il numero uno ospite è rapidissimo ad andare giù e bloccare il colpo di testa di Guastella sul corner di Sciarillo. Al triplice di fischio del direttore Ferrari di Collegno, rimane l'amaro in bocca a Azzolina e i suoi per non aver saputo trasformare in tre punti una gara a lunghi tratti condotta in tutte le zone del campo.

Giaveno Coazze troppo timido. Antonio Dragone, tecnico della squadra in vetta alla classifica, si affida ad un 4-3-3 dove spicca il talento di Ruffinatto sulla corsia destra: l'estremo difensore è Cerato, Zoppello terzino sinistro, Caramiello terzino destro, Erbi e capitan Grippa difensori centrali; Ruschena play maker supportato da Dragone e Lopriore mezze ali; Carrus ala sinistra, Ruffinatto ala destra e Prelato centravanti. Dopo un primo quarto di gara combattuto a metà campo, il Giaveno si abbassa troppo, lascia l'iniziativa in mano agli avversari e concede un paio di palle gol su cui è necessario un provvidenziale Cerato per blindare la porta. Nella seconda metà del match i Granata si risistemano in campo, rimangono compatti in tutti i reparti e limitano bene gli avversari, guidati dall'ottima partita del capitano Grippa al centro della difesa e di Lopriore in mezzo al campo. Dal punto di vista offensivo gli ospiti creano molto poco; l'unica parata del portiere di casa è a metà della ripresa quando Bugo è attento a coprire il primo palo sulla conclusione da destra di Ruffinatto. Il pareggio finale non può lasciare soddisfatto Dragone che ora si ritrova ad inseguire il Mirafiori, vittorioso sul campo dell'Aviglianese.

IL TABELLINO

C.PARADISO-GIAVENO COAZZE 0-0
C.PARADISO (4-3-3): Bugo 6, Fahmy 5.5 (10' st Sidibe 6.5), Paolini 6, Schena 6.5, Guastella 6.5, Ujica 6.5, Sciarrillo 7, Peddis 6, Marinelli 6 (35' st Capizzi sv), Larussa 6.5 (10' st Bradu 6), Cacciatori 6.5 (43' st Bolintis sv). A disp. Nesta, Amadou. All. Azzolina 6. - Canova
GIAVENO COAZZE (4-3-3): Cerato 6.5, Caramiello 6, Zoppetto 6 (37' st Lisbona sv), Lopriore 6.5, Erbi 6, Grippa 6.5, Ruffinatto 6.5, Dragone 5.5 (20' st Fusero 6.5), Carrus 5.5 (44' st Maritano sv), Ruschena 5.5, Prelato 5.5 (35' st Tamburello sv). A disp. Ostorero. All. Dragone 6. Dir. Prelato - Lisbona.
ARBITRO: Ferrari di Collegno 6.5.
AMMONITI: 10' st Sciarrillo[04] (P).

LE PAGELLE

Collegno Paradiso

Bugo 6 Una sola parata degna di nota nella ripresa; per il resto normale amministrazione.

Fahmy 5.5 Buona fisicità ma qualche errore in fase di impostazione; esce ad inizio ripresa per infortunio.

10' st Sidibe 6.5 Lascia intendere un atletismo fuori dalla media ma ha poche palle utili per incidere.

Paolini 6 Non va per il sottile quando c'è da spazzare per fare salire i compagni; preciso nelle chiusure.

Guastella 6.5 Ottima gara in marcatura da difensore centrale; nel finale di sposta terzino destro tenendo alta la concentrazione.

Cacciatori 6.5 Un anno in meno di compagni e avversari ma buona tecnica e ottima personalità. (43' st Bolintis sv)

Schena 6.5 Detta i tempi dell'azione in cabina di regia davanti alla difesa.

Ujica 6.5 Il capitano è leader tecnico e carismatico della squadra; bene sia a centrocampo che al centro della difesa.

Peddis 6 Lascia intravedere una buona tecnica individuale; nel primo tempo impensierisce il portiere con un tiro da fuori insidioso.

Marinelli 6 Parte molto bene ma poi si spegne un po' nella ripresa. (35' st Capizzi s.v.)

Sciarillo 7 Tecnicamente è il migliore dei 22 in campo; i pericoli costruiti dai suoi passano sempre da lui.

La Russa 6.5 Sfiora il gol in due occasioni nel primo tempo ma trova un attento Cerato sulla sua strada.

10' st Bradu 6 Grippa lo marca con ottimo tempismo e l'attaccante subentrato non riesce a creare pericoli.

All. Azzolina 6 Partita ordinata tatticamente dei suoi, soprattutto in difesa è a centrocampo; è mancato l'ultimo passaggio.

Giaveno Coazze

Cerato 6.5 Due ottimi interventi nel primo tempo e parata decisiva nel finale.

Zoppetto 6 Soffre un po' le avanzate di Sciarillo ma comunque presentazione sufficiente nel complesso. (37' st Lisbona sv)

Erbi 6 Aiutato dal capitano, svolge bene la propria partita in marcatura.

Grippa 6.5 Il capitano coordina bene i movimenti del pacchetto difensivo.

Caramiello 6 Contiene bene l'avversario; un po' timido in fase offensiva.

Dragone 5.5 Fatica a trovare la posizione in mezzo al campo e patisce un po' la fisicità avversaria.

20' st Fusero 6.5 Entra con convinzione e crea qualche contropiedi non capitalizzato.

Ruschena 5.5 Poco propositivo in fase di costruzione

Lopriore 6.5 Abbina bene qualità e quantità e prova l'eurogol in rovesciata nella ripresa.

Prelato 5.5 Poco coinvolto nella manovra, spesso si isola dal gioco. (35' st Tamburello sv)

Ruffinato 6.5 Il più brillante in fase offensiva, prova a creare scompiglio con buone accelerazioni.

Carrus 5.5 Ingabbiato bene dal 5 non riesce a graffiare. (44' st Maritano s.v.)

All. Dragone 6 Nonostante un primo tempo sottotono, nel finale i suoi chiudono in crescendo anche grazie alle sostituzioni.

ARBITRO: Ferrario di Collegno 6.5 Lascia giocare il più possibile e ha sempre il controllo della partita.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400