Cerca

Under 18

Le doppiette di Bontempi e Najeh riescono a bloccare l'uragano Vincent della ripresa

Sette reti, tre rigori e due espulsioni: succede di tutto ma a sorridere è Montini

Le doppiette di Bontempi e Najeh riescono a bloccare l'uragano Vincent della ripresa

Il talentuoso Najeh, autore di una straordinaria doppietta per i Falchi

Partita avvincente e ricca di reti quella riguardante la 15ª tornata del torneo Under 18, fra due squadre - Ghedi e Franciacorta - non di certo preoccupate d’appesantire il proprio bilancio alla voce reti incassate: il 4-3 finale in favore dei Falchi sta lì a confermarlo. Un risultato, classifica alla mano, abbastanza sorprendente vista la drastica caduta degli amaranto, fermati dai colpi di un Ghedi abile nello sfruttare a suo favore il blackout franciacortino di inizio ripresa nonostante la successiva inferiorità numerica che l’ha portato a rimanere in dieci per una mezz'ora abbondante, per quasi tutta la seconda frazione, dopo il rosso a Bontempi (unico neo di una gara sontuosa con doppietta). Il Franciacorta torna dunque a casa a bocca asciutta ma può consolarsi con la prestazione convincente dell’ex Brescia Ologungbiri, entrato nella ripresa per dare manforte e subito dominante con due reti utili a ridare speranza ai compagni. Chissà cosa avrebbe potuto fare se gli si fosse concesso più minutaggio a discapito - va da sé - del derby col Breno da giocarsi con la Juniores Nazionale. Non è dato sapere.

SPRECHI

Primo tempo nel complesso equilibrato, bene il doppio vantaggio granata ma anche la pronta risposta franciacortina alla quale è mancata soltanto un po’ di precisione negli ultimi metri. Iniziativa e possesso invece erano ad appannaggio dei locali per buoni tratti di frazione, mentre verso l’intervallo ecco anche gli amaranto alzare il baricentro al fine di raddrizzare un match non proprio incanalatosi sul binario giusto. Il pubblico di certo non ha avuto modo di annoiarsi, visto il permissivismo difensivo con il quale le squadre si sono approcciate l’un l’altra. A capitalizzare al meglio gli errori altrui erano quindi Najeh e Bontempi per i locali, il primo abile nel risolvere un flipper in area originato da uno dei soliti angoli calciati magistralmente da Prandi, il secondo nel trasformare il rigore procurato da Timpone su intervento (non così chiaro) di Maggi. Insomma, il Ghedi sembra spassarsela tranquillamente anche se poco dopo arrivava pure la risposta degli ospiti. Questa vedeva un primo tentativo velleitario di Baccini, poi la rete del 2-1 targata Kelmendi (tapin su tiro respinto a Viti), in ultimo l’occasionissima per il pareggio con protagonista Ionescu, vanificata sull’esterno della rete dopo che Kelmendi aveva illuminato Viti con un filtrante e questi aveva servito lo stesso Ionescu in un clamoroso due contro zero davanti a Piolini. In precedenza anche spazio per il ghedese Marinoni che alzava di poco alto il suo missile al volo sugli sviluppi di un corner: sarebbe stata una potenziale rete da cineteca.

Ologungbiri del Franciacorta, più comunemente noto come Vincent

BLACKOUT

Nella ripresa il crollo verticale che non ti aspetti, proprio quando tutto lasciava presagire ad un potenziale ritorno dei ragazzi di Adro. In questa fase la difesa di Rota si scioglieva come neve al sole senza una risposta evidente e si faceva cogliere in castagna in ben due occasioni, soprattutto a seguito di palle alte d'origine inattiva. Così era il remake dell’accoppiata vincente precedente a farla ancora da padrone e a portare il punteggio sul 4-1. Bontempi appoggiava facile facile in rete dopo clamorosa svista difensiva (dei centrali), e Najeh la chiudeva di testa poco dopo sempre su calcio da fermo del solito Prandi per le medesime ragioni. Nel mezzo anche un rigore parato a Marinoni e un’altra ghiotta occasione non sfruttata sempre da quest’ultimo. Avvio shock e Franciacorta allo sbando, e ridestatosi solamente grazie ad un rigore spedito tuttavia da Viti in orbita. Nella stessa occasione peraltro il rosso a Bontempi per qualche parola di troppo. Entrava dunque Ologungbiri negli amaranto. Sarà proprio lui a far le prove generali (lancio di Bekshiu e pallonetto in rete ma in fuorigioco), prima di segnare davvero sfruttando una topica di Pasini che gli spianava letteralmente la strada verso Piolini (4-2). Ologungbiri - o più comunemente Vincent - si ripeteva poi su calcio piazzato (palla a giro tra barriera e palo alla Roberto Carlos, ma d’interno destro) per il 4-3, finché le definitive speranze di rimonta amaranto si infrangeranno del tutto sulla traversa di Econimo a tempo ormai scaduto

IL TABELLINO

GHEDI-FRANCIACORTA 4-3
RETI (2-0, 2-1, 4-1, 4-3): 13’ e 7’ st Najeh (G), 20’ rig. E 1’ st Bontempi (G), 26’ Kelmendi (F), 24’ st e 32’ st Ologungbiri (F).
GHEDI (4-3-3): Piolini 7, Martini 6, Tedoldi 6, Prandi 7.5, Vezzoli 6, Pasini 6, Timpone 6.5 (14’ st Pennati sv, 20’ st Niang 6), Bontempi 7, Mesa 6 (43’ st Checchi sv), Najeh 7.5, Marinoni 6.5 (14’ st Gelmini 6). A disp. Vellone, Zubani, Borgesa, Owusu, Elnagar. All. Montini 7.
FRANCIACORTA (4-2-3-1): Roveglia 7, Econimo 6, Gullo 6, Ghisalberti 7.5 (37’ st Bertagnoli sv), Maggi 6, Bekshiu 6, Kelmendi 6.5, Viti 6.5 (23’ st Celaj sv), Ionescu 6 (13’ st Ologungbiri 8), Ferraresi 7.5, Baccini 6.5 (13’ st Falleri 6). A disp. Belleri, Debbih, Foresti. All. Rota 6.5.
ARBITRO: Ferrari di Brescia 6.5.
AMMONITI: Bontempi, Pasini, Niang e Piolini per il Ghedi; Maggi, Ferraresi, Bekshiu, Ghisalberti, Ologungbiri e Bertagnoli per il Franciacorta.
ESPULSI: Bontempi (G), Kelmendi (F).

CLICCA PER LE PAGELLE

LE INTERVISTE

Soddisfatto Gianluca Montini, tecnico Ghedi, dopo il successo contro il Franciacorta, un successo che lava l’onta della pesante sconfitta dell’andata. Il tecnico: «È andata bene così, siamo contento. Partita comunque equilibrata anche all'andata contro il Franciacorta, non siamo alla loro altezza ma nemmeno da terzultimo posto come adesso: l'obiettivo infatti è quello di arrivare almeno dietro alle prime quattro». Montini prosegue con l’analisi della gara: «Sono partito con un 4-3-3 e poi sono passato al 4-4-1 cercando di stringere le due linee a quattro. Nel secondo con il rosso abbiamo rischiato di rovinare un sabato quasi perfetto ma alla fine siamo riusciti a portarla a casa con i denti, penso anche meritatamente vista la differenza d qualità fra le due squadre». Sui problemi riguardanti il reparto arretrato invece: «In difesa questi siamo, stavolta i miei due terzini erano centrocampisti adattati, la coppia di centrali è questa: all'andata giocavamo col 4-2-3-1 ma al ritorno useremo il 4-3-3 per proteggere maggiormente la difesa che sappiamo essere il nostro reparto più scoperto a livello numerico». Il tecnico chiude così: «Sicuramente buona prova di Prandi davanti alla difesa e sulle palle inattive, mi spiace ovviamente per Pennati per l'infortunio al ginocchio, ne accerteremo l’entità».

Quasi incredulo Sebastiano Rota, tecnico Franciacorta, per la battuta d’arresto nella Bassa, il suo commento: «Partito col 4-2-3-1, poi passato al 4-3-3 nella ripresa e una volta in superiorità al 4-2-4. Avevamo tante assenze - vero - ma questo non dev’essere un alibi. Mi aspetto che è un Under 18 di una società del nostro livello abbia tutti e venti i giocatori in rosa in grado di dare il proprio contributo in gare come questa. A quest'età credo che i giocatori debbano essere in grado di adattarsi facilmente». Il tecnico passa poi in rassegna il momento clou del match dove si è deciso l’esito della sfida. «Inspiegabile il blackout di inizio ripresa, sinceramente non riesco ancora a capirlo. In marcatura siamo completamente mancati, come anche in fase di spinta: sugli esterni bassi avevo praticamente dei centrali. Sicuramente lo analizzeremo perché mi risulta davvero inspiegabile vista la conclusione del primo tempo». La sua ultima considerazione in vista del ritorno: «Secondo me abbiamo fatto un gran girone d’andata, aldilà di alcune difficoltà, e stavolta ho visto un po' di appagamento. Dobbiamo uscirne riprendendo da dove avevamo interrotto, altrimenti sarà dura perché stavolta non ho visto molta determinazione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Sprint e Sport

Caratteri rimanenti: 400